Imbecilli allo sbaraglio

Quando pensi di aver visto il fondo dell’umana idiozia e cattiveria, qualcuno sposta il limite.

Ricevo, e non con grande entusiasmo pubblico:

Scusa se ti disturbo, volevo solo informarti che la tua foto e la tua email sono finite su un numero incredibile di siti, diciamo non propriamente “per bene”.
Ho letto il tuo blog, e mi è parso di capire che non sei una persona che puo aver messo “annunci” più o meno spinti su certi siti decisamente particolari.
Non giudico la scelta delle tue inserzioni per incontrare persone nuove, ma certi siti che io per lavoro gestisco ti vedo protagonista di annunci veramente hard. La mia impressione è che ti stiano giocando un brutto scherzo.

Alla faccia dello scherzo.
Qui si sta parlando di gente che usa la mia e-mail e la mia faccia per mettere annunci illegali, che potrebbero costarmi un’accusa per adescamento. E se agli insulti, alle cattiverie e ad altri sfoggi di frustrazione e stupidità una è abituata, cercare di espormi a una denuncia penale per motivi che a me sono completamente ignoti mi pare un gesto fuori da ogni grazia di Dio.

La cosa più patetica è che mai nella mia vita mi sono trovata faccia a faccia con uno qualsiasi di questi buontemponi. Si guardano molto bene, questi vendicatori dei miei coglioni, dal venirmi a dire in faccia quanto poco mi gradiscono, quanto mi odiano, quanto vorrebbero vedermi morta o altro di altrettanto gradevole. Stanno lì nell’ombra, perché quella bella invenzione che è il proxy li mette al riparo da qualsiasi ritorsione. Che in questo caso potrebbe essere ben più pesante che un paio di calci nel culo (che volentieri assesterei con le uniche scarpe a punta in mio possesso, mettendoci anche il rinforzino di tacco).

C’è cattiveria e stupidità in giro, a pacchi. E a volte ti puoi difendere, a volte no. Bisogna conoscere la persona dietro il blog per sapere che non può essere lei a mettere annunci pornografici o adescatori in un sito ai limiti della legalità. Che ne sanno i pornowebmaster d’Italia di chi sono io, nel senso di io come persona al di fuori di quello che scrivo? Con che autorità possono decidere di cancellare messaggi che in apparenza arrivano da me?

Niente.
Nessuna.

(Visited 45 times, 1 visits today)

50 Comments

  1. che vuoi, gli inconvenienti di essere una blogstar… sì, forse preferivi apparire su novella 2000….beh, sarà per la prossima volta. Oppure diventa un B-Blog, non avrai problemi.

  2. Bellobello, non sapevo che essere una “blogstar”, come amate tanto definirmi, fosse un crimine punibile con questo genere di rappresaglie.

    Ma forse lo è per i poveri stronzi come te, che pensano che chiunque non sia al loro livello (anellide) debba essere colpito.

    Ti mando a cagare con un certo gusto. Te e tutti quelli che condividono il tuo punto di vista stupido e meschino.

  3. Cara Giulia, vedo che il senso dell’ironia proprio ti manca. E che sopratutto non hai neanche la capacità di riflettere su quello che leggi, altrimenti avresti capito che s’intendeva dire che chi è “popolare”, è disgraziatamente per lui esposto a questo genere di cose. Ma visto anche lo stile nella tua risposta , evidentemente ti avevo sopravalutata. Sei solo una poveretta.

