Sono Lexi Amberson

Lexi Amberson e Filippo FacciUn bel gioco dura tanto: l’ultima cosa al mondo che avrei pensato, nel tardo luglio 2004, è che sarebbe durato sino alla fine del 2006.
E’ che dopo un po’ è diventato come una droga. La gente che scriveva; le foto che preferibilmente andava a cliccare; i penosi tentativi di adescamento nella malcelata convinzione che Lexi Amberson fosse un’ordinaria eterosessuale che non aveva ancora fatto l’incontro giusto.
Dio, quanto ci siamo divertiti. Sarebbe bello fare anche qualche nome, ma non sarebbe corretto, come si dice.


Lexi Amberson esiste, beninteso. Come esisto io. Il blog è suo, le foto sono sue (vero motivo di successo del blog, ciò che ha annebbiato la vista e l’intelligenza di tanti circa una serie di incongruenze) e moltissimi post sull’America e sulle scorribande e sulle sue avventure intimiste sono suoi: ma li scrivo io. Da anni.
Li scrivo nella lingua che potrete aver visto, nel linguaggio che è mio e che evito soltanto di rendere eccessivamente riconoscibile. I post politici o di genere italico invece sono tutti miei.

Lei esiste eccome, anche se ha ormai 24 anni e non 19 (nessuno ha notato che ne avrebbe 19 da più di due anni?) come è vero che ha una madre che vive in Italia e un padre nella California del Sud.

Ogni tanto torna. Io l’ho vista due volte in vita mia e ci ho parlato al telefono un 13 milioni di volte.
Lexi fa quella che è orgogliosamente lesbica, e in genere chi è omosessuale si traveste da bisex, mentre lei per sfida fa il contrario: è bisex ma si diverte e a presentarsi come orgogliosamente lesbica. Fa bene. Lo fa per prendere per il culo noi eterosessuali bavosi. Da questo punto di vista riscriverla è un piacere: lo era per forza, visto che il connubio è durato tanto.

Ora però la sta menando da mesi perchè vuol fare un blog su Los Angeles, e me non me ne frega davvero più una cippa: andiamo d’accordo su tante cose, ma il suo amore per gli States non è comunque il mio.

E’ vero che ha otto cavalli?
No, è vero che ogni tanto (ma tanto) va a cavallo: il resto deducetelo dalla radice greca del nome Filippo.

E’ vero che che canta e suona la batteria in un gruppo country?
Semplicemente: no.

E’ vero che adora parlare di culi, cazzi, fighe e pompini? Perdio, sì. Anche troppo. Tante volte le ho detto di moderarsi perchè sennò sembrava troppo fantastica per essere vera.

Per il resto, chessò, io niente sapevo del suo amore per Ashley, di sua nonna Alexandra, della guerra in Svezia tra nazisti e comunisti, dei suoi viaggi dalla California al New Mexico, di un sacco di gruppi musicali di cui mi frega meno di zero, anche perchè anche sulla musica i nostri gusti sono abissalmente o forse solo generazionalmente diversi: ma riscrivevo tutto.

Poi ci stava a pennello che fosse ‘di destra’ in Italia e ‘di sinistra’ negli States, sino a raccontarvi la balla siderale che la compagna del padre l’avesse abbracciata dopo il discorso di Berlusconi al Congresso. Cazzate. Erano tutte cazzate. Il bannerino sull’Occidente. I contras Castro, Guevara e compagnia.

Non è che fosse impossibile capire come stessero realmente le cose, o quantomeno insospettirsi. Sono stati fatti anche degli errori, delle imprudenze. Io del suo blog (dei suoi, dipende) tecnicamente sapevo e so zero, spedivo solo email. Però ogni tanto mi mettevo a commentare a suo nome su qualche blog (Macchianera compreso, of course) e solo successivamente lei mi disse di piantarla perchè in questo modo si rischiava che qualcuno potesse accorgersi che i commenti avrebbero portato a un IP milanese, o come si dice.
Cazzo ne so io.

