Morti di fame e con zero tacche

L'Isola dei Famosi

Questo blog si è spesso e volentieri in passato occupato di reality show (a volte generando singolari dibattiti riguardanti la destinazione d’uso di queste pagine, che si potrebbero condensare in un’unica espressione: “Eccheppalle questi reality”; poi magari uno scriveva qualcosa sulla fecondazione assistita, e si faceva viva l’ala opoosta del parlamento telematico: “Ebbasta co ‘ste robbe pallose”).
Come è giusto che un blog faccia, qui ce ne si è sbattuti abbastanza di entrambe le posizioni, ché un blog è bello perché è vario e perché, soprattutto, l’autore del post può discutere e approfondire un po’ il cavolo che gli pare.

E insomma, senza farla lunga, si torna a parlare di “Isola dei Famosi” a causa di due anticipazioni. La prima è che – malgrado quanto sembrava essere stato comunicato, e forse con l’aiuto di un flop invece abbastanza annunciato – a condurre lo show sarà nuovamente Simona Ventura (anche se da queste parti l’inutile tifo era riservato ad un’alquanto improbabile candidatura di Ambra Angiolini).

La seconda è che quest’anno si può essere un po’ tutti coniugi Primicerio. Se, infatti, 6 dei naufraghi continueranno ad essere più o meno “vip”, 6 altri morti di fama saranno invece scelti tra persone comuni.
Uno, in particolare, arriverà via cellulare. Quello della polizia, nel caso venga confermata la partecipazione di Azouz Marzouk (del resto hanno fatto parte dell’allegra brigata anche Susanna Torretta e Paolo Calissano), oppure quello più semplice con i tasti per chiamare e l’antenna.
Il nuovo regolamento prevede infatti che almeno uno dei sei sconosciuti sia scelto tra tutti quelli che invieranno un sms con scritto ISOLA al numero 48463 (non è aggratis: sognare di condividere la latrina con la velina di turno costa un euro, iva inclusa, meno di una capatina nei cessi dell’Hollywood per lo stesso risultato).

Avremo, insomma, un “naufrago mobile” (da leggersi “mobàil”), molto duepuntozzero. Potrebbe essere il vostro fidanzato, un parente, un amico: siete ancora in tempo per fargli sparire la sim.

(Visited 9 times, 1 visits today)

21 Comments

  1. Inizio la discussione dicendovi che sono 6 anni che non vedo piu’ la tv (a casa mia non c’e’) al suo posto uso internet e mi tengo aggiornato anche meglio di prima…in tutti i sensi.

    Detto quanto sopra, vedendo l’hype che genera questa trasmissione (io onestamente vorrei essere PAGATO per guardarle…) mi chiedo : ma la gente davvero si diverte con questa roba oppure la guarda perche’ il palinsesto televisivo non offre proprio nulla di meglio ?

    Provate : 1 anno senza tv e solo internet e i giornali (piu’ film/video vari pescati dove volete).

    Quando vi faranno vedere il palinsesto televisivo, proverete una sensazione di stupore, e penserete : “Cazzo ! ma anche io anni fa guardavo queste porcate ? Impossibile !”….

    saluti

  2. Ora , “senza tv” mi pare un po’ esagerato : se uno si vuol guardare un pezzo della finale di wimbledon, di champions, o la motogp…?
    Ma anche una trance di “matrix” ( dipietro-corona “pare” fosse bellissimo) , o 8e1/2 etc etc.
    Il fatto che “uomini e donne” , “1 contro 100”, “i pacchi” , “l’isola dei velini” etc. facciano Ka, non implica che bisogna boicottare la tv tutta.
    Comunque Latrina, fosse per quello, non dirlo a me, son 11 anni che vivo senza.
    Quasi tutto il tempo a disposizione lo dedico a studiare l’Ulisse di Joyce, mica come quei cretini che si rovinano il cervello seguendo Beautiful.

