Accoglienza

Benvenuto Signor Presidente

Costituzione italiana

Articolo 11

L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.

(Visited 21 times, 1 visits today)

24 Comments

  1. Vedete ragazzi.. questa storia (intesa come la Storia) spiccia da bar fa un po’ ridere..
    farebbe anzi, perche’ a me fa un po’ piangere! Se la gente con una certa intelligenza che
    scrive in questo forum spende migliaia di parole per impugnare fatti, fattuccoli,
    o fatti presunti tali, al solo scopo di aver ragione, dimostra che forse.. forse?
    non avete ben chiare le idee.. e questo e` tragico, perche’ significa che siete
    (o meglio, siamo) confusi.. ecco, ci hanno confuso! fumo negli occhi da destra e
    da sinistra, da sotto e da sopra e poco piu`.. c’e` gente al potere che si fa i cazzi
    suoi e invece dovrebbe in qualche modo farsi anche i nostri.. darci una mano per dire!
    e cosa fanno per nascondere il tutto? si scagliano gli uni contro gli altri e ci scagliano
    gli uni contro gli altri.. siamo cosi` presi a dire che gli altri sono questo e quello che
    poi dimentichiamo di valutare noi stessi. Avete mai pensato il comunismo, il nazismo
    (nazional socialismo) e il fascismo nascono come risposta a delle forti disparita` tra
    chi ha e chi non ha?
    hanno la stessa indentica matrice.. e sono degli estremismi, che non vanno mai bene.
    Ma che danno degli insegnamenti che non dobbiamo ricordare.
    Questo e` molto probabile.. andiamo a fondo nelle cose, almeno in questi luoghi dove,
    in teoria (e nella speranza di chi li ha messi insieme, credo), si cerca di dipanare
    la matassa di sciocchezze con cui cercano di sedarci. Di intorpidire le nostre menti.
    Un’affermazione buona o cattiva lo e` indipendentemente dalle scelte politiche di chi
    la fa! Mi sembra chiaro, e anche voi starete pensando.. “bhe, e` chiaro, io mica volevo..”
    e bla bla bla.. Fatti! No pugnette! (bhe, qualche pugnetta.. ogni tanto..).
    Se avete un po’ di tempo leggete questa valutazione.. estendetela con semplicita` alla vita di
    tutti i giorni.. ecco..

    http://www.nazioneindiana.com/archives/000139.html

    buona giornata

  2. e perchè fu ricostituito tranquillamente e tranquillamente esiste tutt’ora? a stalingrado c’erano gli americani? o si mossero dopo l’attacco giapponese? la cronologia dice tutto,quindi lascia stare biancaneve. che poi abbiamo un debito con chi ci ha liberato (tutti!!) è indiscutibile. poi parlare di pericolo comunista è ridicolo e controproducente per il tuo silvietto,quindi sono anche contento che continui a farlo.se vuoi continuarlo a fare pure tu non c’è problema ma non ti offendere se ti si ride dietro.

  3. Giordano Bruno credo che seguirò Stefano nella stesura del nostro libro di storia, anche a me risulta che Hitler venuto al potere nel 1933 per prima cosa sciolse il parlamento della repubblica e i parlamenti degli stati regionali: tutti i poteri locali furono assunti da governatori nominati da lui; sospese la costituzione della repubblica di Weimar del 1919; portò la capitale a Berlino; sciolse i partiti e i sindacati.

    Di seguito le fonti:
    http://www.scuolascacchi.com/storia_novecento/europa.htm
    http://it.wikipedia.org/wiki/Adolf_Hitler
    http://www.viaggio-in-germania.de/hitler.html
    http://www.sapere.it/gr/ArticleViewServletOriginal?otid=GEDEA_hitler_adolf&orid=GEDEA_hitler_adolf&todo=LinkToFree

    Se prima Giordano ti consideravo interlocutore degno dopo la quisquiglia relativa un mio intervento relativo Carlo Martello devo ricredermi….

