E’ un latte che piove

Le righe da (¹) a (²) spariranno nel giro di 24 ore.

(¹) Il gioco è questo: dicono che i blog, per quanto poco letti dalla massa, siano in grado di influenzare l’opinione pubblica e imporre modelli culturali? Vediamo se è vero.
L’idea nasce, inevitabilmente, dal cazzeggio durante la puntata di Macchiaradio di giovedì scorso: si prende una canzone audace, ritmata e sconosciuta, la si recensisce entusiasticamente (ma anche no: non è importante) su quanti più blog possibile, con l’obiettivo di sentirla pompare per radio e nelle discoteche la prossima estate. La rivoluzione ci porterà al Festivalbar.

Il fato ha voluto che la scelta cadesse su un brano di Immanuel (qui il suo blog; le altre canzoni stanno nella sezione “discografia“).
Che cosa sia, esattamente, il “bukkake”, lasciamo che sia Wikipedia a spiegarvelo. Noi ci limitiamo a farvi ascoltare la canzone (cliccate sul tasto “play” verde).

Clicca sul tasto play verde
per ascoltare Bukkake:
Download bukkake.mp3

Regola numero uno: non si parla del Fight Club. Ovvero: queste righe spariranno proprio perché il gioco virale non venga svelato.
Regola numero due: ogni blog, prima della recensione, metta un link a quello dal quale è venuto a conoscenza di questo colpo di stato mediatico (non tutti Macchianera, quindi: è importante seminare link a tappeto).
Regola numero tre: all’interno della recensione inserire una variante della frase “Bukkake (il nome della canzone) sarà il singolo dell’estate”.
Regola numero quattro: coinvolgete tutti gli amici giornalisti che avete: mandategli la canzone e ditegli che tutta la blogosfera ne sta parlando. Ecco, magari non dite proprio “blogosfera”, che è un termine orrendo. Fate voi.
Regola numero cinque: una volta scritta e pubblicata la recensione (siete liberi di redigerla come volte, secondo i vostri gusti) lasciate un commento o un trackback a questo post. Tenteremo di stilare una lista sempre aggiornata, in modo che i motori di ricerca arrivino prima ad indicizzare tutte le pagine coinvolte.
Regola numero sei: la recensione va scritta e messa in linea entro le ore 23 di giovedì 16 febbraio, quando Immanuel sarà ospite dal vivo, in studio, a Macchiaradio. Poi il gioco continuerà comunque, ma senza queste righe a spiegarlo.
Regola numero sette: se vi va, copiate e incollate il codice per fare apparire il banner “E’ un latte che piove” sul vostro blog.

• Banner 185×95

• Banner 468×72

• Banner 608×72

Iniziamo noi, con la recensione inviata dall’ultimo blogger che vi sognereste capace di scriverla. E di cui taciamo il nome, perché il gioco è bello anche per questo.(²)


Immanuel - Deflorato (2005)Era diverso tempo che non si riscontrava nel panorama della musica italiana una tale capacità di descrivere con immediatezza il rapporto tra il mondo empirico ed extrasensoriale come nel riuscito esperimento del cantautore Immanuel, ormai vero cult della Rete e dei suoi motori di ricerca. Unendo infatti il desiderio eterno di felicità dell’uomo alla saggezza del mondo orientale, il giovane artista poliedrico racconta le esperienze di apertura della propria anima e del proprio corpo al totale abbandono verso l’Infinito che tutti ci circonda mediante l’incontro con un antico rimedio omeopatico. Nonostante il tema non sia facilmente riscontrabile nel genere della canzonetta esso risulta subito comprensibile ed apprezzato grazie ad un arrangiamento e una melodia di immediato ascolto che, mescolando le particolari doti canore dell’Artista a cori multietnici di accompagnamento, producono un effetto di partecipazione e immedesimazione riguardo al contenuto delle parole.
Di certo questo pezzo metterà sotto i riflettori dell’opinione pubblica un genere nuovo, capace di raccontare grandi tematiche esistenziali con la facilità e sonorità del jingle, di cui Immanuel oltre che precursore sarà di certo anche guida.
In questi tempi di dispersione dell’arte compositoria gioverà a tutti sapere che esistono ancora tentativi di unire concetti complessi come “latte che piove” vero emblema esistenziale della canzone e la musica nazional popolare, finalmente liberata dalla povertà di concetto in cui era stata reclusa. Da ascoltare, gustare e perchè no meditare e quindi segnalare: “Bukkake” sarà il singolo dell’estate.


