Scientology /1: Rapporto del Dipartimento di Pubblica Sicurezza

ScientologyRAPPORTO DEL DIPARTIMENTO DI PUBBLICA SICUREZZA SU SCIENTOLOGY:
Sette religiose e nuovi movimenti magici in Italia, febbraio 1998

Indagine inviata il 29 Aprile 1998 dal Ministro degli Interni
alla Commissione per gli Affari Costituzionali della
Camera dei Deputati del Parlamento Italiano (pagine 44-52).

L. Ron HubbardL’organizzazione di Scientology nacque nel 1954, con l’apertura delle prime “chiese” a Los Angeles e ad Auckland (Nuova Zelanda), per iniziativa dell’ex scrittore di fantascienza Lafayette Ron Hubbard; seguirono, un anno dopo, le sedi di Washington e New York.
In breve furono aperti “istituti dianetici” (la dianetica è sia una terapia psicanalitica che una filosofia religiosa) e missioni della Chiesa madre in tutto il mondo; attualmente la setta è presente in 107 paesi e dichiara 8 milioni di seguaci.
Il suo staff permanente sarebbe composto da 13000 persone, di cui una parte, avendo fatto voto di servire in eterno la causa, compone la Sea Org, una comunità con caratteristiche monastiche e militari (cosiddetta perché tra il ’66 e il ’75 i membri avevano adottato uniformi della marina e si servivano, come luoghi di ritiro religioso, di alcuni battelli).
La sede centrale della “Church of Scientology International” attualmente è situata in 6331 Hollywood Boulevard, suite 1202, Los Angeles, ed è guidata dal “Reverendo” Heber C. Jentzsch; ma il quartier generale della struttura operativa è a bordo della nave “Freewinds”.

La Scientologia non si fonda su una “rivelazione”, ma su una ricerca: superando l’opposizione tra fede e ragione, si colloca nella prospettiva della conoscenza delle cose spirituali e materiali, risalendo all’autentica natura dell’essere, tanto che è stata anche definita una sorta di “buddismo tecnologico”.
Il suo obiettivo non è dunque la salvezza intesa come “perdono dei peccati” ed ascesi spirituale, ma la sopravvivenza improntata sul programma biologico di purificazione, che consente all’individuo di liberarsi dalle distorsioni mentali, causa di condotte aberranti (tra cui la tossicodipendenza e la criminalità, curate nei centri “Narconon” e “Criminon” strettamente collegati alla “Chiesa” vera e propria) e di sviluppare al massimo il proprio potenziale.


Il problema è che completare questo programma di purificazione costa cifre elevatissime; ecco perché, al di là delle finalità ufficialmente dichiarate, il vero fine della setta appare l’esercizio di un’attività speculativa in danno di persone sprovvedute, come peraltro si evidenzia anche in alcuni scritti del fondatore.
In particolare, la tecnica di reclutamento degli scientologisti consiste nel sottoporre indifferenziatamente a chiunque voglia “prendere coscienza dei propri reali problemi” un test gratuito di “misurazione della personalità”, rappresentato da un questionario formato da circa duecento domande “rivelatrici” (in realtà mirate a conoscere meglio gli aspetti caratteriali dei loro interlocutori); dopodiché, individuati i soggetti più influenzabili, li convincono a “curarsi”, sottoponendosi a sedute di auditing.
In questa fase, attraverso il racconto delle esperienze traumatiche corrispondenti ai vari engrammi, i “pazienti” finiscono per confessare particolari intimi della vita privata, che successivamente potranno essere adoperati contro di loro come strumenti di ricatto.

Coloro che decidono di proseguire la terapia, sono indotti a frequentare corsi di dianetica sempre più onerosi, durante i quali sono sottoposti a stress fisici (lavori logoranti, diete ipervitaminiche e ipoproteiche) e psicologici (letture forzate, pressioni ed intimidazioni) per ridurli in uno stato di totale soggezione, attuando il sistema di “condizionamento mentale” già precedentemente descritto (cfr. pag. 11 nota 13).

Drammatiche testimonianze di fuoriusciti e di congiunti delle persone ancora coinvolte, evidenziano come, seguendo questo percorso, molti individui si siano completamente alienati dai rapporti familiari, sociali e professionali, sperperando tutti i propri averi e conducendo uno stile di vita assolutamente sregolato per seguire i dettami dell’organizzazione, fino a riportare danni fisici e manifestare vere e proprie turbe nel comportamento, culminate talvolta in gesti anticonservativi.

Insieme con gli aspetti descritti, la caratteristica del movimento che desta maggiore preoccupazione è la sua ambizione a creare una “democrazia scientologica” su base planetaria (progetto “Planet Clear”), il cui presupposto necessario è la purificazione di tutti gli individui; ove tale obbiettivo fosse realizzato almeno all’80%, non ci sarebbe più bisogno di elezioni e dibattiti politici, in quanto gli individui non aberrati non potrebbero che approvare “provvedimenti sensati”.
A chiunque si opponesse, rifiutando di diventare clear, e dimostrando così una personalità “opprimente” e tendenzialmente criminale, sarebbe negato lo status di cittadino, affinché non possa nuocere; inoltre, gli sarebbe vietato di sposarsi e generare figli.

