La guerra dei Roses

Il Governo invia un SMS informativo:

la Repubblica: Su 57 milioni di telefonini sta arrivando in queste ore un breve messaggio firmato da Palazzo Chigi sulle modalità di voto. L’iniziativa sta già scatenando polemiche. Molti si chiedono se non sia una violazione della privacy. Palazzo Chigi replica prontamente: “Si tratta di una iniziativa, di cui è stato informato il Garante per la privacy, autorizzata da un decreto del ministero dell’Interno che ha incaricato i gestori di telefonia mobile ad inviare gli sms. Per la presidenza del Consiglio l’iniziativa è anonima, nel senso che palazzo Chigi non sa ne quanti sms saranno inviati, né a chi”.

Il Governo vieta di inviare SMS informativi:

Governo Italiano – Autorità Garante per la protezione dei dati personali: “SMS di pubblica utilità: le regole del Garante per un corretto uso“. Cap. 2: A) Invio di SMS e consenso: “Anche se il soggetto pubblico non viene a conoscenza dei dati identificativi degli interessati non per questo il trattamento è per ciò stesso liberamente consentito. Allo stato i numeri di telefonia mobile non rientrano infatti nel novero dei dati personali cui è applicabile il regime previsto dalla legge n. 675/1996 per i “pubblici registri, elenchi, atti o documenti conoscibili da chiunque”. La loro utilizzazione da parte dei fornitori non può quindi, allo stato, prescindere dal consenso espresso degli abbonati, prestato in forma specifica e documentato per iscritto (art. 11 legge n. 675)” […] C) Altre comunicazioni di pubblica utilità: “Allo stato dell’attuale normativa il principio del consenso non è, infine, al momento derogabile per altre comunicazioni istituzionali per ulteriori fini pure di pubblica utilità legati ad eventi culturali, ricorrenze, ecc.”
(Visited 3 times, 1 visits today)

16 Comments

  1. A me è arrivato ieri, io non voto, sono astensionista da molti anni, ad altri fedeli esrcitatori del diritto di voto non è arrivato nulla è una coincidenza? sondaggio.

  2. Si, coincidenza. Io ho sempre votato, eppure l’ho ricevuto ieri sera… con relativa sensazione di bruciorino nelle parti meno soleggiate…

  3. Spero che il prossimo passo non sia il bussare alla porta e trascinare di peso la gente alla cabina elettorale…

  4. SMS “domani si vota”

    Quasi tutti avranno ricevuto l’SMS della “Pr.Cons.Min.” che ci ricorda che si vota domani pomeriggio e domenica, e che occorre un documento d’identità e la tessera elettorale. Il mio è stato recapitato sulla scheda Vodafone alle 7:15; il telefono di…

  5. visto il polverone che sta sollevando, spero solo che l’iniziativa si trasformi in un clamoroso autogol….

  6. Polverone inutile. L’invio a tappeto sottintende che non sia stato possibile fare discriminanti in base al sesso, alla posizione geografica e all’età del titolare del numero mobile. I messaggi sono stati inviati dai gestori, esattamente come quando ti avvisano delle nuove iniziative commerciali, dandoti ugualmente fastidio e fottendosene altamente. Almeno stavolta il messaggio è di pubblica utilità. Farmi sapere a che ora si vota non mi sembra un abominio. Saluti.

  7. Us’, non si sono neanche degnati di controllare quelli che erano all’estero. All’estero si vota oggi e domani, per cui l’SMS era SBAJATO.

  8. …continuando solo per un momento il discorso sugli sms mandati per ricordarci delle elezioni…ma chi paga? Vero, potrebbe pensare qualche amico, che non bisogna farne un dramma…ma se è vero come ho letto che si vieta a chicchessia di fare una cosa del genere, perchè proprio chi è tenuto a far rispettare la legge la viola, sia pure con un decreto?

  9. …continuando solo per un momento il discorso sugli sms mandati per ricordarci delle elezioni…ma chi paga? Vero, potrebbe pensare qualche amico, che non bisogna farne un dramma…ma se è vero come ho letto che si vieta a chicchessia di fare una cosa del genere, perchè proprio chi è tenuto a far rispettare la legge la viola, sia pure con un decreto?

  10. …continuando solo per un momento il discorso sugli sms mandati per ricordarci delle elezioni…ma chi paga? Vero, potrebbe pensare qualche amico, che non bisogna farne un dramma…ma se è vero come ho letto che si vieta a chicchessia di fare una cosa del genere, perchè proprio chi è tenuto a far rispettare la legge la viola, sia pure con un decreto?

Rispondi