Tigrotti dello Jutland

Danmark87 / 16
Ci sono stati tempi in cui cavalcavo l’avventura. Con l’incoscenza dei vent’anni, in compagnia di alcuni fidi, m’avventuravo in terre in cui si palpava quotidianamente la presenza del pericolo, dove dietro ogni angolo ci si poteva imbattere in autentici galioffi che ridevano nel mettere a repentaglio la loro vita: beffardi disegnatori di vignette, spavaldi direttori di giornali, loschi trafficanti di Lego.
La misteriosa Danimarca mi accolse un’estate di quasi vent’anni fa: ecco una selezione di immagini fra quelle che, rocambolescamente, riportai a casa, assieme alla pellaccia.

(Visited 25 times, 1 visits today)

8 Comments

  1. Concordo con Joe Tempesta. Da scapolo ci sono andato almeno otto volte in Danimarca, con ogni mezzo da una vecchia Ford Taunus di un’amico all’aereo. Quasi esclusivamente per la figa. Qualita’ e quantita’ sono impressionanti. Ti ritrovi a casa di una replicante della Herzigova o della Shiffer e, prima di “procedere” ti dai un pizzicotto per appurarti che non stai sognando!
    Era come una droga. Ho dovuto sposarmi un’australiana per smettere!
    PS: certo, pero’ , che anche il paesaggio…

  2. Grazie Fix e, voi altri due birbanti (Guido e Joe): certo, certo… Fu uno shock culturale e biofisico anche per me e di la’ ci sono ripassato anch’io per ragioni simili. Sono vent’anni che dico a tutti che le donne più belle le ho viste in Danimarca ma: 1) viaggiavo con una quasi-non-più fidanzata, che complicava un po’ le cose. 2) adesso sono un signore di 44 anni, con famigliola serena, vi pare che mi metto a rivangare certe immagini sotto gli occhi di tutti? ;-)

  3. Aaaah, ‘mbe. Mi sembrava strano! Comunque, Rob, ti capisco. Anch’io ho messo la testa a posto, sono un signore (perche’ signori si nasce) di quasi quarant’anni con famigliola. E non rivango. In ogni caso, elemento femminile a parte, lo Jutland e’ davvero bello, specialmente alcune cittadine del nord come Aalborg, con quelle casette minuscole e antichissime, o la costa ovest d’inverno. Quindi ti ringrazio per avermelo ricordato con le tue belle foto, magari quest’anno ci torno.

Rispondi