Di come venni a conoscenza del mio nuovo lavoro e di quello che seguì…

GnuLIBEROPrime ore del 26 luglio 2003. Apro Gnueconomy cliccando sul link dal mio sito.
www.gnueconomy.net
Piccola pausa e vengo reindirizzata a gnueconomy.clarence.com.
Umh. Cosa sta succedendo? Sbircio un po’ in giro.
“theGNUeconomy, in quanto sezione di Clarence, è da oggi raggiungibile esclusivamente attraverso l’indirizzo

gnueconomy.clarence.com”
Questo avviso è scritto nella colonnina a destra, in alto. Non lo avevo visto prima. Icq è aperto. Controllo la mia conctat list e Gianluca è on line.
“Oh, bestia, ma cosa è successo a Gnu?”
“Il problema dell’estinzione degli Gnu in Africa è davvero reale…”
“Ehi! Sveglia, dicevo gnueconomy…”
“Oggi mi sono scaccolato in pubblico, sai Pros?”
“Gianluca! Intendo, cosa è successo al dominio gnueconomy.net? Non ti sarai mica scordato di pagare l’abbonamento al register? Dai, può succedere a tutti non ti vergognare… Se non hai i soldi, guarda che facciamo una colletta noi ‘autori’, siamo in 66 se non sbaglio, con due euro ciascuno tutto si risolve… “
“Non sono Gianluca, sono un replicante, il vero Gianluca è stato rapito dagli Alieni
Lascio perdere. Riuscire a farlo parlare è del tutto inutile. Qui qualcosa non va. Non va proprio. Che fine ha fatto gnueconomy.net (PUNTO NET) e la sua identità?
Triste realtà. Gnueconomy è diventato una rubrica di Clarence.
Sono incazzata. Decido di chiamare Gianluca a casa. Ecco, sveglio tutti ma gliene dico quattro. Il numero? mumblemumble… faccio il whois del dominio gnueconomy.net.

Svraaam (stramazzata al suolo)

Admin Name……….. Paolo Barberis
Admin Address…….. Via de Pandolfini 34r
Admin Address……..
Admin Address…….. Firenze
Admin Address…….. 50122
Admin Address…….. FI
Admin Address…….. ITALY
Admin Email………. domini@tv.dada.net
Admin Phone………. +39 055 20351
Admin Fax………… +39 055 2478143

E’ la fine. Gnu è di Dada. E Mantellini, profetico, ha proprio ragione.
Noi scriviamo su Gnu. Gnu è una rubrica di proprietà Clarence. Clarence è proprietà di Dada. Dada paga Clarence. Clarence paga i propri collaboratori. Noi siamo collaboratori di Clarence. A noi però non ci paga nessuno.
Eh no. Ho finalmente trovato un nuovo lavoro per arrotondare e non me lo dite?
Stasera ho già scritto un post. Ed ora ne sto scrivendo un altro. Quindi mi son fatta i soldi per andare almeno al cinema domani.
Ok, quando mi pagate? A chi devo rivolgermi? Quanto mi date? E come mi pagate?
Io lo chiedo ai diretti interessati.

“Egregi Signori di Dada, egregio Signor Gianluca Neri,
ho letto sul blog di Mantellini, all’indirizzo http://www.mantellini.it/2003_07_01_archivio.htm#105916955895589777, che il blog Gnueconomy fa ora parte integrante di Dada e del portale Clarence. Siccome ho anch’io una password per scrivere su Gnueconomy non vedo l’ora di dare inizio alla mia collaborazione. Mi chiedevo: visto che in homepage ci sono una dozzina di pubblicità di dialer, un banner di conto arancio, uno del grana padano, uno del mensile Max, uno del calcio virtuale e non so che altro, quanto sarà il mio compenso per un pezzo su Gnueconomy/Clarence? Andiamo a cartelle, facciamo un forfait o riceverò azioni Dada?
Cordiali saluti
Proserpina”

