Je suis l’Observateur

Je suis l'Osservateur
Riceverete immediatamente nella vostra posta elettronica l’attestato ufficiale Cei che ufficializza il vostro stato di terrorista parificato, emesso dal Comando delle Guardie Svizzere ma riconosciuto dagli inquirenti italiani e valido su tutto il territorio nazionale. Altre parole che potete inserire: "Welby", "Dico", "laicismo", "staminali", "Pinochet", "pedofilia", "satira", "San Francesco".
(Visited 3 times, 1 visits today)

13 Comments

  1. e pensare che giusto l’altra settimana in un post di cultura erotico-igienico-sanitaria avevo lodato i papi simoniaci che avendo colto a suo tempo il piacere del cunilingus imposero al popolino la cultura del Bidet(io li favorisco e loro mi tradiscono.Roba da Chiodi)

  2. Rivera, comicuccio piccolo piccolo, rischia di diventare un eroe nazionale per una serie di battute grossolane, scontate e per di più banali: che tristezza! Sogno una satira intelligente che faccia veramente ridere, pungendo veramente i potenti, sparando luoghi comuni semiubriaco davanti ad una piazza strapiena (e, credo, a sua volta semiubriaca) mi sembra davvero un’impresa da poco. Ma tant’è, in tempi come questi, pare possa bastare… Ma poi, ultima cosa e poi chiudo la logorrea: ma se uno vuole veramente pungere affrontando temi complessi come l’eutanasia lo fa durante un concerto in piazza? con una battuta di pochi secondi? almeno elio, a suo tempo, ci pestò giù duro, con molta più intelligenza e classe. classe, ecco dove sta la differenza…

  3. Cronaca di un paese vaticanizzato e oscurato
    dove la verità viene classificata come “terrorismo”,

    dove in periodo di 8 x 1000 tutto fa brodo per raccogliere firme,

    dove il potere millenario fondato su presagi di giudizi universali va custodito con forza da chi ci ha fondato i propri guadagni.

    Ma tanto chissenefrega. Noi viviamo nel paese + bello del mondo. Abbiamo il sole, abbiamo il mare.
    Avessimo anche il visto di turisti, alla fine del tour tra le città d’arte, si fuggirebbe via.

    …il grandeantonio

  4. Ma è più ubriaco l’ubriaco in una festa di ubriachi , o chi quell’ubriaco lo prende sul serio?

  5. sssss, parliamo piano che se Bush sente la parola “terrorista”, per non saper né leggere né scrivere e nemmeno ballare, un paio di bombette al fosforo bianco razzista ce le spara.

  6. “È terrorismo alimentare furori ciechi e irrazionali contro chi parla sempre in nome dell’amore, l’amore per la vita e l’amore per l’uomo.”

    Compagni , massima solidarietà al compagno Rocco Siffredi , vittima di campagna mediatica facile con un pubblico facilmente eccitabile.

Rispondi