  4. Giuliabella, non farti il sangue troppo cattivo, che purtroppo la tecnologia apre a varie forme di inconvenienti, e figurati se i coglioni non ci sguazzano a loro agio! quanto scommetti che a giocarti questo scherzetto è qualche maschietto che si sente tanto figo, anche qlcn di quelli che hanno un fighissimo blog, sai quelli che si credono gli stalloni della blog nation, i patentati dell’eiaculatio precox, i fenomeni da cui puoi sentirti dire: “clitoride…clitoride…ah si, una pianta rara della foresta del Borneo! certo che lo sapevo”. Prendi provvedimenti eliminando messaggi e foto, ma temo che per il resto nessuno è immune al 100% da questi cialtroni idioti che devono pur far passare la nottata dopo che si sono “consolati” nel kleenex davanti al filmino scaricato dalla Malesia a 50$ il minuto. Se invece è qualche donna invidiosa…oddio, non c’è neanche la scusante della comprovata inferiorità dell’intelletto maschile. Quelle sono ancora più pericolose. Tu dagliela su e sta serena! baci solidali
    Avrò generalizzato troppo? ;-)
    Leggendo bellobello direi di no…

  5. Che posso dirti? Tutta la mia solidarietà, e, anche se non ho il 46 e per certe cose ormai c’ho n’età, sui calci piazzati ancora me la cavo. Se servisse un piede…

  6. trovo che la chiosa ‘un tanto al chilo’ sia un po’ abusata

    tra l’altro, c’e’ qualcuno che sa cosa cazzo significa?

  7. Un’orda affetta da “tastierite” acuta si è persuasa, grazie all’avvento della tecnologia di massa a prova di idiota, di avere affinità elettive con l’arcangelo Michele.
    Tale orda, con cyber spadone fiammeggiante, individua i sui bersagli a random. Basta avere una mail pubblica per essere trasformati in personaggi pubblici.
    Non facciamoci illusioni, però. Non attribuiamo all’orda competenze che non ha. Non sono le moderne telecomunicazioni in loro possesso a renderli differenti dai signori che scrivevano letterine anonime più o meno fastidiose.
    Ogni organismo ha al suo interno dei parassiti e anche se non è di alcuna consolazione, in quest’epoca i delatores sono il termometro della fama.

  8. ogni giorno leggo molti blog e non commento mai perchè mi sembra di voler entrare senza invito nella vita di chi non conosco personalmente.
    oggi faccio un’eccezione e, commentando, voto contro l’imbecillità.
    stefania

  9. Dai, non te la prendere (Giulia), prendi il lato positivo del fattaccio. Un sacco di curiosoni saranno andati sul tuo Blog con tanto di sfregamento di mani, ripeto m-a-n-i, dicendo con voce impastata “vediamo un po’ sta GGiulia comm’ è” facendo schizzare i contatori del tuo sito !!!

  10. ecco, il mio sogno è quello di incontrare qualcuno, casualmente, che così, per fare un po’il figo, mi racconta che lui i soldi con Internet ha imparato a farli grazie all’installazione abusiva di Dialer, vendendo fotografie ed email di ignare ragazze a siti porno, a messaggerie, ai cuori solitari, uno di quelli che ti invade di banner e robaccia simile che non se ne va senza spegnere il computer, che ti fa spendere centinaia di euro per riparare il computer invaso da virus… che goduria sarebbe.
    Chiunque leggendo questo post si riconoscesse in quel genere di parassita, sappia, che la vendetta lo attende, tremenda, quando meno se lo aspetta.

    firmato il Virus Giulia e i suoi derivati

  11. “Qui si sta parlando di gente che usa la mia e-mail e la mia faccia per mettere annunci illegali, che potrebbero costarmi un’accusa per adescamento.”
    A quelli ironici un tanto al chilo, a quelli che invidiano il contatore del sito deve essere sfuggito questo passaggio: il rischio di una denuncia, o di finire in una qualche lista sulla prima pagina di Libero et similia, magari per la denuncia dello stesso meschino personaggio che ha avuto questa bella pensata.
    Immagino che il meschino in questione ne abbia tratto una qualche soddisfazione, immagino che tragga ulteriore soddisfazione nell’essere unanimemente (perchè nessuno non è d’accordo, vero ?!) considerato quello che appunto è, e non il furbo che crede di essere, ovvero qualcosa che di solito scorre nella fogna.
    Parimenti gli auguro di subire le stesse attenzioni che lui ha dedicato a Giulia.
    Alla quale, come Freccianera, esprimo solidarietà, non potendo fare altro.
    Il forse unico aspetto positivo di questa vicenda è che, di sicuro, l’imbecille in questione se ne starà ben lontano da ogni forma di socializzazione sul web…

