#PDR14 – I Premi della Rete, assegnati da internet agli altri media

I Premi della Rete sono diversi dai #MIA14 (di cui qui trovi la scheda per votare): qui i lettori hanno scelto le nomination, e il vincitore sarà decretato, per il 50% da un’”Academy” composta dai vincitori delle passate edizioni dei MIA e per il l’altro 50% da te.

I candidati per ciascuna categoria sono stati definiti dalle nomination proposte dagli utenti.

Se il vostro sito ha ottenuto una nomination in una delle categorie potete copiare e incollare l’icona ufficiale:

Macchianera Italian Awards 2014: Nomination

Parteciperete alla Festa della Rete e desiderate che tutti i lettori del vostro sito lo sappiano? Copiate e incolla il codice qui sotto:

Festa della Rete 2014: Io ci sono!

Ricordiamo che è possibile prenotare il soggiorno a Rimini nei giorni della manifestazione a prezzi scontati grazie alla convenzione con la Festa della Rete cliccando qui.

Cliccando qui, invece, trovate l’intero programma (in continuo aggiornamento) dei tre giorni della manifestazione.

Se non hai ricevuto la nostra mail e sei uno dei vincitori delle passate edizioni, puoi scaricare la scheda (qui in formato Excel, qui in formato PDF) e votare: i premi sono solo 15, ed è sufficiente compilare la scheda allegata con una “X” accanto al nome di chi vuoi votare per ciascuna categoria.

Qui, invece, la scheda – disponibile a tutti – per votare:

Se vuoi riportare la scheda sul tuo sito, ecco il codice che devi copiare:

(Visited 76 times, 1 visits today)

7 Comments

  1. Si, ma se il miglior sito è lercio.it (realizzato col sistema automatico di altervista che pubblica solo balle?) non è per nulla un concorso attendibile o valido… mi sa tanto di roba un po’ così…
    Il fatto quotidiano miglior sito d’informazione? ma non scherziamo neanche… una macchina spala fango su tutto… molto meglio repubblica, anche tecnicamente…
    Miglior canale tv DMAX? ma se i programmi che trasmette sono gli scarti di discovery e Co. e non ce ne nemmeno uno in italiano…
    miglior sito televisivo italian subs? Un sito che in pratica realizza (scopiazza) sottotitoli per serie tv che la gente scarica illegalmente?
    e dove sono siti come twitch o infinity?
    miglior sito tecnico divulgativo? wired? ma chi lo consulta? questa è una marchetta…
    meno male che non avete premiato pure tzetze di Casaleggio…

  2. Gaetano de Roberto, tu non sai nemmeno di cosa parli se ritieni Repubblica meglio del miglio giornale imparziale sistemate in italia com dil ftto, poi stendo un velo pietoso sule tue altre critiche , si vede che non sei mai andato su quelle pagine e non le hai frequentate ma parli solo per sentito dire

  3. @Gaetano de Roberto
    ad oggi il miglior sito d’informazione è “Il Manifesto” , tecnicamente e graficamente, dopo il restyling; Repubblica la battono pure Corriere e Giornale nonchè FQ!
    Poi come miglior sito d’informazione, rimanendo sul senso stretto del significato, io penso che sia molto opinabile e l’unica discriminante oggettiva è quella di considerare chi riporta i fatti e chi racconta menzogne, al di là poi del commento redazionale a corollario, e allora Repubblica è lontana dal podio!

  4. @Roob Zarathustra
    Riguardo il sito del manifesto condivido (anche se è fatto anch’esso con wordpress – la tecnica in questo caso conta…- e non ha gli certo accessi, la frequenza, il rating e il posizionamento sui motori che hanno altri) è fatto bene; è chiaro, pulito e non caotico. Ti faccio notare che non ho scritto che il miglior sito sia Repubblica, ma solo che è migliore di quello del fatto. Ti ricordo che stiamo parlando di quotidiani di informazione, l’imparzialità e la chiarezza sono fondamentali…Ci sono articoli del fatto (non necessariamente sulla politica) davvero ignobili… Il giornale? beh scusa ma quello e carta igienica digitale e Libero è pure peggio… Se proprio dovevano scegliere un sito d’informazione non imparziale sui qui scrivono in tantissimi e realizzato anche bene potevano valutare la piattaforma fanpage.it (che è una forza anche imprenditoriale destinata a crescere). Insomma, cerano siti molto migliori, interessanti e anche belli di quelli che hanno vinto.