Ora invito tutti coloro che hanno la password per postare su Gnu a fare altrettanto. Ed anche i commentatori, che vanno ad arricchire il post, potrebbero chiedere la loro parte. Gli indirizzi a cui scrivere sono questi (sceglietene uno a caso o tutti, fate voi, io li ho trovati il primo nel whois e gli altri due sembrano i più interessanti del sito dada.net):
domini@tv.dada.net (dal whois)
advertising@dada.net (Customer Relationship)
simona.cima@dada.net (Simona Cima, ufficio stampa)
neri@clarence.com (Gianluca Neri)

Se poi, non ci vogliono pagare le cose sono due: o ci facciamo sfruttare, oppure molliamo Gnu.
Solo che io a Gnu ci tengo, dopotutto. L’ho visto crescere, l’ho visto trasformarsi, l’ho visto sopportarmi. E lasciare il Pinguino in DADAcatene (esigo nuovo logo con pinguino in catene, caro Gianluca) mi fa un po’ male. Io, parto con la campagna Libera il Pinguino.
Voglio Gnueconomy LIBERO e INDIPENDENTE. E se Dada non vuole rilasciare l’ostaggio, e Gianluca vuole stare in panciolle a guardare l’agonia e la morte di gnueconomy, io no. Io boicotto Dada (Clarence, Supereva), entro in sciopero, mi incazzo.
Vediamo se qualcuno lo capisce che senza di noi utenti una società come Dada e il suo “network” sono praticamente fottuti.
(e facciamo che nei commenti è possibile sottoscrivere la mia protesta)

(Visited 82 times, 1 visits today)

50 Comments

  1. Campagna LiberaPinguino

    Poichè di DADA non c’è mai da fidarsi, riporto qui il post che ho prodotto per protestare contro l’incatenamento di Gnueconomy. Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio. DI COME VENNI A CONOSCENZA DEL MIO NUOVO LAVORO E DI QUELLO…

  2. Campagna LiberaPinguino

    DI COME VENNI A CONOSCENZA DEL MIO NUOVO LAVORO E DI QUELLO CHE SEGUI’… Poichè di DADA non c’è mai da fidarsi, riporto qui il post che ho prodotto per protestare contro l’incatenamento di Gnueconomy. Fidarsi è bene, non fidarsi…

  3. Pros, io aderisco.
    Pinguino Libero.

    D’altronde come potrei non aderire visto che io contribuisco attivamente alla protesta per il nuovo stadio della juventus, la lettera aperta la trovate su http://www.pianetabianconero.com (nel pop-up), e tu vai anche a firmarmela? (Sì, questa è più subdola del banner di Conto Arancio)

  4. Ma che ve ne fate voi juventini di uno stadio di oltre 35.000 posti se non andate mei più di 20mila? Adesso che la fiat chiude non ci saranno più tanti “abbonamenti aziendali”…

  5. Pros, se non ho capito male la tua insinuazione di fondo sarebbe del tipo: il Neri sta facendo un esperimento di blog collettivo che potra’ sfociare in una specie di giornale, e ci vuole guadagnare a nostra insaputa. (che poi e’ una regola della gnu-economy. Si parte con tante idee, molta fantasia e un sacco di volonta’. All’inizio non ti pagano o ti sottopagano. Alla lunga, se hai gli attributi, esci fuori alla grande, e trovi chi ti da’ il pane)

  6. cara pros, e di che ti stupisci. neri aveva aperto gnueconomy proprio per capire come funzionasse il mondo weblog per creare assieme a clarence il loro tool di “crea il tuo blog”. dato che le pageviews che fa il bel sito di gnueconomy sono ghiotte se aggiunte al dominio di clarence.. ecco risolto l’arcano. ma e’ semplice. se ti chiami clarence e nokia decide di lanciare il suo gioco sui nuovi telefonini chiede a clarence, pardon, dada advertising, i valori di traffico che clarence puo’ mettere sul piatto. quanti utenti unici, quanto rimangono sulle pagine, quanto click through.. e se permetti, visto che questo sito non va affatto malaccio, il gran gianluca, mente business.. ha fatto il suo business legando al dominio clarence il suo weblog. io almeno, mi autopago il mio weblog… e mi frutta bene anche.. (certo, lavoro per una societa’ che a sua volta guadagna dallo stesso business..) ma quello del mio weblog e’ business mio, come i soldi che vi recupero! :)) fatti furba. invece di scrivere a gratis, se pensi che il tuo scrivere debba essere riconosciuto, beh, apriti un blog e rendilo “monetizzabile” :))

  7. Io non capisco nulla di queste cose. CCmq sono diversi giorni che c’è l’indicazione che gnu è sezione di clarence. Anche su google. Non è possibile mettere Gnu su un altro server?

