Twitt-Shuttle

Tra poco più di due giorni partirà da Cape Canaveral la missione Shuttle STS 125, una delle ultime che la gloriosa e costosissima navetta statunitense compirà. La missione è dedicata interamente alle riparazioni dell’Hubble Space Telescope, il telescopio spaziale; per il fatto di non attraccare alla stazione spaziale, la NASA ha preparato una missione di salvataggio, la STS 400, nel caso il problema delle piastrelle si dovesse ripresentare.
Insomma, in questi giorni in Florida si prepare uno spettacolo che neanche nel film Armageddon, coi due Shuttle pronti al lancio e con l’eventuale complicata procedura di salvataggio.
Comunque questa missione ha anche un’altra aspetto particolare: un astronauta di quelli che faranno le EVA, Mike Massimino, twitterà a spron battuto, anche dallo spazio. Lo sta già facendo da alcune settimane, descrivendo tutti gli aspetti della preparazione al lancio.
Poi se proprio non potete farne a meno, il comandante della successiva missione dello Shuttle, Mark Polansky, anche lui descrive su twitter le fasi precedenti e descriverà il volo live.
Se non avete di meglio da fare, spingete il tasto follow.

(Visited 3 times, 1 visits today)

2 Comments

  1. speriamo il comandante non si distragga troppo twittando durante il volo.
    La progedura di salvataggio mi sembra un po come il rebus del cavolo-capra-lupo che devono passare il il fiume su una barca senza che si mangino l’un l’altro…

Rispondi