Il teatro dei mimi

teatro.jpg

Promemoria post-ideologico (una fatica) su questa mediocre campagna elettorale, e quindi rappresentativa perlopiù dell’intelligentia che la conduce:

Partito Democratico: gli ermetici. Fatti capire, Waltere: chi cazz’è il «principale esponente dello schieramento a noi avverso»? Poi il 14 aprile sciogli la riserva: ho scommesso su Binetti Paola ed ho da incassare.

Il Popolo della Libertà: gli ex-negrieri. Silvio Berlusconi spiega così la candidatura del romanista fascista Giuseppe Ciarrapico, meritevole del titolo preferenziale a fine concorsuali interni di “condannato in via definitiva”: «L’editore Ciarrapico ha giornali importanti a noi non ostili ed è assolutamente importante che questi giornali continuino ad esserlo».



La Sinistra, l’Arcobaleno: i compagni subliminali. Penalizzati più dal diritto di voto negato ai bambini in età prescolare che dalla Rai: nome e simbolo avrebbero ricordato i Teletubbies.


Unione di Centro
: i fissionisti. Il nucleare adesso, subito, per i nostri figli, per le nostre famiglie, perché il Valore della Potenza Nucleare non è in vendita. Un motivo ci sarà?


La Destra
: gli ossessivi compulsivi. Fateci caso: dopo 36 vocali pronunciate, se il candidato è seduto dirà «L’Italia agli italiani». Se è in piedi, lo sbarramento si alza a 53 vocali. «Non c’è trippa per gatti» vale come formula succedanea, ma solo se le circostanze ambientali lo rendessero opportuno. Da applausi: nemmeno i bestemmiatori della Toscana più saggia sanno intercalare meglio.

Aborto? No, grazie: i piramidisti ammaccati. Se un laureato conta più di un cantante, allora un embrione conta più di un vecchio negro iracheno. Giulià, al prossimo turno: “Coglioni rompicoglioni? No, grazie”.


Nota. Non ho lo stalinismo nelle vene per dire che questa campagna elettorale sia oggettivamente una delle più riuscite opere teatrali dalla Prima Repubblica ad oggi. Tolto l’avverbio, però, il giudizio è quello: ma votate, e votate bene, che il biglietto è gratis.
Segnalo a margine una personale tradizione, rinnovata dopo gli speciali elettorali degli scorsi anni e dopo lo speciale sui Mondiali di calcio: Elezioni Politiche 2008. Sarà unico in almeno due sensi: il primo è che potrebbe non essere aggiornato, se avrò di meglio da fare; il secondo è che ne interromperò qualsiasi aggiornamento in caso di risultati ripugnanti.

(Visited 9 times, 1 visits today)

6 Comments

  1. Ignorantello. “Intelligentia” l’hai sentito dire in giro, ma l’hai scritto alla cazzo.

  2. In pratica Ciarrapico andrà in parlamento perchè ha dei giornali.
    Vabbè..

    P.s. messaggio promozionale:
    Per festeggiare il 25 aprile già da ora, aderite all’iniziativa 25 aprile, 250 bloggers! tutte le info su http://www.mondine.it

  3. puntinisullezeta per punire la tua arroganza
    ti vedrei bene come correttore di bozze dei pensieri di biscardi.

    (‘pensieri’ perchè come dice ‘sor’ moretti (dannato staffelli!) ‘chi parla male, pensa male’.

    si,prima che lo dica qualcuno:
    io penso malissimo.

  4. old major: è una domanda retorica.

    puntinisullezeta: per deformazione sono portato ad ascoltare tutti, ma quelli come te fanno passare l’istinto. “Intelligentia” può significare, guarda un po’, “intelligenza” (define:intelligentia su google), si scrive così, ed intellighenzia deriva da questo.

Rispondi