  8. Eh no, Raccoss, ti devo rispondere.
    Il pinguino deve essere libero, ma evidentemente parli senza conoscere. Negli ultimi 5 anni da dati della lega calcio la media spettatori a Torino è di 38000 spettatori, quest’anno gli abbonati sono 37500 circa. Fare uno stadio con una capacità sotto il numero degli abbonati non è accettabile, per chi gliene frega qualcosa ovvio;OP

  9. Thomas, analisi ineccepibile. È che si sta ancora decidendo se rifiutare in toto capitalismo, pubblicità, mass media tradizionali e vincolati al capitale e agli introiti pubblicitari di questo o quel padrone (che un giorno potrebbe essere anche il berlusca o una multinazionale di quelle toste, orrore!) o accettarne in parte il sistema e il suo meccanismo, che rende tutto, ma proprio tutto, monetizzabile, come dici tu, ma soprattutto potrebbero arrischiarsi a mettere il bavaglio ad un’informazione libera e indipendente. È il solito dilemma tra “duri e puri” e chi, anche continuando ad essere fondamentalmente la stessa persona, si adegua al sistema, ne gode i benefici, e poi magari si fa la barca come il D’Alema. E quello sarà il segnale che manderà Dio per avvisare che siamo diventati troppo stronzi.

  10. GePs quando sento parlare di libera informazione e indipendente informazioni mi viene da ridere. perche’ anche se libera e’ indipendente per comunicare ha bisogno di cash.. ovvero soldi.. i soldi sono necessari per raggiungere la massa attraverso i media. Credi forse che splinder rimarra’ gratuito a vita? no. i server costano, costa la banda utilizzata, e il modello che ripaga i costi non e’ il fatto che la qualita’ dell’informazione sia libera. il modello che ripaga i costi si chiama modello di business. poco importa se dietro c’è da pagare un abbonamento, accettare la presenza di pubblicita’ o che. perche’ tu credi che clarence sia libera? ti sbagli. non e’ libero gnueconomy, menchemeno clarence, costretta tramite avvocati seat a ritirare lo speciale noia portale su virgilio (ai tempi di tute arancioni e dei tagli e casini di virgilio matrix) quando la noia portale in oggetto rappresentava la verita’. non e’ libera clarence oggi, legata a dada, e legata a dada advertising. ripeto. la libera informazione esiste solo se esiste ql.no che si supporti dei suoi costi per raggiungere la massa. e allora non esiste, se non nei parchi con il public speaking… o nei blog fintanto che permane la liberta’ di parlare ed esprimersi senza dover rendere conto a nessuno e senza dover accettare nulla in cambio (pubblicita’ o abbonamento). per questo mi fa sorridere proserpina. ha scoperto l’acqua calda. il fatto che gnueconomy diventi un canale di clarence poco me ne fotte. a me piace. piace leggere a prescindere della bandiera che ci sta dietro. e’ gratis? i contributi sono gratis? il prezzo da pagare? il fatto che le statistiche di traffico vadano a far crescere quelle di clarence, ma a me lettore, che cazzo me ne frega? nulla. non sono io il buyer di spazi pubblicitari su clarence.

  11. domanda a proserpina..
    scusa proserpina. e allora come la mettiamo con linkshare? perche’ anche linkshare e’ sotto dominio clarence… e guarda caso richiama pagine del dominio.. :)) e quindi….

