About Makkox 119 Articoli
Classe '65. Adolescenza in pieni '80 tra Tenax e Frigidaire (in mezzo c'è tutto). Attualmente, assieme ad altri 8 ragazzi realizziamo volantini per i supermercati. Di segno da sempre e... uff. Mò m'ha preso tristezza per quella cosa dei supermercati e non riesco a finire il profilo. C'è roba mia su www.canemucca.com e su canemucca.tumblr.com

47 Comments

  1. ma come, makkox, parlare male di uno a capo di un movimento teocratico, omofobico, misogino?
    ma dai, non sta bene, poi fai piangere tutti quelli con la bandierina free-tibet usata come straccetto per pulire il parabrezza della Lancia (perché quando prendi una cosa sull’onda emozionale, passata questa, che cacchio te ne fai)

  2. Makkox, di solito adoro le tue vignette, ma stavolta la Guzzanti non ci assomiglia mica tanto…
    Poi, vabbè, fa ridere lo stesso.

  3. Ai critici . Questa è una vignetta non una caricatura, quindi permettetemi di difendere l’autore ed il suo messaggio.
    Poi i sono i tags che servono anche a questo. io ho identificato così :D
    ( pardon per la bastardata…. ma la satira è satira )

  4. Ma che gli avete fatto a Facci che ha richiuso i commenti?
    Ancora state a commentare le sue provocazioni scontatissime?
    Comunque secondo me se si tiene Facci bisogna togliergli il potere sui commenti, se non accetta lo scontro alla pari, il blog diventa solo un’altra tribuna dalla quale lui randella chi vuole dopo avergli legato le mani.

  5. a parte che non ho capito la vignetta, e vabbè, ma mi rivolgo a @rael:

    “movimento teocratico, omofobico, misogino”

    1) il “movimento” si chiama Buddhismo, e chiamalo movimento…!

    2) teocratico non lo è più dal 1990, hanno un parlamento con un capo del governo eletto e i rappresentanti sono fra tutti gli stati del mondo dove sono presenti i buddhisti, non solo l’India 8dove ora sta il governo)

    3) omofobico: i buddhisti, e i monasteri specialmente, sono famosi per la pratica dell’omosessualità — e in genere per l’accettazione di tutto e tutti

    4) misogino? ahahAHAH! Mi sa che tu di quello di cui parli ci capisci come del cavolo a merenda, come si suol dire.
    Ma davvero niente.

    Ti consiglio qualche buon libro, per cominciare qualcuno facile facile come quelli divulgativi di Richard Gombrich: Ci sono anche a fumetti.

    Ciao ciao :)

  6. Matilde: “Cazzo, e le mie tette?”

    Stai presentando l’uno alle altre?
    Comunque fatti dare la password di MN pure tu, che mi sa che le tue tette sarebbero decisamente commentatissime.

  7. FACCI E’ UN IDIOTA.

    Mi scuso con l’autore e con tutti gli altri se scrivo questo commento palesemente fuori tema, ma siccome Facci ha bloccato i commenti per il suo post, volevo fargli comunque sapere cosa penso di lui e di quello che scrive.

    FACCI PERCHE’ SCRIVI SU MACCHIANERA E POI INSULTI CHI COMMENTA IL TUO PEZZO? SE NON TI PIACCIONO I COMMENTI NON SCRIVERE SU UN BLOG, ACCONTENTATI DEL “GIORNALE”. ALTRIMENTI DEVO PENSARE CHE NON SEI NORNALE?

  8. Caro “preoccupato”, credo che Facci abbia negato il diritto di replica con la chiusura dei commenti per colpa mia.

    Tutto parte da qui:

    http://tinyurl.com/3mx9fx

    Io ho commentato l’articolo, ma il mio intervento è stato rimosso e Facci ci ha messo la firma chiudendo la serie dei commenti con un “non puoi più commentare, idiota”.

    Ripropongo il commento qui per chi si è sintonizzato solo adesso su questi schermi. Sono curioso di sapere che ne pensate, e se davvero la cancellazione del mio intervento e la chiusura del dibattito sono degne di quel giornalismo/conversazione di cui si riempiono la bocca tutti i paladini della blogosfera.