L’instaurazione di questo nuovo ordine etico, sociale e giuridico, che assicurerebbe “totale libertà” in cambio di “totale disciplina”, è perseguita, oltre che con un’intensa attività di proselitismo, attraverso una sistematica e progressiva opera di “infiltrazione” nell’economia e negli apparati statali; molte, infatti, sono le società commerciali sotto il controllo di Scientology, ed in alcuni paesi sono risultati affiliati alla setta amministratori e funzionari pubblici.

Per realizzare i suoi piani Scientology dispone di mezzi finanziari ingenti (grazie soprattutto al denaro introitato, attraverso i corsi di dianetica, dalle numerose “missioni” della “Chiesa” sparse in varie nazioni) e di un efficiente apparato organizzativo, strutturato in forma rigidamente gerarchica e ramificato nei seguenti settori:

  • Religious Technology Center (RTC = Centro Tecnologico Religioso), collocato al vertice della piramide;
  • Direzione Internazionale, che rappresenta il livello di comando più alto dopo l’RTC ed è responsabile sia dell’elaborazione di strategia e piani tattici per tutti gli altri settori, sia del coordinamento delle attività di gestione. Comprende l’International Financial Office (IFO = Ufficio Finanziario Internazionale) ed il Watchdog Committee (WDC = Comitato di Controllo), un organo ispettivo responsabile del funzionamento dei singoli gruppi direttivi, che a sua volta si avvale della Commodore’s Messengers Org (CMO) per acquisire le informazioni necessarie a determinare i compiti istituzionali, e dell’International Network of Computer Organized Management (INCOMM = rete internazionale di gestione informatizzata);
  • Settore Scientology (Org. Classe IV);
  • Sea Org;
  • Flag Command Bureau (FCB = Ufficio Direttivo Flag), che si occupa di assicurare che ogni singola organizzazione o gruppo attui i piani della Direzione Internazionale. Dallo stesso dipendono:
    • il Flag Bureau (FB = Ufficio Flag), sovraordinato al Continental Liason Office (CLO = Ufficio di Collegamento Continentale) cui fanno riferimento i vari Flag Operations Liason Offices (FOLO = Uffici Operativi di Collegamento Flag);
    • il settore Scientology Missions International (SMI), da cui dipendono le missioni di Scientology dei vari paesi;
    • il World Institute of Scientology Enterprises (WISE = Istituto Mondiale delle Imprese legate a Scientology)
    • l’Association for Better Living and Education (ABLE = Associazione per il miglioramento della vita e dell’Istruzione), che si occupa delle questioni sociali e gestisce i centri Narconon e Criminon;
  • Celeb Center – settore Celebrity Centers, addetto alla gestione di lussuosi centri sportivi, dietetici ed estetici, ove sono gratuitamente ospitati i V.I.P. che accettano di fare da testimonials all’organizzazione (per citare i più famosi: gli attori Tom Cruise e la moglie Nicole Kidman, nonché John Travolta e Kristie Alley; il cantante Michael Jackson e la moglie Lisa Presley; il musicista jazz Chick Corea);
  • Citizens Commission on Human Rights (CCHR = Commissione per la violazione ai diritti dell’Uomo), gruppo di studio che edita pubblicazioni in cui si contestano i presunti abusi della psichiatria ufficiale e di converso si negano i maltrattamenti cui sono sottoposti i pazienti nei centri di riabilitazione dianetici;
  • Golden Era Productions (Produzioni Età dell’Oro), settore deputato alla produzione di audiovisivi propagandistici ed esplicativi;
  • Office of Special Affaires (OSA = Ufficio per le Questioni Speciali), il temibile “servizio segreto” dell’organizzazione.

Forte di questa mastodontica organizzazione, Scientology non solo resiste a tutte le critiche mossegli, ma spesso contrattacca i suoi detrattori e quanti investigano sulle sue attività, sommergendoli di cause per diffamazione (in ciò assistita dai migliori avvocati disponibili sulla piazza), e, si sospetta, ricorrendo anche a metodi estremamente spregiudicati, se non assolutamente illegali; ad esempio scavando nella loro vita privata, onde individuare eventuali peccati e debolezze che li rendano ricattabili, o rendendoli oggetto di anonime minacce, molestie ed azioni di sabotaggio ai danni delle rispettive proprietà.
In realtà non è mai emersa alcuna certezza in senso giuridico che tali atti siano riconducibili all’organizzazione; ma è un fatto indiscutibile che le persone critiche nei suoi confronti sono esposte ad una serie di persecuzioni, simili a quello che lo stesso fondatore Hubbard, in alcune lettere di direttive interne, prescriveva di attuare nei confronti degli oppositori.
Questa tecnica sembra sia valsa ad ottenere, nonostante gli evidenti fini di lucro, il riconoscimento come organizzazione religiosa, e quindi l’esenzione fiscale, da parte dell’International Revenue Service, la massima autorità fiscale negli USA.
In pratica la “Chiesa” avrebbe raccolto, mediante investigatori privati, del materiale contro funzionari dirigenti dell’IRS, per poi intentare loro più di 50 procedimenti civili e penali, in modo da vincerne la resistenza, come poi sembra essere accaduto; ed infatti, nel 1993, ribaltando improvvisamente un consolidato orientamento negativo, quell’ufficio ha accolto le richieste della setta; peraltro, in contrasto con la prassi finora seguita di rendere pubblici gli atti dei procedimenti amministrativi, le motivazioni di tale decisione non sono ancora stati depositati.