  12. Cara Proserpina. Questa sarebbe veramente una gran bella polemica/battaglia/questione di principio. Peccato che l’essere nata a fineluglio e durante il week end la penalizzerà non poco…la discussione è comunque abbastanza complessa, ed esprimersi non è facile, mi riservo di pensarci, ma non facciamola morire qui.
    P.s. per Fabrizio, per esperienza personale e per aver visto tanti casi simili, non vorrei deluderti ma la new economy funziona così: ti sottopagano, ti sfruttano, poi il “dorato 99” passa e la società fallisce o si ridimensiona o viene assorbita da società old economy. E i collaboratori, bene che vada, hanno fatto un po’ di esperienza che potranno rivendersi.

  13. Thomas, ok, sono d’accordissimo con te. Constatavo solo le motivazioni “radicali” del post di Proserpina. Si può essere d’accordo o meno, ma il fatto è che se non ti sta bene qualcosa o lo si rifiuta del tutto, o si cerca di adeguarsi per quel che si può/vuole. Sono scelte, ognuno fa le sue (anche questa è un’ovvietà, mi dirai), ma certo è che se si crede che un sistema sia sbagliato, da qualche parte si dovrà pur cominciare ad attaccarlo… linkshare a parte :)

  14. E’ dal luglio 2001 che buiobuione racconta come clarence, dada – jumpy (ops, mediaset?) sfruttano e uccidono il web. E’ dal luglio 2001 che lo urliamo (http://digilander.libero.it/buiobuione91/index.htm, http://www.geocities.com/buiobuione320/index.htm, http://digilander.libero.it/buiobuione60/disclaimer.htm, http://www.geocities.com/buiobuione7/dada/dadaeconomy.htm, http://digilander.libero.it/buiobuione2/bigger/minori.htm). Da allora siamo stati ignorati, insultati e rapinati (ops, i file di luttazzi o servizi cut&paste del 2002 ?) Che è successo Pros? Che corda ha toccato adesso gianluca? Cosa è cambiato? Non eri della stessa opinione quando Gianluca uccideva UBW (la nostra UBW) o mentre si appropriava con Blognews dei contenuti di tutti i blog italiani. Che è successo Pros? Cosa è cambiato? Perchè solo ora ti toccano i banner di clarence ? Cosa è cambiato, davvero, Pros, cosa è cambiato?

  15. wile e’ disponibile (gratuitamente) ad ospitare e/o finanziare attivita’ editoriali prive di qualunque scopo di lucro. Rilancio WashItOnPost…

  16. il tutto si fa sempre più interessante se si fa caso al fatto che il caro Neri ancora non ha dato segni di vita………

  17. Cara Pros,

    tolto l’affetto che provo per te, mi spiace ma questa è una bugia, non puoi affermare che è da oggi che Gnu è di Clarence-Dada. Lo è sempre stato a prescindere dall’IP. Lo è sempre stato perchè Neri è Clarence, quindi Neri è Dada. Clarence è stato venduto a Dada da molto tempo e non certo da ieri. Big (dialer Bigger) è Clarence oppure Big non è Clarence soltanto perchè c’è scritto “Clarence ® non è in alcun modo (direttamente o indirettamente) responsabile della gestione, dei contenuti, delle immagini, dei banner non istituzionali e delle scelte editoriali di B.I.G.” ?

    Gnu, così come Clarence, sono soltanto dei prodotti che con lo stesso gradevole e dissetante sapore della CocaCola hanno però distrutto (dopo averlo sfruttato fino all’osso) il concetto di web (hai mai pensato aq quanti strumenti di pubblico dominio utilizzi clarence/gnu per fare soldi? ti sembra corretto?)

    Peccato, ormai non ci resta che andare a comprare un’altra lattina e continuare a postare su GNU.

    bb

  18. ugo – neri è in vacanza fino al 24 agosto (vedi post sotto) e quindi leggerà ‘sta robbba tra qualche settimana – o forse, preso da crisi d’astinenza, leggerà il tutto tra dieci secondi netti…boh.

  19. Si, vabbe’ , tutto giusto Pros.
    Pero’ tu parti dal presupposto che Dada faccia soldi, molti soldi.
    Io non ne sarei cosi’ certo.
    Con i banner forse ci pagano le spese, anzi, non so se bastano.
    Per il resto entra poco, almeno credo.