    @ChandlucaN.&co. : un ultima puntata di Macchiaradio, di congedo “ci si a settembre”, potreste anche farla…

    olà

  3. visto che anche su mn è iniziato l’estivo vuoto_di_contenuto (si, quando si parla di ‘sti realiti mi domando che lo leggo ancora a fare) è giunto il momento per un estivo commento, vuoto come il post. però c’è ancora pink e quindi alla fine qualcosa rileggerò. (magari mando un SMS a skype:m4cch14n3r4 con scritto MACCHIA, chissà che non mi sorteggino come italiano medio per la prossima stagione di macchiaradio). ‘bslama

  4. visto che anche su mn è iniziato l’estivo vuoto_di_contenuto (si, quando si parla di ‘sti realiti mi domando che lo leggo ancora a fare) è giunto il momento per un estivo commento, vuoto come il post. però c’è ancora pink e quindi alla fine qualcosa rileggerò. (magari mando un SMS a skype:m4cch14n3r4 con scritto MACCHIA, chissà che non mi sorteggino come italiano medio per la prossima stagione di macchiaradio). ‘bslama

  5. Io ci andrei di corsa. Si dimagrisce, si sta in panciolle e se ti rompi basta una bestemmia e sei fuori. Alla grande.

  6. ‘mazza che palle quelli che io la televisione non la guardo da anni anzi non ce l’ho neanche, mi ricordano tanto quelli che io giro solo in bicicletta, la carne mi fa schifo e io non prendo mai medicine. Ma chi se ne frega se uno è molto più informato di prima? Ma perché su questo post si parlava di informazione? Io per esempio non prendo più il Prozac da sei anni, mi faccio solo le canne e adesso sono molto più scema di prima, anzi.
    Detto questo ma la gente prende il Prozac per sentirsi meglio o solo perché il fumo è illegale?
    Provate: un anno senza Prozac, solo canne (molto più contatto con la vita “vera” degli spacciatori e dell’immigrazione clandestina) e quando vi capiterà di rimettere piede in farmacia proverete una sensazione di stupore e penserete “cazzo….” Che poi se con tutti gli effetti benefici di una maggiore informazione uno non riesce che a pensare e ad esprimere il proprio stato d’animo con “cazzo” tanto valeva che si tenesse la televisione.
    p.s l’assunzione di Prozac era solo fittizia e funzionale alla discussione.

  7. La televisione italiana mi fa schifo e non la guardo, ma non credo di farmene un vanto.

  8. Marta “la televisione italiana” non vuol dire un granchè diciamo che la maggior parte di quello che su blog e carta stampata trapela della televisione italiana, fa schifo. Ma come per ogni cosa se si ha l’accortezza di scavare un po’ in profondità, di non lasciarsi influenzare dagli altri e di non seguire la massa, ogni mezzo di comunicazione ha i suoi pro e i suoi contro. Se per dire usi lo stesso approccio con internet, come farebbe mia madre che non lo conosce e ne sente parlare solo per fatti di cronaca che riguardano truffe, pedofilia, filmati scolastici scabrosi e via dicendo, anche internet fa davvero schifo.

  9. Viscontessa, se seguissi ancora la massa, il mio palmares di trasmissioni viste includerebbe ancora schifezze varie come bagaglino, contenitori domenicali, i programmi di punta del sabato sera ecc. Senza offesa per quelli a cui piace ‘sta roba. Internet mi fa muovere con più libertà e fox crime soddisfa il mio lato filoamericano. Tutto qui :D

  10. Viscontessa, se seguissi ancora la massa, il mio palmares di trasmissioni viste includerebbe ancora schifezze varie come bagaglino, contenitori domenicali, i programmi di punta del sabato sera ecc. Senza offesa per quelli a cui piace ‘sta roba. Internet mi fa muovere con più libertà e fox crime soddisfa il mio lato filoamericano. Tutto qui :D

  11. Marta seguire la massa o andare ostinatamente dalla parte opposta solo per essere diversi e non per senso critico o scelta ponderata, sono le due facce di una stessa medaglia. Tutto bello o tutto brutto, se non accendi mai la tivvu, come fai a sapere che fa tutto schifo? Per sentito dire? Perché leggi e senti parlare soltanto delle trasmissioni che fanno schifo?