Un’altra importante vittoria è stata ottenuta in Francia, ove, nel luglio 97, la Corte d’Appello di Lione, pur dichiarando un ex leader della setta colpevole di frode ed omicidio preterintenzionale in relazione a fatti avvenuti nel novembre 1996, ha riconosciuto che Scientology può rivendicare il titolo di religione e sviluppare in piena libertà, nel quadro delle leggi esistenti, le sue attività, comprese quelle missionarie e di proselitismo”.

In Italia il primo Hubbard Dianetics Institute è stato costituito nel 1977 a Milano; successivamente sono sorti altri centri in tutte le regioni.
In seguito a varie denunce ed esposti, più volte gli organi di Polizia si sono occupati dell’associazione, i cui responsabili di Milano, Brescia, Novara, Torino, Trieste, Udine, Pordenone, Treviso, Padova, Ravenna, Ferrara, Firenze, Roma, Catania, Cagliari, alcuni dei quali già pregiudicati per reati contro il patrimonio o in materia di stupefacenti, sono stati indagati per truffa, esercizio abusivo della professione sanitaria, commercio di specialità medicinali non registrate, circonvenzione di incapace, violazioni fiscali e valutarie.
La maggior parte dei relativi procedimenti è confluita, per competenza e connessione, presso il Tribunale di Milano, dove l’Ufficio Istruzione, che già nel novembre del 1986 aveva disposto la perquisizione e la chiusura dell’Hubbard Dianetics Institute e delle strutture ad essa collegate su tutto il territorio nazionale, con sentenza del 3.10.88 ha disposto il rinvio a giudizio di numerosi adepti.
L’organizzazione si è allora riproposta, per aggirare il divieto ad esercitare le proprie pratiche, come confessione religiosa, ribattezzandosi “Chiesa di Scientology“, peraltro “autocefala” rispetto a quella americana.
Nel frattempo il 1^ grado del procedimento si è concluso con la sentenza del 2 luglio 1991, che ha sostanzialmente rigettato l’ipotesi accusatoria, assolvendo la maggior parte degli imputati.
Avverso tale sentenza il Pubblico Ministero ha proposto appello ed il 5.11.1993, i giudici della 3^ Sezione Penale della Corte D’Appello di Milano si sono pronunciati in senso opposto, accogliendo la tesi della pubblica accusa, secondo cui la setta costituisce un sodalizio criminale finalizzato al compimento di reati contro il patrimonio, e condannando una cinquantina d’imputati a pene oscillanti tra i 3 mesi di arresto (per i soli reati tributari) ed i 4 anni e 3 mesi di reclusione per associazione per delinquere, circonvenzione di incapace ed estorsione.
Contrariamente, il 9.2.1995 la Corte di Cassazione, su ricorso dei legali dell’organizzazione, ha annullato la sentenza, rimettendo gli atti ad altra sezione della Corte d’Appello di Milano per un nuovo giudizio; ma i giudici di rinvio, il 2.12.96, hanno confermato l’ipotesi accusatoria principale, dichiarando gli imputati colpevoli di associazione per delinquere e prosciogliendoli dagli altri reati per sopravvenuta prescrizione.
Anche questo giudicato è stato sottoposto ad impugnativa innanzi alla Suprema Corte, che l’8.10.1997, con sentenza n. 1329, ha nuovamente annullato per vizio di motivazione la pronuncia di merito, rigettando le argomentazioni con le quali era stata denegata la natura religiosa dell’organizzazione e rinviando per nuovo giudizio ad altra sezione della Corte d’Appello di Milano.

Quest’ultima decisione appare invero piuttosto innovativa, soprattutto nella parte in cui si sostiene che lo svolgimento di un’attività organizzata, sistematica e “aggressiva” di raccolta fondi non pregiudicherebbe da sé il riconoscimento del carattere di confessione religiosa, in quanto anche le religioni tradizionali “…hanno da sempre imposto ai fedeli il pagamento di oboli, ai loro primordi estesi ben oltre il valore pressoché simbolico, cui ora sono ridotti…”; ed ancora che: “… la crudezza delle metodiche adoperate… appare assai meno eccessiva ove si considerino le metodiche di raccolta dei fondi in passato adoperate dalla Chiesa cattolica… e che la vendita delle indulgenze… si fondò essenzialmente su un’insopportabile e terrorizzante enfatizzazione delle sofferenze espiatorie riservate ai credenti nell’Aldilà…”.
Così pure, per quanto riguarda la vendita di beni e servizi, che di fatto evidenzia il fine lucrativo della setta, secondo la Suprema Corte “non può avere significato alcuno, se non quello di documentare proprio l’esistenza di servizi religiosi… l’offerta ai fedeli di tali servizi con esplicitazione dei relativi costi… Fino a qualche lustro addietro, infatti, elenchi non meno precisi e dettagliati erano notoriamente affissi alle porte di non poche sacrestie di Chiese cattoliche e informazioni del genere forniva in ogni caso al bisogno qualsiasi sacerdote richiesto di servizi religiosi…”. Pertanto “dissentendo dal giudizio pregresso, pertinente il riconoscimento di attività collaterali di natura commerciale in ordine alla percezione delle quote degli iscritti ai corsi, alla vendita dei libri e pubblicazioni religiose”, si è sottolineato che “tali specifiche attività sono intrinsecamente pertinenti ai fini istituzionali e religiosi, in quanto dirette a procurare l’autofinanziamento”.

