Un democristiano

Si continua a leggere di una fantomatica «cosa bianca» condivisa da Antonio Di Pietro e Bruno Tabacci: ma date retta, è impossibile.


Provate a ricostruire: nell’autunno 1989 l’allora democristiano Bruno Tabacci fu indagato una prima volta da Di Pietro: prosciolto.
Eletto deputato nell’anno di Mani pulite, l’iniziativa di Di Pietro fece improvvisamente svegliare la procura di Mantova che notificò a Tabacci quattro avvisi di garanzia e chiese l’autorizzazione per arrestarlo: dovette intervenire il pidiessino Giovanni Correnti per scongiurare che scattassero le manette per un presunto reato che nel 1996 lo vide assolto a sua volta.
Poi. Nella primavera 1993 riecco Di Pietro a chiedere l’autorizzazione a procedere contro Tabacci per ricettazione e per finanziamento illecito dei partiti: ebbene, nel marzo 1996 Tabacci fu assolto anche per questi due reati. Il problema è che intanto Tabacci era stato decapitato come presidente della regione Lombardia, come segretario regionale della Dc e come aspirante ministro: anzi, a margine dell’ultimo proscioglimento, nel 1996, Tabacci dovette avvedersi che ministro era divenuto semmai il suo accusatore, Di Pietro, l’uomo che gli aveva rovinato la vita.
Suvvia: pensate che Tabacci a questo punto potrebbe fare un partito proprio con lui? Sì?
Tabacci resta pur sempre un democristiano, dite?

(Visited 5 times, 1 visits today)

30 Comments

  1. Non sono mai stato tenero con il governo Prodi che, a mio avviso, non ha attuato le politiche sociali, soprattutto a sostegno dei giovani, che erano nel programma di governo. Tantomeno sul campo della giustizia dove, oltre ad avere lasciato tutte le leggi del precedente governo, ha messo in atto l’indulto, uno dei peggiori provvedimenti della storia repubblicana (con consenso bipartisan, questo va sottolineato).

    Nei giorni scorsi però, sono arrivate importanti attestazioni di stima nei confronti del governo Prodi, da personaggi super partes (non certo prodiani della prima ora). Uno di questi è stato il Commissario Europeo Almunia, il quale ha lodato il lavoro di Prodi in campo economico. Secondo Almunia “le politiche di Padoa-Schioppa hanno dato ottimi risultati nella riduzione dei deficit eccessivi e nell’ottenimento di gettito per finanziare la spesa pubblica”. L’Europa chiuderà così la procedura di infrazione aperta nei confronti dell’Italia durante il governo Berlusconi, per colpa del deficit eccessivo creato dall’allora ministro Tremonti. Secondo il Commissario europeo, Prodi avrebbe chiuso quel buco e sistemato i conti aldilà di ogni più rosea previsione (il disavanzo è sceso dal 4,4 al 2,4%, con possibilità di scendere ulteriormente).

    L’Europa plaude quindi Prodi per la sua politica economica.

    Intanto, sull’altro fronte, il quotidiano inglese Economist boccia nuovamente e sonoramente Silvio Berlusconi. Secondo l’autorevole giornale d’oltremanica il Cavaliere “è inadatto per governare l’Italia”. Berlusconi con il suo governo nel 2001 “ha sprecato una possibilita quando ha usato il capitale politico per proteggere gli interessi dei suoi media e sottrarsi alle accuse dei magistrati, esitando sulle riforme economiche”.
    “Per quanto successo abbia avuto negli affari, Berlusconi resta inadatto per l’incarico a cui aspira. Povera Italia”, conclude l’editoriale.

    Secondo l’Economist (quotidiano tutt’altro che di sinistra), in Italia mancano riformatori autenticamente liberisti. Berlusconi avrebbe troppo a cuore i suoi interessi personali, per potere governare in favore di tutti i cittadini italiani.

    Chissà se gli italiani recepiranno le autorevoli indicazioni dell’Economist.

  2. A parte il fatto che sono solo chiacchiere per ora, non capisco il punto. Cioe’, lo capisco dal tuo punto di vista: quel bastardo di giudice assassino m’ha indagato e percio’ e’ un gran figlio di puttana e appena posso lo sdereno.

    Ma dal punto di vista delle persone normali non capisco: indagato, prosciolto, fine della storia, qual’e’ il problema? Il giudice ha fatto il suo mestiere, l’indagato s’e’ difeso nel processo, era innocente, ha ripreso la sua attivita’.

    Tabacci non l’ho visto all’opera ma sentendolo parlare mi pare una fra le persone migliori del Centro-Destra, quantomeno fra le piu’ oneste intellettualmente, vista anche la recente uscita dall’UDC dopo il doppio carpiato di Casini. Di Pietro e’ il politico piu’ lineare e meno attaccabile del panorama politico, perche’ non potrebbero ritrovarsi insieme?