In particolare Lexi si mise (io mi misi) a commentare sul blog Oce, dove tu guarda, nello stesso periodo commentava e aveva la password di autore anche Filippo Facci. La piantai di colpo, dopo la cazziata di lei, con una scusa qualsiasi. Allo stesso modo rifiutò (rifiutai) di scrivere come autore-autrice su Macchianera, adducendo la credibile ragione che mi fecesse cagare.

Eppure molti indizi li disseminavo apposta ed erano lì, belli provocatori.

Lexi, giornalisticamente parlando, mi avrà elogiato cento volte.
Ma poi: come potete credere seriamente che una mi consideri, come scrisse, “più bello di Brad Pitt? E che lo ripeta in continuazione?

Tra i milioni di commenti le hanno dedicato, infatti, qualche legittimo sospetto non a caso spuntava:

“Speriamo che non si lasci con quello/a che gli scrive i testi”
“Dimenticavo! Forse Facci (il “giovane” giornalista preferito da Marcello Dell’Utri) saprebbe scrivere le stesse cose. Gianluca, già conosci Filippo, lascia perdere almeno Lexi!”
“La ragazza scrive e pensa troppo bene per la sua età; c’è qualcuno dietro. E quel qualcuno è furbo”
Lexi sarà pure diciannovenne (?), ma chi l’ha abituata allo stile argomentativo e all’editing grafico della letteratura scientifica?”
“Peccato che, dopo la sua rimpatriata americana,i suoi rari commenti su blog italiani portassero ad un ip milanese… mah mah!!!”
“Le parti politiche le potrebbe scrivere qualunque trombone, quindi direi che l’interesse sta nelle parti personali. In realtà, a essere sincero, mi pare che l’interesse stia nelle parole “figa”, “ditalino”, “lesbiche”, “scopare”. Cioè, nel 2006 scopriamo che la figa è quello che attira sul web”

Questo mentre io, inteso come Filippo Facci, proseguivo la sublime presa per il culo con un commento che lei giudicò troppo scoperto (s’incazzò in inglese) e che conteneva già tutto. Ma passò impunito:

Lexi è la fidanzata dei miei sogni.?E la fidanzata dei miei sogni dev’essere così: in sostanza non esserci, forse neppure esistere, abitare un’altrove, non sporcare con il sesso il suo rapporto con me, essere lesbica il che va benissimo, essere intelligente il che appaia come una strada per essere più felice e non viceversa. Ama pure i cavalli: e ve lo dice uno il cui nome (Filippo) significa amante dei.? E’ l’unica Facci in gonnella che io abbia, anzi, che io non abbia mai conosciuto”.

E qui c’è una cosa che sinceramente non ho mai capito. Mi ero decisa a capirla una volta per tutte oggi, dico oggi 26 dicembre, ma Neri non risponde al telefono.
Non ho mai capito, cioè, se Neri fosse al corrente di tutto l’arcano. Credo di no, perchè altrimenti nell’arco di due anni e mezzo non avrebbe resistito a farmi capire che sapeva, ma il punto è un altro. La comica è un’altra. Il fatto è che Neri, arguii io, aveva senz’altro un suo qualche rapporto epistolare con Lexi (quella vera) e preservava gelosamente il rapporto così da rendere praticamente impossibile affrontare l’argomento.
Non so neanche se lo ricorda, ma io, un paio di volte a casa sua, quand’ero lì per la radio demente, tentai alquanto vagamente di affrontare l’argomento Lexi, ma lui glissò subito come se volesse preservare un qualche segreto istruttorio.

Sicchè, alla fine, son qui che scrivo e non so neppure se Neri sappia.
Abbastanza demenziale.

Ora: io potrei riempire pagine intere con tutto quello che ho capito in questi due anni e mezzo di falsa-ma-non-troppo identità. Ma non ho voglia. Che devo scrivere, ancora. C’è un blog intero. Ci sono migliaia di pagine, migliaia di commenti.
Il nulla oltre la siepe.

(Visited 691 times, 1 visits today)

49 Comments

  1. bravo.
    ottima mossa.
    mi son sempre chiesto se fosse un personaggio reale fino in fondo.
    e lo è, anche troppo da certi punti di vista.
    perchè è tutto una grande finzione dopotutto,no?!

