Il Sondaggio

Ritorna a grande richiesta il sondaggione di Macchianera. Ognuno si mette il vestito di Mannheimer e dice nei commenti come finiranno le elezioni. Con al massimo anche le percentuali. Camera e Senato.
Comincio io come al solito, e mi gioco la reputazione guadagnata nella serie di previsioni/analisi azzeccate al millimetro (Elezioni del 2006, Mondiali di Calcio, Mondiale di Formula 1 dell’anno scorso, Papa e altre facezie):
Vince Veltroni a Camera e Senato. 40 a 39 in entrambi i rami.

(Visited 21 times, 1 visits today)

41 Comments

  1. Che vinca Veltroni sono convinto pure io. L’ho già scritto un mese fa.

    PD 39, Di Pietro 4; PDL 38, Lega Nord 4,5, Lega Sud 0,5; SA 5; UDC 5, Destra 2; Altri 2.

    Destra e Altri non raggiungono il quorum e ripartiscono i voti.

    Coalizione PD 43
    Coalizione PDL 43

    La minicoalizione riformista vince alla Camera per un numero di voti sotto a 100.000 e si aggiudica il premio di maggioranza. Al Senato il vantaggio è maggiore in termini di seggi (premio di maggioranza alla camera escluso) perché vincerà le elezioni nella 4 regioni critiche.

    E poi ci sono sempre i senatori a vita :)

  2. Io manco capisco come si possa parlare di pareggio, alchimie imponderabili – cioè distorsioni dell’espressione del voto – della Calderoli a parte.

    Vedo la mossa del PD e comprendo la logica e le intenzioni che stanno dietro questo sparigliamento di carte e del tentativo di rimescolare una situazione stantia a proprio vantaggio.

    Non ho dubbi che questo abbia comportato un effetto trascinamento, un bonus sui consensi, puntualmente registrato nei sondaggi.

    Non mi è chiaro però dove ci siano i numeri per un ribaltamento degli equilibri e tanto più questa ipotesi viene accreditata da opinionisti non di primo pelo, tanto più rimango perplesso. Non è che in un circolo di autoconvincimento si sta rimuovendo la distanza tra gli auspici e la realtà delle cose?

    O spiegate anche ai profani su che elementi basate queste convinzioni. La forzatura dei ragionamenti sui sondaggi fatta da Repubblica, costruendo scenari in cui si comparano dati non raffrontabili o l’estremo negativo di una coalizione con l’estremo positivo dell’altra sono già state evidenziati da altri e non ci torno.

  3. Alla camera vince Berlusconi, ma di poco
    PD + IdV 39
    PDL + Lega 40

    Al Senato invece, dove non è importante il risultato nazionale, il PD avrà almeno circa una decina di senatori in più

  4. non posso credere che c’è ancora gente che spera cha vinca la sinistra o quel che ne rimane dopo questi due anni ridicoli.
    ovviamente non sono un aruspice e non posso ravanare fra le interiora di chichessia per tentare di capire come si muoverà l’elettorato. questa volta non ne ho idea. veramente.

  5. secondo me vince Veltroni. di poco ma vince lui. credo che lo scenario post elettorale sarà simile a quello del 2006. la differenza sarà che Veltroni e Berlusconi si accorderanno e governeranno insieme.

  6. Carletto, spero VIVAMENTE non valga anche per te, ma di solito le serie più fortunate si interrompono quando meno dovrebbero.

    Tu guarda Giorgio Rocca, slalomista: ha vinto ogni cosa potesse vincere, in serie; poi quando c’era da eguagliare un record o strappare una medaglia olimpica…scivolone alla prima manche.

    Tu senti anche il più mediocre degli allenatori di calcio: preferisce, questo, arrivare alla finale di Champions’ League con all’attivo 10 vittorie consecutive, o magari avendo perso la volta prima?

    Giorgio Rocca, insieme all’allenatore che ha perso la Champions’, avevano una reputazione da fare invidia: come la tua. Speriamo solo non porti sfiga.

    Comunque dico: Camera a Berlusconi, Senato perlopiù “anarchico”, in mano a qualche cazzone.

  7. Ma la devi smettere di millantare la tua presunta previsione esatta dell’elezione 2006. Avevi pronosticato la vittoria di Berlusconi e c’è stato un governo Prodi, quindi la tua previsione era sbagliata.

  8. Vince, anzi, stravince Berlusconi. Sia al Senato sia alla Camera.
    Speriamo solo che altri cinque anni di Berlusconi ci facciano tanto male da vaccinarci per davvero.

  9. Non sarei così ottimista: alla camera vincerà il PdL con almeno 5 punti di scarto, al senato invece sarà più dura, e con 2 o 3 senatori di maggioranza Silvio sarà costretto a compromessi. Sarà stata comunque una grande rimonta.

    Over, si continua a dire che la sinistra ha messo in ginocchio il paese, ma nessuno ricorda che nel 2006 il centrodestra ha lasciato un paese disastrato, non certo prospero e felice. Prodi ci ha messo un tampone, il problema non sono le cose che ha fatto ma quelle che, con quei 3 soli senatori di maggioranza, non ha potuto fare (anche a causa della colaizione, lo ammetto). La situazione internazionale (vedi petrolio a 106 dollari) ha fatto il resto.

