Poi uno dice: “i Talebani”

Camillo, com’è noto, non ha i permalink, indi per cui sono costretto a riportare il capture di un apparente innocuo post apparso qualche giorno fa:

camillo-tshirt.gif

Ora, siccome siete gente sveglia, vi starete certamente chiedendo chissà stavolta questo dove vuole andare a parare.
Non voglio che veniate tutti a Nisida, no. Vi chiedo solo di visitare i due link riportati da Cristian Rocca: conducono a pagine web nelle quali si vendono online le seguenti t-shirt “neocone”.


Primo link
   
Secondo link

E fin qui va bene, ché un po’ di ironia non fa mai male. Poi sta ad ognuno pesare l’ironia col proprio personale bilancino, ma questa è un’altra questione (perché, detto tra noi, uno può anche divertirsi in modo più che lecito leggendo frasi tipo: Ho castrato il mio gatto, ora è di sinistra” o Un piano realistico per la pace nel mondo: una bomba nucleare sulla luna”).
Il problema è che lo stesso sito indicato da Rocca, ThoseShirts.com, commercializza una terza maglietta che meglio delle altre manifesta il pensiero neocone e, soprattutto, un’inquietante mancanza di umorismo:

“We should invade their countries, kill their leaders and convert them to Christianity.”

(Ann Coulter – September 13, 2001)

Letteralmente:

“Dovremmo invadere i loro paesi, uccidere i loro capi e convertirli al Cristianesimo.”

(Ann Coulter – September 13, 2001)

Altre perle dal medesimo sito di e-commerce fonte di ispirazione e matte risate per Camillo: una serie di varie immagini di pistole e la scritta Celebrare la diversità”; lo U.S. Armed Force Freedom World Tour” (che, inspiegabilmente, salta il Vietnam); Gli Hippy puzzano”, La prima regola per la sicurezza nel possesso delle armi: non farmi incazzare”, l’immagine dello Zio Sam che stritola un islamico corredata dall’invito Mandane ancora, Allah!” e, infine, Friggete Mumia (con tanto di gagliardo gioco di parole tra “free” / liberare e “fry” / friggere).

Ladies and gentleman, abbiamo appena trasmesso La rivoluzione democratica dei neoconservatori.


La sitodotata Ann Coulter protagonista della t-shirt, per la cronaca, è autrice del libro “Come parlare a uno di sinistra (se proprio devi)”, ed è stata eletta “Giornalista Conservatrice dell’anno”, premio conferitole “per la sua infallibile dedizione alla verità, alla libertà e ai valori conservatori e per essere un esemplare, in parole ed atti, di quello ciò che dovrebbe essere un vero leader”.

Analizziamo allora nel dettaglio, queste parole e questi atti:

“[Clinton] si masturba nei lavandini.”

(Ann CoulterRivera Live, 2/8/99)
“Dio ci ha dato la terra. Noi abbiamo il dominio sulle piante, gli animali, gli alberi. Dio ha detto: «La Terra è vostra. Prendetela. Stupratela. E’ vostra.”

(Ann CoulterHannity & Colmes, 20/6/01)

Ad un paralitico, vittima della guerra nel Vietnam:

“Sono state persone come lei che ci hanno fatto perdere quella guerra.”

(Ann CoulterMSNBC)
“Donne come Pamela Harriman e Patricia Duff dalla vita in giù sono praticamente come Anna Nicole Smith. Chiamiamole per quello che sono: puttane”.

(Ann CoulterSalon.com, 16/11/00)

Dopo la morte della principessa Diana:

“I suoi bambini sapevano che dormiva con tutti quegli uomini. A me pare esattamente la definizione per descrivere una «pessima madre»… Qui si sta per caso dicendo che è corretto ostentare sesso prematrimoniale di fronte ai propri bambini?… [Diana era] una persona insipida e patetica: io non ho mai avuto la bulimia! Io non ho mai avuto una storia extraconiugale! Io non ho mai avuto un divorzio! Per questo io non penso che lei sia migliore di me.”

(Ann CoulterMSNBC, 12/9/97)
“Io credo che si debbano istituire una prova di alfabetismo e una tassa, per permettere alle persone di votare.”

