Mi chiamo Emilio (financial hero) month 3: -4.600 EUR (-3,9%)

emilio-28Il Milan e Berlusconi sono tentati dall’offerta del Manchester City per la stella brasiliana Kakà: 110 milioni per il cartellino del giocatore oltre al risparmio di altre decine di milioni all’anno per lo stipendio del Pallone d’Oro.

Il nostro eroe, Emilio, guardando l’intervista in video di Berlusconi sull’argomento (“difficile trattenere il giocatore, altrimenti bisognerebbe alzare gli stipendi di tutti” ) si chiede se l’improvvisa tirchierìa del Premier abbia qualcosa a che fare con la salute della sua macchina da utili: Mediaset.

L’azienda, leader nella pubblicità televisiva, vede un “momento difficile, visibilità zero sui ricavi per il 2009” secondo le dichiarazioni del direttore generale di Publitalia. Ed il titolo a Piazza Affari torna sotto i 4 euro. Le aspettative degli analisti vedono un utile in calo a 474 milioni per il 2008 (da 506 nel 2007). Considerando che la famiglia Berlusconi possiede circa il 35% dell’azienda si capisce che la cessione di Kakà valga più o meno un anno di utili Mediaset per la famiglia di Arcore.

Ah, ricordiamo…Il fondo di investimento di Abu Dhabi, fondato dal padre ed ora gestito dal fratello dello sceicco-proprietario del Manchester City, possiede una quota del 2% di Mediaset oltre ad una grossa partecipazione nella banca inglese Barclays, anch’essa socia di Mediaset al 5%.

Tutto torna adesso, Emilio? Ora che sei socio Mediaset anche tu?

 Portafoglio Berlusconi: ENI, ENEL, MEDIASET (giudizio buy, secondo il Premier)

Valore di carico al 08.10.08: 120.000 EUR.

Valore di chiusura al 16.01.09: 115.400 EUR (-3,9%)

Obiettivo al 10.10.10: 240.000 EUR (18/24 mesi il tempo necessario per raddoppiare il capitale, secondo la previsione di Berlusconi

Rendimento alternativo “Italian Underdogs” (blue chips non consigliate da Berlusconi TELECOM ITALIA, GENERALI, LUXOTTICA, FIAT): 105.570 EUR (-12,1%)

Rendimento alternativo “Plus 20” (azioni sconsigliate da Berlusconi APPLE, GOOGLE, AMAZON):   152.210 USD (+1,47%)

Emilio Mood :-?

(Visited 11 times, 1 visits today)

14 Comments

  1. Accidenti… Finalmente comincio a capire qualcosa di una cessione incomprensibile!
    Una cosa è certa: Silvio perderà tutti i voti dei milanisti!!!

  2. Se le cifre sono quelle, Kakà è da vendere a prescindere dalle considerazioni di Jonkind. In tempi di magra generale, 110 mln sono abbastanza per prendere almeno 4 campioni sicuri e in età ragionevole.
    Se poi il Milan continua nella sua abiezione di comprare dei vecchi e/o degli uomini-sandwich e si sputtana il tesoretto, cavoli suoi.

    C’è anche una considerazione di diversificazione del rischio. Se tieni Kakà e poi quello si fa male, quei valore incarnato dal giocatore è inutilizzabile. Se compri, sfruttando il ricavato, (per dire) Adebayor, Fabregas, Mexes e Amelia, è difficile che siano out tutti e tutti insieme. Nel calcio di oggi i risultati li fanno gli infortuni, il loro condizionamento nel fare la formazione.

    Fu venduto Zidane, che valeva (senza dubbi) Kakà, pur nella difficoltà di confrontare due ruoli diversi. Fu venduto a 28 anni e per una cifra enorme, ma inferiore a questa. La Juventus ha vinto quanto e più di prima, dopo la cessione del Francese.

    Poi, probabilmente, ha ragione Jonkind nelle considerazioni del suo post.
    Quanto ai tifosi, niente mi demoralizza sull’essere umano più di gente in piena età adulta che va urlare sotto la sede di una socità di calcio per far restare uno che non se neanche se loro esisitono, e se lo sa non gliene frega una cippa.
    Quelli che si domandano della moralità del calcio e delle cifre che girano, dovrebbero cominciare da quegli sfigati lì, per capire dove sta l’inizio della fine della morale e dell’intelligenza. Il resto, i 500.000 euro a settimana a Kakà e tutte le altre somme iperboliche, sono solo trisiti conseguenze. Più o meno.

  3. Piti, visto che sei qui, te lo dico qui.. sono in reggicalze. Tu fai Mastroianni che ulula, ok?
    (aaabat-jour…..che diffondi la luce bluuu)
    ;)

  4. posso fare brad pitt in thelma e louise, quando mostra degli addominali spaventosi: magari fare geena devis ti va bene lo stesso…

  5. La stessa analisi dato che è stata la società la prima a pensare di venderlo poi sono state le pressioni dei tifosi ed i dubbi del giocatore a prevalere.

    Come dicono quelli del City, la decisione è stata politica e non economica.

    La questione tuttavia non credo sia chiusa. C’è ancora Giugno. C’è ancora il Real Madrid. Si vedrà.

  6. Se scrivete in google il mio nome più “macchianera” e “mondadori” vedete che da mesi Mondadori è praticamente fallita e Mediaset non sta meglio. Il problema è che ENEL ed ENI si avviano a fare la stessa fine e da queste due dipende anche il poter accendere un banale computerino.

Rispondi