Iscritti italiani alle logge massoniche /1

La lista dei massoni italianiCuoreC’è un’iniziativa di Cuore che parecchi di voi probabilmente ricorderanno, e che il “Settimanale di Resistenza Umana” non riuscì mai a portare a termine: la pubblicazione della lista dei nomi (completa di comune di residenza, data di nascita e professione) dei 26.409 iscritti italiani alla massoneria.

Era il 1998, se ben ricordo, e l’esperienza del giornale stava volgendo al termine: la divulgazione degli elenchi tramite un inserto a parte risultò allora troppo dispendiosa, e si fermò al terzo fascicolo. Nel frattempo, ignoti professionisti fecero irruzione nel corso della notte in redazione, per visualizzare (o probabilmente prelevare) le liste: furono sorpresi da una giornalista (a Cuore si faceva spesso l’alba in redazione: c’erano persino due camere e due letti per chi doveva pernottare) e fuggirono dalla finestra. Entrarono e uscirono, in pratica, senza alcuna effrazione.

Una cosa va chiarita: l’adesione ad una loggia massonica non è reato (lo era nel caso della P2, strutturata come segreta, oggetto di innumerevoli inchieste, i cui affiliati sono stati coinvolti in vicende di eversione, stragi, tentati colpi di Stato, depistaggi). Al di là di questa fondamentale precisazione, è assodato che buona parte degli italiani che non contano niente (e che, al massimo, sono stati iscritti alle Giovani Marmotte, ma poi non hanno rinnovato la tessera) si chiedano quale sia il motivo che spinge un individuo ad aderire ad una loggia massonica, se non la speranza di assicurarsi favori che non sarebbero ottenibili per vie legali o con l’ausilio del solo sudore della fronte.

I nomi degli aderenti alle varie logge massoniche legali sono (o dovrebbero essere, secondo legge) pubblici. Dal momento che chi fa parte della massoneria va fiero della propria scelta e, anzi, ne ribadisce con orgoglio la legittimità, nessuno che non abbia, invece, qualcosa da nascondere, se la prenderà per la pubblicazione da parte di Macchianera (in più di 60 puntate) degli elenchi di 26.409 persone che, tra la bocciofila e il Lions, hanno preferito la terza via del cappuccio, della squadra e del compasso.

Clicca qui

(Visited 1.790 times, 1 visits today)

50 Comments

  1. sono stato iscritto all’arcigay. ora sono iscritto al network dei lavoratori gay del posto dove lavoro. non so se i nomi dei membri di queste due associazioni siano di dominio pubblico. ma se anche lo fossero, se vedessi i nomi dei loro membri pubblicati in una lista su un sito internet, non avrei alcuni esitazione a ritenerla una iniziativa inaccettabile e vergognosa. che non dovrebbe essere permessa. mi auguro davvero che gianluca neri ci ripensi.

  2. La tristezza e la superficialità di questa inizaittiva mi atterrisce visto il rilievo ed il rispetto che ho sempre avuto per il suo autore. E’ sempre un errore generalizzare, fare di tutta un erba un fascio. La P2 e le infiltrazioni mafiose nella massoneria sono note e tanti massoni onesti hanno subito l’infamia personale e dell’istituzione in cui credevano. La scissione del 1993 tra il Grand Oriente e la Gran Loggia Regolare d’Italia è il risultato del marcio che aveva infettato la massoneria. Un istituzione mondiale che si ispira a principi nobili e che è APERTA A TUTTI. Il web è pieno di documenti e trattati massonici. Informatevi e fatevi un opinione fondata sull’informazione.
    Credete sia facile controllare tutte le possibili infiltrazioni di un associazione così estesa, soprattutto in Italia?? Molti massoni ci hanno provato ed hanno fallito. Nessuna lo nega. Trovarsi nel tuo bell’elenco sarà un ulteriore squarcio ad una ferita che è ben lontana dall’emarginarsi.
    Caro Neri non mi resta che offriti un bel cappuccio, quello che dovresti metterti per la vergogna.

  3. In effetti la pubblicazione di un dato che comunque pubblico è, sembra l’assegnazione di un giudizio di merito nei confronti delle persone che sono iscritte (a prescindere da quello che può voler dire essere un massone) ad un’associazione. Non ne vedo il motivo ecco. Gli interessati potevano far richiesta di avere questo elenco ed essere soddisfatti lo stesso. Così sembra un po’ una cosa da Novella3000. Per dire, a me darebbe fastidio pure se pubblicassero l’elenco degli iscritti di una palestra (ammesso che ne frequentassi una). Perchè diavolo la gente si deve fare i fatti miei per pure interesse voyeuristico? Tutti quelli che leggeranno questa lista se ne fregavano bellamente fino a ieri di sapere chi fossero i Massoni, oggi andranno a spulciare la lista per vedere se conoscono qualcuno? Per poter fare pettegolezzo? Non so, non mi pare informazione. Ma fate vobis.
    Ah, scanso equivoci: sono iscritta alla cgil e ad una manciata di arcy-qualcosa. Sono persino iscritta all’Associazione Centri Sportivi Italiani, ma era solo per un concerto! LO GIURO! Non faccio sport io . Sono pigra e ci tengo. Vorrei mai che la pubblicazione di un qualche elenco mi rovinasse la reputazione :P

