TheClassifica431943 – La salma è la virtù dei forti

Insomma, con il box di 3 cd intitolato 12000 lune, del 2006, Dalla è al n.1 in classifica.

Come ho già rimarcato con pedanteria nella scorsa TheClassifica, non gli succedeva da un po’.

Tre dischi in top ten sono di defunti (n.9, altra raccolta di Lucio Dalla, Questo è amore – e n.10 raccolta di Whitney Houston). E al n.4 c’è The Wall dei Pink Floyd, gruppo che è morto molte volte. A quanto leggo dai cartelloni pubblicitari visibili in città (uno era davanti a me un’ora fa), si tratta di un’ennesima ristampa deluxe limitata e supermegadefinitiva, una volta assicuratasi la quale il vero fan dei Pink Floyd non avrà più bisogno di comprarne un’altra se non la versione fantaspecialmonumentale in uscita l’anno prossimo. Non so se qualche Floydiano preciso tra voi mi potrà confortare, ma credo che The Wall sia uscito almeno una decina di volte da quando è uscito. Mi ricorda la barzelletta dei due che vedono un film con la corsa tra un negro e un bianco (“Scommettiamo? Io punto sul negro” “Ci sto, io sul bianco – acc, hai vinto” “Però devo confessarlo, io ‘sto film l’ho già visto” “Anch’io, ma stavolta il bianco sembrava più in forma”). Insomma gente, cosa continuate a comprare The Wall? Cosa sperate, che alla fine Pinky incontri suo padre? Che Roger Waters chieda scusa a Richard Wright? Che appaia Vera Lynn?

Detto di Adele al n.2, Emma Marrone al n.3, Tiziano Ferro al 5, Arisa che si conferma al 6, Celentano al 7 e gli One Direction al n.8, Lucio Dalla è anche al n.12 (Best of), 14 (raccolta Caro amico ti scrivo), al n.16 (Dallamericaruso), 19 (Work in progress con Francesco De Gregori), 33 (Lucio Dalla), 39 (Banana Republic, ovviamente ancora con De Gregori), 43 (Dalla), 62 (Canzoni), 71 (Successi emozioni e magia), 74 (DallaMorandi, con Gianni Morandi), 84 (Gli anni 70).

Fanno 13.

Non batte il record di Ligabue, che a luglio ne ha piazzati in classifica 14, non perché è morto (credo) ma perché ha ribassato i prezzi in occasione del suo personale giubileo a Campovolo.

Anche Whitney Houston ha un bel po’ di cd in classifica. Sono 4: al n.10, 21, 41 e 47.

(Amy Winehouse è al 38 e al 59)

(i Nirvana al 78, i Doors al 91)

Su Dalla in sè, ho già scritto un bel po’, sia qui su macchianera che qui: http://www.rollingstonemagazine.it/musica/notizie/dallamorte-dallamore/49359

E tuttavia, questa faccenda del 13% della classifica aggiunge un elemento nuovo. Il 13%, più l’8% di altri passati a miglior vita, è una percentuale da coalizione di governo.

Perciò io vi dico che questo è un segnale preciso. Sapete chi bisogna candidare alle prossime elezioni? Un morto. Basta coi vivi, hanno rotto le palle, credono di insegnarci a vivere. Sinistra! Sì, tu. Lo so che tu mi ascolti. Un solo nome: Enrico Berlinguer. Che poi, lo sai che la Storia mi dà ragione: ha già vinto le elezioni da morto una volta, vuoi che non sappia come si fa? Siamo nel 2012, è un attimo realizzare un software tipo il generatore automatico di canzoni di Jim Morrison. Facciamo un generatore automatico di programmi politici di Berlinguer, e poniamo fine a questa agonia (ehm, scusate il termine). Non lasciamo che gli altri arrivino prima!

(anzi, ora che ci penso lo hanno già fatto, la Lega Nord è guidata da un morto che parla)

(per fortuna, non hanno speso molto nel software)

(è evidente, che lo hanno fatto fare in Albania)

(Visited 29 times, 1 visits today)

20 Comments

  1. Segnale ancora più preciso è la bassissima affluenza alle “urne”.
    Essendo poi al giorno d’oggi del tutto inutili, un morto effettivamente per far figura viene uguale ad un vivo.

  2. Basta con questo silenzio assordante. Tu o Leonardo dovete dire che caspita significa “cara”. Chi era l’uomo rozzo? E la ragazza del gelato? dateci una risposta seppur allusiva. Grazie, l’Italia deve sapere

  3. (Whitney Houston al 47 eh? E per forza. ) Su Bossi e gli altri e il mondo di oggi in generale, George Romero ci vide lungo. E poi la chiamano fantascienza

  4. una delle migliori TheClassifica di sempre, e così pochi commenti…
    non è che convenga trapassare anche a te?
    te l’immagini? la classifica di blogbabel invasa dai siti dove hai lasciato qualche traccia…

  5. Riflessioni serie anzichenò.
    Mai il morto eccellente ha alimentato come adesso la macchina dei soldi dell’ industria discografica, nemmeno ai tempi dei famosi “club 27” o di freddie mercury.
    Ormai le vendite massicce si fanno solo dopo il becchino, ostia d’un madeddu se è così. Io che sono fan “accanito” tremo al pensiero di quello che potrà succedere dopo la dipartita di Daviddino, che ormai pare vicina….

  6. ma il fatto che la musica si sia cosi avvicinata alla pittura (uno muore=diventa famoso) non è alla fine un bene?