  2. chapeau.
    prima o poi qualcuno doveva farlo.
    ora resta soltanto da scoprire chi c’è dietro dandyna…
    come? dite che è tutta vera? che non c’è nessuno dietro?
    ah… allora stamm’ ‘nguaiat’, come dicono a bolzano.
    tanti auguri alle lexine e alle dandine.

  3. Hai dimenticato di raccontarci una cosa: com’è cominciato tutto.
    L’importante è che le foto fossero autentiche, non vorrei mai scoprire di aver avuto un’erezione fissando Filippo Facci travestito.
    (ad essere onesto non ho mai fatto visita al blog di Lexi se non per avere erezioni. i pezzi equivalevano alle didascalie sulle foto di Playboy)

    strangeblog.

  4. 1 Come ha fatto Lexi a finire sotto gli occhi di Neri (o chi per lui), così da meritarsi il link su questo sito?
    2 Le didascalie (del sito di Lexi) di chi sono?

  5. Oh no.
    Un’altro post da 2946 commenti in arrivo. E scommetto che ci sarà la sorpresa nella sorpresa…tipo la Lexi che arriva a commentare salacemente dicendo che è tutto falso, ma poi, sarà veramente lei?
    E poi…quando i commenti deraglieranno nel solito acritico attacco a Facci? Io stimo intorno al 44°..

    La nuova telenovela (come suona retrò il termine telenovela…) di fine anno, ora in onda su questi commenti.
    E’ tutto così artificialmente camp…

  6. Violo il mio proposito di non commentare Facci per fare una piccola osservazione: questo “outing” non acquisirebbe un minimo di credibilita’ se venisse pubblicato anche sul blog di Lexi Amberson?
    Fino ad allora considerero’ questo post per quello che e’: l’ennesimo contributo gratuitamente provocatorio volto ad accrescere la carente autostima dell’autore tramite milioni di commenti.

  7. Quindi riassumendo, filippo facci è un giornalista leccaculo, scrive libri sul fumo pagati dalle case di sigarette, si droga e nel tempo libero inventa storie di pippe.
    Qualc’uno aiuti quest’uomo, prima che succeda una tragedia.

  8. @ kalman

    francamente della precisazione della tua posizione se ne poteva fare tranquillamente a meno.
    non mi sembra un granchè come contributo.
    non che per caso… sotto sotto…
    insomma non è che per caso sei in conflitto di interessi sull’argomento?
    capisciammè…

  9. QUALC’UNO?
    QUALC’UNO??
    QUALC’UNO???

    HAHAHAHAHAHAHAHAHA
    è una delle cose più belle che abbia mai visto!
    fantasticoooooooo
    ti prego Facci, dì qualcosa, pensaci tu!
    ;o)

  10. Gaudio. O.K.
    Il sospetto , per quanto mi riguarda c’ era ( diciamo 60% vera, 40 % farlocca). Uno dei momenti , che attualmente rimembro, in cui il dubbio affiorò più forte, fu in concomitanza con la ricezione da parte sua della scheda elettorale in quanto votante dall’ estero : a mia domanda su determinate differenze di scheda , di voto etc. rispetto ai residenti in patria, mi rispose in maniera poco limpida, un pò strana. Qualcosa non mi quadrò, ma non era nessariamente probatorio del fatto che….
    Comunque il mistero non mi ha mai preso più di tanto, poichè ciò che importava era che molti post fossero dilettevoli. Specie nel breve : dopo 2-3 mesi, venuta meno la novità, a dir il vero, l’ ho trovato meno irresistibile e frequentato molto più sporadicamente.
    La scelta della protagonista, va ammesso, è stata innegabilmente ottima.
    Le sue attitudini ,pensieri avevano un certo, forte, appeal(ripeto, specie nel breve). Poi, vabbè :
    http://www.flickr.com/photos/13789392@N00/favorites/ … niente da dire.
    Un po “mi mancherà”.