  4. Scusate non ho capito una cosa. Pur non condividendo l’iniziativa (forse avrei preferito leggere la lista trita e ritrita della P2), questa è la lista che stava pubblicando Cuore o una lista aggiornata?

    ciao

  5. Agli ipergarantisti che affollano questi commenti: se domani Repubblica pubblicasse l’elenco delle imprese che usano le isole Cayman per sciacquare i soldi o per nascondere i debiti trovereste ugualmente un’inaccettabile violazione dei diritti umani?
    Per molti di noi, grazie alla P2 e alle logge deviate, la massoneria è un’istituzione legale ma potenzialmente pericolosa per le istituzioni.
    Ci sono montagne di prove ad alimentare questo pregiudizio.
    Credo nessun’altra associazione abbia tentato di sovvertire l’ordine democratico, compresi sindacati, partiti, gruppi sportivi ecc.
    Pertanto ritengo di aver diritto di sapere se una persona ha fatto parte di un qualsiasi tipo di massoneria, al solo scopo di affinare il giudizio critico nei suoi confronti.

  6. Agli amici: Neri, Tyler, Kaos:

    Nulla da eccepire sulla pubblicazione degli elenchi, semplicemente evitiamo errori:
    1) sono residente a Mascalucia e non a Gravina;
    2) sono Vicepresidente della CONFCOMMERCIO e non della Confesercenti ( e non mi pare cosa da poco);
    3) sono stato iscritto ( unica mia appartenenza) al Partito Radicale di cui resto un simpatizzante, giammai a partiti di “destra”,
    parlare perciò di foto del Duce o similie appese nella mia sede, che per altro è aperta al pubblico in via Mandrà 8, è segno di falsità, distorsione visiva o demenza senile,
    l’unico simbolo, per così dire politico, presente nella mia sede è la BANDIERA del TIBET che mi onoro di avere alle spalle della mia scrivania (per chi non ricordasse più che cos’è il TIBET cercare sotto la voce IMPERIALISMO CINESE);
    4) non sono mai stato “trombato” ma come ampiamente dimostrato dalle cronache cittadine mi sono dimesso per gravi e manifesti dissensi con l’operato del Sindaco di Catania Prof. Scapagnini ed ho rifiutato i ripetuti e verificabili inviti a ritirare le dimissioni.

    Quanto sopra non per polemica ma per amore di verità.

    P.S. Amico Neri il 90% dei firmatari della Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo erano Massoni….

    Pietro Agen

  7. Caro Pietro Agen, nulla da dire sulle tue precisazioni tecniche. Solo una cosa: l’unica volta che sono entrato nella sede della Confcommercio è stato nell’ultimo Capodanno, alla festa data in quei locali da tuo figlio. E il calendario del Duce forse non ce l’avrai messo tu, ma c’era. Nulla da dire sul resto.

  8. ….Ma chi lo dice che essere iscritto alla P2 era reato?? Cosa c’entra la P2 con le stragi? Mah?!
    Questo gesto ricorda quello di Feltri pubblicò l’elenco dei “pedofili”…..

  9. Caro Tyler,
    ancora una volta non hai capito tu:
    1) la festa di capodanno era nei locali di un quotidiano e non della CONFCOMMERCIO;
    2) non sò cosa faccia tuo padre ma non ti ritengo comunque responsabile;
    3) sarai mio gradito ospite gratuito ad un corso di democrazia qualora decidessi di cambiare;

    cordialmente

    pietro agen

  10. secondo me gianluca qualche ragione ce l’ha. il paragone con la pubblicazione di un elenco di appartenenti ad un’associazione gay non regge. non mi risulta che si *scelga* di essere gay. nemmeno vale il paragone con l’enco di iscritti ad un sindacato. i datori di lavoro (cioè gli unici a cui frega qualcosa) sanno già *benissimo* chi è iscritto a un certo sindacato, non aspettano certo che glielo dica un blog. qua si tratta di adulti che compiono una libera scelta e si iscrivono a un’associazione la quale ha scopi -nella sostanza- segreti. che gli altri cittadini abbiano diritto di sapere questa cosa mi pare scontato. io quello che sta facendo gianluca lo chiamerei servizio pubblico. e lo chiamerei anche coraggio. (gianlù pubblica anche l’elenco degli iscritti al rotary però, le gente deve sapere *tutto*)

  11. Paolo Osservi: ritieni di avere diritto di sapere se una persona ha fatto parte della massoneria, per “affinare il tuo giudizio critico” nei suoi confronti, in virtù del fatto che una loggia segreta e degenerata rispetto alla massoneria ha tentato un colpo di stato…

    Ma non è come dire che è giusto pubblicare una lista degli iscritti al PCI, in funzione di “poter affinare il proprio giudizio critico” su chi ha fatto parte del gruppo di provenienza della cellula deviante BR?