Oltre a conseguire piena legittimazione sul piano giuridico, i membri italiani di Scientology appaiono particolarmente interessati ad accreditarsi presso l’opinione pubblica nazionale ed internazionale.
L’estate scorsa, in particolare, hanno inviato all’Ambasciatore della Repubblica Tedesca, al Ministro degli Affari Esteri ed al Presidente della Commissione del Dipartimento di Stato americano sulle religioni all’estero, oltre cento lettere, in cui: accusavano il governo tedesco di attività discriminatoria e persecutoria nei confronti della “Chiesa”; richiedono l’intervento del Ministro degli Affari Esteri affinché cessino, in nome dei diritti umani e della libertà di religione, tali atteggiamenti vessatori; rappresentano le attività socialmente utili svolte in tutto il mondo, nonché la validità delle “tecniche” adoperate nei corsi per il raggiungimento di stati di benessere psico-fisico; evidenziano il riconoscimento, in numerosi Stati, della natura religiosa dell’organizzazione e della piena liceità delle pratiche in essa svolte.
E’ la prima volta che la setta, nel nostro Paese, adotta questa forma di pressione istituzionale, che del resto appare del tutto coerente con la sua strategia internazionale.

Altre iniziative sono state intraprese in varie città:

  • ad Ancona, il 12 settembre 1997, è stata effettuata una raccolta di firme per l’affermazione della libertà religiosa conformemente ai principi costituzionali. La programmata fiaccolata con corteo non ha però avuto luogo, in quanto gli organizzatori non avevano presentato in tempo utile il necessario preavviso;
  • a Ravenna, il 18 settembre successivo, la “Chiesa” ha indetto una “Crociata per la libertà, religione e rispetto dei diritti umani”, nel contesto della quale è stato effettuato un corteo con fiaccolata al quale hanno partecipato una sessantina di persone.

Altre manifestazioni sono state poste in essere nei giorni 25 e 26 dello stesso mese rispettivamente a Milano e a Roma, a ridosso della conclusione del processo citato, mentre dal dicembre 1997 l’organizzazione ha avviato, nella provincia di Venezia, una campagna di propaganda all’interno di istituti scolastici.
Sulla base di quanto finora illustrato, non può escludersi che l’associazione elabori quanto prima nuove strategie per acquisire ulteriore visibilità; il tenore delle medesime sarà verosimilmente commisurato all’esito dell’ennesimo giudizio di rinvio pendente presso il Tribunale di Milano.



Nota 13 (pagina 11)
Questo risultato si otterrebbe imponendo un percorso articolato in tre tappe:

  • ISOLAMENTO:
    • Allontanamento dalla comunità sociale e dal contesto familiare, per indurre la perdita di ogni altro punto di riferimento;
    • Senso di superiorità, per spezzare tutti i rapporti precedenti;
    • Bomba di affettuosità (“love bomb”), per rinsaldare il senso di appartenenza al gruppo;
    • Rimozione della privacy, per impedire l’esame personale;
    • Obbligo del conferimento al gruppo di tutti i propri averi, per indurre dipendenza finanziaria;
  • INDOTTRINAMENTO:
    • Rigetto sistematico ed aprioristico dei vecchi valori;
    • Sottoposizione a letture di difficile comprensione;
    • Incoraggiamento all’obbedienza cieca, al senso gerarchico ed all’aproblematicità;
    • Richiesta di conformità a codici di vestiario, per accentuare l’idea della diversità da tutti gli altri;
    • Senso del mistero, della partecipazione ad un disegno insondabile;
    • Uso di preghiere o formule ripetitive, che riducono il senso critico;
  • MANTENIMENTO:
    • Attività fisica prolungata, impegno mentale continuo e privazione del sonno, accompagnati da un’alimentazione poco equilibrata per creare uno stato di affaticamento (che inibisca la ribellione) e di reattività agli stress emozionali;
    • Deresponsabilizzazione, per scoraggiare iniziative personali;
    • Pressione psicologica costante da parte degli altri membri, per evitare improvvisi ripensamenti;
    • Induzione di senso di colpa e paura di punizione in caso di dubbi e pensieri negativi;
    • Abitudine ad usare un linguaggio criptico, per rendere più difficile la comunicazione con l’esterno.
(continua…)

(Visited 816 times, 1 visits today)

50 Comments

  1. Bentornata alla banca dati della memoria. Colgo l’occasione per chiedere se si hanno notizie di un altro caso da ricordare. Ci sono aggiornamenti per il caso Cervia?

  2. In Francia, adesso ufficialmente Scientology è considerata una setta.

    Avvenire, 8 Febbraio 2000.

    PARIGI. La Missione interministeriale di lotta contro le sette (Mils) istituita dal governo francese ha consegnato al premier Jospin il suo primo rapporto nel quale condanna le sette “totalitarie”, che violano «l’ordine pubblico e la dignità della persona». Il documento cita prima di tutto Scientology, a cui segue l’Ordine del Tempio solare, tragicamente noto per i suicidi di massa del 1994 in Svizzera e Canada e del 1995 in Francia. Il rapporto, che lascia ai poteri politici la decisione sulla proibizione delle sette, sottolinea i «diversi livelli di pericolosità» delle organizzazioni, additando come le peggiori «le sette assolute, che respingono le norme della democrazia e propagano un’anticultura fondata sul primato di un’élite formata allo scopo di dominare il resto dell’umanità, e in alcuni casi sull’aperta preconizzazione del razzismo». La Mils critica pesantemente gli Stati Uniti, dove «le sette beneficiano di una protezione esorbitante dal momento che si autoproclamano religiose». Il rapporto esorta inoltre i poteri pubblici a «vegliare affinché, sotto la copertura di convinzioni personali» le sette «non violino la legge», tenendo conto che esse «usano spesso una facciata religiosa».