    Non e’ questione di essere democristiani, e’ questione di avere una visione normale del rapporto politica-magistratura, cosa che tu non hai.

    Fra parentesi, uno che esce da un partito che sta per candidare Cuffaro al senato ha tutta la mia stima.

  3. Simpatizzavo col vs fritz sense, ma mo’ censurate troppo spesso; o mettete tutto o siete degli ominicchi alla Bondi; o mi rimettete il gorsso ei prima o a mai piu’, Berlusconicchini, m’ avete proprio deluso andate a sniffare coin Micicche’ e a ngr..parvi la Tiziana Ma.ala Maiolo, ei verdad.

  4. Simpatizzavo col vs fritz sense, ma mo’ censurate troppo spesso; o mettete tutto o siete degli ominicchi alla Bondi; o mi rimettete il gorsso ei prima o a mai piu’, Berlusconicchini, m’ avete proprio deluso andate a sniffare coin Micicche’ e a ngr..parvi la Tiziana Ma.ala Maiolo, ei verdad.

  5. Di Pietro lineare e meno attaccabile? L’uomo che ha candidato Degregorio , l’uomo che và a sparare nelle cave di mezza provincia di Novara usandole come poligono di tiro …(con il piccolo particolare che le cave sono abusive…)si si proprio lineare

  6. De Gragorio,era uno della lista Di Pietro…il primo Giuda della legislatura….quello del voglio più soldi….Il suo nuovo amico Nano non ha urlato al ribaltone quando cambiò sponda…..caro FF la politica é proprio una merda,quello che mi ha stupito di più é stato Casini,dopo quelle dichiarazioni di Guerra,sulla casa delle libertà che non esisteva più ecc..Poi il padrone gli tira un’osso ed ecco scodinzolare a testa bassa…In Questo Paese tutto é possibile caro M, tutto il respo é poesia scritta con le virgole dei bagni pubblici

  7. Premesso che il piu’ pulito c’ha la rogna, penso che Di Pietro abbia mantenuto una condotta politica lineare in questi anni e che anche la sua azione di governo sia stata piu’ che dignitosa, e che la colpa di aver candidato quel maiale di DG e’ tutto sommato veniale, considerate le porcate a cui stiamo assistendo e che il primo a dolersene e’ stato proprio Di Pietro.

    Comunque volevo solo dire che Tabacci e Di Pietro non sono certo il peggio in circolazione e che il punto di vista di Facci, secondo il quale Tabacci dovrebbe avercela a morte con Di Pietro per averlo indagato, e’ un punto di vista malato, che parte dal presupposto che se un pm indaga su un politico e’ senz’altro un complotto della magistratura comunista e sovversiva. La qual cosa, nel caso di Di Pietro, e’ addirittura ridicola, essendo Di Pietro notoriamente non di sinistra.

  8. Premesso che il piu’ pulito c’ha la rogna, penso che Di Pietro abbia mantenuto una condotta politica lineare in questi anni e che anche la sua azione di governo sia stata piu’ che dignitosa, e che la colpa di aver candidato quel maiale di DG e’ tutto sommato veniale, considerate le porcate a cui stiamo assistendo e che il primo a dolersene e’ stato proprio Di Pietro.

    Comunque volevo solo dire che Tabacci e Di Pietro non sono certo il peggio in circolazione e che il punto di vista di Facci, secondo il quale Tabacci dovrebbe avercela a morte con Di Pietro per averlo indagato, e’ un punto di vista malato, che parte dal presupposto che se un pm indaga su un politico e’ senz’altro un complotto della magistratura comunista e sovversiva. La qual cosa, nel caso di Di Pietro, e’ addirittura ridicola, essendo Di Pietro notoriamente non di sinistra.

  9. C’è gente che accetta il lavoro della magistratura come necessario (in italia poi), non come il tuo PADRONE che si fa le leggi per assolversi.
    Di solito sono i colpevoli che pongono la questione a livello personale.

  10. C’è gente che accetta il lavoro della magistratura come necessario (in italia poi), non come il tuo PADRONE che si fa le leggi per assolversi.
    Di solito sono i colpevoli che pongono la questione a livello personale.