  12. Giusto per chiarire: non sono dalla parte di chi ha fatto questo scherzo alla maleducata blogstar, scherzo che non trovo neanche divertente, più che altro perché banale e scontato. Mi rendo conto che a nessuno piace perdere il controllo di cio’ che riguarda la propria persona, ma se qui tutti voi siete così sconvolti dall’aver scoperto che possono succedere queste cose in rete, dove il copia e incolla impera, allora vi invidio veramente. Vivete in un mondo dove i problemi sono di questo tipo, cioè fondamentalmente cazzate. Io vivo in un altro, sfortunatamente per me, dove, mi permetto di dire, credo che i problemi siano più seri. E questi vostri “problemi” per me, come per tanti altri, sono solo cose su cui scherzare su. Molto istruttivo è stato comunque leggere i vostri commenti, ai quali, uno per uno, avrei volevo replicare, preso da un moto di stizza nel vedere giudicare e mettere alla berlina in base a quattro parole in fila né offensive al massimo scritte per riderci su, e avrei voluto anche offendere, sì, che il tono era quello. Ma a che pro, visto che mi sembrate granitici nelle vostre misere convinzioni. Però, con che facilità usate termini tipo “stronzo”, “schifoso”, “imbecille”, “cretino”; forse per voi sono terminu di uso comune, per me sono insulti. Ho notato pure che in alcuni punti qualcuno ha pensato che io potessi essere l’autore dello scherzo; mi dispiace non ho tempo da perdere con questi scherzi idioti (blogstar maleducata, ma chi ti conosce? anzi, visto che tu comunichi ad un altro livello, ma chi te se incula?). Comunque care damine di san vincenzo, voi che benpensate, che siete così vicini alle persone emarginate, ma che non prendete la metro per non sentirne la puzza, che andate a trovare l’amico malato in ospedale, ma evitate di pulirgli il culo perché non è igienico, che pensate con la lacrimuccia a quelle povere simone che però, certo, se la sono cercata, e che vi indignate perché qualcuno ha preso una foto, pubblicata, e l’ha messo in annuncio hard, a tutti voi cari miei benpensanti dico: ma andate a cagare! A proposito avete firmato per i referendum? o questo non è importante? O questo riguarda altri, non voi? bravi, così si fa, che ve frega, cazzi loro.

  13. Penso che certi siti siano un po’ come un’enorme parete di cesso aperto a tutti sia in lettura che in scrittura, dottoressa. Spero che questi inconvenienti non la facciano desistere dal continuare col suo blog.
    Noto, da un certo po’ di tempo, una sua difficolta’ a gestire il dualismo scrittrice famosa – persona vera.
    Resista. Sarebbe un peccato.

  14. “Bellobello, non sapevo che essere una “blogstar”, come amate tanto definirmi, fosse un crimine punibile con questo genere di rappresaglie.

    Ma forse lo è per i poveri stronzi come te, che pensano che chiunque non sia al loro livello (anellide) debba essere colpito.
    Ti mando a cagare con un certo gusto. Te e tutti quelli che condividono il tuo punto di vista stupido e meschino.

    Bellobello, meglio poveretta come me che cretino come te. Tu e la tua ironia un tanto al chilo.”