  3. sono contento che tu pubblichi queste notizie con dovizia enciclopedica, anche io sono un antiscientologista e mi interessa sapere in modo dettagliato la storia di questi buffoni … nella mia città (Brescia) gli adepti di scientology sono sempre con il loro baracchino per il test della duracell.
    immagino che l’avrai già letto il sito che linko….
    http://xenu.com-it.net/txt/nondim.htm#fategli

  4. Un motivo in più per farsi stare sui maroni Tom Cruise e John Travolta… :o)
    Bel post

  5. Non si può fare a meno di notare come Scientology utilizzi un logo che richiama il simbolo più potente del cristianesimo, la croce, pur non comprendendo nella sua mitologia alcun richiamo alla storia di Cristo. A meno che uno non voglia considerare gli extraterrestri vaporizzati nel vulcano come tali, ecco.

  6. Qualche anno fa, a Verona, ho fatto il test. Sono veramente bravi in quello che fanno. E per questo mooolto pericolosi.

  7. interessante. mi sono sempre chiesto perché uno come beck sia devoto di scientology. è una cosa che vorrei capire.

  8. Nella totale assenza di chi faccia le veci al posto di genitori distratti e la psicolabilità da basso medioevo che c’è in giro questi sono tempi fertili per i nuovi culti(fermo restando che chi è disposto a credere alle farneticazioni cosmogoniche di quegli scemi magari un po’ di circonvenzione se la merita.Andate a leggervele su wikipedia se non temete di vomitare dalle risa).Sono recentemente rimasto sbalordito anche dal sapere che i manga più diffusi sono farciti di filosofia e iconografia rosacrociana a dimostrazione del fatto che la realtà supera “di slancio” la fantasia

  9. Scientology è una delle tante religioni costruite ad uso e consumo dell’uomo moderno. L’uomo moderno non ha tempo di cercare le risposte dentro di sé: ha bisogno di soluzioni veloci e della sensazione di avere tutto sotto controllo. Dianetics, con la sua (supposta) azione di “ripulitura” della psiche, dà alle persone l’illusione di poter controllare la loro vita e le loro emozioni, e di diventare potenti, vincenti e parte di una stirpe di eletti in grado di superare ogni difficoltà.

    Scientology non promette una vita eterna dopo questa. Promette innanzitutto una vita felice e priva di delusioni, sconfitte e dolore. La persona “clear” non deve affidarsi al volere di un Dio, ma solo alla propria determinazione.

    Ecco perché attecchisce così facilmente. E non solo fra quelli che sono finanziariamente in grado di pagare le sedute, ma anche fra quelli che per farlo devono compiere sacrifici immensi.

  10. interessantissimo! sebbene scientology sia una cosa estrema. ho riscontrato che anche altre fedi, come il buddismo, per affermare e non perdere adepti utilizzano alcuni metodi descritti. cercare chi è ritenuto debole, garantirgli che se pratica diventerà felice, condividere i suoi problemi ed esporsi al giudizio degli altri, tutto è sogettivo e si perde il senso dell’oggettività per dare una certa rassicurazione, inculcare il senso di colpa se non si prega sempre in quanto non si raggiunge la felicità, studiare la dottrina in tutte le sue componenti e responsabilizzare le persone all’interno dell’organizzazione con dei ruoli precisi e motivanti, partecipare sempre agli incontri e meeting, diffondere il proprio credo e convincere nuove persone, leggere sempre e “acquistare” le pubblicazioni e i libri di fede.

    alla fine le fedi sono tutte uguali. servono per strumentalizzare le masse!

  11. °°°dovrei fare una rettifica°°°°questa è gente°°molto seria che opera per il nostro benessere°°°___°°_anche se da_°una visione parziale all’osservatore miscredente°°°la Nostra_Mission potrà apparireZZZ quantomeno sinistra°°°In realtà quello che vuole il commodoro è soltanto°°°Amore__e che non solleviamo questioni quando°°è l’ora dello sciroppino*°°°°(che poi ci porta anche in barca.Dopo°°°—.z)

    p.s. Mi raccomando l’Etica

  12. anch’io avevo la risposta dentro di me
    più o meno fino alle sette e trenta di stamattina
    poi, è uscita

  13. CL per molti versi ci assomiglia: stessa struttura piramidale, stessi fini di lucro, simili anche le voci “isolamento, indottrinamento, mantenimento”…
    comunque anche io ho fatto il test della tensione, risultato negativo, perchè mi ero appena fumato una gibonga. uahahaaa

  14. L’attrezzatura per effettuare il test è una miscela perfettamente riuscita tra l’orologio dotato di decifratore che regalavano con l’iscrizione alle giovani marmotte e un casco per fare la messa coi bigodini

  15. Vorrei solo fare una puntualizzazione: non sono di CL e mi stanno antipatici nel senso che penso siano troppo “fanatici” e “autoreferenziali” per i miei gusti, ma paragonarli a scientology denota un certo grado di abissale ignoranza oltre che malafede.