    Diciamo che la mia riflessione è sconclusionata.
    Ma non è che oggi si puo davvero valutare l’opera artistica di una band solo dopo la conclusione (letale o meno) del suo percorso?

    Comincio a pensare che c’è troppa roba in giro per stabilire nell’hic et nunc se una cosa abbia valore artistico o meno.

  7. diamonddog: non è che prima non succedesse, è che oggi solo i morti raggiungono una certa soglia di venduto, il fenomeno è quindi molto più evidente (che poi non è che Elliot Smith o gli Sparklehorse abbiano fatto chissà che balzi in classifica, negli ultimi anni, ma vabbé, parliamo di gente che una certa notorietà da viva l’aveva). Mi sfugge chi sia Daviddino invece…

  8. @trecool
    Te non hai provato ad ascoltare cosa hanno riesumato di Michael Jackson o della Winehouse dopo che erano morti!
    “valutare l’opera artistica”???
    Fra 10 anni, quando il buonismo e la necrofilia si saranno acquietati.

  9. Mi avete evocatoooooo, e io appaioooooo (bonk! colpetto al tavolo dato da uno tra voi che è mio tacito complice) per dirvi:
    @Kluz: Aaaargh, perché, perché non ci sono arrivato prima io alla faccenda dell’urna.
    @Opale: Berlusconi!
    @Pietro: Aaaargh, perché, perché non ci sono arrivato prima io alla faccenda del 47.
    @chartitalia: ahò! Ti rispondo con l’altra mano – in tre giorni 11, 12 commenti. Nel mio piccolo, ho avuto raccolti peggiori.
    @diamonds: ehi, ho giusto scritto una roba del genere per il mensile fighetto. Solo che non posso provare di esserci arrivato prima di te perché uscirà il mese prossimo. Aaargh.
    @Ferro: non tantissimi. Sono andato a cercare, e ho trovato, proprio in fondo a questa TheClassifica http://www.macchianera.net/2009/02/12/the-classifica-54-hey-survivor-dont-close-your-eyes/
    Curiosamente, in detto articolo si parla incidentalmente di Lucio Dalla.
    @diamonddog: ci sono Randolph Carter e Filippo1 che ti hanno risposto come avrei potuto fare io.
    @Randolph Carter e @Filippo1: come vi permettete???
    @diamonddog: sei sicuro? Che notizie hai?
    @missglisso: eh, no! Lì hanno fatto i furbi con la vedova: solo chi defunge, funge.
    @trecool: riflessione tutt’altro che sconclusionata (anche se forse il fatto che lo dica io, in effetti, non dà particolari garanzie). Me ne approprio senza farmi vedere: cercherò di usarla a tua insaputa per diventare ricco e famoso.

  10. Tranquillo, Mad, io non compro giornali fighetti, potrai approfittarne ogni volta che vorrai.

    Certo, se vedo che Mollica frega tutti e due, però…

  11. past time paradise(e comunque un giorno mi placcherò all’idea che una lana del rey sia considerata poco più della merda quando io penso che se qualche artista italiano negli ultimi 15 anni avesse sfiorato il livello per esempio di born to die forse ora non staremmo a rivoltarci nella tomba.Non credo che il tutto sia da imputare al fatto che probabilmente non ha la stoffa per cantare dal vivo,caratteristica in grado di mandare in malora alcune carriere artistiche che avrebbero certamente meritato un posto nell’altare,a prescindere da un incontrovertibile calo dell’ispirazione.E sto pensando certamente a luca carboni,colui il quale con i primi tre albun dimostrò di avere le qualità per regolare qualsiasi entità cantautoriale coeva e futura.Vasco,liga e litfiba compresi)

    http://katebush.galactic.to/x3gh95uv3xga4/I/Immortal%20Technique%20-%20Dance%20With%20The%20Devil.mp3

  12. SCUSATE VORREI AVVISARE CHE IL SITO DI DAVIDE DAVEBLOG E’ ATTACCATO DA UN TROJAN DAL NOME INTERNET SECURITY ED E’ ORRENDO, IO L’HO BECCATO DUE VOLTE. DAVIDE SE LEGGI AIUTO!
    scusate l’ot

  13. Ciao! So che questo potrà sembrarvi un messaggio spam.
    Leggetelo e alla fine deciderete se lo è o no.

    Ho la passione dei giochi online e mi trovo in un gioco dove invece che per il proprio villaggio o per se stessi si lotta per la propria nazione. Noi Italiani ci dividiamo per vari motivi, ma alla fine siamo una nazione unica.

    L’Italia in questo gioco è in grave difficoltà. Occupata nel nord dalla Slovenia e in combattimento contro la Macedonia e la Serbia sulle coste albanesi, è stata più volte cancellata perchè i giocatori sono pochi, e questo, tante volte, ha causato uno sfottimento pesante e continuato, da parte dei paesi stranieri, di cui la community italiana si è stufata.

    Potrei lodare il gioco dicendo che è vario ed emozionante, che è gratis, che bastano pochi minuti al giorno per crescere e divertirsi, che vi ho trovato amici ben organizzati con cui chatto e mi diverto, ma deve piacere a voi, non a me.

    Quindi provatelo! Sarete un mattone in più per costruire una rinnovata dignità online del nostro paese.
    Se non vi va, scusatemi per il tempo che ho portato via, ma vedere il paese preso in giro, anche per gioco, non è mai divertente.
    Questo è il link per iscriversi:
    http://is.gd/vV1Mxf

    In ogni caso, buon tutto!

Rispondi