    Mò vediamo se me lo cancella pure Makkox in quanto non pertinente al suo post… :-)

    —–

    COMMENTO ALL’ARTICOLO DI FILIPPO FACCI

    “Sabina e Beppe salvati dal governo Berlusconi”

    Non capisco:

    1) Perchè quando Alfano dà l’impunità a Berlusconi non dici niente, quando la dà alla Guzzanti giacchè ci siamo parliamo male della Guzzanti?

    2) Per te c’è differenza tra i reati di opinione dei satiri e reati come la corruzione della Guardia di Finanza andata in prescrizione a beneficio del “Capo”, un reato che ora si vorrebbe rendere addirittura impunibile per quattro uguali piu’ uguali degli altri?

    Se no, allora beccati in silenzio la querela della Rai e impara a scrivere come si deve, evitando espressioni come “cloaca da ripulire” che non sono adatte alla tua elevata statura morale, si addicono meglio a “bambini che da grandi vogliono fare la satira” e vengono descritte come inopportune e stupide al primo giorno di scuola di giornalismo o la prima volta che in redazione qualcuno ti passa un pezzo.

    “Qualcuno dovrà pur deciderlo, se tu fai satira o se sei solo da internare”: togli satira, metti giornalismo, e questa frase te la sottoscrivo.

    La cosa che mi fa rosicare è che i soldi per scrivere questi pestaggi mediatici ad personam ti arrivano anche dalle mie tasse… magari un giorno tu e gli altri campioni del liberismo selvaggio che fanno editoria di destra con sovvenzioni e assistenzialismo della peggiore sinistra consociativa avrete le palle di scendere sul libero mercato senza imporre ai cittadini la vostra tassa sulle cazzate, e allora sarò proprio curioso di vedere se un prodotto editoriale che ospita i tuoi deliri resistera’ per più di sei mesi alla concorrenza.

    Intanto goditi l’era delle vacche grasse, fino a quando arriverà il giorno in cui oltre alle cloache della TV di stato qualcuno proverà a ripulire anche le cloache dei giornali assistiti e le redazioni-cloaca dei professionisti della calunnia, e magari anche qualche spazzatina in certi blog radical-chic degli alternativi al caviale non guasterebbe.

    Io intanto mi compro una buona scorta di classici della letteratura, che uso come fermenti lattici mentali per nutrire i neuroni, mantenere sana la mia digestione intellettuale e non essere contaminato dai germi delle cacarelle inquinate e indigeste dei pennivendoli.

    E buon Alfano a tutti

  9. a Orientalia:
    primo: i consigli tienteli per te, al limite prova l’ebbrezza dell’usare un tono più civile e sociale;
    secondo: il mio commento era soprattutto a buon uso su quelli che vanno a ondate emozionali: ieri il tibet, oggi la sagra del lampredotto, domani una candelina per il compleanno di babbo natale;
    terzo: fatti sfiorare dall’idea che se applico tre aggettivi completamente all’opposto di quel che è il buddismo tibetano (o, meglio, la società autoctona tibetana perché sull’islamismo in tibet ho le mie riserve su quanto siano davvero né misogini, né omofobici né speranzosi di una teocrazia) FORSE ma FORSE sono ironica;
    quarto: visto che sei così informata mi stupisce tu non comprenda che la vignetta sia sull’annullamento della tournée invernale del Dalai Lama ma, del resto
    quinto: l’importante è indovinare a chi assomigli il viso ritratto, non il messaggio della vignetta stessa, giusto?

    aver letto quattro libri sui bonzi evidentemente non ti ha insegnato a comunicare con gli sconosciuti. prova con un altro libro ancora, sarai più fortunata.

  10. Io sono del parere che gli insulti secchi vadano sempre rimossi, però quello che mi solleva perplessità è che uno dei titolari del blog insulti gli utenti con così poco stile

    Voglio dire, se serve uno che strilla cacca e pupu’ perchè non sei d’accordo con i suoi maldestri tentativi di piegare la realtà a fantasie utili alla corte della quale è cortigiano, tanto valeva offrire uno spazio alla coprolalia di Paolinihard

    A chi serve uno che insulta, per essere insultato fino a che non si stanca e chiude i commenti?

    Fa audience come tutti gli arroganti rompimaroni o offre qualche valore che non riesco ad individuare?