    Alfio

  16. ‘sto sito di xenu.com-it.net è citatissimo nell’argomento, vedo.
    Lucien, riguardo al test ci sono lunghe descrizioni su quel sito.. in particolare al test sulla personalità, quello con le domande.
    me ne ricordo una esilarante di un medico che ha ascoltato attentamente tutta la descrizione “scientifica” dei suoi problemi,con tanto di grafico e consigli su cosa poteva migliorare eccetera.
    E a tutte le domande aveva risposto “non so”

  17. Grazie Arthur

    Mi complimento per il post.

    Volevo dirvi che conosco una persona che da anni frequenta corsi di scientology per “apprendere”. Sul lavoro debbo dirvi che non ha mai cercato di convincere nessuno, ma non fa testo, però poteva spendere molto più di me.

  18. quello che sto leggendo su questa setta è sconcertante anche se potevo immaginare. ho due miei famigliari che negli anni 80 anno frequentato a milano dei corsi in dianitics e ancora oggi ne stanno pagando le conseguenze, e credetemi veramente gravi.

  19. Purtroppo parlate senza conoscere….mi spiace per voi!Pensate con la vostra testa…non con il sentito dire…..magari poi ci capite qualche cosa,No?

  20. Poi se le persone sono oneste, lavorano ..qual’è il problema?in fondo è solo invidia…se fossero vere le cattiverie dette non esisterebbe più….ma già che continua ad esistere è un simbolo di garanzia!poi provare x credere…non ascoltare x criticare senza averci capito niente e far i saputelli..x due articoli di giornale letti.x me fanno bene a citare x diffamazione.in realtà difendono il loro diritto di religione.opgnuno è giusto che professi la sua..senza essere attaccato …e per lo più ingiustamente…

  21. da qualche mese a casa mia arrivano buste da questa associazione intestate a mio fratello, sono tutte sotto forme di lettera, scritte a mano, sembra ogni volta da diverse persone (es. Ciao sono Marco…./Ciao Sono Silvia), in cui chiedeno come va la lettura del tal libro e che lo aspettano nel loro centro!
    Sinceramente all’inizio pensavo fossero le classiche proposte pubblicitare….ma ora mi chiedo perche siano cosi insistente nello scrivere!Puo essere che mio fratello sia stato coinvolto in questa setta?O puo essere che hanno preso il suo nominativo da qualche parte e tentano l’Approccio”?

  22. Nel materiale di Hubbard non c’è nulla di pericoloso.
    Di pericoloso ci sono persone all’interno molto malvage
    e criminali che commettono reati, fanno esattamente
    il contrario di quello che imparano da Hubbard, poi
    si nascondono dietro Scientology.
    Chi indaga dovrebbe trovare prove certe, che assolvono Scientology come pratica, ed invece spediscano nelle patrie galere ce all’interno delinque
    e si nasconde dietro scientology.
    Il criminale non è un’idea, n pensiero o una pratica ma
    persone che con la loro condotta danneggiano il prossimo.

    Michele

  23. CONOSCO SCIENTOLOGY DA TANTI ANNI, HO LETTO
    E COMPRESO CIO’ CHE HUBBARD HA SCOPERTO, DAL MIO MODESTO PUNTO DI VISTA HA FONDAMENTO SCIENTIFICO. MI REPUTANO PERICOLOSO IN QUANTO SONO UN EX SOTTUFFICIALE DEI CARABINIERI.
    Dalla conoscnza giuridico-penale ricevuta nell’Arma io
    investigherei e acquisirei prove su persone che dall’interno delinquono, asolverei HUBBARD LO SCRITTORE.

  24. ATTACCANDO E GENERALIZANDO, DICENDO SCIENTOLOGY E’ POCO CORRETTO. CHI NOMI E COGNOMI PERSONE? QUESTO E IL PROBLEMA.

    LE PERSONE CHE SONO STATE LASCIATE DAI FAMIGLIA
    -RI, NON LO DEVONO AD HUBBARD O SCIENTOLOGY MA
    DI SICURO A GIOCHI SPORCHI CHE AVVENGONO ALL’INTERNO QUANDO NON SI APPLICA SCIENTOLOGY.
    Quando si configura un reato si persegue chi è reo dello
    stesso non una generalizzazione come ”Scientolgy ha fatto” . All’interno ci sono anche brave persone.

    PENSATE CHE HUBBARD DICE: UNA PERSONA CHE MOSTRA INTERESSE VERSO LA SUA FILOSOFIA NON E’
    PE FORZA UNA PERSONA CON SOLDI, MA DI SICURO CHE MOSTRA INTERESSE.

    MICHELE

  25. Come mai mi chiedo c’è così tanto ACCANIMENTO su quest’argomento… ??
    I testimoni di Geova non suscitano tante polemiche ad esempio…
    Non è che stiamo facendo come con GALILEO GALILEI, quando nessuno credeva che la terra girava attorno al sole?

    Purtroppo gli spiriti non sono tutti uguali, Scientology non è per tutti.. Andate da una scimmietta in madagascar, e ditegli che lei potrebbe migliorare ed essere veramente libera, e vedete cosa vi risponde…

    Salutoni.. ed imparate ad OSSERVARE, non ad ASCOLTARE…

  26. Ci sono persone che riescono a raccontare l’emozione come si cammina sulla luna, la gravità e tutte le percezioni annesse, e tante altre cose, eppure non sono mai state sulla luna, oppure non riescono nemmeno a leggere a fondo un libro di 600 pagine, figurarsi poi comprenderlo e tentare di mettere in pratica quanto è stato appreso, ebbene cosa sono queste persone? .

