Tedeskis III il Magnifico

Tedeskis ha fatto l'uovo!Versione di Emma:

Il Tedeskis 1 è stato semplice. Il Tedeskis 2 un pò di meno. Ma per il Tedeskis 3 abbiamo navigato in acque veramente tumultuose. Iris ha già preso confidenza con i microfoni, e in questa storia, un pò lunghetta ( urca, un vero kolossal per noi bimbe: due mesi di lavoro per il povero babbo!) ci ha fatto dannare! …


Il babbo, tra urli, minacce e schiaffetti sulle mani ha avuto un vero e proprio esaurimento. Quando abbiamo finito di filmare e registrare le voci, ci ha cacciate tutte e tre dal ” set “. Ha perfino minacciato di escludere dai lavori Gioconda e Iris! Ma si può fare una serie ” Tedeskis & Emma Grassilli” ? No! Per una serie fatta bene,ci servono le tre Sorelle Grassilli, con la “S” maiuscola.
Tedeskis in questo episodio avrà un assaggio della femminilità, Gioconda gli appiopperà la sottoveste, Emma guiderà una motocicletta, Iris lotterà con un nuovo scagnozzo del Malvivente, per la prima volta ci sarà un alieno nei nostri studi. E alla fine Gioconda e Iris continueranno a fare Tedeskis con me.

Versione del babbo:
Questa nuova puntata di Tedeskis conferma quel che già sapevamo: le Sorelle Grassilli, al pari di molti altri loro coetanei, imparano a usare le tecnologie con una progressione impressionante. In circa sei mesi dal primo tentativo hanno già ben chiaro come deve essere una sceneggiatura, cos’è il ritmo, il montaggio, come definire un “caracter”. Anche se ero io a controllare le manopole, se ho montato questi 4 minuti di materiale ancora una volta in solitaria, ho già intravisto il momento non lontanissimo in cui non sarò più essenziale nemmeno in questa parte del lavoro. Pobabilmente sarà più duraturo nel tempo il mio ruolo di disciplinatore e sedatore di risse fra sorelle. E ora vi lasciamo in compagnia del “Gatto Migliore che c’è“. Grazie per l’attenzione :)



(Visited 7 times, 1 visits today)

1 Comment

  1. ALIANTI, AQUILONI, MONGOLFIERE ED AEREO FREE ENERGY

    Il primo aereo che parte con i serbatoi vuoti e torna con i serbatoi pieni –

    Si tratta di un aereo telecomandato che sale in alto quota a 8000-9000 metri in posti dove soffiano costanti venti a 600 kmh –

    un aereo tipo aliante, aquilone che rimane in quota grazie al vento –

    il vento a 600 kmh farebbe girare anche delle turbine –

    con l’energia si ricaverebbe acqua dalle nuvole –

    e dall’acqua idrogeno –

    l’aereo quindi atterrerebbe con i serbatoi pieni di idrogeno –

    SE SI VOLESSE MANTENERE L’AEREO LEGGERO, AL POSTO DELL’IDROGENO E SENZA BISOGNO DI TURBINE, SI PUò USARE LA FORZA DEL VENTO PER COMPRIMERE ARIA CHE NON PESA E SI TORNA CON I SERBATOI PIENI DI ARIA COMPRESSA –

    Però son meglio i motori magnetici e la biomassa secca –

    100 MILIONI DI TONNELLATE –
    http://100-milioni-di-tonnellate.blogspot.com/

Rispondi