  12. Caro Pietro Agen, evidentemente a quella festa in molti credevano (e dicevano) di trovarsi nella sede della Confcommercio. Ad esempio, a me è stato detto “La festa è nella sede della Confcommercio”. Io non sapevo dove fosse, e ho seguito chi era con me. E mi hanno portato a quella festa.
    Il discorso delle responsabilità è già affrontato: il Calendario c’era. Prendo atto che non ce l’hai messo tu, fine :)
    Accetto l’invito al corso di democrazia, ma credo che questo scambio sia diventato più toponomastico che politico.

  13. Sono deliziato: un link dei commenti riporta alla Gran Loggia Regolare d’Italia (tutte le altre Logge sono quindi o irregolari o piccole). Uno si aspetta la classica e-mail fasulla o un blogghetto e invece si trova un sito massonico con i controfagotti, una loggia che affonda le sue radici nel lontano 1993 e che pertanto ha contribuito perlomeno alla sconfitta del millennium bug. Il commento è di “anonimo”. Che credevate?

  14. Dopo i fatti della P2, che ne hanno assai intorbidito l’immagine, è un’opportunità per gli aderenti alla massoneria di attenuare i preconcetti verso l’organizzazione che quell’evento ha determinato. Si faccia un libero dibattito. Fateci capire. Sarà l’occasione che tutti se ne sappia di più della massoneria e delle motivazioni ideali, lobbistiche, opportunistiche, progettuali o altro.

  15. Sì insomma, lo so che la cosa ha dell’incredibile e ma tu guarda, ma dimmi te, i casi della vita, il mondo è piccolo e compagnia bella, ma Pietro Agen è mio zio.
    (spiego tutto sul mio blog)

  16. Quindi *tutti* i massoni sono sospetti di aver compiuto o di tramare nell’ombra il compimento di atti per lo meno spiacevoli?
    Dite che non parlano, che non si fanno vedere…ripeto, tempo fa uno dei pezzi grossi di una delle maggiori logge italiane andò in tv da Luttazzi e parlò con molta onestà rispondendo tranquillamente a tutte le domande che Luttazzi (che certo non è uno che va leggero) gli poneva.
    Non si nascondeva di certo. Poi attenzione a me era stato antipatico da morire, soprattutto perchè diceva questa cosa che le donne per carità non vanno bene per la loggia.
    Ma da qui a dire che meritano di essere messi in prima pagina come fossero TUTTI dei delinquenti. Direi che il paragone con chi c’ha i soldi all’estero calzi proprio pochino.
    E poi se le cose stanno come dice Osservi, se ci dobbiamo fare un’idea di chi abbiamo davanti con l’ausilio di questi elenchi cavolo voglio ORA l’elenco a) di tutti quelli che hanno votato il Berlusca b) i nomi di tutti quelli iscritti a Forza Nuova et similia appesi nelle piazze c) i nomi di tutti quelli che hanno acquistato un disco di Britney Spears d) i nomi di tutti i Testimoni di Geova circolanti nel nostro paese e) i nomi di tutti gli insigniti del sovrano ordine militare dei Cavalieri di Malta (mai visto uno? Giuro che sono inquietanti) f) i nomi di tutti quelli che in Italia continuano a fregiarsi di qualche titolo nobiliare g) i nomi di tutti gli iscritti al Lions (per far pari) h) i nomi di tutti quelli che tifano Inter.
    C’ho da farmi le mie idee, io.
    Ma come ragionate?
    Me li state facendo diventare simpatici ‘sti massoni…

  17. Grandioso! Ricordo come fosse ieri che comprai un numero di Cuore con quella lista, credo da BA e BO o qualcosa del genere. Sotto BE c’era il cognome di uno che conoscevo, e che era solito dire di “avere un background”. Leggendo la lista capii meglio la faccenda del background. Quel tale in effetti di strada ne aveva fatta, oh se ne aveva fatta… Una mera coincidenza immagino… Mi pare poi che Cuore smise ben presto di pubblicare, e chiuse. Non ho più visto altre puntate della lista, e dire che a quel punto andavo apposta a comprare Cuore solo per vedere quella lista.
    Vai avanti, Neri, facci conoscere tutti gli altri con un background! Voglio vedere tutti i nomi! E potreste poi, scriverli magari anche con caratteri più grandi ed in grassetto?
    Ciao ciao!