    Lo stile. E’ lo stile, che colpisce – quello che fa l’uomo e, ipso facto, la donna.
    Ha ragione, la sora Giulia – ne ha da vendere (purtroppo solo in metafora) – e chiunque è tenuto ad essere solidale con lei. Potrebbe allora, a fronte dell’impudente ironia di un anonimo commentatore, andar giù pesante, lanciargli epiteti del tipo: “sciagurato, bricconcello, teppista, screanzato ….”.
    Lei no, è una signora; dei nostri tempi, ma sempre signora. E come tale, forte dell’olimpionica scuola italiana, lei tira di fioretto.
    E’ superiore, lei, non si mischia alla massa dei poveri stronzi, stupidi, meschini e cretini. Potrebbe, dall’alto del suo aureo trono neurosinapsiale, inondarli di coproinsulti – ma no: il cuore non le manca – lascia trapelare due coglioni da mammuth – e però la superiore educazione di un qualche liceo buono (cantato o no da Venditti) le impedisce di scivolare nel battibecco da pescivendola.
    Lo stile, appunto.
    L’importante è esagerare.

  15. bellobello, vedo con piacere che tu invece sei uno di quelli che “la vita dura sa cos’è e tutti gli altri sono merde!”. Il tuo si che è un punto di vista maturo…
    Io stamattina ad esempio ho il problema se comprarmi le scarpe scamosciate o il twin set di cachemere, perchè il papà non ha sganciato molto questa settimana. Sii empatico, plz, anche questi son problemi…Cerca di essere un po’ meno astioso, almeno Giulia aveva lo scotto della brutta sorpresa come scusa per usare termini un po’ incazzerecci!

  16. alakaluf, a me sembra che sia proprio nello stile che e’ scivolata Giulia.
    massima solidarieta’ verso di lei, ovviamente, e massimo disprezzo per chi ha fatto questo scherzo da seconda media (con una certa leggerezza per via delle -sia pur teoriche- implicazioni legali ai danni della vittima).
    pero’ inviterei tutti a respirare 10 volte e poi rileggere il commento iniziale di bellobello, e poi chiedersi se davvero fosse cosi’ tremendo.
    ok, Giulia puo’ essere giustificata dall’essere ancora un po’ upset (non ricordo piu’ la parola italiana, scusate) dalla brutta sorpresa. pero’ leggere una sua ammissione di aver leggermente esagerato sarebbe un atto un po’ piu’ di stile…

  17. Non mi rimangio un accidente.
    Il sig. Bellobello può fare del gran benaltrismo, se crede. Ma ha fatto un commento cretino, superficiale, sciocco. E ogni tanto un “vai a cagare” ci vuole, altro che stile.

    E qui mi verrebbe una chiosa molto poco politically correct, ma sono, banalmente, contenta per la liberazione delle Simone.

    Per cui, affanculo.

    Ah, FYI: dai Carabinieri ho avuto conferma che se la cosa si ripetesse, può partire una causa civile che al webmaster in questione cava anche la pelle del culo.

  18. “cava anche la pelle del culo.”
    Per esprimere la felicità ne conoscevo tante di espressioni, tipo “yuuuuuuuu!!!!! porcapaletta! ziocane che culo! …….”
    Ma cristalline ed emotivamente pregnanti come quella sopra, mai.
    Grazie, Giulia: c’è sempre da imparare dagli scrittori.
    Dalle scrittrici, poi…..
    P.S. psycho, tiralo anche tu il fiato per 10’ e poi rileggi il mio commento

  19. Giulia Blasi. La persona che davanti a qualsivoglia scherzo cretino (oggettivamente si tratta nè più di nè di uno scherzo cretino, più che altro perchè banale, noioso e infantile come ricordato sopra) non sa fare di meglio che (1)frignarne in pubblico e (2)chiamare i carabinieri.

    poverina,giuliablasi. vittima di una famiglia che l’ha viziata, suppongo. me l’immagino. ogni volta che la compagnuccia di classe nel banco dietro alle elementari le tirava i capelli, lei andava dalla mamma a frignare. e la mamma, stizzita e inviperita che le toccasero la Preziosissima Figliuola lanciava anatemi all’incolpevole maestra.

    poverina,giuliablasi. incarnazione del “lei non sa chi sono io!”

    (ma quando lei ha pensato di acquistare una connessione internet, cosa pensava di trovare? il paese dei balocchi?)

