Si sbagg-lio mi korriggirete

Sotto dai, prova l’ebbrezza di infilarti nella stanza più bella del mondo, di rinchiuderti per il voto più importante che ci sia. Metti anche tu la scheda per il papa e dai una mano a fare la fumata bianca.
Funziona così: dai un nome nei commenti e, se ti senti ispirato, prevedi anche entro quanti giorni da lunedì verrà votato.
Per aiutarti nell’ingrato compito troverai qui la lista dei papabili con tanto di sito web.

Comincio io: stravince Raztinger al più tardi giovedì.

(Visited 73 times, 1 visits today)

50 Comments

  1. Quando udrai un fragor da cento cardinal
    Vicario del ciel lui sarà Ratzinger

    Severo difensore della fede non dà scampo
    Odia la paura non conosce la pietà

    Altolà falsità, fermati malvagità
    Su di voi avvoltoi c’è Ratzinger
    c’è Ratzinger…si!!!

    Con gli occhi puo’ incendiare
    un peccatore che va

    Quando tu soffrirai sotto l’imam Abù
    su dal ciel piomberà Ratzinger

    Col cuore fermo nell’immenso vuoto
    Va contro l’ignoto se lassù lo incontrerà
    Ama la castità i fedeli difenderà
    per la tua santità c’è Ratzinger

    Ratzinger Z
    Ratzinger Z
    Ratzinger Z
    Ratzinger Z

  2. Si trasforma in un pazzo mistico
    circuisce con mille prediche
    sui mass-media sprinta e va
    mangia libri già messi all’indice
    insalate di eugenetica
    la scomunica daraaaà
    Lui respira nell’aria fetida
    tra monarchi e ambasciatori
    ma un cuore umano haaaa
    Ma chi è? Ma chi è?
    Ratzinger Pope
    Ratzinger Pope…

  3. Sono apparso alla Madonna

    I had a dream… e sognavo che Carmelo Bene mi si presentava in abito angelico e bianco con quattro buste in mano. “Prendi la quattro”, mi esortava. Ed io prendevo la busta numero quattro. Dentro vi era il nome del cardinale che verrà eletto al soglio …

  4. Ruini. Prendera’ il nome di Papa Giovanni XXIV (cosi’, tanto per barare un po’ e confondere le acque). Verra’ eletto dopo lunghe lotte (estenuare l’avversario e’ la sua specialita’) venerdi 29 aprile.

  5. Claudio Hummes, e tengo Ivan Dias come backup. Ratzinger, stizzito, lascia il conclave mormorando “Ach!” fra sé e sé.

  6. per me ratzinger no di sicuro, ma temo uno che a lui possa piacere….

    i migliori però sarebbero martini o tettamanzi.

  7. Tettamanzi…perchè assomiglia a mio nonno.
    Il 22/04 perchè è venerdi, evviva il venerdi.

  8. Da ateo anticlericale che si è fatto seicento chilometri e quattordici ore di coda per porgere l’estremo saluto a Karol Wojtyla:
    “Ritengo che per la chiesa, così come la intendo io, il tipo Ratzinger farebbe bene, se invece il meglio per la stessa fosse nell’aggiornamento dalla 1.5.0.0. alla versione 2.0.0.5 un prete di frontiera sarebbe preferito, poi, però, non lamentiamoci se all’angelus domenicale, tra una quindicina di giorni, comincino a piovere preservativi dalla finestra pontificia e se tra quindici anni Novella 2000 d’agosto parlerà del Topless del papa.”

  9. Da un intervista che si può leggere sul sito di Ratzinger c’è questo simpatico aneddoto di cui non riesco a cogliere il significato:

    Eminenza, lei come prega, ha un santo favorito? «Prego direttamente Dio, con Lui è il mio colloquio. Direi che il santo al quale mi sento più legato è Agostino». Non San Giuseppe?, interviene a sorpresa la principessa bavarese (Thurn und Taxis sic.). «Certo» risponde prontamente Ratzinger «come dimenticare il compagno di Maria, il padre putativo di Gesù! Ma, a proposito di San Giuseppe, vorrei raccontarvi una storiella. Germania, gli anni del nazismo. A un certo punto si sparge la voce che in un istituto per bambini handicappati gli stessi bimbi sono stati abituati a sputare sulla fotografia di Hitler. La notizia è ovviamente falsa, messa in giro per eliminare i bambini malati. Ma le autorità vogliono vederci chiaro e i nazisti decidono di procedere a un interrogatorio nella scuola per controllare i fatti. Le suore sono terrorizzate. Il protettore dell’Istituto è San Giuseppe e un grande quadro che lo rappresentava è in bella vista nel refettorio. Una delle guardie si avvicina ai bambini. Mostra loro una fotografia del Führer e chiede loro: chi è costui? E i piccoli, senza ombra di dubbio, rispondono: “San Giuseppe”».