    Analfabeti, un popolo in crescita è il titolo di un articolo notevole su un giornale italiano. 36% di Analfabeti, un popolo in crescita in Italia. I risultati del sistema scolastico italiano è visibile da tutto il mondo nelle varie statistiche UNICEF UNESCO ecc…

    A leggere questa pagina, capisco solo che non tutti dispongono di una facoltà di vedere le cose in modo veramente empirico, senza farsi influenzare da altri interessi di imprese della farmaceutica o della pseudoscienza della psichiatria.

    Senza aver mai sperimentato Scientology, il giudizio è nullo, idem per coloro che sono stati espulsi o ex-membri, lo studio dei apostati e della loro sindrome.

    Per citarne solo uno, il prof. Bryan Wilson dell’Università di Oxford, uno dei più stimati sociologi contemporanei:
    “L’apostata ha generalmente bisogno di giustificare se stesso. Cerca di ricostruire il suo proprio passato per scusarsi di un’affiliazione precedente e per biasimare coloro che erano prima i suoi migliori amici. Non è insolito che l’apostata impari a ripetere una ‘storia atroce’ per spiegare come, per mezzo di manipolazione, trucchi, coercizione o inganno, egli sia stato indotto ad entrare in un gruppo che ora rinnega e condanna. Gli apostati, esagerati dalle stampa, hanno a volte cercato di trarre profitto economico vendendo le loro storie ai giornali.”
    “Gli studiosi sono giunti a riconoscere la ‘storia atroce’ come un tratto caratteristico dell’apostata e hanno concluso di considerarla alla stregua di una categoria di fenomeni riconoscibile”.

  27. Appello all’ UNESCO affinchè L’UNIVERSO INTERNETTIANO, LA RETE, IL DIRITTO ALL’ ACCESSO siano dichiarati PATRIMONIO UNIVERSALE DELL’ UMANITA’Di francesco miglino
    U N E S C O Al Direttore per lo Sviluppo della Comunicazione (IPDC) ABDUL WAHEED KHAN 7 Plase de Fontenoy, 75352 Paris 07 SP -France APPELLO ALL’ UNESCO AFFINCHE’ SIANO DICHIARATI PATRIMONIO UNIVERSALE DELL’ UMANITA’ L’ UNIVERSO INTERNETTIANO, LA RETE , IL DIRITTO ALL’ ACCESSO.
    Noi Donne ed Uomini abitanti della terra, avendo responsabilmente confrontato la qualità della nostra vita prima della creazione dell’ universo internettiano con quella di oggi, testimoniamo che la nostra vita è diventata più ricca, intelligente e partecipativa delle sorti della società e del globo che ora percepiamo come casa comune da gestire e proteggere perchè controllabile e raggiungibile in ogni suo angolo. Usciti dal nostro habitat, affacciati alla nostra finestra sul mondo, possiamo comunicare in tempo reale in modo bidirezionale e complesso, informarci, attingere ed allargare i nostri saperi, compiere operazioni logistiche che prima sottraevano tempo prezioso alla nostra quotidianità. Possiamo dichiarare in tutta coscienza che oggi, senza l’ universo internettiano la qualità della nostra esistenza sarebbe come quella di un uomo privato delle connessioni sinaptiche poichè e’ l’ universo internettiano il più formidabile ed organico acceleratore di consapevolezza con cui è possibile acquisire saperi, realizzare scelte coscienti, incontrarsi ed unirsi ad altri uomini che reclamano progresso, giustizia e diritti da ogni angolo della terra e che progettano la costruzione di una società evoluta, colta e libera. Le informazioni, prima affidate alla mediazione interessata dei possessori delle rotative, ora sono dirette e fanno luce con documenti probanti su problemi volutamente irrisolti e nascosti dal distorcente egoismo dei poteri dominanti. Da ogni angolo della terra sperduto e prima ignorato dove si pratica la violenza dell’ uomo sull’ uomo, le vittime possono spezzare la solitudine facendo giungere la testimonianza delle proprie sofferenze nell’ universo internettiano. E’ scientificamente provato che è stato l’allargamento della nostra corteccia celebrale a favorire una più organica ed evoluta organizzazione delle sinapsi del nostro cervello ed a permettere che il soddisfacimento dei bisogni fisiologici non avvenisse più con il ricorso alle pulsioni istintuali, affrancandoci dalla schiavitù della nostra genetica. E’ scientificamente provato che i miliardi di flussi sinaptici creati da miliardi di uomini che s’ incontrano nell’ universo internettiano allargano la circolazione delle idee e dei saperi e l’ uomo progredisce poichè liberato dalla schiavitù dell’ ignoranza, da limitanti pregiudizi localistici, brutalità censorie, avvilenti disinformazioni pilotate da interessi precostituiti spesso antisociali. Con la libera comunicazione nell’ universo internettiano neutrale ogni uomo può emanciparsi, aumentare i neurotrasmettitori cerebrali in modo proporzionale al numero di quesiti enunciati e risolti da risposte competenti donate in rete, stimolare l’ intelligenza creativa in ogni campo, approfondire esperienze diverse in luoghi prima irraggiungibili, confrontare pensieri e postulati seguiti da esaustive elaborazioni dialettiche e risposte congrue in tempo reale, accedere a banche dati, immergersi in variegate esplorazioni professionalizzanti con il conseguente aumento delle spine dendriniche e la creazione di nuovi punti d’ attracco per la connessione ed attivazione di altre cellule nervose. Il cervello umano è il paradigma dell’ attività sinaptica viva e palpitante animata in modo incessante da miliardi di connessioni di esseri umani che abitano e qualificano l’ universo internettiano, gli stessi che, pervasi da un gratificante rapporto empatico verso gli altri, determinano il flusso informativo qualificato e l’ offerta ad ampio raggio dei saperi favorendo il miglioramento della nostra specie con la crescita addizionale di neuroni e delle connessioni nella nostra corteccia celebrale. Oggi l’ uomo scopre che la qualità della propria esistenza è proporzionale alla conoscenza e si rende conto che solo i saperi lo svincolano da assuefazioni sociali primordiali e lo esortano a costruire un nuovo modus vivendi in cui prioritarie siano le scelte benefiche coscienti per il bene comune. Relazionandosi nell’ universo internettiano l’ uomo che incontra la generosità in offerte creative gratuite, acquisisce il rispetto degli altri ed abbandona gli impulsi distruttivi, intuendo che, liberandosi dagli istinti predatori e dal cinismo, si può convivere in armonia, razionalizzare l’ uso delle risorse, superare collettivamente la limitante lotta per il solo soddisfacimento dei bisogni elementari e, per la prima volta, sedersi collegialmente nell’ agorà universale a riflettere sul come organizzare il proprio destino. Nella storia di tutti i tempi mai l ‘ uomo ha creato un supremo e grandioso universo in cui immergersi svincolato finalmente da condizionanti ed opprimenti gerarchizzazioni sociali ed in assoluta libertà formarsi, esprimersi, rappresentarsi e realizzarsi facendo giungere il proprio apporto in ogni angolo del globo. Stabilito che l’ universo internettiano è bene comune come l’ aria e l’ acqua, creato dall’ uomo per il progresso dell’ uomo, chiediamo all’ UNESCO di proteggerlo da ingerenze e censure e di preservarne la neutralità dichiarando “PATRIMONIO UNIVERSALE DELL’ UMANITA’ L’ UNIVERSO INTERNETTIANO, LA RETE, IL DIRITTO ALL’ ACCESSO. Francesco Miglino presidente Comitato Promotore Via torelli viollier, 33 20125 Milano (Italy) http://www.erainternettiana@yahoo.it–erainternettiana@gamil.com