  18. Sooshee:
    nessuna delle categorie che hai citato ha tramato contro le istituzioni in nessuna sua parte.
    Attendiamo la performance di Forza Italia ma ancora non possiamo dir nulla, tutto legale.
    Sono pervicacemente interista.
    Facendo solo un discorso statistico potremmo dire che un 2% dei massoni italiani hanno tramato contro lo Stato. Mi sembra tanto.
    Buttandola sul sociale potremmo chiederci che cosa possa legare categorie di persone così diverse tra loro se non la necessità di avere un vantaggio dalla propria o dalle altre posizioni a scapito di chi lavora e si impegna del suo.
    E quando queste categorie sono medici, avvocati, docenti, militari, giornalisti, funzionari, manager, magistrati, in una parola sola CLASSE DIRIGENTE, io sento la necessità di conoscere i nomi. Mi dirigono.
    I reati di Tanzi e C. hanno fottuto probabilmente migliaia di persone.
    Tutto l’intreccio di conoscenze, raccomandazioni e corruttele gestito dalla massoneria ha probabilmente fottuto moltitudini che ci hanno messo del proprio, ma non hanno avuto la “copertura” giusta.
    In un mondo ideale la massoneria non dovrebbe esistere, in un mondo dove le occasioni vengono date a tutti e tutti hanno modo di sfruttarle, senza trucchi.
    Ma la massoneria esiste, è legale e pubblica. Fuori i nomi.

  19. Caro Paolo, ho messo il link della GLRI perchè era il primo che sapevo a memoria. Il tuo commento “tutte le altre Logge sono quindi o irregolari o piccole” non aiuterà la massoneria a ritrovare l’armonia persa per colpa di un 2%.
    Bene, direi che, in questi commenti, si è detto tutto. Non ci resta che andare a leggere il blog di Selvaggia, consapevoli di poter essere veramente giudicati solo dal proprio cuore.

  20. Sarà che continuo ad associare l’idea di loggia massonica a quella di un Rotary più pittoresco (a proposito, ma cosa fanno al Rotary?), più vicino alla “Loggia del Leopardo” di papà Cunningham che alla P2. Il problema del “programma” e del ruolo del partito politico mi sembra meno chiaro nel 2004, vorrei sapere qual’è veramente il programma nascosto di Forza Italia e l’espressione “tramare contro lo Stato” mi sembra alla fin fine calzante.

    E comunque mi preoccupa di più Comunione e Liberazione, per non parlare dell’Opus Dei…

  21. MA questa è la lista segretissima chiusa in cassaforte al quirinale o è quella farlocca resa già pubblica?

    Perchè mi interesserebbe di più la prima :-)

  22. giusto..al Rotary, cosa fanno?che tipo di lobby è? di che orientamento politico? non l’ho mai capito…

  23. Signori, mai ho fatto parte della massoneria e mai penso che avrò interesse. Ma non credete che si faccia un film su qualcosa che ha contribuito storicamennte a creare l’Italia???
    Ci sono cose più importanti a cui pensare… Per esempio vi chiedete chi comanda veramente nelle organizzazioni mafiose ora che i “grandi boss” starebbero quasi tutti al fresco? O non ne avete il coraggio e preferite chiedervi chi sta nella lista d’iscrizione delle scuole elementari? Vi ricordo che il dovere di cronaca è una cosa, la violazione della privacy un’altra! Buon lavoro, a chi ha qualcosa da fare.

  24. Caro Gianluca, è un po’ di tempo che io e alcuni miei amici stiamo raccogliendo i nomi di quelli che hanno avuto malattie infettive e che sono stati ricoverati, perchè gli ospedali – ti potrà sembrare strano, ma è così – hanno l’obbligo di dare quest’informazione, ad esclusione dell’AIDS. Non sapevo a chi rivolgermi per fare pubblicare la lista, ma adesso, avendo visto la tua lodevole iniziativa di fare uscire allo scoperto i massoni, sono sicuro di averlo trovato e te ne ringrazio in anticipo. I requisiti che tu hai espresso per motivare le liste massoniche ci sono tutti: gli elenchi sono pubblici, e quindi doverosamente pubblicabili e pubblicizzabili (quello che conta è tutti sappiano chi sono, così possono elucubrarci sopra); se uno si è ammalato, che so, di morbillo, bisogna che tutti sappiano dove abita per prendere le opportune precauzioni: con gli ospedali che abbiamo potrebbe essere ancora infettivo quando torna a casa. Un’altra cosa che stiamo raccogliendo sono i nomi di tutti quelli che hanno avuto un’amante, sia uomini che donne: scusa, ma non è affatto vero che sono cazzi suoi! Innanzitutto, se l’hanno tenuto nascosto, è ovvio che c’era qualcosa di losco: favori reciproci, asocialità nel rifuggire la partecipazione di altri al loro stare insieme e chissà cos’altro. Poi c’era sicuramente qualcuno che avrebbe avuto legittimo interesse a sapere quello che invece veniva nascosto: mogli, mariti, figli, colleghi di lavoro, ricattatori, persecutori maniacali, aspiranti sostituti/e, etc. Come vedi, ho degli ottimi motivi, addirittura migliori di quelli che tu hai addotto per le tue liste, per essere certo che mi pubblicherai anche queste. Ci vorrà un po’ di tempo perchè sono oltre 26 milioni; però il criterio di pubblicazione non sarà quello alfabetico, ma quello numerico e quindi avremo subito i nomi più interessanti… Credo che, per i motivi addotti, tu non avrai remore a pubblicarla anche se uno dei primi nomi è proprio il tuo (e questo è rigorosamente vero!!!) per cui può darsi che la gente ti scambi per un grosso puttaniere, ma non ti preoccupare: per ogni nome stiamo anche raccogliendo informazioni – pubbliche! – sul lavoro svolto dalle sue amanti durante i periodi di frequentazione, sui loro introiti ed incrementi con le relative motivazioni. NOTA: Anche se sono dati pubblici, c’è una strana resistenza da parte di chi li possiede: ci chiedono a cosa ci servono e, quando glielo spieghiamo, vogliono che gli promettiamo di associarli ai vantaggi che ne trarremo. Chissà cosa hanno nelle loro teste bacate… noi lo facciamo solo per dovere d’informazione, senza volerne ricavare il minimo vantaggio, come te d’altronde… Qualcuno ci fa notare che quello che vogliamo fare danneggerà la reputazione di molte persone, ma la risposta è facile: noi facciamo il nostro dovere di informare il pubblico su cose pubbliche, quindi che non rompano… Ciao Gianluca, aspetto una tua risposta, ma intanto vorrei ricordarti i sepolcri imbiancati, che forse conosci meglio di quanto non vuoi far credere, ed invitarti a scagliare pietre solo dopo esserti accertato di essere “senza peccato” (e i dati sulle tue amanti li stiamo raccogliendo davvero…)