Hanno già recensito “Bukkake” e lasciato un commento a questo post:

Igi – Tra la via Emilia e le Prealpi
Discanto
Piadina allo zenzero
Sasaki Fujika
Kurai
Wannaplay
Camuma.net
Infinitesimo
Diderot
Articolo 98
mah’l:moh:sto:zo
Angeljoke
Il lamento di Zuck
Bassini35
E io che mi pensavo…
Botulinux
Poldo
Tutti vogliono un blog
Mytwocents
Bloggo o son desto?
Diario di quotidiana resistenza
Pensiero atipico
Akiller Application
Void Studios
Cliick
Veliero Velenero
Anija
Freddy Nietzsche
Angeljoke
Do ut des
Remly
Il novissimo “Ohibo’ mi garba”
Wannaplay
ilMorso
Yago’s Blog
Blog V
Sondaggi inutili
Cordonata
Il Morso
Tell a vision
La Voce del Procione
Sonno profondo
Flying away
Rebelot
ManLoPot
Cicciocotroneo
Quasi.dot
Lettera ventidue
Blukas blog
Buon tempo
Onanismi Selvaggi
Caymag
Champion
Ciarle Quotidiane
Fratelli d’Italia
Discanto
Sextaluna Babelog
Vortice assurdo
Oh Sexy Ladies
Mezzomondo
Kromeblog
Colori e Parole
Lanzablog
Bloggo o son desto?
Sounds|blog.it
Eple
Art in Progress
Ludik
Hotel Earle
Unpercento
Antoniosimonetti
(Visited 61 times, 1 visits today)

24 Comments

  1. Bukkake? Tormentone 2006?

    A me i tormentoni non piacciono e a dire la verità nemmeno questo “bukkake” di cui parla Caymag.Devo riconoscere però che le carte in regola per e …

  2. fatto. Speravo si riprendesse il trackback ma ho vinto la pigrizia e commento… E usare un tag tecnorati tipo “latte+che+piove”?… qualcuno lo sta facendo :)

  3. Apro e chiudo (forse) i commenti a questo post. Il fatto è che l’ho ascoltata e riascoltata ma la canzone fa davvero cagare, ma cagare cagare cagare…non riesco proprio a trovarci nulla di innovativo nè tantomeno di ironico, troppo semplice “dire le parolacce” per attirare l’attenzione. Diciamo che provo a vedere se ha senso l’idea. Saluti.

  4. Bukkake, anche meglio del sesso orale!

    Simone da Melablog ci scrive:
    Decisamente singolare questo fenomeno musicale: volgare come i GemBoy (anzi meglio), talentuoso ed elegante come i Baustelle. Immanuel Casto piace un sacco alla Blogosfera, e tra poco sarà il Bukkake Day!!!
    Ecco qualche…

  5. La mia da donna e giornalista l’ho detta sul sito di Sasaki e la ripeto qua: pare Mango in preda ad un attacco isterico ormonale dalla fantasia erotica orgistica (bisex…)

    Bella invece l’idea che parte dal ‘cazzeggio’ di provare se la Blogosfera riesce ad “imporre” una canzone per il prossimo Festival Bar…questa sì, che è una iniziativa degna di mensione dai mass media…ma sto Bukkake…si presta solo alla ‘provocazione’ e allo sfottò a sfondo sessuale…tra amici
    Potevate sceglierne un’altra dai contenuti provocatori non scontati, no?

  6. Bukkake? Tormentone 2006?

    A me i tormentoni non piacciono e a dire la verità nemmeno questo “bukkake” di cui parla Caymag.Devo riconoscere però che le carte in regola per e …

  7. Eh eh … che pezzo, nel senso musicale, di merrrrrr..
    Mango con i coglioni strizzati che canta il pippero di elioelestorietese.

    Visto il valore del brano, l’iniziativa risulta a mio avviso una forzatura. Scarseggiano le idee?

  8. Il gioco è questo: dicono che i blog, per quanto poco letti dalla massa, siano in grado di influenzare l’opinione pubblica e imporre modelli culturali? Vediamo se è vero.
    L’idea nasce, inevitabilmente, dal cazzeggio durante la puntata di Macchiaradio di giovedì scorso: si prende una canzone audace, ritmata e sconosciuta, la si recensisce entusiasticamente (ma anche no: non è importante) su quanti più blog possibile, con l’obiettivo di sentirla pompare per radio e nelle discoteche la prossima estate. La rivoluzione ci porterà al Festivalbar.

