Auguri, Snoopy

Non è fantascienza. Esiste davvero. Esiste un mondo dove se non sei d’accordo con il Capo non vieni distrutto dai suoi giornali. Esiste un mondo dove una persona diversa viene accettata senza che nessuno dica nulla. Esiste un mondo dove ci si ferma a guardare le stelle e si pensa qualcosa di profondo, senza farsi rimbecillire da una televisione idiota dove il peggio dell’umano genere viene spacciato per il meglio a cui si possa aspirare. Esiste un mondo dove lo sport è giocare e divertirsi anche se si perde sempre e non ci sono contratti da scandalo o arbitri venduti o lobby che controllano il gioco. Esiste un mondo dove ci si accontenta di quello che si ha e non ci si vergogna di giocare con la fantasia per quello che manca, senza sentirsi dei “castrati” perché non si può reggere il passo degli altri e il loro status. Esiste un mondo dove gli scolari sono ancora educati e prima di parlare alzano la mano, senza che in quella scuola si sia mai visto un bullo, uno sciopero o una protesta di cui spesso si ignora il motivo. Esiste un mondo dove Natale, San Valentino e la Primavera sono soprattutto sentimento e speranza, prima che un pretesto per farsi regalare l’ultima nullità tecnologica. Esiste un mondo dove l’amore, anche se non corrisposto da una ragazzina con i capelli rossi, dura ancora tutta la vita e non un è lo scambio di corpi per favori che ci viene mostrato da qualche potente impotente di turno. Questo mondo esiste: anche se è chiuso dentro un fumetto: eppure vuole uscire ancora, dopo sessant’anni. Charlie Brown, Snoopy… Auguri.

(Visited 155 times, 1 visits today)