Agente Alfa

“Appena i tecnici del governo Berlusconi troveranno il modo di intervenire nella difficile realtà del web, arriverà una nuova legge per contrastare gli abusi sempre più frequenti su Internet. Come su YouTube ad esempio. Vogliamo intervenire. […] Il nome stesso di rete rimanda a una maglia difficile da controllare, ma stiamo lavorando sul tema. E’ difficile su YouTube, ma quando avremo trovato il modo, lo faremo.”

(Angelino Alfano, Ministro della Giustizia, rispondendo alla domanda di un bambino di 10 anni ad un Convegno a Genova, giovedì sera).

(Visited 3 times, 1 visits today)

9 Comments

  1. di cosa ci stupiamo? E’ un governo eversivo, fascista, reazionario, con fortissime tendenze dittatoriali, classista.
    Si vede che alla maggioranza degli Italiani conviene votare questi. Del resto, si vede come siamo messi bene, come siamo evoluti, civili, felici.

    Che poi ce la facciano a mettere la museruola alla rete, non lo so. Ma basta e avanza di l’idea di volerlo fare.

  2. ahaha anche un bambino di dieci anni può mettere in difficoltà uno come alfano! tremendo proprio!

    complimenti per il blog. ora lo aggiungo tra i miei preferiti!
    passa dal nostro Blog se ti va e dicci cosa ne pensi!
    a presto

  3. Questi potrebbero tranquillamente far credere a mia mamma che non sono suo figlio grazie ai media che stanno appresso alle loro stronzate.

    Ma poi media che? mediano un cazzo..questi sono degli imbuts…vomitano tutto quello che si dice, e se non passano piu le vaccate allargano l’imbuto..

  4. il governo Prodi ha cominciato a scivolare verso il fondo quando un suo ministro ha provato a fare lo stesso.Penso che siamo nella stessa situazione in cui si trovò Joseph Raymond McCarthy,che fino a quel momento era apparso invincibile,quando decise di investigare sui convincimenti intimi dei singoli appartenenti alle gerarchie militari,ritrovandosi inesorabilmente decaduto a fare imperitura compagnia a una bottiglia di liquore fino a scivolare nel dimenticatoio in cui meritava di stare

  5. oggi le possibilità offerte dalla tecnologia al controllo delle persone e dei loro convincimenti è molto superiore. La tecnica è stata requisita dalle, diciamo forze reazionarie, che non a caso sono predominati nel mondo, pià o meno. Quindi non mi stupirei che si possa censurare youtube. Del resto, su Facebook, per quel che ne so, capita già qualcosa del genere: e capita sulle opinioni, non sui culi e le tette. La miglior assicurazione al mantenimento della libertà di pensiero è non votare per chi la detesta e la teme. Ma per fare questo bisogna capire. Attività non idonea alla cervice della maggioranza dei miei amabili compatrioti. Parola che fa rima con idioti, e ci sarà un perchè.

Rispondi