Ci chiamano dandyne

Il bello di concedere la password alle dandyne (quelle che si autodichiarano blogstar, e alla fine tanto se ne parla che finiscono come il Cervia, dal campionato dilettanti diretti a San Siro a giocare col Milan) è pregustare il post attraverso il quale gliela toglierai.
Tipo questo.

(Visited 130 times, 1 visits today)

50 Comments

  1. Ennò, cazzo, non si ferma un’emozione!
    É ora che devi mandare giù il colpo, potrebbe sempre andare peggio.
    Cioè meglio.
    Cioè peggio.
    Cioè.

  2. Ah, capito. C’era un disegno. Non è che semplicemente potevi dire “ho fatto una cazzata”. Ma va bene così. Il fine giustifica il post.

  3. “Quando intervisti qualcuno non devi mai guardarlo negli occhi, ma nella bocca. Perché appena prende un fiato, tu gli togli la parola.”
    (Gianfranco Funari)

  4. Da quattro post cercavo di farle capire che di quel che diceva non fregava un cazzo a nessuno, e che l’unico mezzo di cui disponeva per interessare gli utenti era postare una foto con le tette al vento. Non ha fatto in tempo a seguire il consiglio :-(
    Habebamus Dandynae.

  5. “che finiscono come il Cervia, dal campionato dilettanti diretti a San Siro a giocare col Milan”

    sticazzi alla modestia!..
    e poi, cazzarola!, se questo sito è il Milan, tu sei.. tu sei.. tu..

    oddio, non riesco neanche a dirlo..

  6. Mi compiaccio. E spero che anche tutti quelli che l’hanno linkata, finora, seguano il tuo esempio. Il post fascista, in puro stile mussoliniano-dannunziano(ma dandyna è talmente ignorante da non sapere, probabilmente, quali sono i suoi referenti storici) che ti ha spinto a liberartene è veramente disgustoso.

  7. Humm… da queste parti si incomincia a prendersi troppo sul serio. Caro Gianluchino attento, sembra quasi che le luci della ribalta ti stiano abbagliando. Rilassati e cerca di non farti dare la linea da … come si chiama? quello lì per niente autoreferenziale diventato famoso per una sandalata in tv, insomma, quello che linka alle stronzate.

  8. kaspar c’è un bannerino pronto solo per te appena la piattaforma si restaura. che te ne esci fuori solo quando le acque ti remano a favore, piattola. Te ne rendi conto almeno che ti fai vivo solo per appiccicarti compiaciuto ai flame contro dandyna. tu,da solo, chi sei? nessuno. ora facciamo un paragone tra il mio post “fascista” (buon dio,ci vuole proprio un’intelligenza da capre per non coglierne l’ironia) e il tuo behaviour. chi è che si comporta in maniera fascista? che si fa forte della massa di infamatori per dire la sua. attenzione. sarai mica proprio tu.

  9. alla fine facci è facci, sono quelli che non dicono un cazzo e applaudono, che sono piuttosto bruttini, giusto così, all’occhio, un tantino patetici, i maschietti schierati. bu! settete! paura eh.

  10. 2 fatti positivi da questo post del Neri:
    1- se è vero che sta rivedendo i criteri con cui concede le password del sito, c’è ancora un futuro per Macchianera. E questo mi fa felice. Alleluja.
    2- ho scoperto il sito di Kaspar. Interessante.

  11. i risvolti dei commenti a questo post, se possibile, sono ancora più inquietanti.

    c’è materiale per blogobserver da qui al 2011.
    bene :)

  12. Più che altro a me è sembrato di vedere un flame contro trenta milioni di individui, ma forse mi è sfuggita l’ironia perché ritengo che augurare la morte di una persona sia cosa di pessimo gusto. Evidentemente c’è chi – a differenza del sottoscritto – ritiene che nell’augurio di un genocidio possa esservi arte.

  13. una mossa astutamente plebiscitaria, ma che non mi vede d’accordo. La password gliel’hai data? Ora Dandyna te la tieni.
    Avresti dovuto difendere la tua creatura, da bravo Mega Direttore (ir)Responsabile, anziché tentare maldestramente di respingere la molla dal cassettino di plastica da cui era saltata fuori, solo perché un manipolo di cinquantotto commentatori aveva dato addosso al post precedente.

  14. quell’idea putrida della piccola dandy e’ condivisa da molti. e se ti trovassi dove e’ adesso anca, forse anche da te. Qualche sera fa mi parlava delle montagne e degli individui che sarebbe bene eliminare. Poi dei villaggi. E di come agire. Perche’ tanto non c’e’ altro rimedio. Sembra che sappia il fatto suo, che’ e’ in giro da una vita. Mi parlava di aerei, contraerei, strategie, e soluzioni definitive. Tutte bestialita’, ma era bellissimo.