  25. E il diritto alla privacy?
    A quando un bella lista dell’Opus Dei e di Comunione&Liberazione? Oppure quelli è meglio non toccarli?

    Inoltre,a quale anno si riferisce tale lista? E’ aggiornata oppure figurano anche persone defunte o mai esistite?

  26. Un consiglio, quando avrete finito di bruciare neuroni per scoprire se il vostro dirimpettaio è un massone, o se il vostro capoufficio è così stronzo solo perché affiliato ad una loggia, cercate un po’ di siti in internet sulla massoneria e dategli uno sguardo.
    Forse rimarrete sconvolti a scoprire che ce ne sono tantissimi, senza nomi ma con tutte le informazioni per scoprire perché ci sono donne in quella lista, o perché mai ci si dovrebbe riunire se non per sovvertire l’ordinamento democratico.
    Qualora vi fosse rimasto qualche neurone attivo, inizierete a chiedervi come mai non vi siete fermati al terzo nome della lista, anziché chiedere il file .zip della stessa, per poterlo stampare e leggere la sera prima di dormire, nella speranza che smascherare i cospiratori della democrazia possa farvi dormire sonni più tranquilli.

  27. imho far politica (pubblicare le liste degli iscritti alla massoneria, per quanto cosa lecita, E’ far politica) su un blog e’ abbastanza fuori luogo (ricorda le discussioni politiche da bar, che in un modo o nell’altro lasciano il tempo che trovano), piuttosto perche’ non pubblicare il numero di telefono della Lucarelli?

  28. conoscevo Cuore molto … intimamente. Ho pensato, allora, che quella operazione fosse una stupidata. Adesso, lo ripenso in questa occasione.
    Ha scritto bene qualcuno prima di me: se gli iscritti alla CGIL o al Partito Radicale, o i frequentatori abituali di un centro sociale si vedessero pubblicati per nome, cognome, città e professione su un sito, che so! Proprio della massoneria, o di Forza Italia, o di Allanza Nazionale, grideremmo tutti al golpe, al Grande Fratello, alla dittuatura nazi-fascista… per quanto ne seppi io, a Cuore, si decise di smettere di pubblicare la lista non per motivi economici, ma perchè l’iniziativa venne accolta malissimo.

  29. Io spero, caro gneri, che tu t’imbatta in qualche avvocato incazzato…che ti porti davanti ad un tribunale della Repubblica e ti riduca in brache di tela.
    Dimodochè, caro-gnari, ti passi la voglia di offendere chiccessia!
    Non hai violato nessun gotha segreto, hai violato “solo” il sacrosanto diritto di individui liberi di scegliere cio che è meglio per loro.
    Non so se definirti, quindi, un fascista,un nazista o uno stalinista…scegli tu !

  30. Scusate, non entro nel merito dell’iniziativa. Marco, Ida, Riccardo l’hanno già fatto… e concordo con loro. Dopodiché, visto che gli elenchi sono vecchiotti (e anche qui: come la mettiamo con chi nel frattempo ha lasciato l’istituzione??), ci terrei che Gneri lo aggiornasse col mio nome. Per mia personale trasparenza (non ho mai fatto mistero della mia appartenenza) e per rispetto di chi, all’epoca delle liste di Cuore, perse il lavoro perché il “capo” non gradiva.
    Bruschi Marco Massimiliano (Max) nato il 26.05.1969 a Milano e residente a Milano, di professione docente universitario e giornalista culturale. Oratore della Loggia Thomas Jefferson… sì, quello della dichiarazione d’indipendenza degli Usa e del “diritto alla felicità”. Come Ben Franklin, George Washington, Franklin Delano Roosevelt e un mazzo di altri combattenti per la libertà. Per dovere di cronaca, le liste di proscrizione dei massoni sono tipiche dei regimi dittatoriali (fascista, comunista, nazista – una bella carrettata finì nei campi di concentramento, debitamente internata, gasata e cremata. Per riconoscersi tra loro, usavano una myosotis).
    Un abbraccio a tutti

  31. Iniziativa meritevole. Un solo problema: quando dovremo aspettare prima di leggere l’elenco completo degli iscritti? Non sarebbe meglio pubblicarli tutti in una volta?