  4. Kairos, il tuo post era bello, magari un poco idealista, ma appassionato e sincero, fino a quando inciampi in Bush.

    Ma chi ti dice che un Presidente repubblicato non avrebbe fatto lo stesso? Addirittura l’invasione! Siamo alla follia. Chi ti dice, chessò, che un repubblicano sarebbe intervenuto prima, che avrebbe fatto 3 piani Marshall anzichè uno. Ma che discorsi sono? Sono discorsi, questi si vecchi! E falsi. Come falsa è la vulgata di Kennedy bravo e buono e Nixon boia. Poi i fatti dicono che Kennedy è andato in Vietnam e Nixon ha cessato la guerra. I fatti dicono che Kennedy non aveva alcuna intenzione di smetterla, che Johnson (democratico), una volta prese le redini della Casa Bianca, proseguì la guerra. In America, giudici e governatori, mandano al patibolo i condannati in modo bypartisan.

    Non ti viene il sospetto che una Democrazia matura come l’America (e la G.B.) abbia comportamenti di fondo che prescindono dai loro presidenti?
    Clinton fece bombardare Bagdad, solo perchè seppe di un piano per attentare alla vita dell’ex presidente Bush senior e suo contendente alle elezioni. Clinton fece la guerra in Bosnia, Kossovo, senza egide di alcunchè. L’antagonista di Bush junior alle presidenziali, si è detto a disposizione del “suo Comandante in Capo”, dopo l’attacco all’Afganistan.
    Tu credi che Blair sia pazzamente innamorato di Bush? Io credo che, come minimo, preferirebbe trattare con un Democratico. Ma la storia del suo paese, il suo paese stesso gli impongono certi comportamenti, Bush o non Bush. Questo si chiama essere statisti.

    Non come qualcuno da noi (che stando alle notizie anche di oggi, si sta pentendo amaramente e riconosce in semi-privato di aver fatto una enorme stupidaggine) che per inseguire la sinistra radicale vota una risoluzione per il ritiro del contingente di pace, dopo che l’Onu ha votato la risoluzione, che insedia il governo provvisorio, da mesi auspicati da questo qualcuno. Bella politica estera! Funzionale all’un percento alle Europee, e che si fotta la credibilità dell’Italia e dei suoi soldati.
    E credimi, ce ne sarebbero tanti altri di esempi.

  5. Stefano gli americani,prima di entrare formalmente nel conflitto,misero in atto tutta una serie di misure tese a ostacolare il Reich,vedi legge “Affitti e prestiti”.Dopo essere entrati in guerra,foraggiarono in tutti i modi l’Urss affinchè lo sforzo bellico dei tedeschi risultasse stritolato tra più fronti;altrimenti come si spiega che le truppe naziste,dopo essere penetrate velocemente per migliaia di Km nel territorio sovietico anche in virtù di una schiacciante superiorità di mezzi,fossero poi distrutte e costrette alla fuga?Si spiega solo col generale inverno?Comunque buone fiabe di Andersen a te e Kairos,che se ne intende perchè prima ha tratteggiato il mondo dei Puffi,e ha detto che i repubblicani ci avrebbero invaso,dimenticando,tra l’altro,che dopo Truman ci fu Eisenhower.

  6. Wall ho messo i commenti tra parentesi, a me nessuno dice ciò e a te nessuno dice il contrario, semplicemente gli ultimi movimenti geopolitici di Bush mi fanno propendere ma in assoluto mai pretenderò ne penserò che avremmo potuto divenire colonia. Era, purtroppo per mia colpa, un pensiero assurdo che stava a motivare le diverse sfaccettature della storia. Perdonatemelo!. Per quanto riguarda le ultime tue parole relative la risoluzione ONU, nessuno l’ha ancora votata, nessuno l’ha ancora presentata in via definitiva, Russia, Cina, Francia e Germania frenano (la Germania freni pure quanto vuole) ciò che è cambiato in IRAQ nelle ultime settimane è solo questo: Con l’aiuto del venditore di fumo nostrano si è fatta una proposta che cambi tutto per non cambiar niente. Il nuovo governo iraqueno è composta 26 ministri rappresentativi delle sette religiose (preferisco chiamarle correnti non essendo confessioni ma nemmeno sette) delle minoranze etniche. Un governo vero consiste nell’esercizio della legalità, non in un teorico mandato popolare, ma nella forza di battere moneta, creare una economia, avere un esercito, delle ambasciate per la politica estera. NESSUNA DI QUESTE FUNZIONI É CONTEMPLATA NELLA RISOLUZIONE. L’Iraq avrà un esercito ma solo nel 2008 e coordinato da forze americane. La ricostruzione affidata ad imprese americane, impianti petroliferi ed estrazione compresa. La creazione di un esercito ed una polizia collaborazionista spaccherà il paese. Quindi nessuna risoluzione votata e ancor più lontana una proposta sensata, e ancora nessuna speranza di un Iraq iraqueno per gli iraqueni ma solo di un Iraq americano per pochi americani. Quindi prodi invece che fasciarsi la testa per accontentare l’elettorato moderato e bigotto sarebbe meglio continuasse e denunciasse queste iniquità… a meno che anche alla sx nostrana non interessi un giorno affondare essa stessa i canini nella giugulare araba.