  15. piccola voce, l’ironia non era in quello. non v’è nessuna arte né pretesa di arte nel post. hai presente la frase: “facciamo la guerra in nome della pace”. Ecco, questa nessuno la intende letteralmente, è OVVIAMENTE da considerarsi una critica,no? Ecco, il mio post uguale. E’ incredibile che vada spiegato, ma tant’è.

  16. Io penso come altri che il post di dandyna ovviamente era ironico, poi libera scelta di ognuno nel giudicarlo di cattivo gusto, fascista, comunista, umanista o quello che volete.
    Certo che Facci potrebbe anche scrivere qualche parolaccia in meno altrimenti Neri dovrà vietare il sito a minori di 14 anni :-)!!!
    Ma sopratutto concordo con Acerrimo, mi sa che vi state veramente prendendo troppo sul serio qua dentro.
    Caro Neri, dopo questa ventata di successo e modestia che hai avuto, potevi benissimo toglierle la password senza fare un post da grande capo supremo dove informavi tutti quanti della tua azione di controllo, credo sarebbe stato meglio

  17. “facciamo la guerra in nome della pace”
    Già sentita da qualcuno che non è esattamente una cima. Possibile che ogni commento sia una smerdata?

  18. Ma la Morandi che fine ha fatto?
    Ho come un deja vu, l’impressione che Neri si diverta a procurare l’illusione di quei famosi 5 minuti di notorietà per… boh, non lo so.

  19. Si vabbé, prima le danno la password, quattro post insipidi, e poi gliela tolgono. Ma nel frattempo il suo blog si sposta su blognation. Aprite gli occhi: è entrata nella famigghia. E questo è un altro squallido modo per pubblicizzarsi. Va a finire che la sceneggiata si conclude con un suo teatrale tentato suicidio.

    Update: sul suo blog dice che sta per entrare in clinica.

    Come volevasi dimostrare. Il tempismo di Baccini di farsi cacciare dalla Music Farm giusto in tempo per l’uscita del disco.

  20. Dandyna il tuo post non era ironico, non faceva ridere né sorridere né riflettere.

    Mi spiace che tu non abbia avuto il coraggio di essere te stessa su questo blog e che alla fine tu ti sia fatta influenzare dall’ambiente e tu abbia cercato di plasmarti a quelle che hai ritenuto essere le esigenze del luogo.

    Non sei stata capace di mostrare tutto, hai tirato fuori le tette dietro alle quinte ma una volta sul palco hai pudicamente ricoperto ciò che ti aveva condotto fino a lì e di fronte ai fischi della platea hai reagito con tenera e infantile arroganza.

    Mi spiace ancor di più che qualcuno ti abbia buttato sul palco per pregustare il lancio di uova marcia che ti avrebbe accompagnata.

    Un bel film sado-maso in quella che si spaccia per una sala d’essai.

    E applausi della platea. Complimenti a tutti.

  21. Mah.. a me non sembrava che avesse detto nulla di così grave e irreparabile da doverle togliere la password, l’hosting del blog…

    mi associo a quelli che:”vi state prendendo troppo sul serio”
    Questo è solo un blog, la notorietà vi ha dato alla testa.

  22. Dandyna ha ragione Vis, hai tirato fuori le tette dietro le quinte e ora giustamente vogliamo vederle!!

  23. ma dov’è sparita? le hanno anche cioncato le dita oltre averle tolto la password?
    bisogna stare attenti da queste parti mi sa…

  24. c’è qualcuno con doti narrative particolarmente coincise (ma pittoresche) che voglia riassumermi gli antefatti in maniera io ci capisca qualcosa ma non ne venga solo uno sguaiato sbadiglio?

    p.s. a quanto è arrivata la quotazione di una password di macchianera?
    non per altro, ma io ne avrei una vergine da svoltare in denaro o scarpe n.39 in vendita da Le Solferine a Milano.

  25. Bambolescente, è una storia molto triste fatta di aspiranti blogstar ed editori senza scrupoli, una storia di tette e prozac, calci d’angolo ed autogol, depressione e autoerotismo.
    Naturalmente piena di colpi di scena che lasceranno il lettore con il fiato sospeso.
    Una puntata di “ho sposato un calciatore” e capisci di cosa si parla.

    E ora parliamo invece si cose serie, come sono quelle scarpe in vendita da Le Solferine? quest’anno non riesco a trovare una scarpa che mi soddisfi in pieno, un’inquietudine che ho urgenza di calzare da qualche parte.

  26. Vis ma guardi veramente “ho sposato un calciatore” ?
    Per le scarpe, ti consiglio la spadrillas!!!

    COMUNICAZIONE: Neri, visto che una volta cancellavi a manetta i commenti del fu Natalino Russo Seminara e Enzo Coffani, ti segnalo un certo George warrior Nails qualche commento sopra…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.