  11. PRIMO: la vigna somiglia TANTISSIMO alla Guzzanti (voi perché la vedete in TV, ma fidateve… humpf!)

    SECONDO: credo che i commenti siano la trascrizione di un dibattito, come una registrazione video o un verbale d’aula. Nulla che abbia contenuto (quindi via troll e spam) va mai rimosso. Ognuno di noi sa leggere (se non scrivere) e sa farsi un’idea.

    TERZO: la vigna somiglia TANTISS… uff.. ok ok
    l’ho fatta a memoria stamattina senza cercare una foto da ricalcare (come fa biani) e c’ho sbattuto il grugno.
    Benmistà.

  12. Romani contro Gasparri, scontro tra titani…
    Ma Facci che opinione avrà di Gasparri?
    E di Romani?

    Alla Guzzanti consiglierei di prendere a calci suo padre sul palco, mentre gli urla_ MITROKIN??? TELEKOM-SERBIA??? CHIEDI SCUSA E GIURA CHE CHIUDI ANCHE IL BLOG!!!

    Successo assicurato e forse il padre si presterebbe pure, si vede che le vuole bene e poi masochismo e spirito di sacrificio ha dimostrato di possederli in abbondanza

  13. Eheheh mi duole dare ragione a Maloox, ma sono d’accordo sulla questione commenti. Peraltro l’intervento di Sabina Frizzanti poteva essere un ottimo spunto di discussione, anche molto duro (forse dal piglio satirico, appunto) ma argomentato. Sarebbe stato interessante (e dico sul serio) ascoltare l’opinione di Filippo sui 2 punti sollevati. In fondo quando si parla di libertà di satira si sta già parlando di libertà di opinione (e dei suoi limiti?) e del mestiere di giornalista e del ruolo dei media (e dei suoi limiti).
    M.

  14. caro Biani, è innato nei liberisti de noantri l’essere refrattari alle regole e all’etica, salvo pontificare su come debbano comportarsi gli altri e quali terribili punizioni comminare loro quando non accettino di essere illuminati dalla luce divina.

    Credo sia una fatica senza ricompensa pretendere da Facci risposte che non può dare
    Facci e quelli come lui sono impegnati in un evidente sforzo teso a plasmare la realtà secondo convenienza, ma non è che possano andare molto più in là di qualche espediente retorico. Allora scatta l’insulto, l’aggressione arrogante, la professione di superiorità.

    Facci ce lo dimostra tutti i giorni, ci fosse una volta che risponde nel merito, quasi sempre invece si ritira dopo aver sparato una salva di insulti, segato quelli che lo hanno più infastidito evitando accuratamente di rispondere sul merito a quelli che non l’hanno ancora capito e pensano di poterci dialogare.

    Facci è un picchiatore mediatico, cambia idea come cambiano le stagioni, senza alcuna difficoltà, e sempre sosterrà che la sua attuale verità è sacrosanta e che chi la contesta è uno stronzo. Non è per antipatia che si giunge a questa conclusione, ormai abbiamo a disposizione una statistica imponente in questo senso. Sempre uguale a se stesso, come una mosca che sbatte contro il vetro, prova a epater les bourgeois che gli rispondono a pernacchie, la sua opinione su libertà di stampa ed espressione è assolutamente irrilevante, visto che non sa nemmeno di cosa si tratti o che (sospetto) al massimo la interpreta come la libertà di saturare ogni spazio di comunicazione con l’arroganza servile.

  15. a volte Facci pare utilizzi il web perché gli han detto che fa figo. ma non abbia avuto l’umiltà di imparare a usarlo, il web. in un NG o un forum di quelli seri gli avrebbero segato l’ip in 42 secondi netti, e allora sì che avrebbe strillato lui sulla libertà di satira, comunicazione ed espressione.