  5. Se al Fatto hai paragonato Repubblica io ti ho risposto rimanendo nella stessa categoria, altrimenti pure io ne trovo a decine fatti meglio fuori dalle “grandi testate”. Sul lato dell’informazione Repubblica è carta straccia, disinformata e ormai ha soppiantato il Corriere per la funzione di quotidiano filo-dominanti, il FQ invece diventa munnezza per il fatto che alcuni articoli sono palesementi fatti per accontentare il proprio pubblico e presenta una schizofrenia editoriale nella sezione blog dove due autori possono dire l’esatto opposto dello stesso evento, non poco simili eh, ma proprio l’opposto, quindi rimanendo alle grandi testate su certi aspetti i quotidiani delle destre sono migliori di quelli “riformisti” al di là del taglio editoriale che ci possa piacere o meno, vincono soprattutto per una precisa e azzeccata volontà di lasciare il politicamente corretto o un progressismo ingannatore a Repubblica e FQ.
    Che “il Manifesto” non abbia certi rating non dovrebbe essere motivo per non prenderlo in considerazione, ma questo fa capire che la rete non libererà nessuno visto che taluni rapporti sociali nella e con la rete non si sono migliorati e neppuri modificati, bensì si sono semplicemente trasferiti dal bar.
    La critica ad appoggiarsi ad altervista la condivido, quella di usare wordpress invece per niente, è uno strumento che sfruttato al pieno delle sue funzionalità restituisce un lavoro ottimale, dipende da come lo si usa, un conto accontentarsi di un blogghetto con template appena modificati, un conto usarlo per mettere su un portale che solo chi mastica capisce che è fatto con wordpress

  6. @ Roob Zarathustra
    Senza voler polemizzare trovo davvero assurdo che Il giornale sia definito un quotidiano… Guarda ad esempio alcuni articoli di oggi 15 settembre 2014 come questo: http://www.ilgiornale.it/news/politica/minaccia-islamista-1051780.html o questo: http://www.ilgiornale.it/news/politica/i-tagliagole-caccia-italiani-li-rapiscono-perch-paghiamo-1051786.html
    Ovviamente questo non è giornalismo ma spazzatura, falso allarmismo, riflessioni da bar… Ora con tutta la buona volontà su quotidiani come la Stampa o Repubblica articoli cosi non se ne trovano.
    Sul discorso wordpress non sono d’accordo, io faccio il web designer per lavoro (puoi trovare alcuni miei lavori pubblicati su FB alla pagina gaetano de roberto) e anche io uso i CMS (preferisco Drupal a wordpress e non sto a spiegare i motivi di questa scelta). Se si utilizza un CMS chiuso poco personalizzabile e modificabile e si fa tutto utilizzando un template scaricato o comprato da themeforest beh, ricevere un premio diventa un problema… A differenza di wordpress, joomla ecc. Drupal è tutta un’altra cosa ed è possibile creare e personalizzare davvero di tutto (esempio le pagine degli articoli più recenti possono essere letteralmente (ri)programmate modificando sorting, collegamenti, tag e grafica. o ad si esempio si possono assegnare css personalizzati a ogni elemento o inserire n motore di ricerca instantaneo stile IMDB i Spaziogames. tutte cose che on worpress non si possono fare o cmq non in modo egevole), quindi se si utilizza un cms “preconfezionato” il voto tecnico deve essere inferiore… Guarda ad esempio i vincitori nella categoria newspaper qui http://www.webaward.org/winners_detail.asp?yr=all&award_level=best&category=Newspaper#.VBb4kPl_uSo
    nessuno di loro è fatto con wordpress…

Rispondi