(Ann CoulterHannity & Colmes, 17/8/99)
“Io penso che [le donne] debbano poter essere ammesse nell’esercito, ma allo stesso tempo credo che vada impedito che possano votare.”

(Ann CoulterPolitically Incorrect, 26/2/01)
(Visited 91 times, 1 visits today)

50 Comments

  1. Il significato di “bring them on” è piu o meno: “mandane ancora”, “falli venire avanti” ed è una citazione di una frase pronunciata dallo stesso Bush in segno di sfida alla resistenza irachena, poco dopo la “fine” della guerra.
    http://www.usatoday.com/news/world/iraq/2003-07-02-bush-iraq-troops_x.htm
    Spacconata che ha fatto incazzare parecchi in america e soprattutto tra le famiglie dei militari dato che la sfida poi è stata effettivamente raccolta e, da allora, piu’ di 600 soldati americani hanno perso la vita nei vari attentati.
    Ora, io penso: un coglione è un coglione e che gli scappi una frase del genere è nell’ordine delle cose; ma che di un tale autogol ne facciano uno slogan proprio coloro che il coglione lo sostengono, ecco, questo è fantastico.

  2. Ooops… la maglietta “bring them on” in questione è quella raggiungibile dal link “riprenditeli su, Allah” che appunto ne è la traduzione imprecisa.

  3. …certo l’hai colto in castagna, Neri, ha citato un sito che contiene anche la terza maglietta, non c’è più serietà nel controllo delle fonti…

    …ann coulter ha vinto il premio quindi ora i neocon dovrebbero vergognarsi, invece nulla…

  4. Strano, visto il pensiero della signorina Coulter, che nella frase “Dovremmo invadere i loro paesi, uccidere i loro capi [*] e convertirli al Cristianesimo” abbia omesso il classicissimo [*] “stuprare le loro donne”

  5. Io vorrei conoscerlo il tizio che ha inventato il proverbio “L’abito non fa il monaco”.

    L’avete visto il capo che sfoggia la Coulter nella copertina del libro? Dice tutto, senza bisogno di virgolettati.

  6. Beh, la T-shirt più bella rimane sempre quella che ho visto una volta negli Stati Uniti… la tipica immagine dello Zio Sam con il dito puntato e lo slogan: “Unisciti all’esercito!!! Gira il mondo!!! Incontra un sacco di gente interessante!!! Uccidila!!!” :D

  7. Gianluca Neri come al solito sei disinformato. Non sai niente. Ritirati. Ann Coulter non è una neocon, è una conservatrice tradizionalissima, una paleocon, così come tu sei un bambinetto post-com. AC odia i neocon. Usa gli stessi argomenti che usi tu contro i neocon, dice che lei non è neocon perché “non è ebrea”. Peraltro l’ho scritto una decina di volte sul Foglio e perfino in un libro. Vai a fare le ricerchine. Ho scritto una decina di volte anche la frase di Ann Coulter pronunciata dopo l’11 settembre che per te oggi è una grande scoperta. Neri: la Coulter è stata licenziata per quella frase. Ed è stata licenziata in tronco da una rivista paleocon, la National Review.
    E’ rimasta disoccupata per mesi, non che me ne freghi niente, ma come la metti tu sembra che sia la linea ufficiale dell’America. AC da allora scrive solo per una misconosciuta rivista della California. Non sai niente. Ritirati. Fai sempre una figuraccia. Bush ha perso i dibattiti: 3 a 0.
    Io ho parlato più volte della Coulter, e me ne vanto, perché faccio il giornalista e perché i suoi libri nonostante sia una reietta arrivano ai primi posti in classifica e perché lei è un fenomeno e perché in America tutti parlano di lei. Ho sempre scritto che è una simpatica matta. Se tu leggi Repubblica e non ne sai niente, non è colpa mia.
    Quanto alla formidabile accusa di aver scelto due magliette da un sito che ne vende altre… be’, è come dire che tu sei uno stronzo perché su Macchianera si trovano molti link a Camillo, no?