  11. Tabacci accusato e prosciolto più volte, pone l’accento sul problema della magistratura, che ormai sempre più spesso lancia accuse e pone sotto inchiesta personaggi in vista, senza avere in mano materiale sufficiente a ottenere una condanna. Per presunti reati inerenti a finanziamenti, concussioni e simili, dove non c’è un rischio per le persone, dovrebbero prendersi il tempo sufficiente per raccogliere prove certe o per lasciar cadere la cosa. Ora invece da una semplice intercettazione si parte con uno show che prevede TV e stampa informate prima degli indagati. La signora Mastella, quasi certamente arrestata senza un motivo valido, ha in pratica causato la caduta del governo, tutto per la voglia di esibizionismo di un magistrato. Poi scarcerano pericolosi mafiosi, per scadenze di termini o altre amenità legali dovute al tempo perso in inchieste al limite del futile, come sul calcio e le ballerine della Rai.

  12. Tabacci accusato e prosciolto più volte, pone l’accento sul problema della magistratura, che ormai sempre più spesso lancia accuse e pone sotto inchiesta personaggi in vista, senza avere in mano materiale sufficiente a ottenere una condanna. Per presunti reati inerenti a finanziamenti, concussioni e simili, dove non c’è un rischio per le persone, dovrebbero prendersi il tempo sufficiente per raccogliere prove certe o per lasciar cadere la cosa. Ora invece da una semplice intercettazione si parte con uno show che prevede TV e stampa informate prima degli indagati. La signora Mastella, quasi certamente arrestata senza un motivo valido, ha in pratica causato la caduta del governo, tutto per la voglia di esibizionismo di un magistrato. Poi scarcerano pericolosi mafiosi, per scadenze di termini o altre amenità legali dovute al tempo perso in inchieste al limite del futile, come sul calcio e le ballerine della Rai.

  13. Non penso che uno come Tabacci si ribassi a tanto. Credo che anche lui si ricordi come ha iniziato la carriera politica il nostro caro Di Pietro, mettendo alla gogna uno dei piu’ capaci statisti della nostra politica italiana “Bettino Craxi”, accusandolo di prendere soldi illeciti per il suo partito, quando questo era ed è ancora uso comune per tutti i partiti. Non dimentichiamo che se non avesse fatto quel che ha fatto allora, non sarebbe dov’è, con la menzogna egli ha supplito alle sue incapacità e incapaci sono pure coloro che hanno sostenuto le sue ipocrite verità.

  14. “accusandolo di prendere soldi illeciti per il suo partito quando questo era ed è ancora uso comune per tutti i partiti”

    Quindi l’accusa era infondata perche’ lo facevano tutti? Oppure un reato non e’ piu’ un reato se a compierlo sono in molti?

    Oppure bisognerebbe scagionare gli assassini colti sul fatto perche’ non tutti gli assassini sono stati colti sul fatto?

    Non ho capito. Ma che cazzo dici?

  15. Sarei gia’ contento se superassero la fase orale e tacessero, finalmente.

    Per quanto riguarda lo scrivere, direi che “si ribassi a tanto” dice gia’ tutto.

  16. Certo, in italia il problema sono i magistrati.
    Un po’ come lamentarsi delle morti fatte dai vaccini durante una epidemia.

    In USA, solo questa settimana, hanno arrestano uno dei finanziatori di Obama in piena campagna, e reso pubblici gli sms erotici del sindaco di Detroit e nessuno osa lamentarsi dei “processi mediatici” e della “magistratura ad orologeria”… ma certo, come dice anche la chiesa cattolica, è l’italia ad essere avanti.

    Anche qui gente ridicola, ma dopo tutto il paese ne è pieno per questo è al capolinea. Anche i milanesi restano i terroni dell’occidente.

  17. E a proposito di processi mediatici, mi piacerebbe sapere dove cazzo era il presidente dell’Autorità per le comunicazioni Calabrò mentre Vespa trafficava con i plastici di Cogne per 300 puntate.

    Buffone, pagliaccio, sicuro colluso con qualche tipo di mafia.

  18. Tiziana Maiolo una di noi, tum-tum-tum-tum-tum-tum-tum
    Tiziana Maiolo una di noi,
    tum-tum-tum-tum-tum-tum-tum

    http://www.tizianamaiolo.it/index.php?option=com_content&task=view&id=12&Itemid=29

    Una letta a ‘sto link fa sembre bene, giusto per due risa: la Maiolo doveva essere molto confusa,in gioventù, se era con IRADICALIANTIPROIBIZIONISTINOICIFACCIAMOLECANNEESPACCHIAMOILCULOALVATICANO e ora si trovi col falso bilancista. Lei stessa,poi,ha scritto che si occupava di droghe. Ma cosa ti hanno fatto, Titty Mayo????????????

  19. @M
    “Quindi l’accusa era infondata perche’ lo facevano tutti? Oppure un reato non e’ piu’ un reato se a compierlo sono in molti?”