  7. Vabbè Stefano,se ti fa comodo pensare che i sovietici vinsero i tedeschi senza alcun aiuto non voglio certo impedirtelo.Dopodichè,io so che devo essere grato agli angloamericani,e solo a loro,anche perchè,fortunamente,l’armata rossa non ha messo piede in Italia.Eventualmente,per trovare conforto alla tua lettura ideologica,chiedi ai polacchi o,che so,ai lettoni quanto sono grati ai russi per averli “liberati”:

  8. a giordanobrù, si chiamavano A-L-L-E-A-T-I. mi sembra ovvio che ad un certo punto abbiano cominciato ad aiutarsi. il punto è che non è che gli usa si siano stracciati le vesti quando hitler sfondò ad est e non scalpitavano per entrare nel conflitto. come tutti d’altronde,tranne la buonanima forse. ci sono stati tanti morti,10 milioni di russi tra l’altro. dobbiamo la libertà a chiunque sia morto combattendo i nazifascisti. se poi, 60 anni dopo si critica, come lo si è fatto tranquillamente con i sovietici, una politica balorda, fatta tra l’altro da uno che manco saprà dove è berlino, ma che cazzo voi?! ma ti pare che non lo si possa fare per rispetto? allora bush dovrebbe leccare il culo a chirac per via degli aiuti francesi nella guerra d’indipendenza? e daje,l’unico che ci mette l’ideologia qui sei solo tu

  9. non avevo letto tutto il tuo commento…ed io che te stavo pure a risponne seriamente

  10. Sorry,ma stai sviando paraculescamente.In primis non ho mai detto che non si abbia il diritto di criticare gli Usa.La querelle è nata perchè ho asserito che,senza gli aiuti Usa a Stalin,i tedeschi sarebbero arrivati a Vladivostock,e tu,bontà tua,ti sei provato a dire che no,quegli aiuti non ci sono mai stati,salvo poi doverlo ammettere alla fine.Ma allora di che si parla?

  11. a giordanobrù,gli stanziamenti che dici tu erano per gli inglesi.che i russi abbiano vinto per gli aiuti americani è una tua fantasia.ti prendi un libro, ti rilassi e ti vedi come durante l’avanzata tedesca abbiano fatto terra bruciata smontando e spostando intere fabbriche e crepando a milioni. il tutto sotto lo sguardo dei paesi occidentali che sono intervenuti solo quando gli ha scottato la terra sotto il culo.sei un filo americano senza se e senza ma per gratitudine? affari tuoi,ma se qualcuno è grato ai sovietici per lo stesso motivo non gli puoi dire nulla, per lo meno per coerenza. se pensi che chi vota a sinistra perchè è comunista e basta sono affari tuoi. se pensi che se vince prodi esiste un pericolo per la democrazia sono affari tuoi.stammi bene

  12. BEFORE:a giordanobrù,si chiamavano A-L-L-E-A-T-I.mi sembra ovvio che ad un certo punto abbiano cominciato ad aiutarsi.AFTER:a giordanobrù,gli stanziamenti che dici tu erano per gli inglesi.che i russi abbiano vinto per gli aiuti americani è una tua fantasia.

  13. ma quanto sei aggressivo, cattivo,arrogante e volgare stefano! Devi proprio essere una persona di merda.

Rispondi