  16. Io penso che Facci oltre a essere naturalisticamente uno “stronzus” come da disamina stupenda fatta da Preoccupato, è anche un “furbus”, nel senso che usa il blog come retrobottega per montare su le sue farneticazioni che poi si va a rivendere in televisione. L’avete visto come freme di eccitazione profonda e sessuale quando compare davanti alle telecamere e nutre il se medesimo narcisisistico?
    Per cui a lui i blog servono: dove li trova a gratis così tanti sparring partner, ovvero collaboratori, oltretutto preparati e intelligenti? Ce lo vedete a costruire ragionamenti con Gasparri o nei blog di Forza Nuova?
    Facci usa botte e risposte da blog come prove generali delle menate che sta preparando, vuoi per le apparizioni televisive, vuoi per gli articoli sui quotidiani. La menata su Grillo l’ha provata qui su Macchia Nera, ricordate?
    Insomma, usa chi gli dà retta come punging ball. Per cui siate tirchi, non dategli troppo spago perchè lui, al netto delle crisi di iracondia di cui è vittima, povero disgraziato, userà quello spago per costruirsi reddito, cioè i pezzi che si rivende.

  17. Forse in due hanno capito l’argomento (peraltro circoscritto, ma a quanto pare di difficilissima comprensione) di un post che è stato scritto con la solita provocazione verso i livorosi fuori tema, mono-argomento e che ci cascano sempre.
    a. Alfano non ha concesso l’impunità alla Guzzanti alla stessa stregua con cui il parlamento ha approvato, dopo autorizzazione del capo dello Stato, il disegno di legge noto come “lodo Alfano”, che dispone la sospensione dei processi penali delle quattro maggiori cariche dello Stato
    b. Le offese rivolte al Papa su territorio italiano sono equiparate a quelle al Capo dello Stato. Per questo la procura di Roma ha applicato vecchi articoli del codice penale che “– per le offese all’onore e al prestigio del presidente e per il vilipendio della Repubblica – prevedono che si possa procedere solo con l’autorizzazione del ministro”. Pare che esista pure un precedente con protagonista Sgarbi accusato di vilipendio delle Forze Armate.
    c. È curioso che la procura che ha attivato la procedura in base a quella legge abbia ritenuto che Napolitano non fosse stato offeso. È curioso e anche un po’ buffo. Perché sembra che con questa valutazione, dei pubblici ministeri e non dei politici, abbiano discriminato fra satira (impunibile perché libera) e reato di vilipendio.

    Io chiederei a Biani & co se sarebbero soddisfatti nel vedersi commentare le loro vignette invariabilmente con la manfrina sulla libertà di opinione piuttosto che sul tema a cui hanno lavorato. Fossi in Makkox, ad esempio, non sarei tanto felice di ricevere solo commenti sulla somiglianza con la Guzzanti. (Btw, a me sembra un misto fra Grignani e De Andrè jr., però il labbrino imbronciato non è male)

  18. Virginia, dirti che non hai capito una cippa è farti un complimento…
    Paragonare un atto discrezionale di un ministro con la promulgazione di una legge in tutta evidenza incostituzionale, può venire in mente solo a chi non abbia la minima idea delle questioni in ballo.

    Oppure sei Facci, tertium non datur

  19. Preoccupato, dirti che sei corso come un baccalà per dire che non ho capito una cippa senza aver letto che il paragone è di Sabina Frizzanti è troppo facile. Però lo faccio lo stesso perchè il venerdì si mangia pesce.

  20. La discussione è sulla libertà d’espressione, non sui baccalà o altrove dove tu la voglia portare. Libertà che FF sembra ritenere debba esistere a geometria variabile, libero lui di spalmarsi ovunque, per gli altri invece il giudizio ed eventualmente la censura o l’internamento.
    Tralasciando l’ovvia considerazione per la quale FF rischierebbe di perire a mezzo di quel che cerca di usare per ferire, in quel pezzo ha infilato una serie di puttanate autoevidenti, proprio sul tema della libertà d’espressione.

    Ora, visto che è stato smaltato all’unanimità (non c’eri e ne abbiamo approfittato) da diversi post argomentati e visto che ha chiuso i commenti millantando che nessuno fosse interessato al merito, il minimo che ci si possa attendere è che LUI spieghi la sua concezione di libertà d’espressione.

    Il resto interessa poco, puoi rinfoderare l’alter ego

  21. Rispondono solo a Biani perchè quasi tutti gli altri non sanno seriamente leggere, o se sanno leggere non hanno gli strumenti basici per capire i contenuti. ‘Preoccupato’ vaneggia lettrelmente, vede e soprattutto legge cose che non ci sono.