  8. Dato che è la prima volta che sento nominare Ann Coulter non mi permetto di criticare la persona, ma se le frasi riportate sono vere, mi sembra che i suoi libri siano poco piu sensati del Mein Kampf, e che quindi anche Hitler quando li ha scritti si poteva definire un simpatico matto, anche Hitler ha avuto molto seguito.
    Ma si sa bene che imbecilli che prendono sul serio simili cose ci saranno sempre, e Rocca farebbe bene a prenderne le distanze, evidentemente avere gente come Calderoli in un Governo Amico rende molto piu comprensivi nei confronti dei deliri di intolleranza contro i presunti nemici.
    Ricordo solo che molta gente in Forza Italia diceva di ispirarsi alle idee di Karl Popper.
    Che, se ricordo bene non era proprio a favore del fanatismo intollerante.

  9. non credo che il christian rocca qua sopra sia quello vero: si prende per il culo da solo…
    ann coulter e oriana fallaci si conoscono? escono insieme?

  10. Questa Ann Coulter mi sembra di averla vista in un film porno con Nacho Vidal, forse in una produzione di Joey Silvera…
    Comunque i sostenitori italioti dei neocon americani sono l’ultima generazione di pezzenti dello spirito pronti a raccogliere le briciole cadute dal piatto dei potenti, facendo credere a chi li ascolta che si tratti di gustosi manicaretti. Ignorano che i neocon CI considerano letame, e sarebbero pronti a lasciarCI in mutande e usarCI come scudi umani quando anche questi moderni signorotti finiranno nell’immondezzaio della storia. Il problema è cosa si lascranno dietro.

  11. Ma non sarebbe meglio se ti chiamassi Macchiarossa? E la prossima volta che parli di Neocon o cerchi d essere piu’ sarcastico cosi che si capisca stai scherzando o ti informi bene su cosa sono, magari leggendo il libro di Rocca! Ah come piace ripetere a Camillo: i dibattiti kerry li ha vinti 3 a 0…con Putin adesso siamo 4 a 0

  12. Io comunque, qui lo dico e qui lo nego, apprezzo moltissimo Rocca, anche se lavora al Foglio, il giornale di quel movimento politico sconosciuto, diretto da giulianone-bettinone, e finanziato da Veronica.

  13. Con, in francese, significa due cose: come appellativo, detto a una persona, coglione; (“tu es un con”). Usato come sostantivo, significa fica (“vive le con”), come dalla radice latina (presente anche in spagnolo e inglese).

    Detto questo, chi parla di neocon, oggi, lo usa come dispregiativo, in modo non dissimile da chi negli anni settanta dava del “fascista” ad Aldo Moro. Ci si prende troppo sul serio a volte.

  14. Povero Christian!
    cercando funambolicamente di farci capire l’inesistente differenza da neocon a paleocon, si è dato la zappa sui piedi.. su su riprova…

  15. La Coulter è neocon o no? Formalmente avrebbe ragione Rocca, la Coulter si dichiara estranea a qualsiasi etichettatura, nella sostanza però ha ragione Neri, in quanto la stessa sostiene che i primi due punti della sua famosa invettiva “Dobbiamo invadere i loro paesi, uccidere i loro leader e convertire i loro popoli alla cristianità”. sono “diventati la politica ufficiale degli Stati Uniti”. Ovvero, a una differenza nominalistica si oppone una coincidenza sostanziale tra il suo pensiero e quello neocon.

  16. per una volta devo dare ragione a Rocca: se lo scopo di questo post era mettere in luce le boiate che disse la Coulter (che alcuni trovano divertenti, altri no) si poteva tranquillamente fare senza tirare in ballo camillo, o almeno senza tirare in ballo quel post di camillo (che c’entra zero).

  17. Che gli hippies puzzano credo non ci sia da discutere.
    La maglietta che indosso ora io è “Kill all Hippies”

  18. Il post più stupido della vita di Gianluca Neri. I commenti più stupidi della storia di Macchianera.

  19. che ANN COULTER sia una pazza furiosa non ci piove… (e fin qui sembra convenire anche ROCCA)

