Tex vile

Da un comunicato Codacons del 25 febbraio 2007:

“Come si ricorderà qualche tempo fa il Codacons denunciò il famoso fumetto Tex. L’associazione in sostanza contestava a Tex di rappresentare un esempio diseducativo per i giovani, a causa del suo brutto vizio del fumo, che lo portava a comparire troppo spesso sulla pagine dei fumetti con in mano una sigaretta accesa.
Da febbraio il quotidiano La Repubblica ha iniziato la diffusione di episodi a colori di Tex, nei quali il protagonista del fumetto pare abbia perso il vizio del fumo.
Ad esempio nel numero 3 (che contiene gli episodi “Il volo nell’abisso”, “Satania!” e “Missione a Devil’s Hole”) il ranger del Texas fuma solo in rare occasioni (per la precisione quattro) nelle quali, per giunta, la sigaretta che tiene in mano non produce alcun fumo e pare addirittura spenta. (…) Non possiamo che esserne felici, e riteniamo questa una nostra piccola vittoria”.

Fantastico, quei genii dei Codacons hanno fatto smettere di fumare Tex Willer: il prossimo obiettivo sarà farlo entrare nel saloon a chiedere un bicchierino di latte.

Per intanto i nostri Consumatori-politici, che ad aprile hanno anche fatto una lista elettorale per sostenere Prodi, possono accontentarsi: nei fumetti di Tex in edicola con Repubblica le sigarette sono sparite o appaiono spente. La fondamentale campagna era partita nel tardo 1999, quando il Codacons chiese il ritiro del numero 458 di Tex Willer “per istigazione al fumo e all’alcol”. Il nostro ranger infatti si distendeva fumando una sigaretta mentre un suo amico indiano beveva per schiarirsi le idee.

Ma ora il problema è questo: basterà?

Tex, modesto particolare, può ancora sparare, ammazzare: è proprio necessario?
E che dire di quel suo vestire da noglobal?
Si potrebbe mettergli un maglioncino girocollo e farlo lavorare alle poste texane: per un mondo migliore.
E quel povero cavallo: meglio una Punto.
E in quella minacciosa fondina: non più una Colt, ma un bel cono gelato (fragola e pistacchio: niente gusti grassi) oppure l’arma più debilitante dei nostri tempi: una tessera dei Codacons.
Non uccide, ma ti fa veramente cadere le pistole.

(Visited 26 times, 1 visits today)