    D’altro canto (lol) :
    1-“potrei riempire pagine intere con tutto quello che ho capito in questi due anni e mezzo di falsa-ma-non-troppo identità. Ma non ho voglia” : Spara, dicci !
    No, F.F. ancora una volta fa l’indisponente.
    2- Basta con i 40enni che si celano sotto spoglie di arrapanti fanciulle. Bastaaaaaaaa.

  11. A volte è così seccante avere sempre ragione che finisco per chiedermi se non sia giunta l’ora di dedicarmi al punto croce anziché al blog.
    Mi verrebbe da dire “fuori un’altra”, come dicevo nel mio commento sul post dedicato su questo blog a Lexi, fuori un altro essere transegenico della rete, un’altra blogger dietro alla quale si celava una penna maschile.
    Io di ip ne capisco ancor meno che di punto croce ma volte diventa persino fastidiosa la mia capacità di individuare le sfumature di certi personaggi.
    Vabbè, non aggiungo altro perchè non voglio essere l’artefice di ulteriori celebri sputtanamenti che tanto, prima o poi, c’è sempre qualcuno pronto a fare questo sporco lavoro al posto mio.

  12. è una balla anche stavolta. per cominciare, ff lasciò oce parecchio dopo lexi, nessuna contemporaneità. viscontessa aveva sospetti su lexi solo perché le dava fastidio, nel suo piccolo regno di allora. più in generale, tutti mentono.

  13. ed è una balla anche gneri o qcuno di macchianera non lo sappia: ff non sa postare da solo, tantomeno attaccare foto. svegliatevi (oppure dormite e fateli divertire che si annoiano a morte).

  14. Che bello, non sapevo niente di questa Lexi, non me ne fregava niente di saperne qualcosa e adesso andrò a dormire tranquillo sena neanche interessarmene minimamente.
    Ci starebbe bene tra i protagonisti della rubrica “chi se ne frega!” se esistesse ancora CUORE….

  15. Tutto mi sarei aspettato dal Facci tranne che facesse il Luther Blisset del nuovo millennio.
    A saperlo avrei seguito il blog :)

    P.S.: Non mancare di tenerci aggiornati sul lato gossipparo della vicenda, ovvero come la prenderà il Neri :-D

  16. O’ren, .ho sempre e soltanto detto che Lexi era un personaggio farlocco e l’ho sempre fatto mettendoci la firma….. ma uno che non ha neanche il coraggio di metterci il suo nome, non mi aspetto che capisca la differenza.
    Poi O’ren, visto che sei così informato sui fatti, se vuoi parliamo anche di Rina Scita, dici che anche in questo caso ero io ad avercela con lei (lui?) perché insidiava il regno?

  17. viscontessa, anonimo non è mica uguale a scemo. tu vuoi solo sapere se io sono uno dei tuoi vecchi amici di oce, ma io non ci casco, tiè.

  18. O’ren, temo invece che voglia proprio dire scemo, a me di sapere se frequentavi Oce o meno, non me ne frega proprio un bel niente.

  19. Gentile Sig. Facci,

    se le fosse venuta a noi la signorina Lexi, potrebbe scrivere sul mio blog?
    Ovviamente, io continuerei a fornirLe foto, video e spunti originali e piccanti.

    In attesa di una Sua rsposta, Le porgo sinceri auguri di festività prospere.

    Dania

  20. ho sempre apprezzato di più la lexi che parla dei cazzi suoi che quella che parla di politica.. tutto torna, :D

  21. è marketing per babbei. nei post di lexi non c’è un refuso manco a cercarlo col lanternino, ff ne fa due a periodo, ergo lexi ha sgobbato di editing per due anni e mezzo. ma per cortesia. questo post implode, godo.

  22. E’ vero che non so postare le foto. Infatti per un po’, nel pomeriggio, il post è rimasto senza. Poi ho spedito due foto e Neri le ha messe, e ha fatto anche un po’ di editing, tipo i corsivi e le parole cliccabili, non so come si dice.

  23. Se qualcuno mi manda indirizzo completo, gli invio una sveglia da mettersi al collo….pago io, ovvio.
    Sempre pensato che LEXI fosse un tipo di STRONZA.

  24. Facci sei un genio, a parte che usi il mac, questo è un segno che devo iniziare a comprare Il Giornale e non solo il manifesto (e la gazzettaof course).