  20. Caro Bruno Nulla, tutti noi – chi prima, chi dopo – quando siamo approdati in internet, abbiamo sperato non diventasse il rifugio né di repressi vendicatori mascherati pronti a sfogare oltre lo schermo le frustrazioni della propria vita privata, né di persone disposte a giustificarli e prendere per i fondelli chi ne fa un uso corretto.

  21. …e aggiungo una cosa. E’ come quelli che dicono: “Beh, si lamenta anche se l’hanno stuprata? Certo che se va in giro con quelle minigonne, che pretende?”.

  22. Oppure come quelli che dicono: “Gianluca Neri subisce – e denuncia –becere e infantili aggressioni da parte di quei bastardi dell’OCE?
    Ben gli sta, visto che proprio lui li aveva un tempo aizzati contro la Morandi”.
    O, sia ben chiaro: io c’entro niente e non voglio essere messo di mezzo. Si faceva tanto per fare una didascalia per Brullo Nullo (bel nickilista, questo, eh?).

  23. Alakaluf, non ho capito il senso del tuo ultimo commento

    non e’ che io debba capire tutto, pero’, se ti spieghi magari…

  24. non dico che giuliablasi non debba averne a male per quanto successo. dico che il suo modo di reagire è altrettanto infantile dei burloni che l’hanno colpita. una persona con un minimo di autoironia ci fa due risate sopra, lo racconta ai colleghi al caffè, e bella lì. lo butta sul blog magari con un minimo di ironia. una persona matura sicuramente non ne fa questo piagnisteo del tipo “visto? sono TANTO CATTIVI là fuori. TUTTI ce l’hanno con me. e solo perchè sono bella (?),brava (??) e famosa! (???)”

    la storia dell’accusa di adescamento poi è palesemente ridicola.

    infine credo che una volta che metti la tua vera faccia e il tuo vero nome in pubblico su un mezzo come internet, beh, devi assumertene la responsabilità. non è tanto come la questione minigonne-stupro. tanto come sapere che se esci col freddo vestito scoperto ti prenderai un raffreddore,prima o poi. personalmente ritengo ridicolmente ingenuo mettersi su internet con un blog con nome e cognome e foto. è come dire “ecco,questa sono io e questa è la mia vita. fatene ciò che volete” (anche se uno non lo pensa). suppongo che ora anche giuliablasi inizi a comprenderlo.

    poverina, giuliablasi.

  25. Certo perchè è normale per uno che mette le foto in rete ritrovarsi come sfondo per annuci porno.
    E’ normale avere un blog (che per quanto riguarda è come avere una penna bic o un motorino) e solo per il fatto di essere in vista beccarsi insulti e reprimende da parte di idioti che si divertono a fare i lanceri dei diseredati e nemici della mediocrità non si capisce dall’alto di quale investitura.
    Perchè è molto facile farsi notare sparando merda sugli altri invece di avere delle cose da dire. E’ molto facile fare il figo ed il “cavallo pazzo” sulla pelle degli altri.
    L’unica cosa che spero è che qualcuno prima o poi riesca a farti capire che, caro mio, coglione eri e coglione rimani.
    e basta.

  26. “Certo perchè è normale per uno che mette le foto in rete ritrovarsi come sfondo per annuci porno.”

    s i. purtroppo,per carità. (e se non lo capite ancora, vuol dire che siete veramente piccoli e ingenui)

    “E’ normale avere un blog (che per quanto riguarda è come avere una penna bic o un motorino) e solo per il fatto di essere in vista beccarsi insulti e reprimende da parte di idioti che si divertono a fare i lanceri dei diseredati e nemici della mediocrità non si capisce dall’alto di quale investitura.”

    s i, è normale. talmente normale che mi imbarazza doverlo spiegare. nel momento in cui X diventa personaggio in vista, X diventa per definizione potenziale bersaglio. ci sarà sempre un Y a cui X sta sul cazzo (a torto o a ragione, questo è tutto un altro paio di maniche) e che lo dirà/esprimerà nel modo che egli ritiene (giusto o sbagliato, questo resta un terzo paio di maniche).