  10. secondo me vince di poco il Berlusca, ma schiatta due giorni dopo. Ma a qualcuno viene in mente che
    1) ha 72 anni
    2) l’ultima volta che si e’ messo la tuta da ginnastica si e’ spaccato il menisco
    3) secondo me ha l’Alzheimer, ma nessuno ha il coraggio di dirglielo ?

  11. Qui tutti trascurano la mina vagante Willer Bordon. Bordon sarà il responsabile della sconfitta di Veltroni, così come Panto lo fu per Berlusconi nel 2006. Il primo partito sarà il PD che di pochissimo sopravanzerà il PdL, ma il maggior peso della Lega rispetto a IdV compenserà lo svantaggio e anzi darà di poco la vittoria alla coalizione di destra. La differenza tra le due coalizioni sarà inferiore al numero di voti presi dall’Unione Democratica dei Consumatori.

    Per il Senato invece i premi di maggioranza in ogni regione saranno attribuiti a:

    Piemonte: PdL
    Lombardia: PdL
    Veneto: PdL
    Friuli Venezia Giulia: PdL
    Liguria: PD
    Emilia Romagna: PD
    Toscana: PD
    Marche: PD
    Umbria: PD
    Lazio: PdL
    Abruzzo: PD
    Campania: PdL
    Puglia: PdL
    Basilicata: PD
    Calabria: too close to call, ma PD in vantaggio
    Sicilia: PdL
    Sardegna: PD

    Difficilmente il PdL riuscirà a raggiungere la maggioranza dei seggi, molto dipenderà dalla prestazione della Sinistra Arcobaleno e in particolare se riuscirà a raggiungere il quorum dell’8% in Lombardia.

  12. Così non è un sondaggio, sono le previsioni del bar dello Sport. Ha più senso interrogare dieci amici o conoscenti e chiedere loro se e cosa votano. Su dieci che conosco due votano pd, uno pdl, sette non vanno a votare. Regione d’appartenenza: Emilia-Romagna.

  13. Mio sondaggio tra amici e colleghi: 14 votanti, 3 PD, 1 PDL, 2 arcobaleno, 8 non voteranno nemmeno sotto tortura.

  14. Barynia, il problema è che, con la legge elettorale del Senato, anche i sondaggi sono inutili. Basta che in qualche regione SA o UDC superano l’otto per cento e cambia tutto.

    E allora mi fido di più del fiuto di Carletto che dei dati di Mannheimer. :-)

  15. Alla Camera:
    PDL 42
    Lega Nord/Sud 4
    PD 35
    IDV 4
    SA 5
    UDC 5
    Destra 3
    Altri 2

    Al senato due punti di distacco in meno, ma non vuol dire niente in termini di seggi.

  16. Io, come Mitch, spero in Madre Natura…

    Che se le elezioni dovessero andare a termine sono strasicuro della debacle su tutta la linea del povero Walter

    E se poi vince Walter (tutto puo’ succedere, da me si dice: anche Cristo una volta e’ sceso in Terra) tremo al pensare ai possibili ministri… manca Ruini e siamo a posto.

  17. Madre Natura agisce quando non dovrebbe, quando serve è distratta.

    Non sono così ottimista, credo/spero che al Senato abbia bisogno dei voti o dei Senatori a Vita o di PierFerdy. Voglio ridere!!!

  18. DC 35
    PCI 25
    PSI 15
    LEGA NORD 7
    MSI 5
    PSDI 3
    PRI 3
    VERDI 2,5
    PLI 2
    DEM. PROLETARIA 1,5
    RADICALI O,4
    Sud Tirol V.S 0,4
    Partito sardo d’az. 0,1
    Caccia Pesca 0,1

  19. PDL e PD pareggiano.

    Poi Veltroni tira una testata a Berlusconi e viene espulso.

    Di Pietro sbaglia il rigore.

  20. Intanto, nel castello di Arcoria…

    (E’ sera: nella Sala del Potere Assoluto, il
    Barone Berluskenstein, in vestaglia da camera
    gallonata, attende con impazienza Bondo, il suo
    fedele maggiordomo)

    Barone Berluskenstein – Bondo! Bondooo!!
    Bondooo!!! Dove diamine sei, maledetto!! Ogni
    volta che lo cerchi non viene mai!!

    (entra dalla grande porta principale, curvo e
    strascicando i piedi, Bondo, il fedele
    maggiordomo del Barone, da lui adottato in tarda
    età)

    – Sì padrone, sono qua! Cosa desiderate?

    – Cosa desidero? Pezzo d’idiota!! E’ tutto pronto
    per la vittoria finale?

    – Sì padrone: il comandante Fini-to ha adunato le
    guardie nel cortile grande, e attendiamo da un
    momento all’altra il Conte Bossula.