  25. Ed ora aspettatevi il secondo colpo di scena:la “confessione” del Facci è la vera presa in giro.
    Siete avvertiti.

  26. Sempre avuto il dubbio che ci fossero ” due ” Lexi. Una che scriveva delle sue cose personali e un’altra mano che scriveva di politica.Più o meno riveduta e corretta. Ci vedevo diverse personalità, nei suoi scritti.
    Quando Facci ha scritto che Lexi era ” la donna dei suoi sogni…” etc, etc…volevo scrivere :” ecco, Facci , e questo non ti insospettisce…?” Intendendo proprio che sembrava un personaggio pensato per centrare certe fantasie.
    Ora, Facci scrive che dietro Lexi c’è lui. Sarà, ma anche qui mi perplimo. Credo che invece Facci abbia ” abbocccato “, e che poi abbia saputo la verità. E che adesso stia giocando un po’. Anche perchè in ciò che scrive ci sono delle inesattezze.Per esempio, se non sbaglio, quando Facci ha cominciato a scrivere su OCe , Lexi non vi scriveva giù più.
    Sul possibile vero autore di Lexi faccio un nome, letto sul Blog di Ricchiuti. Ricchiuti ha scritto ”
    Garantisce la doppiatrice di Lexi Amberson in persona, rèd mai lips Andrea Mancia.”

    Per cui, Ricchiuti fa il nome di Andrea Mancia, di Ideazione.
    Vero ? Boh. Non che la cosa mi appassioni, ma mi piacerebbe sapere come stanno le cose per sapere se ciò che avevo pensato era giusto.

  27. la cosa più incredibile è che ora tutti (magari anche Facci stesso) credono che l’abbia fatto per burla o per un raffinato esperimento psicologico.
    In realtà cose del genere si fanno da prima di Internet (BBS e Videotel) e la motivazione primaria è sempre un qualche strano e perverso godimento erotico dell’autore dello “scherzo”.
    In un secondo momento l’autore non sapendo come giustificare di fronte agli altri e a se stesso questo strano godimento, questo strano sentimento, si inventa l'”esperimento”, la “burla”, “non avrei mai creduto che…” ecc. ecc. anche questo un classico del fenomento. In genere le “vittime” della burla una volta svelata la burla stessa non si chiedono mai oltre cosa abbia veramente spinto l’autore a farlo perché in questo paese il l’onore/disonore supremo è ancora fregare e essere fregati (metterlo e prenderlo nel culo come qualcuno direbbe) dunque si da per scontato che questo sia il massimo godimento e la spinta primaria. Ma non è così.

    Sarebbe dunque interessante che si parlasse di questo.

  28. fUorte! Ho sempre pensato che in cuor suo Neri fosse perdutamente innamorato di Facci e che proiettasse su Lexi Amberson il fatto che in realtà l’amore per Lexi che indubitabilmente provava da almeno due anni lo confondesse almeno quanto si sentiva confuso alla presenza di un Facci che parlava come Lexi e di una Lexi che via email non parlava come Lexi, motivo per cui invitava Facci a Macchiaradio per sentire Facci parlare come Lexi cioè Facci parlare come Facci.
    Davvero fUorte.

  29. Ora non resta altro che fare un post in cui svela chi scrive sotto lo pseudonimo di Facci!

  30. sbaglio ho qualcuno aveva individuato l’ip milanese e neri l’aveva preso per il culo quando chiuse i commenti (abbiamo anche uno sherlock holmes.
    forse ora dovrebbe delle scuse a qualcuno

  31. it’s a hoax, either.
    …e pure senza scomodare paolo attivissimo… :)
    w facci quando scrive di ciò che sa (musica)

  32. Sempre piu’ convinto che la la “sola” sia questo post.
    Dopo vi si dira’ che invece e’ tutto vero e che avete abboccato due volte.

    In verita’ c’e’ la fila per entrare nella gabbietta del Facci.Lui ci mette una ruota e poi l’istinto del criceto fa il resto.

1 Trackback / Pingback

  1. L'Orizzonte degli Eventi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.