Aumento delle cubature

Ai farisei che si lamentano del cattivo gusto di un vignettista come Vauro vorrei ricordare che l'”Aumento delle cubature” era nell’hype governativo a Marzo. Forse l’esposizione mediatica ha fatto dimenticare a tutti i titoli con cui si vendeva l’ennesimo condono edilizio, allora facciamo un po’ di ricerche sul Giornale di famiglia. E, se avete tempo, cercate nei giornali di questi giorni se qualcuno parla di quel disegno di legge, curiosamente perso nei meandri dei pianti in diretta, dei funerali col dramma collettivo, nelle foto col cappellino della protezione civile e nelle polemiche sul Radon:

20.03.2009: L’ampliamento dell’unità immobiliare non può essere superiore complessivamente al 20% del volume dell’unità se destinato as uso residenziale o della superficie coperta se adibito ad uso diverso. L’unità immobiliare deve essere già stata ultimata al 31 dicembre 2008, in forza di titolo abilitativo, anche in sanatoria.

Poi un classico, la contrapposizione destra-sinistra; il buono Berlusconi che ha un’idea geniale e le regioni rosse sono contro, sporchi comunisti:

12.03.2009: “Casa per un milione di Italiani”: La Sardegna e la Lombardia hanno già annunciato che ci stanno. Il Veneto ha pure anticipato il governo con una legge regionale approvata a tempo record. Le regioni rosse, invece, gridano in coro all’«allarme cementificazione» e al «rischio abusivismo».

Agli architetti che avevano osato criticare il piano casa aveva risposto da par suo Vittorio Sgarbi, attaccando a tutto spiano contro chi aveva creato mostri edilizi, come se il governo con il condono (ops, scusate, il piano casa) rappresentasse il buono del paese:

11.03.2009: E il sussulto viene da alcuni dei principali responsabili degli orrori che hanno sfigurato il volto delle nostre città e del paesaggio. Non si vorrebbe credere. Potrebbe sembrare una burla, probabilmente non lo è e certamente otterrà numerose firme di complici e non ingenui cittadini insieme a quelle di molti che amano il loro Paese e avvertono il pericolo reale.

Non continuo perchè mi vergogno per loro.

(Visited 6 times, 1 visits today)

6 Comments

  1. E ai farisei e ai sepolcri imbiancati del buon gusto bisogna ricordare pure le irresistibili barzellette del Nostro Caro e Spiritosissimo Leader su (in ordine casuale): shoah, femmine, desaparecidos, femmine, abbronzati, femmine, villeggiature sismiche, femmine (e continua, continua, continua…)

  2. è tutto finto, è tutto inventato artatamente per disturbare chi disturba, per convincere anche le persone in buona fede che così non ci siamo.
    Libera Cornovaglia
    Cornovaglia libera

  3. e tutti quei poroponziponzipo di personaggi che lo seguono sono imbarazzanti e sono costretti a seguirlo qualunque scorreggia faccia, pena la perdita del posto. Non e’ solo fascismo, è peggio, è demenza senile.

  4. Da genio quale sei non capisci nulla di ciò che dice Sgarbi.

    Gregotti è peggio del peggiore dei geometri italiani.
    Verrà ricordato per aver progettato tra le più orrende opere architettoniche di sempre.
    Alla Bicocca erano meglio i capannoni industriali dei suoi palazzi, tanto sono brutti.

    Ma tieniti pure la bruttezza ed ammazzatici dentro.

  5. E sui sepolcri imbiancati regna la risata di buon gusto omerico (o baudelairiano) dell’Arcivescovo dell’Aquila, con a fianco, un po’ discosto, il caudatario annuente (v. linco).

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. L'isola dei Mapinguary
  2. Remo Bassetti » Blog Archive » Cubature

Rispondi