    Pensare che gli accessi di Gnueconomy facciano tanto gola a Clarence, beh, forse e’ eccessivo. Non sono poi molti gli accessi, e , come vedi, non ci sono banner qui su GNU, tanto incasserebbero poco.

    Credo che questo blog sia il loro strumento migliore per “fidelizzare gli utenti”, cioe’ far sentire il pubblico parte di una comunita’, insomma gente che ama Clarence ad ogni costo anche quando Clarence fa schifo.

    La filedizzazione e’ una cosa che ossessiona i markettari, ci vanno matti.
    Voi che avete la password siete un po’ i ragazzi immagine di questa discoteca di provincia che e’ DADA.

    Quanti siete? 66 ? Azz, un po’ tantini per essere necessari, editorialmente parlando. Ma si , siete stati scelti, siete quelli che fan tendenza, siete quelli molto trendy, che gli altri dovrebbero voler imitare (almeno il markettaro la pensa cosi’…).

    Per questo potete entrare gratis nella Disco, superando il gorillone alla porta con un “hey, come butta stasera?”.
    E gli altri che fanno la coda nei commenti dovrebbero invidiarvi , e magari aprirsi un blog su Clarence per sperare di entrare poi nella agognata cerchia dei privilegiati.
    Gratis, s’intende. Anzi, magari qualcuno sarebbe persino disposto a pagare qualcosina per una password su GNU , per assomigliarvi un po’.

    Almeno cosi’ la devono pensare i markettari di DADA che, vedrai, vi risponderanno che siete voi a doverli ringraziare perche’ , collegando il dominio a Clarence, vi offrono ancora piu’ visibilita’ per le cazzate che scrivete. E anche gratis – vi diranno – pensate che privilegio!

    Hai voglia a chiedere soldi, cara Pros, mi sa che fanno gia’ fatica a pagare i co.co.co.
    Certo , almeno un cinquantone ogni tanto come si da ai cubisti nelle discoteche ve lo meritate, pero’ dovresti iniziare a scrivere i post in mutandine e stivaloni di pelle nera.

  20. “Nei primi 9 mesi del 2002 il Gruppo DADA ha riportato un Fatturato Consolidato di 21,4 milioni di Euro a fronte di un Margine Operativo Lordo negativo per 4,5 milioni di Euro.”

    Fonte: http://www.dada.net/comunicati/comunicato245.html

    Però dai, magari con l’entrata di RCS (E’ operativa RCS DADA Advertising S.p.A) qualcosa in più di 21 MILIONI DI EURO riescono a guadagnarselo (RCS e DADA? o mio dio non sapevate di scrivere per il nano?). Magari mettendo in piedi una bella società off-shore tanto “le società all’estero sono legali” o no ?

  21. BB, io non sono un commercialista, e a leggere un bilancio faccio un po’ fatica. Pero’ lo capisce anche un bambino che questi qui fanno girare un sacco di soldi ma , finora, non ci guadagnano una pippa.

    Leggo che il margine operativo lordo e’ negativo di 4 e pussa milioni, e che
    “Il risultato Operativo è negativo per 12,4 milioni di Euro, mentre il risultato prima delle imposte consolidato di competenza è negativo per circa 24,3 milioni di Euro, su cui incidono: svalutazioni, accantonamenti e altri oneri straordinari per circa 11,7 milioni di Euro.”

    Insomma fanno girare i soldi ma di utili nemmeno a parlarne.
    Questo mi pare di capire da questo comunicato, poi se c’e’ dell’altro non so.
    Dal comunicato si evince anche che il fatturato, rispetto all’anno scorso, non e’ salito, anzi, e’ sceso di un po’. Per un’azienda da new-economy che dovrebbe correre come un treno , un calo di fatturato e’ piu’ o meno una legnata sulla schiena.

    Beninteso, io non voglio difendere nessuno, pero’ imparare a distinguere tra fatturato e utili mi pare necessario. 21, 4 milioni di fatturato saranno pur tanti, ma se poi la faccenda si mangia soldi anziche’ produrne, beh, non c’e’ mica tanto da stare allegri.