    – Bossula, accidenti a lui, il diavolo se lo
    porti, quel pazzo scriteriato!! Gli avevo
    raccomandato: “Stavolta niente colpi di testa,
    eh, mi raccomando!”, e lui che fa? Si mette a
    gridare in piazza che andremo a Roma con i
    fucili, quel maledetto!! Seguito da quel suo
    luogotenente peggio di lui…come diavolo si
    chiama?

    – Caldarrosto, padrone

    – Ecco, sì, Caldarrosto, un nome che è tutto un
    programma! E poi devo rimediare io, però, alle
    loro stronzate!! Dicendo: “Ma che avete capito,
    Bossula scherzava, era solo un’allegoria…”,
    cazzo, si tappassero la bocca qualche volta!! E
    naturalmente quell’arruffapopolo di Veltroceat
    ne ha approfittato subito per cercare di farmi
    a battistrada! Già ha dichiarato di essermi
    addosso, adesso mi deve pure usare come
    pneumatico!! Ma non ci riuscirà! Intanto
    provvederò subito a tappare la bocca a Bossula
    e a tutti i suoi scherani, questa volta la
    vittoria dev’essere nostra, nostra, capito?!

    – Sì padrone, capito

    – Meno male!! Piuttosto mandami a chiamare la
    Duchessa Brambisia Coscialunga, devo conferire
    con Lei per un rendez-vous privato…

    – Devo chiudere le porte della sala, padrone?

    – E hai anche il coraggio di chiedermelo,
    malnato? La Baronessa Triste non deve sentire
    i nostri conversari, chiaro?! Altrimenti chissà
    cosa pensa e poi mi fa una piazzata infernale
    su qualche giornalaccio di sovversivi!!

    (Bondo si allontana servizievole e compunto, ma
    mentre sta guadagnando la grande porta in noce
    della sala, il Barone gli si rivolge a voce più
    alta)

    – E prenditi un po’ di sole qualche volta, che mi
    fai schifo, cazzo!! Sei più bianco delle
    mutande di mia moglie! Ma non andare a
    ingaglioffirti nella solita locandaccia di
    Fivizzano, come tuo solito! Passa in
    Amministrazione, nel seminterrato, fatti dare
    un po’ di soldi dal protonotaro Treconti, così
    ti fai una bella vacanza alle Maldive e ti levi
    un po’ dai coglioni. Va’ ora, su’! E non farti
    vedere in giro, per favore, che mi spaventi gli
    elettori a morte!!

    (Il Barone rimugina da solo nella grande sala,
    molto soddisfatto)

    – Ah, finalmente il mio sogno sta per avverarsi!!
    Vincerò le elezioni e poi sarò Presidente della
    Repubblica con poteri illimitati, sìììì…
    Diventerò finalmente il padrone assoluto di
    questo Paese di stronzi!! (Sarcastico, facendo
    con una smorfia beffarda la parodia di se
    stesso) “Rialzati Italia”, sìììì…per
    incularti meglio, eh eh eh eh, ah ah ah ah ah
    …ah ah ah ah ah…(la sghignazzata diventa
    una sardonica risata finale in crescendo, con
    il Barone che leva freneticamente le braccia
    in alto, diabolico; dissolvenza sulla Sala del
    Potere Assoluto e poi in esterno notte sul
    tetro castello di Arcoria).

    – Fine della 1 puntata –

  21. Procellaria, se tu vuoi dire che nel 2006 mi sono sbagliato dello 0,3% mentre “tutti i sondaggisti” e gli exit-pollisti hanno cannato di 5 punti, allora hai ragione.
    Dai, mi sbaglio dello 0,3% anche stavolta, ok?

  22. @Fabrizio: con il giochetto del premio di maggioranza a livello nazionale un errore dello 0,3% ha comportato una differenza di 63 deputati. Probabile che anche questa volta ti sbaglierai di poco, ma temo che anche in questo caso il piccolo errore quantitativo si tramuterà in un grande errore qualitativo.

  23. Camera dei Deputati:
    PD = 35% — PDL = 41%

    Senato:
    PD = 37% — PDL = 39%

    Boselli (purtroppo) e SantaDeChè (meno male) non avranno eletti.

  24. prima cosa: non potresti mettere il link al sondaggio dell’anno scorso? così, tanto per vedere…
    secondo me:
    camera
    pdl+lega+quel che cazzo gli pare = …%
    pd+idv= …%

    senato
    pdl+lega+… = …
    pd+idv= … ma con …

    non è che so’ superstizioso, ma insomma… un pochino di scaramanzia…

    e poi anche secondo me berlusconi sta alla frutta: se perde nun passa ‘a nottata, se vince non arriva alla fine della legislatura… non jia fà… (questa è la cosa più simile a una preghiera che sono in grado di fare… mi ascolti signor padreterno?)

    ma più che altro una domanda per chi s’accalora tanto:
    perché sprecare fiato e tempo a voler convincere qualcuno a cambiare le previsioni che si ritengono palesemente errate?
    fra pochi giorni avremo i risultati

  25. Grande Alberto!! Prepariamo una bella fattura – sia magica che fiscale – a B., che ne dici?

Rispondi