    I verbali sono la trascrizione di un dibattito?
    Solo se c’è il dibattito. Se invece il dibattito sono farneticazioni palesi oppure il dibattito sono io (perchè qui sono pazzi di me, mi seguono come cagnolini randagi, senza nome) non c’è nessun dibattito. Per inciso: su Macchianera, perlomeno ai miei post, non c’è quasi mai nessun dibattito.
    Comico, quindi, pensare che io possa cercarmi qui degli sparring partner: non solo perchè non rispondo quasi mai (alle cazzate, quasi tutte) ma perchè se utilizzassi voi per allenarmi alla tv, beh, sarei un uomo finito.
    Comunque, caro Bani, io sono un giornalista e mi esprimo per diritto di cronaca o per libertà di critica: esistono dei magistrati che possono stabilire che io abbia travalicato queste mie facoltà d’espressione. E’ successo. L’ho ritenuto ingiusto, ma è successo. Ora: che un satiro invece travalichi il diritto di satira, invece, chi deve stabilirlo? Dovrà stabilirlo qualcuno, giusto? Dovrà farlo qualcuno, no, cazzo? O sono fuori della legge? Infatti qualcuno c’è: sono sempre loro, i magistrati già cari a tanta satira. Per Grillo hanno stabilito che il diritto c’era, per l’altra pazza invece no. Fine. Ecco, il tema era questo, semplice semplice. Dimmi tu se qualcuno ha detto qualcosa di serio su questo, se qualcuno ha osato contraddirmi su questo. Risposta: no. Primo: perchè non può. Secondo: anche potendo, non ne sarebbe capace.

    Ps: la domanda sul perchè io perda tempo qui è vecchia ma sempre sensata. Ripeto le risposte:

    1) Perchè così è disponibile in rete. Un tempo il Giornale non era online. Ora è online, ma qui posso fare aggiunte e precisazioni (tipo aggiungere il pezzo dove si spiega di Alfano eccetera) e comunque raggiungere un pubblico diverso rispetto a quello del Giornale o del Riformista o del Foglio o di Dagospia o della tv.

    2) Ma soprattutto, non avendo io la tv, nè Nintendo o simili, ecco: questo è il mio videogioco. Unico neo: c’è sempre il livello base e vinco sempre.

    Ps2: qualcuno mi aveva chiesto che ne pensassi di Gasparri: lo trovo insopportabile. L’ho detto e scritto. Romani? Non lo contemplo granchè, dico la verità, e non ne ho mai scritto.

  22. “Per Grillo hanno stabilito che il diritto c’era, per l’altra pazza invece no”

    …e poi dice di conoscere la legge…se la signora querela fa più che bene, l’opinione servile non merita riguardi

    Comunque qui siamo in parecchi ad essere giornalisti e ad esprimere il nostro diritto cronaca e di commento, se pensi di continuare con gli insulti da coatto e svicolare maleducatamente dal merito, non dimostri grande intelligenza. Anche perché è altrettanto chiaro che tutti si rendano conto che le in TV è una sgambata in confronto a uno spazio come questo.

    Quindi smetti per un attimo di fibrillare e concentrati

    Te lo spiego come a un bimbo di sei anni, vediamo se ce la facciamo, piano,piano, ok?

    La sottile differenza che ti sfugge è nell qualità dell’offesa, se chi ha messo in moto il procedimento giudiziario non fosse stato in cerca di benerenze clericali, quel procedimento non avrebbe mai visto la luce.
    Perchè una cosa è dirti che sei stupido o criminale, un’altra è dirti (o augurarti) di finire all’inferno in compagnia di diavoli omofili o che ti vengano piaghe purulenti agli organi genitali.

    Oltre a questo c’è -un altro fatto- che sembri non afferrare: la libertà d’espressione deve essere assoluta quando si tratti della critica (anche fino all’insulto) di chi esercita ruoli politici, figuriamoci il Papa che lo fa in nome di dio ed è anche un monarca assoluto. Hai presente la rivouzione francese? O credi con Geminello Alvi che abbia portato la peste diffondendo idee sovversive a minacciare la virilità della stirpe?

    Altra cosa, completamente diversa, è quando si arriva alla calunnia, ma qui già dovrebbero averti reso edotto i tuoi avvocati, se non lo hanno fatto lamentati con loro.

    Il fatto che tu mescoli disinvoltamente tutto e cerchi di rifilarci il tuo frappè di mezze verità e grosse bugie, non è l’assicurazione che poi noi ce lo beviamo.