    bene… però ROCCA di lei scrive (prendendo le distanza ma sotto sotto godendo come un matto a riportare le sue frasi):
    – L’ORIANA d’AMERICA (per me bene, ma allora ROCCA pensa che anche l’orianona sia una pazza furiosa???)
    – [del libro tradimento scrive] Tesi forti, audaci, condite da una riabilitazione del senatore Joseph McCarthy e della sua caccia alle streghe comuniste.
    e poi: “E fa una storia, divertente e folle, degli ultimi cinquant’anni di politica americana.”
    e ancora: La vestale è Ann Coulter e il suo libro è stato già recensito un paio di volte dal Foglio. [strano per una folle no????]
    – [dell’aspetto scrive] Il tipetto è questo. E’ alta, bionda, magra, molto bella. E pesta chiunque si trovi di fronte. Ha la battuta prontissima e fa molta paura.
    – degli argomenti scrive: “E’ il diavolo”, “no è l’anticristo”. Ecco Ann Coulter, le spara grosse ma per me è fantastica [ahhh ti piace ehhh???]
    – e ancora: La più tosta, come al solito, è Ann Coulter, bella trentasettenne di durezza infinita.

    insomma CAMILLO HA UN DEBOLE PER LA COULTER anche se non è proprio NEO-CON DOC!!!!

  20. quante alle magliette…. è evidente il complesso di inferiorità di rocca che a trenta e qualcosa anni sembra già un nonno… lasciamogliele mettere, me lo vedo li la notte sul web che cerca la maglietta giusta per rimorchiarsi qualche red-neck neo-con paleo-con teo-con insomma basta che sia “con” e odi i liberal…
    [ma la maglietta giusta per rocca è: BUSH VINTO DIBATTITI 3-0 AUGH![DAVANTI] FERRARA INTELLIGENTISSSSSSSSSSSIMO [DIETRO]

  21. emmebi dimostra ancora una volta che se non sono stronzi al foglio non li prendono…

    milioni di volte meglio un hippy di un markettaro, producer, account, ecc!!!

  22. non si capisce quanto ci fate o ci siete.
    La dominatrice Ann Coulter non è un prodotto insano di un’ideologia politica, ma dei media e della società dello spettacolo. Dove conta trovarsi una nicchia e far parlare di sè (e della propria immagine) il più possibile, indifferentemente dalle idee e dai valori che esprimi.
    Miss Coutrer ha trovato la sua miniera e la sfruttando bene mediaticamente.

    Il signor Rocca sembra crederci, o forse no ma ce la vuole raccontare come vera. Spera forse di essere anche lui un giorno soggiogato a lungo dalla biondona del Connecticut in lacci di cuoio.

    Fa molta tenerezza leggere questi neo-coni neo-liberisti neo-vecchi dare lezioni al mondo da un giornale che esiste solo grazie a contributi statali.

  23. Nel giorno di 105 morti “sbagliati” c’è poco da gasarsi, cari amici multinazionalsocialisti…

  24. ed eccoci tutti a litigare per delle T-Shirt…uno dei segni dell’impossibilità tutta nostrana di identificare gli argomenti veramente seri.

  25. In un mare di stronzate l’unico che ha detto una cosa buona è Pius nell’ultimo post.
    Il declino della sinistra si vede anche dalle piccole cose, come questa.

  26. certo che bisogna proprio essere coglioni per NON CAPIRE (o fare finta) che cosa rappresentino le magliette e quelle scritte…
    vedi alla voce dito e la luna…

  27. Non capisco perchè fondamentalmente le magliette dei neocon facciano così scalpore, mentre nessuno abbia speso mai una parola sul fatto che nel mondo ci sono bambini che indossano magliette di Che Guevara, oltre che ovviamente adulti, i quali considerano questo terrorista e assassino una sorta di grottesco idolo. Domani vedremo chissà, magari qualche giovane con magliette di Bin Laden, perchè potrebbero all’improvviso divenire cool, oppure di Hitler, perchè no… Infatti chi vede in Che Guevara un liberatore e un salvatore, potrebbe vedere in Hitler un vegetariano difensore degli animali e che voleva combattere la disoccupazione… Vergogna, vergogna, vergogna.

  28. Coulter neocon supercon, dietrocon, poco importa che “con” e’, quello che importa e’ che le assurde stupidità (che nella loro estremizzazione fanno scalpore in un mondo che nulla più scuote)trovano degli imbelli che per il fatto di poggiare una penna su un foglio pensano di poter emulare la strenua paladina delle castronerie a pagamento, propagandando e spacciando per verità le stupidità di cui sopra. Altro strano refuso Che Guevara terrorista??? A te si e’ per caso terrorizzato il cervello? La storia leggila non fartela raccontare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.