  32. Pemetto una cosa: Sono un massone e, mi dispiaceper chi ragiona in termini di preconcetti, anche comunista. Con una sola variante: non sono ateo.
    Vorrei fare una piccola lagnanza: basta con queste liste trite e ritrite con i soliti vecchi nomi! Aggiorniamole e per farlo basta avere un amico compiacente in Prefettura. Basta con i nomi di fratelli morti, andati in sonno e poveracci che per omonimia si trovano in queste vecchie liste. A prescindere che sarebbe come rendere noti gli iscritti ai DS o ad An per colpire Br o terrorismo di destra, ma questo forse è un discorso troppo colmplicato per chi vuole fare cassetta utilizzando l’immaginario comune. Ma se proprio, per mancanza di qualità giornalistica, Vogliamo pubblicare liste vecchie, non omettiamo nomi importanti: Pertini, Cavour,Garibaldi. Poi vorrei dire fare giornalismo sarebbe andare alla ricerca delle LOgge occulte e lì sarei io il primo a battere le mani visto la grande confusione che un certo giornalismo ha interesse di fare. Si potrebbe ad esempio rendere note le liste di OPUS DEI. Certo qui il discorso si fa veramente pericoloso (ne sa qualcosa Gelli)e ne risentirebbe il dialogo tra la nuova sinistra e il Vaticano, ma almeno avremmo in pasto qualche nome nuovo. E poi basta con queste liste che non vanno oltre la lettera C; sarebbe ora di iniziare qualche volta dalla Z: conosco fratelli veramente dispiaciuti dal fatto che l’iniziale del loro cognome non gli dia mai notorietà.
    Per quello che mi riguarda sto ad aspettare la pubblicazione del mio: è dai tempi della legge sulla privacy che aspetto (e invece sempre queste liste vecchie. Ho già parlato con mio fratello (di sangue) che è avvocato e che mi ha detto potrei fare tanti bei soldini, perchè io in fondo un bel sogno lo avrei: Una bella mensa per i poveri finanziata non con i soldi dello Stato( che sta arricchendo la Chiesa),ma con i soldi degli amici della Chiesa. Bellissima questa mensa dove potrei sfamare tutte quelle persone dimenticate da un sistema che manca dei valori che da sempre animano la Massoneria: Libertà, Fratellanza ed Uguaglianza.
    Purtoppo le liste di proscrizione ci richiamano alla mente vecchi roghi e “luoghi di villeggiatura” che vorremmo dimenticare, ma che purtroppo l’inettitudine e la pochezza di chi utilizza allegramente e per cassetta mezzi giornalistici, rende sempre attuali.

  33. Mi associo a quanto scritto dall’amico e Fratello Max Bruschi, che saluto.
    Si comincia, e non lo dico io ma lo scriveva Ernest Mandel, con i Massoni, poi si passa a chi ha la nonna ebrea o il fegato in disordine.
    Per risparmiare al gestore del sito la fatica di arrivare alla G, mi “autodenuncio”: Vittorio Gubbiotti, di Perugia, anni 51, professione consulente aziendale e formatore. Maestro delle Cerimonie nella R:.L:. Ver Sacrum 961 all’Oriente di Perugia, se vi interessa.

  34. Mi auguro che pubblichiate tutto l’elenco e che sia aggiornato.
    Sono un Massone dal 1975 ed attualmente sono il Maestro Venerabile della Loggia F. Filos n. 554 all’Oriente di Trento.
    Sono pensionato, ma sono iscritto alla facoltà di giurisprudenza di Trento, anche se ho solo… 66 anni. Sono orgoglioso di appartenere ad una categoria di persone eredi dei Liberi Pensatori nati con l’Illuminismo.
    Se vi servono altri dati, sono a vostra disposizione. Perché non pubblicate anche il modo con cui vi finanziate? Chi vi foraggia? Come vivete?
    Sa, a volte la curiosità…
    E pensare che c’è tanta terra incolta…..
    Mimmo Martinucci

  35. Sono maestro e segretario della S.G.L.N.I. Oriente di Napoli loggia Perfetta Unione 303. Mi occupo di Finanza Aziendale e gestione di Patrimoni Immobiliari
    Mi associo a quanto espesso dai miei f.lli fino ad ora.
    vorrei solo aggiungere che a differenz adel f.llo salomone pesserò la pratica al mio studio legale f.lli enchessi salute e fratellanza a tutti.