    Il fato ha voluto che la scelta cadesse su un brano di Immanuel (qui il suo blog; le altre canzoni stanno nella sezione “discografia”).

    Che cosa sia, esattamente, il “bukkake”, lasciamo che sia Wikipedia a spiegarvelo. Noi ci limitiamo a farvi ascoltare la canzone (cliccate sul tasto “play” verde).
    Clicca sul tasto “play” verde
    per ascoltare “Bukkake”: Download bukkake.mp3

    • Regola numero uno: non si parla del Fight Club. Ovvero: queste righe spariranno proprio perché il gioco virale non venga svelato.

    • Regola numero due: ogni blog, prima della recensione, metta un link a quello dal quale è venuto a conoscenza di questo colpo di stato mediatico (non tutti Macchianera, quindi: è importante seminare link a tappeto).

    • Regola numero tre: all’interno della recensione inserire una variante della frase “Bukkake (il nome della canzone) sarà il singolo dell’estate”.

    • Regola numero quattro: coinvolgete tutti gli amici giornalisti che avete: mandategli la canzone e ditegli che tutta la blogosfera ne sta parlando. Ecco, magari non dite proprio “blogosfera”, che è un termine orrendo. Fate voi.

    • Regola numero cinque: una volta scritta e pubblicata la recensione (siete liberi di redigerla come volte, secondo i vostri gusti) lasciate un commento o un trackback a questo post. Tenteremo di stilare una lista sempre aggiornata, in modo che i motori di ricerca arrivino prima ad indicizzare tutte le pagine coinvolte.

    • Regola numero sei: la recensione va scritta e messa in linea entro le ore 23 di giovedì 16 febbraio, quando Immanuel sarà ospite dal vivo, in studio, a Macchiaradio. Poi il gioco continuerà comunque, ma senza queste righe a spiegarlo.

    • Regola numero sette: se vi va, copiate e incollate il codice per fare apparire il banner “E’ un latte che piove” sul vostro blog.

  9. E` un latte che piove.

    A tutta la gente che giunge in questo blog, inferocita, a parlare di quel grosso fenomeno di Mondo Marcio, che assieme ad “Eccezziunale Veramente” ha l’unico pregio di portarmi acqua al mulino e riempirmi il campo referral, volevo se…

  10. Non è questione di essere SERIOSI. Queste iniziative da duenni fanno il male dei blog, che lo si voglia oppure no. Che interessi oppure no (e potrebbe anche non interessare, ci mancherebbe).

    Neri ha una RESPONSABILITA’ nel dirigere il più importante, famoso e visitato blog esistente (il buon Grillo non ha nessun blog). Ha una responsabilità importante: non dovrebbe promuovere, ribadire e concepire queste sconcezze.

    Io non sono un flamer.
    Non sono un troll. E’ inutile che Neri continui a ridurre CHIUNQUE a flamer o troll, basta che non sia d’accordo con lui o con la linea editoriale di questo prodotto.

    Tantomeno voglio fare i conti in tasca a lui o a chicchessia. Non so se Neri abbia soldi o ne faccia, non me ne frega un emerito: credo che se li ha, i soldi, se li sia meritati perché è uno che ha avuto idee, è un imprenditore di successo che ha indovinato tantissime mosse. Non è questo il punto: non ci farà i soldi con questa idiozia della canzone.

    Sono solo ESTERREFATTO nel vedere tutti questi cani ammaestrati che gli corrono dietro alla prima stronzata. Ripeto: c’è una responsabilità ad avere tanto successo. La credibilità dei blog dipende soprattutto dai blog più importanti. E queste sono puttanate da decerebrati mediatici che non ci fanno bene.

    Dico solo questo.
    Poi, oh, fate quel cazzo che volete.
    [Ste]

  11. Piove, e che sfaccimme!

    Vengo a sapere da macchianera che sta impazzando nella blogosfera la nuova canzone di immanuel "bukkake". Qui sotto il link per ascoltarla. E’ una canzone dal gusto un po forte, e che non potrà non lascare una qualche traccia

1 Trackback / Pingback

  1. url

Rispondi