    è proprio questo che voi, abitanti del villaggio dei puffi catapultati nel mondo reale,non volete capire. non sto dicendo “fanno bene/fanno male”. sto dicendo che è così, e che anche se sarebbe meglio non fosse così, c’è poco da fare (perchè se avete una vaga idea di come funziona internet, capite subito che c’è veramente poco da fare).

    e sto dicendo anche che giuliablasi se la prende un pò troppo e in modo un pò troppo stupido, per essere maggiorenne e vaccinata.

    riguardo al resto, buon colas, mi spieghi cosa c’entra? e a chi/cosa ti riferisci? grazie.

  27. (senza contare che sentire la propria dignità seriamente lesa da qualche annuncio porno fasullo -di che genere poi? mi piacerebbe saperlo- e poi pensare di essere dei giovani brillanti dalla mente aperta nel 2004 mi sembrano due cose in vago contrasto. vago,eh.)

  28. Giulia scusa, ma tu questi annunci li hai visti con i tuoi occhi? Non è che lo scherzo, molto più perfido e sottile, è nella mail che ti hanno mandato?

  29. Possiamo invocare la “semplicità quasi naif” della Giulia, che si è (credo) sinceramente ritrovata spiazzata da un numero come quello accadutole.
    Possiamo prendercela perchè esistono gli stronzi e i cretini.
    Possiamo pensare che i nervi è facile che saltino quando si viene attaccati sul personale.

    Però tutto sommato, la povera Giulia mi fa tenerezza e compassione : se fosse successo a me (ma non mettendo nè foto nè nome in giro, almeno per quanto possibile, non credo accadrà mai), mi sarei altrettanto risentito.
    Anche perchè non è un mero scherzo idiota, ma ha della premeditazione, in quanto non hanno semplicemente preso la sua foto ma l’hanno associata al suo nome e volutamente inserita in siti porno o similia.

    Un pò come quegli scherzi che capitano al telefono : ti chiama uno e comincia a mugolare o a offendere per telefono. Vabbè, chissenefrega. Riagganci e via.
    Ma se uno chiama e dice : “XXXX, sei una troia, vorrei venire a casa tua in via YYYY e fotterti in continuazione” dove XXXX e YYYY sono proprio i tuoi dati … beh, è un tantinello più inquietante e fa anche più incazzare …

  30. OT.
    giamluchino bello (una volta sola), a scanso d’equivoci – ‘chè ti so facile ad inarcare il sopracciglio quando viene turbata la tua atarassica serenità: io con quelli di OCE (scusa se cito, ma Tarzan lo fa) nulla ho a che spartire. Loro sono brutti, sporchi e cattivi; figli di un dio minore (scegli tu quale, magari un Martino, non dio della Guerra, bensì della Difesa).
    Io sottovoce ti invito a non essere con loro né pio né clemente, ma a metterli in croce.
    Io spartirò con te le loro vesti, fossero anche solo quelle tipografiche – e me la spasserò con la Maddalena, sperando che gli americani non rompano i coglioni.

  31. Alakaluf

    tu o sei un coglione o sei un genio

    propendo per il coglione, ma mi posso sbagliare

    oppure sei Jena e allora ciao, come stai?

  32. alakaluf, ho cercato di trattenere il fiato per 10′ e stavo andando in apnea (io parlavo di respirare profondamente per 10”, invece…). comunque, ho riletto il tuo commento. e ho letto quello successivo. e direi che sei veramente un leccaculo.
    aggiungo di nuovo la solidarieta’ a Giulia e il disprezzo a chi ha fatto lo scherzo, perche’ se no non si capisce che e’ ovvio e mi si accusa di essere un giustificatore di cretini.
    ah, Giulia, non temere, i miei amici avvocati sono tutti concordi nel dire che anche se tu fossi denunciata per adescamento non esisterebbe nessun giudice in Italia cosi’ imbecille da arrestarti (e probabilmente ce ne sarebbe abbastanza da condannare il tuo denunciatore a pagarti le spese processuali). quindi stai tranquilla. non-hai-nulla-da-temere. e’ solo uno scherzo cretino.