  36. QUESTA LISTA E’ ASSURDA . LE VERE LISTE CHE POTREBBERO INTERESSARE SONO QUELLE SEGRETE E NON QUELLE PUBBLICHE . PERSONALMENTE HO CONOSCIUTO MASSONI CHE , DOPO LA P2 , SI MISERO “IN SONNO” COME DICONO LORO PER POTERCI VEDERE CHIARO NELLA LORO LOGGIA . TUTTE PERSONE STIMATE E MOLTO VICINE AI PROBLEMI VERI DELLA GENTE COMUNE .
    IL ROTARY E’ IL GIARDINETTO DELLA MASSONERIA . COME TANTI ALTRI CLUB IMPORTANTI .
    IL ROTARY SI OCCUPA DI BENEFICENZA IN PREVALENZA . TRA ASSOCIATI CONCLUDONO AFFARI LECITI E OFFRONO PRANZI ANZI AI SIMPATIZZANTI .
    SE QUALCUNO CI VUOLE ANDARE , E A LORO E’ GRADITO , NON HANNO DIFFICOLTA’ AD ASCOLTARE .
    PER ENTRACI E FARNE PARTE BISOGNA ESSERE PRESENTATI DA ALCUNI SOCI . QUESTO VALE ANCHE PER LOGGE MASSONICHE . ( A ME PERSONALMENTE NON MI INVITERANNO MAI E MAI MI PRESENTERANNO )
    PER LA CRONACA PARE CHE ALCUNI NOSTRI COMUNI AMICI ( SE SIETE DI SX ) FOSSERO ISCRITTI A LOGGE MASSONICHE : RIPETO PARE FOSSE ISCRITTO BAKUNIN , L’IDEATORE DELL’INNO INTERNAZIONALE E ENGELS . IL DUBBIO E’ D’OBBLIGO AVENDO APPRESO QUESTE NOTIZIE DALL’ENCICLOPEDIA MASSONICA . ( REGALO DI UNO DI QUELLI CHE HO CONOSCIUTO ) .
    SE PUBBLICHI UN ELENCO DELLE SOCIETA’ CHE HANNO RAPPORTI CON LE BANCHE OFFSHORE CREDO CHE RENDI UN SERVIZIO MIGLIORE A TUTTI .
    CIAO

  37. Ok, allora diciamo che i massoni (in generale, fatta eccezione per i deviati) sono brave persone, e che la massoneria non ha lo scopo di favorire agli adepti carriere, vite personali, pratiche burocratiche e un posto in prima fila al cinema, ma intende invece promuovere “Libertà, Fratellanza ed Uguaglianza”. Perche’ mai allora mantenere quest’atteggiamento settario e sessista(ma Fratellanza significa che tutti gli uomini sono fratelli, o solo i “f.lli”?), invece di presentarsi apertamente come associazione umanitaria, o anzi perche’ non fondare un bel partito alla luce del sole? Se mi proponete “Libertà, Fratellanza ed Uguaglianza”, un atteggiamente critico nei confronti della politica mondiale (non necessariamente anti-americanismo: mi accontento di anti-guerra-per-intascarsi-i-soldi) e una buona dose di trasparenza, magari quasi quasi voto per voi!

  38. Per opportuna conoscenza, Egr. Sig. Neri, trasmetto a Lei, e a tutti i suoi gentili lettori, vista e considerata “l’attenzione” che in questi giorni dedicate alla Massoneria, l’IDENTITA’ DEL GRANDE ORIENTE D‘ITALIA, l’Obbedienza Massonica più importante presente nel nostro paese.

    Buona Lettura a tutti i “desiderosi” di sapere “qualcosa” sulla Massoneria.

    IDENTITA’ DEL G.O.I.
    La Massoneria del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani è un Ordine iniziatico i cui membri operano per l’elevazione morale e spirituale dell’uomo e dell’umana famiglia.

    La natura della Massoneria e delle sue istituzioni è umanitaria, filosofica e morale.

    Essa lascia a ciascuno dei suoi membri la scelta e la responsabilità delle proprie opinioni religiose, ma nessuno può essere ammesso in Massoneria se prima non abbia dichiarato esplicitamente di credere nell’Essere Supremo.

    La Massoneria non è una religione né intende sostituirne alcuna: non pratica riti religiosi, non valuta le credenze religiose, non si occupa di nessun tema teologico, non consente ai propri membri di discutere in Loggia in materia di religione.

    La Massoneria lavora con propri metodi, mediante l’uso di Rituali e di simboli coi quali esprime ed interpreta i princìpi, gli ideali, le aspirazioni, le idee, i propositi della propria essenza iniziatica.

    Essa stimola la tolleranza, pratica la giustizia, aiuta i bisognosi, promuove l’amore per il prossimo e cerca tutto ciò che unisce fra loro gli uomini ed i popoli per meglio contribuire alla realizzazione della fratellanza universale.

    La Massoneria afferma l’alto valore della singola persona umana e riconosce ad ogni uomo il diritto di contribuire autonomamente alla ricerca della Verità.

    Essa inizia soltanto uomini di buoni costumi, senza distinzione di razza o di ceto sociale.

    I Lavori di Loggia sono di natura strettamente riservata, ma non segreta.

    Il Massone è tenuto ad osservare scrupolosamente la Carta Costituzionale dello Stato nel quale risiede o che lo ospita e le leggi che ad essa si ispirino.