  12. Io giro solo in bicicletta, però guardo tanta TV, adoro la carne e prendo medicine come l’acqua fresca. Vado bene? :)

  13. Viscontessa, non vado ostinatamente dalla parte opposta per essere diversa. Diversa da chi e da che poi? Ho scritto che se io seguissi ANCORA la massa, ANCORA vedrei le schifezze di una volta. Non parlo per sentito dire, ma perché la televisione italiana me la sono sorbita per anni e nel complesso non mi piace. Mi annoia, a parte le eccezioni cui ho accennato prima, quindi la tengo sempre spenta e, quando posso, mi sparo allegramente fox in casa degli altri.

  14. Caro GN, capisco che come affermato e autorevole autore televisivo questa roba dei reality ti sembrerà importante, come del resto a me sembra importante la roba che faccio per campare.

    Ma molti di noi la tv ormai manco l’accendono. Solo blog e mmorpg. E al massimo si va a cercare l’ottavo nano su youtube.
    Anzi, no, mi e’ appena arrivata la raccolta completa del Monty Python Flying Circus. Quella si’, adesso me la vedo con calma. E salutami la Ventura eccetera, buon divertimento.

  15. C’è un conformismo dei seguaci del pensiero intelligente che sono orgogliosi di tenere spenta la TV. Che palle, in effetti. Roba vecchia quasi quanto Pippo Baudo. Che poi, per coerenza, si vada a casa d’altri a spararsi allegramente fox non è cosa tanto affascinante.
    L’uso del telecomando è facoltativo. Se uno preme il tasto on, non vuol dire che lo faccia per vedere le schifezze della TV italiana che segue la massa. Per carità.
    Uno che si rifiuta categoricamente di premere il tasto on da lustri per lo meno si è perso Lost, CSI, doctor House, Alias, West Wing, 24, i Soprano … Tralasciando alcune dirette memorabili di sport.
    E se quell’uno fosse un minimo figo, capirebbe che si tratta di eventi televisivi che superano di brutto la fascinazione del film da festival o il sentito dire dei commenti sul net.
    Questo rigore non è poi tanto affascinante.
    In fondo il Reality è un fatto televisivo a cui hanno ceduto anche le menti più pure. E resta, per chi se l’è perso tenendo tutto spento, un fenomeno culturale che ha caratterizzato la TV dell’ultimo decennio.
    Questo purismo suona anche ridicolo. Tanto più che sbirciare su internet e Youtube non assolve. Lì la spazzatura abbonda in misura esponenziale. Tanto che, al confronto, una sporca domenica su canale5 è roba da intellettuali.
    In più, alcuni puristi protestano se le televisioni non hanno diffuso la diretta di quel tale corteo di piazza. Ma non era sempre spenta la loro maledetta TV? Ah già. L’hanno letto sul net.
    C’è un conformismo di nicchia: quello di chi, tenendo spenta la TV, si alimenta solo dei commenti sul net. Se l’ha detto il tizio di riferimento sul suo blog è vangelo.
    Molto meno di una differita televisiva. Ancora meno della quarta di copertina.

  16. Madonna, Virginia, quanto sei pallosa. Se tu sapessi leggere, o almeno ti sforzassi di farlo, invece di andare sempre a gamba tesa contro chi la pensa diversamente da te, capiresti molto di più. Mai detto di ritenermi intelligente perché non guardo la televisione italiana. Fox mi piace, ma non ho sky, quindi lo guardo a sbafo, quando posso. Siamo in un paese libero. Libera tu di riversare la tua acidità qui e farti paladina di Lost e quant’altro (esiste emule, lo sapevi?), libera io di scegliere che cosa guardare o leggere. E fatti una vagonata di zucchero, tanto il diabete non lo rischi.

  17. Marta, uno che dice di non guardare la “televisione italiana” sottintende.
    Su, la canzone è stranota. Poi, liberi tutti.
    E quant’altro.

  18. Virginia, oltre che piena di bile, sei anche piena di te. Auguri. Per il resto, eridiana e ambrosoli a volontà.

Rispondi