  10. Il brasiliano.

    eletto 21/4 perché è il complenno di mio marito (ateo, anticlericale e non battezzato).

    sì, non c’entra niente, ma quando si fanno le scommesse (o si giocano i numeri) si fa spesso riferimento a cose personali, no? :-)

  11. S. Giuseppe era l’unico ritratto che avevano visto in vita loro. Per loro ogni ritratto e’ S. Giuseppe. E’ una storiella nota in Germania.

  12. Christoph Schonborn, l’austria ha buoni rapporti con l’est europa, in questo raccoglierebbe parte dell’eredita di wojtyla, la faccia telegenica, a differenza dei sudamericani, regge l’udienza a bush, la centralità geografica dell’austria fa pensare che dirami meglio il vangelo che gli europei ormai disconoscono….e poi sarà che adoro klimt e sogno la sacher torte, anche se odio rex.

  13. Verso oriente troppo complicato, bene invece l’America Latina per il bacino d’utenza. Bergoglio. Lo si vorrebbe di salute malferma, perché s’ha da eleggere un papa transitorio. Ratzinger e Ruini no, hanno visi che spaventano i bambini. Immaginate uno di questi due che si avvicina a un piccolo per una carezza?

  14. Gabriel Zubeir Wako
    Arcivescovo di Khartoum (Sudan), è originario della tribù Belanda Bviri del Sud del Paese. È nato il 27 febbraio 1941,È entrato in seminario a dieci anni e ha ricevuto l’ordinazione sacerdotale il 21 luglio 1963, all’età di 22 anni.
    Nel 1963 ha iniziato il suo ministero sacerdotale come vice parroco a Kuajok; nel contempo ha ricoperto l’incarico di ispettore per l’Educazione religiosa cristiana nelle Scuole del “Gogrial District”. Nove mesi dopo la sua ordinazione, tutti i missionari sono stati espulsi dal Sudan meridionale ed egli è divenuto rettore del seminario minore della diocesi di Wau.
    Dal 1972 al 1974 ha ricoperto contemporaneamente diversi incarichi nella diocesi di Wau: vicario generale, procuratore, rettore del seminario minore, commissario provinciale degli scout e presidente dell’Associazione provinciale di pallavolo.
    Il 12 dicembre 1974 è stato nominato vescovo di Wau. Il 30 ottobre 1979 è stato promosso arcivescovo coadiutore di Khartoum ed il 10 ottobre 1981 è succeduto per coadiuzione a Khartoum. È un appassionato compositore di musica, soprattutto per uso liturgico.
    È diventato cardinale con il concistoro del 2003.

    Se ci vuole un papa che possa reggere il confronto con l’Islam come il precedente ha affrontato il comunismo questo è il migliore.
    Anche se penso sia una pia illusione la mia.

  15. Non ce n’è, vince Rivera Carrera al quinto giorno, come già ho scritto su Boney.
    E’ fondamentale, perchè accumunare di nuovo le parole “Rivera” e “Messico” tornerà a farci gridare: “RETE!” come il buon Nando Martellini.

  16. Io tengo per Ivan Dias, magari eletto il secondo giorno di conclave. Ma sbaglio, lo so già.
    Il nome del Papa potrebbe essere un Sisto VI, o un Paolo VII. Speriamo che abbia a cuore tutti, soprattutto chi non crede, chi è ai margini. Troppo facile curarsi di chi si professa cattolico praticante. Sogno un’apertura sui preservativi, e la riabilitazione piena degli omosessuali, distensione con l’Islam e la Cina…Sogno, appunto.

  17. Sarà un Conclave difficile perchè impossibile. I cardinali insorgeranno in una gigantesca rissa al decimo giorno, stanchi irritati ed isterici. Presurrizzati in luoghi a loro poco famigliari, cominceranno a scalpitare per tornarsene a casa loro, alle loro abitudini, ai budini ed alle minestrine. Sarà eletto il più improbabile ed il maggiormente terorizzato dalla pesante eredità. Al balcone balbettrà poche ed incomprensibili parole, meditando di buttarsi. Dopo 48 ore sarà ucciso.

  18. Maradiaga, che uscirà dalla porta santa su una Harley bianca con due grosse ali. Giovedì. E ci starà a lungo, se passerà indenne il primo mese.

  19. Ne resterà soltanto uno

    Ladies & genitals, domani si parte!

    Ebbene sì, mi rifersico al conclave, l’evento più importante dell’anno (sempre che non cada il Governo), che vedrà protagonisti ben 115 cardinali (due, porelli, non potevano venire perchè ammalati).

    Si co…

  20. Norberto Rivera Carrera.
    In lui vedo un giusto “colorito” che fa risaltare al meglio la veste bianca, e la papalina sul crine nero non sta poi così male dopo anni di papato canuto.
    Dopo il papa sciatore, il papa calciatore in jeans.

  21. Due triplette:
    subito: o Ratzinger o Ruini o Scola(ma ci potrebbe stare anche martini)

    verso gio/ve: o Arinze o Maradinga o Hummes

    my favourite: Schonborn perchè è quello che ha meno la faccia da prete,è esperto in filosofia e psicologia e per me conte, e dice sia un buon comunicatore

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.