    La Massoneria non permette ad alcuno dei suoi membri di partecipare o anche semplicemente di sostenere od incoraggiare qualsiasi azione che possa turbare la pace e l’ordine liberamente e democraticamente costituito della società.

    La Massoneria è apolitica. Essa impone ai suoi membri i doveri di lealtà civica, riserva loro il diritto di formarsi la propria opinione riguardo agli affari pubblici, ma né in Loggia né in qualsiasi altro momento dell’attività massonica è consentito loro discutere in materia di politica.

    I Massoni hanno stima, rispetto e considerazione per le donne. Tuttavia, essendo la Massoneria l’erede della Tradizione Muratoria operativa, non le ammette nell’Ordine.

    Ogni membro, al fine di rendere sacri i propri impegni, deve aver prestato Solenne Promessa sul Libro della Legge da esso ritenuta Sacra.

  39. Caro Signor GLM (con annesse le simpatiche “piramidine” di puntini), la ringrazio per le informazioni, e comprendo bene che volesse fornire un quadro generale sui vostri principi, ma purtroppo nella generale generalita’ non ho ben afferrato la vera natura delle vostre azioni, e se non le dispiace vorrei chiederle qualche ulteriore delucidazione: cosa intende dire con il fatto che il GOI “pratica la giustizia”? e cosa fate di pratico per “il prossimo” e “per meglio contribuire alla realizzazione della fratellanza universale”? Mi basta qualche esempio. E soprattutto a quale legge si riferisce il “Libro della Legge”? E’ solo pura curiosita’, come quella che anima il cuore di molti del virtualmente-presenti, ma la curiosita’, se viene trascurata, si tramuta facilmente in sospetto…

  40. Pero’… George Bush, Ronald Reagan, l’intera collezione dei Presidenti del Texas, proprietari di miniere di diamanti, ma anche eroi dei movimenti d’indipendenza dei paesi dell’America Latina… ma siamo davvero sicuri che fossero tutti “fratelli”?

  41. Pero’… George Bush, Ronald Reagan, l’intera collezione dei Presidenti del Texas, generali dell’esercito USA, proprietari di miniere di diamanti: c’e davvero di che esserne fieri. E poi iniseme a questi ci sono anche eroi dei movimenti d’indipendenza dei paesi dell’America Latina… mmh, ma siamo davvero sicuri che questi fossero tutti “fratelli”?

  42. Mi unisco a miei fratelli! Mi chiamo Alessandro Pusceddu sono un MASSONE (E ME NE VANTO) del GRANDE ORIENTE D’ITALIA all’ORIENTE di CAGLIARI ISCRITTO ALLA RISPETTABILE LOGGIA W.A.MOZART N°1147 sono residente a Cagliari. Vi prego di aggiornare l’elenco e di aggiungermi se non ci fossi. SONO METALMECCANICO GRAZIE E UN FRATERNO ABBRACCIO A TUTTI I MIEI FRATELLI

  43. “La P2 ha colpito al cuore la massoneria come le Br colpirono al cuore lo Stato. E come le Br erano nate dal Pci ma non erano il Pci, così la P2 è nata dalla massoneria ma non è la massoneria. Siamo stati le prime vittime di una condanna senza appello. Abbiamo pagato”.

  44. Non mi torna.
    Gli Asili Notturni di Via Ormea, a Torino, sono un gran successo: ci abito più o meno di fronte, mi fermo spesso a chiacchierare – la sera – con un ingegnere rumeno che passa la notte lì ed è veramente entusiasta di come lui ed i suoi compagni di (s)ventura vengono trattati, dello spirito con il quale vengono aiutati e non assistiti. Anche delle altre opere “di bene” massoniche a Torino si parla molto e sempre bene.
    Però mi chiedo: è necessario costituirsi in una loggia od in gruppi più o meno riservati per fare “il bene”?
    Se c’è – e mi pare che ci sia – del tempo da mettere a disposizione, dei danari da amministrare, degli immobili da destinare a tali iniziative, perché farlo attraverso un’associazione quantomeno discutibile (nel senso che presta il fianco ad essere discussa) e non attraverso una bella onlus, per dire, che è un po’ più trasparente anche come principio di carattere generale?
    Del resto la libertà, la fratellanza e l’uguaglianza, non sono principi contestabili nel merito.
    Ed allora, perché esercitarli come se in giro ci fossero squadracce che cacciano l’olio di ricino in gola ai propugnatori di tali convizioni?
    Non mi torna: se tutto è così chiaro, morale e lineare, allora si dovrebbe essere fieri di vedere il proprio nome pubblicato nella lista dei massoni. Se invece uno si ritrova a postare un messaggio minaccioso, quell’altro a “invitare a sospendere” le pubblicazioni (la pacatezza dell’intervento mi fa pensare che sia il prof. Zanzottera, che sarà chiamato in causa solo tre 6 mesi, a questo ritmo) l’altro ancora a cercare di impallare l’interesse con lo statuto dei massoni… beh, allora mi vien da pensare che non tutto torna, nella vostra accorata difesa.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.