  22. e poi la storia che “blognews” si appopria dei contenuti di altri siti mi pare una questione inesistente e nonvedo come abbia danneggiato UBW (solo perchè ne è uscito?), se poi uno mette su questo popò per accocchiare qualche accesso in più a clarence… quanto a GNU non credo che il mio contributo sia tanto utile da essere retribuito, e poi il grosso mi pare lo faccia neri, io -come gli altri autori- contribuisco ben poco. Se poi Gianluca sta sulle palle aqualcuno non lo so, non entro nel merito di questioni di cui sono poco a conoscenza…

  23. Non ce li vedo il Sig. Neri o il Sig. Dada andare in tutina bianca e mazza da baseball a casa del Sig./Sig.a Proserpina perchè si rifiuta di scrivere su GNUEconomy. L’invito non implica l’obbligo. Se la gestione o le scelte editoriali non piacciono, non partecipate, mi pare semplice semplice.

  24. E bravo Skid X, giusto. Ora farò un’affermazione ingenua, nella forma di una domanda a buiobuione: dove finisce il lecito e comincia l’illecito, moralmente parlando? Sì dai, perchè anche se alcune iniziative editoriali del gruppo verso il quale ti accanisci lasciano a dir poco perplessi, complessivamente possiamo dire che i contenuti di GNU e di Clarence non sia poi così tanto da buttare via… Se stiamo a pensare agli intrallazzi di DADA con la RCS poi non dovrei nemmeno uscire di casa la mattina, tanto orami è quasi tutto del banana! Ti dirò: se credo che un libro mi possa interessare, io lo compro anche se è della Mondadori: non farlo mi sembra una stupida forma di autocensura. La cultura e l’informazione sono troppo importanti per permettersi di perdersi qualcosa per dei motivi così assurdi. Poi ci sarà naturalmente sembre il vostro blog e tanti altri che non fanno parte del “lato oscuro della forza”, e posso anche leggerli tutti e due, così come posso leggere un libro Kaos e uno Mondadori… è in questo modo si riesce avedere le cose da più punti di vista e accrescere il prorpio senso critico. sono questi i motivi per i quali ora siamo qui a fine luglio a discutere di queste cose, che, come dice Skid X, se le scelte editoriali non ti piacciono non si partecipa, soprattutto perchè fai il loro gioco. Sono sempre più convinto del fatto che il nano pelato è un mostro che si nutre di attenzione mediatica. Se ci comportassimo come se non esistesse (ma solo sui “nostri” medi, che nella vita di tutti i giorni non sarebbe possibile) e riuscissimo lo stesso a parlare a molta gente dei temi che ci stanno più a cuore, credo che il banana sparirebbe prima di quanto non sia già destinato a fare. O no?

  25. Io apprezzo i puri, ma nella purezza non ci credo poi tanto, mi dispiace. Perciò dopo aver letto Olden sto cercando di infilarmi gli stivaloni di pelle e le mutandine, ma acc… forse le mutandine vanno infilate prima degli stivaloni.

  26. Ma pensate davvero che il problema siano i soldi? Non avete mai pensato che quello che volevo dirvi è: GNU LIBERO, ovvero GNU che prima non era PROPRIETA’ (magari legato, ma NON proprietà) di DADA ora lo è (dal dominio al fatto che è rubrica di clarence – e prima NON era rubrica ricordatevelo questo), e questo A ME da fastidio e penso anche a molti altri, quindi i “soldi” sono solo una richiesta per dire che mi farebbe MOLTO piacere che DADA si togliesse dai coglioni e si tenesse Clarence ma ci restituisse GNU libero.
    Ah, proprio tutto vi devo spiegare.

  27. Per Proserpina in particolare. Il blog è puro contenuto. Il puro contenuto è prodotto dalle Persone. Le persone siete voi. Le persone sono libere. Il web è libero. Perchè fate casino invece di aprire un blog a più mani dove presto molte persone verranno a leggervi per incazzarsi, commentare, dileggiare, cuccare e tutto il resto? Avete capito o devo tradurre? E che il Neri si venda l’anima… o l’ha già fatto?