  33. Amletico M, che devo spiegare? trattavasi di similitudine parodiante quella di Neri, mutuata dal battibecco apparso-scomparso nei giorni precedenti e dal post ‘repetita juvant’.
    Un bonario “chi la fa, l’aspetti”.tto

  34. Coglione e leccacelo: giornata guadagnata ….
    Sapete che vi dico? W LE DONNEEEEE!!!!!
    specie una, non giovane, na carina.
    E in tema: perché una che si chiama giulia blasi suscita tanto sarcasmo e aggressività nei suoi confronti? cos’è che la rende così appetibile? perché tutti ce l’hanno con lei?
    scusate, ma sono un coglione.
    A me pare tanto intelligente, raffinata e sensibile – e, se leggo bene tra le righe, pure ‘na bella gnocca. Perché vi accanite così?! siete solo dei rosiconi, magari scornati perché non ve la dà.
    Cattivi!
    (scusate, sono leccacelo).

  35. si’, sei “leccacelo”.
    da parte mia, per quel che vale, posso assicurare che a parita’ di post avrei scritto gli stessi identici commento chiunque ne fosse l’autore.
    tu puoi dire altrettanto?

  36. Vedo che c’è semper posto, su Macchianera, per un Imbecille Pride… basta fischiare e i capipopolo della cretineria arrivano immantinente.

  37. psycho, perché giulia blasi ce l’ha con te e tu ce l’hai con me?
    Io non ce l’ho né con te né con lei, sennò che minchia di leccaculo sarei?
    Lasciatelo però dire, psycho: come capopolo della cretineria c’hai il tuo fascino.
    Che donna, la Giulietta degli spiriti!

  38. alakaluf, non credo che giulia blasi ce l’abbia con me.
    perche’ se davvero ce l’avesse con me, dato il tipo di discorso che ho fatto, allora meriterebbe solo una pioggia di fanculi.
    ma non credo ce l’avesse con me. nel caso, lo dica.

  39. ma leggere ‘ste cose è come fare il pendolare che ti siedi in treno e sei stanco e stai tornando a casa e trovi un gruppetto di amichette di ritorno dallo shopping e incominciano a parlare parlare parlare e io allora penso ma perchè si riempiono al bocca di ‘ste michiate e poi se sono in giornata pessimista lo prendo come un segno della fine dei tempi e del declino della civiltà ma che forse la civiltà e sempre stata declindando (forse migliorava un po’ solo dopo il peggio ad esempio quando i partigiani liberarono alba prima dell’arrivo degli angloamericani, ma è durato poco il miglioramento) e mi sembra che non ci sia speranza che le cose miglorino se la gente è questa e non sono loro (anche voi) che fanno schifo e che perdono tempono in frivolezze allora è solo che il mondo è tanto sbagliato che sono loro ad essere dalla parte giusta e io un reazionario?

  40. ma leggere ‘ste cose è come fare il pendolare che ti siedi in treno e sei stanco e stai tornando a casa e trovi un gruppetto di amichette di ritorno dallo shopping e incominciano a parlare parlare parlare e io allora penso ma perchè si riempiono al bocca di ‘ste michiate e poi se sono in giornata pessimista lo prendo come un segno della fine dei tempi e del declino della civiltà ma che forse la civiltà e sempre stata declindando (forse migliorava un po’ solo dopo il peggio ad esempio quando i partigiani liberarono alba prima dell’arrivo degli angloamericani, ma è durato poco il miglioramento) e mi sembra che non ci sia speranza che le cose miglorino se la gente è questa e non sono loro (anche voi) che fanno schifo e che perdono tempono in frivolezze allora è solo che il mondo è tanto sbagliato che sono loro ad essere dalla parte giusta e io un reazionario?

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.