    Ne devi mangiare ancora di pasta, bimbo…

  23. Sabina potrebbe mandare affanculo il Dalai, come lo chiamano i compagni, ma non rischierebbe di essere accusata di Vilipendio, credo.
    Dario (Blogger di Italy)

    Un liberale del 800′, non sono tutti comunisti quelli cattivi.

    PS. Giuridicamente parlando la Guzzanti sarebbe potuta essere querelata, è ridicola la falsa accusa di vilipendio alla religione (lei ha accusato Ratzinger, non il suo credo).
    Il fatto che sia un capo di stato non è più oggetto di giudizio, da qualche anno oramai.
    Dimenticavo: fanculo alla Regina Elisabetta!
    Provate a denunciarmi o chiamate Betta, vediamo se mi querela.

  24. Io avevo fatto un commento bellissimo che trasudava cultura e un elevato senso civico.
    Scopro con rammarico che anche volendo non ne sarei stato capace. Scopro anche di essere il famoso ” fusista” cioè il personaggio dei videogiochi che viene fuso subito al primo livello.
    Comunque la vignetta assomiglia moltissimo alla Sabina e confesso di non avere capito nulla del post precedente e di questo.
    E vivo benissimo.

  25. Dettagliante, guarda che c’è stata precedibilità d’ufficio.
    Un cazzo, hai capito. Ma un cazzo.
    Ora esco. Ciao.

  26. Che la discussione sia sulla libertà di opinione l’hai deciso tu, improvvisamente, dopo aver fatto la figura del baccalà.
    E sai perché hai fatto la figura del baccalà? Perché non hai detto una, dico una sola parola sul tema del post di FF, sulla vignetta di Makkox e sul commento di questa Frizzanti.
    Argomenta meglio le tue posizioni sul tema (che al momento, sia qui che sul post di Facci, è chiaro). Altrimenti, per quanto mi riguarda, hai 3 alternative:
    – se sei in cerca di visibilità e di solidarietà, puoi andare a fare la voce grossa su siti corali ad hoc., peraltro di grandissimo successo
    – puoi postare qui i tuoi commenti sulla libertà di espressione anche sui post di grandissimo spessore firmati da altri autori
    – puoi pure smaltarti le unghie, se sei in cerca confronti personali. Io commento gli scritti. E tu per me resti un baccalà, finchè non posterai un tuo pensiero pertinente sul caso Alfano-Guzzanti, se ti riesce.

    Dettagliante, “Comunque qui siamo in parecchi ad essere giornalisti e ad esprimere il nostro diritto cronaca”. Dimmi dove posso leggere una tua cronaca.

  27. Facci se questo è il tuo videogioco non vinci quasi mai, anzi certe volte ti incazzi come una bestia e lo spacchi.

    Ed ora invece dei commenti chiudimi sta ceppa.
    (A meno che tu non riesca a corrompere Makkox)

  28. Ma perchè discutete con questo poveretto? Insomma, parliamo de “il Giornale”. Ci rendiamo conto? Questi sono servi. Servi.

  29. Piano, piano, come a un bambino di 6 anni

    Riproviamo, stai attento Facci:

    La procedibilità d’ufficio scatta DOPO la valutazione sulla sussistenza o meno del reato, dixit: “La sottile differenza che ti sfugge è nella qualità dell’offesa,se chi ha messo in moto il procedimento giudiziario non fosse stato in cerca di benerenze clericali, quel procedimento non avrebbe mai visto la luce.”

    Puoi controllare, l’ho scritto sopra
    E’ una valutazione sul fatto e sul diritto, svolta la quale e solo se si dichiara fondata l’ipotesi di reato, entra in gioco la procedibilità d’ufficio.

    Sarebbe ben strano il contrario,cioè che prima si procedesse alla cieca e che poi si valutasse la plausibilità dell’ipotesi di reato.

    Hai capito adesso?

    Spero che non cercherai di inventarti altre diversioni, a volte dire “mi sono sbagliato” è terapeutico, dai che ce la fai…

  30. dice paolo mausering (veramente lo disse Kasparov) «gli scacchi sono lo sport più violento che esista».
    Cazzate, entrambi non avevano mai moderato un forum (e lo si fa per sport, credetemi).
    Io l’ho fatto 5 anni fa. Oggi, grazie al mio gruppo di sostegno, non digrigno più i denti quando sento l’espressione “thread closed”.