  28. Ma è chiaro che invece il problema sono proprio i soldi! GNU potrebbe al limite continuare ad essere LIBERO, nel senso dei contenuti di cui parla Anndrea, anche sotto DADA. Che poi non vedo la grande differenza tra l’essere semplicemente “legati” ed essere di “proprietà”: se è la censura la cosa che si vuole evitare, quella scatterebbe in un caso o nell’altro. Se invece della libertà dalla censura si rincorre qualche vaga dichiarazione di principio, allora mi tiro fuori dalla discussione, che ci vedo poco senso pratico…

  29. sono anche io preoccupato per l’indipendenz di gnu, per la libertà dei bloggers, per la purezza delle intenzioni e per tante altre cose buone e giuste. però prima di agitarmi vorrei capire, senza fare troppi pettegolezzi.

  30. Evviva lo spirito blogger! (ironia) Se si posta è per passione non per soldi…indipendentemente da tutto e da tutti!…Nessuno potrà mai censurare un blog-pensiero! …Squallido parlare di soldi!

  31. ne vale la pena? tutto questo tempo speso in polemiche, per quattro centesimi? per ducento euro-mese? per le mail in casella di 4 drogati di feedback? per la gloria di una rete che ti inghiotte? per la gloria di un neri (simpatico imprenditore, per carità) o di un gruppo dada (simpatica azienda)?

  32. Come sempre mi devo essere perso qualcosa.
    La gente è obbligata a scrivere su gnueconomy? Quando danno la password di accesso viene anche stabilito il minimo di post richiesto?

  33. Fondamentalmente siamo d’accordo. Il blog è nato con una certa idea “libera” e legarsi anche solo a un gruppo vorrebbe dire minare tale libertà. Forse non da subito, ma…

  34. Fondamentalmente siamo d’accordo. Il blog è nato con una certa idea “libera” e legarsi anche solo a un gruppo vorrebbe dire minare tale libertà. Forse non da subito, ma…

  35. Pros perchè non difendi (esti) UBW piuttosto che GNU. UBW meriterebbe di più, da parte di tutti, altro che il Sig. Neri o Dada.

  36. se volete a questo punto ampliamo davvero il discorso, partendo da un proverbio anglosassone: there is no free meal. Che vuol dire (lo sapete benissimo) “non c’è una cena gratis”. Voi siete convinti che Internet sia uno spazio libero di discussione. (Dove “libero” è sinonimo di “gratis”, come in inglese “free”). Non è vero. Non è mai stato vero. Semplicemente, per vari motivi il prezzo dello spazio sui server è stato tenuto bassissimo e continua a essere molto basso. Forse è addirittura sottocosto, non lo so, non sono un esperto. Si trattava di una mega offerta speciale, un gigantesco “primo tiro gratis”. Sta durando un bel po’, ma non ci sono ragioni economiche perché duri in eterno. Vedi il caso Splinder: invece di lamentarsi dei disservizi, gli utenti potrebbero anche chiedersi con che risorse funziona il servizio gratis di cui usufruiscono da quasi un anno. E anche il sistema Gnu-Clarence-Dada, va preso e usato per quello che è. Per ora nessuno mi ha impedito o costretto a postare qualcosa, e finché sarà così non credo che il gioco valga una polemica.

  37. perchè UBW libero era e libero è, e non credo proprio alla cazzata dell’appropriarsi dei contenuti da parte di blognews, che tanto invece esalta bb.
    gianluca volle uscire da ubw e l’ha fatto, noi l’abbiamo cancellato e vissero tutti felice e contenti.

  38. Questa discussione è doverosa e ricca di rflessioni. Ma è giusto affrontarla proprio ora che il padrone di casa è in vacanza?

  39. perche ?
    Senza il Neri non abbiamo il permesso di essere intelligenti
    Oppure è anche padrone di quello che leggo!!
    Che nascondi di così pericoloso ?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.