    Ok. Quindi devo pensare che, sebbene immagino tu non sia d’accordo con la legge in questione, non avresti avuto nulla da obiettare se i giudici avessero cominciato a portare in tribunale i milioni di italiani che hanno sul pc mp3 e divx scaricati?

  20. Io no, non avrei nulla da obbiettare. Se i giudici dopo aver messo in galera tutto gli assassini, trafficanti, corrotti, truffatori e ladri, passassero a chi scarica abusivamente da internet, non ci sarebbe proprio nulla da obbiettare, anzi solo da applaudire.

    La mia argomentazione dovrebbe essere chiara, la legge deve essere applicata dalla testa e non dalla coda, ed è quello che, per una volta, è successo con mani pulite. E’ questo che da veramente fastidio.
    Che la lega o i comunisti abbiano ricevuto finanziamenti illeciti è un dato di fatto, ma non erano certo più potenti della dc o del psi.

    La differenza abissale che c’è tra la destra e la sinistra in italia (e la destra italiana con quella internazionale) è che se uno di destra è colpevole di qualche cosa la scusa diventa “lo fanno tutti”, se va bene, perché qua sembra ormai che sia colpa dei giudici se la gente infrange la legge. Se invece è uno di sinistra la “base” lo vuole mettere alla gogna, come è giusto che sia. Perché, come si dice, la legge serve i più deboli.

    P.S. Ho visto Calabrò al tg1 parlare ieri sera e sembrava veramente non voler dire quello che stava dicendo. Secondo me è stato spinto a farlo da qualcuno… c’è stato uno spingitore.
    Spingitori di garanti!

  21. Io no, non avrei nulla da obbiettare. Se i giudici dopo aver messo in galera tutto gli assassini, trafficanti, corrotti, truffatori e ladri, passassero a chi scarica abusivamente da internet, non ci sarebbe proprio nulla da obbiettare, anzi solo da applaudire.

    La mia argomentazione dovrebbe essere chiara, la legge deve essere applicata dalla testa e non dalla coda, ed è quello che, per una volta, è successo con mani pulite. E’ questo che da veramente fastidio.
    Che la lega o i comunisti abbiano ricevuto finanziamenti illeciti è un dato di fatto, ma non erano certo più potenti della dc o del psi.

    La differenza abissale che c’è tra la destra e la sinistra in italia (e la destra italiana con quella internazionale) è che se uno di destra è colpevole di qualche cosa la scusa diventa “lo fanno tutti”, se va bene, perché qua sembra ormai che sia colpa dei giudici se la gente infrange la legge. Se invece è uno di sinistra la “base” lo vuole mettere alla gogna, come è giusto che sia. Perché, come si dice, la legge serve i più deboli.

    P.S. Ho visto Calabrò al tg1 parlare ieri sera e sembrava veramente non voler dire quello che stava dicendo. Secondo me è stato spinto a farlo da qualcuno… c’è stato uno spingitore.
    Spingitori di garanti!

  22. Murmur, ovvio, le leggi vanno applicate tutte, e a tutti. Altra cosa e’ cercare di cambiare le leggi che appaiono ingiuste o malfatte.

    Comunque i garantisti dovrebbero finalmente decidersi a tenere una linea. Craxi e altri sono stati beccati, le prove hanno tenuto nel corso dei processi, sono stati condannati. Altri, pure indagati, ne sono usciti puliti, come Tabacci e altri. Sara’ culo, sara’ quello che vuoi, ma alcuni sono stati condannati nel corso di regolari tre gradi di giudizio, altri no.

    Lo fanno tutti una sega, e’ una frase qualunquista che potrei dire io, che sono qualunquista e giustizialista. Voi, garantisti, dovreste attenervi alle risultanze dei processi, che dicono che Craxi ha commesso dei crimini e altri, invece, no.

  23. ma se a Tabacci, che ha subito tutte queste angherie da ADP, va bene, a voi, ke vi fotte ??
    lui ne è uscito pulito così come ne uscì pulito ADP, quando “qualcuno” cercò di rovinarlo “per via giudiziaria” grazie anche a delle strambe inchieste giornalistiche…
    aah.. DiPietro che era M I N I S T R O, si dimise senza fare il pagliaccio lagnone cercando solidarietà dall’emiciclo, e ne uscì P U L I T O !!!

  24. E’ la prima volta che qualcuno cancella, per quanto possa essere considerato OT, un mio commento. Bel record, Facci!
    Lo riscrivo: Craxi ha rovinato il paese, contribuendo da protagonista, in dieci anni, a raddoppiare il suo debito pubblico. Prodi è stato il miglior Presidente del Consiglio che l’Italia abbia avuto, risanando ogni volta i conti e riguadagnandoci dignità internazionale. Veltroni vincerà le elezioni.

Rispondi