    PS
    mi ha scritto sabina. ha detto che inizierà una dieta. che l’ho fatta identica e questo le ha dato una scossa.

    poi mi ha telefonato la Annunziata…
    -cazzo-

    ah, comunicazione di servizio:
    Mauro, quella carta copiativa che m’hai chiesto è na paccata di roba. O te la vieni a prendere o te la mando in porto assegnato che il corriere mi svena.

  31. D’accordo con Makkox, FF in fondo non è altro che uno sclerato come tanti, non fosse che ha licenza di sparare le sue cazzate da TV e Giornali, in un forum di quelli seri o avrebbero già fatto impazzire e poi bannato.

  32. Dettagliante, ma quale cpp hai letto?
    nel mio c’è scritto che la procedibilità d’ufficio scatta non appena ricevuta la notizia criminis, non dopo che s’è pronunciato il tribunale (come dice il tuo cpp), perché se il reato è accertato prima dell’avvio del processo… e di che parliamo? di processo accusatorio o inquisitorio?
    Al di là della validità o meno della riforma Vassalli, ma fino a pronunciamento di tribunale si parla sempre di indizi di reato, manco di prove…

    Marò, quanti danni ha fatto Di Pietro
    :D

  33. Gabriella, lascia perdere. Dettagliante, vai a farti vedere. Hai fatto dei copia/incolla che non vogliono dire un cazzo. E infatti trovami uno solo, qui, che abbia capito che cazzo cerchi di dire. Io lo so che cosa cerchi di dire con parole astruse, in realtà: ma sinora ho fatto finta di niente perchè speravo che ti ravvedessi. Invece insisti. Bastava, dici, che la Procura di Roma non ravvisasse neppure gli estremi per procedere d’ufficio, e fine. Certo. Come no. Come se fossero stati i magistrati, ad andarsi a cercare la Guzzanti.
    Cioè, sentite questo poveretto. Secondo lui la Guzzanti va in una piazza dove ci sono 8000 persone, infinite telecamere e giornalisti, le sue puttanate che oltretutto non fanno ridere vengono replicate ovunque, riempiono tv e giornali, parla del Papa (l’altro del Capo dello Stato) e gli dice che finirà all’Inferno sodomizzato da diavoli froci: ma per stabilire che l’intervento di quella pazza non fosse oggettivamente rilevante (conosci questa espressione? L’hai mai sentita?) bastava non chiederselo. Cioè: nessuno se lo sarebbe chiesto al posto loro, capite? Nessuno avrebbe sporto denuncia, nessuno avrebbe parlato, nessuno si sarebbe chiesto che valutazione dava la magistratura competente su questo fatto pubblico: come se la Guzzanti certe frasi le avesse scritte sul suo blog anonimo, o pronunciate nel tinello di casa sua. Cioè: di fronte a un atto dovuto grande come una casa, i magistrati sapete perchè hanno proceduto d’ufficio? Perchè cercavano benemerenze (si scrive così, a proposito) clericali.
    Parentesi: vai a vederti il profilo di chi ha proceduto e dirmi che cazzo gliene frega a quello delle benemerenze clericali. Che atroce puttanata. La quale implicherebbe che ad Alfano e Berlusconi queste benemerenze invece non interessino, o comunque che si siano messi d’accordo col Vaticano.
    Vuoi un parallelo, dopodichè parto e ti saluto?
    Se tu scrivi i tuoi commenti qui può anche non succedere niente.
    Ma se riproponi quello che hai scritto sopra in una pubblica piazza mediatica (faresti anche più ridere della Guzzanti) è semplicemente i-ne-vi-ta-bi-le che poi chiamino un’ambulanza, capisci? La chiamano. Dopodichè scatterà la valutazione sulla sussistenza o meno del reato. Della malattia mentale, nel tuo caso. Ora addio, corro a utilizzare il tuo prezioso ruolo di sparring partner per fare un dibattuto con un premio Nobel.

3 Trackbacks / Pingbacks

  1. Notiziole di .mau.
  2. addictions
  3. HARDCORE JUDAS

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.