  28. мораль .. подписываюсь что я Миронов О.М. (г.р.1959 г.Москва) – крыса, идиот и кокаинщик !!!торговля весна 2008 Генрих “судебная практика” ЕРШОВ НИКОЛАЙ НИКОЛАЕВИЧ и КРЕТОВ ЕВГЕНИЙ ВЛАДИМИРОВИЧ 2012 окт. издательство бином. ..Олег Миронов известный пиздобол! суд ,Дремлюга – человек Фридрих:церковь Росрыболовство Какраки терракт приватизация Зенит Гайдар Медведев Месси партия Жизнь Мамы Глебова православие , Москва судостроение олигархи Нереальная политика НТВ плюс ! телевизор Дмитрий Быков с 10.12.2002г. – 01.07.2003г.. заместитель генерального директора Группы компаний Доброслав; Познер
    плюс к этому я Миронов О.М. мелкий воришка и фуфлыжник .

  29. Hi all!!!
    In clinical trials, the most commonly reported side effects were headache, flushing, and stuffy or runny nose. LEVITRA is available in 2.5-mg, 5-mg, 10-mg, and 20-mg tablets.!..buy now.
    Bye!!
    ____________________________
    [url=http://keppra.edgroup.be/keppra-1250-mg.html]bestellen generic[/url]

  30. Личное ; отвечаю что яОлег Михайлович Миронов (Москвич 1959 г.р.) говноблоггер, фуфлыжник и хуеплет . :)))Децл август 2011 Юлиан . (кретов а.н. апрель 2012) Июнь, Н.Н. Митрофан!!Сухой доброта Ленин рыболовство Курсантская юность музыка Яндекс еда Кудрин ДРЕМЛЮГА НТВ плюс АТФ Возраст Флот , книги фото , Алексей Навальный Масленица Банк “Северная Казна” . Стерлигов Россия с 15.07.2003г. – 04.06.2005г. – советник генерального директора ООО «ЖАСО-Полис». Чубайс ;
    Подитожу я Олег Михайлович Миронов трус и сука .

  31. Hi all!
    [url=http://increase-penis-girth.aldara.in/natural-ways-to-make-penis-bigger.html]increase-penis-girth.aldara.in[/url] Hi Tinmuning, thank you for your useful answers and suggestions. I’ll better ask around in the forums. [url=http://increase-penis-girth.aldara.in]online uk[/url] …generic info!
    Pa!!!!!

  32. Стандрик – официально подтверждаю что я Олег Михайлович Миронов (Москвич 1959 г.р.) пожизни обманщик, жирное хуйло и хуйло . :)))беспредел февраль 2013 Тихон ,крайний николай николаевич, кретов евгений владимирович, соматин Демид;Цунами минтай эмиграция спорт самолеты техника личное судостроение ОНФ Казахстан Чечня анекдот Грузия Германия Тиньков История Москвы мода враньё домашние животные %) Лытбыр Митинг с 29.03.2001г. – 15.05.2002г. – генеральный директор ЗАО «Балтицепром»; дума ;
    А также я Олег Михайлович Миронов 1959 жирное уебище и гнида .

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.