La settimana spesa a dare a bio quel che è di bio

Bio è morto1) Bio è morto, ha detto l’organismo per la sicurezza alimentare degli inglesi. Mangiare cibi biologici o prodotti convenzionali non fa alcuna differenza. 67 commenti dopo possiamo dire che qualche dubbio rimane.
2) Bio o non bio, abbiamo radunato il meglio in 10 indirizzi. Per quando tornerete a Roma.
3) Se invece andate a New York… (Il caldo deve averci dato alla testa).
4) Torniamo in Italia. Siamo il primo Paese in Europa per il consumo di acqua in bottiglia: 196 litri a testa ogni anno. E pur di farlo siamo disposti a pagarla 1000 volte più di quella che esce dal rubinetto. Ora però, con le Case delle acque
5) Per la serie I ristoranti di Agosto, siamo andati allo Scoglio di Marina del Cantone (NA). Da Bono a Sienna Miller ci sono passati tutti.
6) Venendo al vino, la moda del momento è declassare il Brunello di Montalcino fuorilegge (annate 2003 e 2007) con stile. Alcuni casi.
7) “La politica del locale non ammette i bambini”. Rimane fuori dal bar di Porto Cervo il figlio di Massimiliano Ossini (Rai Uno). Che per rifarsi va al ristorante: DUE piatti e UN antipasto DUECENTOCINQUANTA euro.
8- Chef Express scende con rancore da Trenitalia, sale Tanto&Buono con Slow Food. Sarà la volta che torneremo a mangiare in treno?
9) Di bio non c’è soltanto il cibo. Per esempio, il vino del futuro non è né bianco né rosso. Il vino del futuro è verde!
10) Col caldo che fa non abbiamo saputo resistere alla tentazione. Ghiaccio e limone sono finiti nel nostro bicchiere di vino. E altri peccati…

(Visited 4 times, 1 visits today)

1 Comment

Rispondi