Dissaporiana. La settimana del DissaporeCamp

Il DissaporeCamp1 – Tired of being alone | Questa settimana abbiamo aggiunto qualcosa alla parola Camp perfino noi (uno, due, tre).
2 – Siccome la legge che vieta il consumo di cibo “negli spazi esterni al locale” non si può sentire, abbiamo infiltrato una street-food escort per le strade di Milano con il compito di offrire cibo ai passanti. Un (tenero) blitz. Che è piaciuto a quelli de Il Fatto (quotidiano).
3 – I peggiori clienti del vostro ristorante. Quando a essere giudicati siamo noi.
4 – Local vs global | La guerra tra Davide nella forma di un ghiotto hamburger e Golia/McDonald’s, l’espansionista americano. Il caso Mac Bün (in piemontese: “solo buono”).
5 – Come McSweeney | Di solito lo fa lo scrittore Dave Eggers. Stavolta è toccato a noi. La rassegna dei nuovi cibi. Occhio alle gelatine di Hello Kitty.
6 – La storia che ci ha intristito di più questa settimana è quella dei minorenni milanesi multati perché sorpresi a bere vino in bottiglioni da due litri.
7 – Biancaneve come non l’avete mai vista. Da Snowwhite a Ho white (la escort dei 7 nani).
8 – Era vulgaris | Limonare al ristorante logora. Chi non lo fa.
9 – Candele, radiatori, bigoli, gargati, ruote, zumari, corzetti, gnocchi ricci… Questa settimana vi abbiamo chiesto qual è il vostro formato di pasta preferito. Sapete, ce n’è la sciocchezza di 1600.
10 – Sentori di libertà. Somiglia lontanamente al vino ma per Abu Mohammed è buonissimo. Lui vive a Gaza.

(Visited 5 times, 1 visits today)

4 Comments

  1. Ma perchè sti sfigati ultrasnob scrivono qui??? Macchianera mi piace, e molto;questi qua che si scandalizzano perchè i 16enni bevono il vino per inciucarsi e non per assaporarne le virtù (devono essere nati già vecchi, a 8 anni parlavano del bouquet dell’amarone….poveri sfigati) non li sopporto!
    Sono l’unico?

  2. Sei perso nell’oblio e nei limiti del tuo cervello, non sopportabile, da me. Meriti una cena in casa Parodi. Ma forse non capirai la battuta.

  3. No, Michele, non ho capito la battuta, nè mi interessa capirla sinceramente. Se non riesci a sopportare il mio punto di vista, beh me ne farò una ragione…e poi mi andrò a gustare un bel bicchiere di vino da 4 euro alla bottiglia, alla tua salute

  4. se i sedicenni possono votare alle primarie, tutto il resto e’ secondario…
    un saluto da napoli – un caro amico comune, mi ha segnalato il tuo blog

Rispondi