Cicca cicca

C’è modo e modo di spegnere una sigaretta. A Milano ce ne sono due.


Modo numero uno: spegnere il mozzicone nell’apposito posacenere di cui sono dotati quei cestini grigi, grossi e cilindrici che si trovano pressoché ovunque nel raggio di cinquanta metri. Modo numero due: lasciar cadere distrattamente la sigaretta per terra e tirare dritto per la propria strada.

Basta guardarsi intorno per capire quale dei due modi abbia scelto la maggior parte dei fumatori milanesi. Ci sono mozziconi ovunque: incastrati nel pavé, spiaccicati sull’asfalto, in bilico sulle grate della metropolitana, infilzati nel terriccio dei vasi di fiori, assiepati alle fermate del tram. Ci sono filtri che galleggiano nelle pozzanghere e brillano in fondo ai tombini.

Non pretendo che smettiamo tutti di fumare, ci mancherebbe altro. Ognuno si uccide come vuole. Tra l’altro, dubito che il fumo pregiudichi sensibilmente il nostro stato di salute, già compromesso da veleni altrettanto nocivi presenti nell’aria di Milano, in quantità di gran lunga superiore a quelli contenuti nelle sigarette.

Soltanto, piantiamola di seminare in giro per la città i residui del nostro viziaccio: ogni giorno le cicche di sigaretta lasciate per strada sono centinaia di migliaia e non sempre i furgoncini del lavaggio strade riescono ad acchiapparle con le loro spazzole.

Chissenefrega, direte, tanto il filtro è biodegradabile. Sì, ma per disintegrarsi completamente ci mette circa un anno. Le gomme da masticare, invece, ce ne mettono cinque e nel frattempo tendono ad attaccarsi sotto le scarpe. Tenetene conto, nel caso smettiate di fumare.

(Milanesitudine – E Polis Milano del 9/02/07)

(Visited 33 times, 1 visits today)

21 Comments

  1. Non so come sia la situazione a Milano, ma in varie città d’Italia, trovare un cestino per le sigarette non è così facile. Tanto quanto trovare la colonnina per pagare il parcheggio. A volte ci sono 300 metri: ti bruci la mano e prendi la multa dal controllore della sosta.

    E’ vero le sigarette per terra fanno proprio schifo, è che i fumatori ci sono e qualcosa ogni tanto bisogna fare anche per loro.

    Non voglio giustificare nessuno con questo, tanto in moltissimi sicuramente anche con il cestino sotto braccio, la butterebbero a terra, come un rituale.

  2. Io a Milano i mozziconi ce li voglio. In una città che sta facendo di tutto per cancellare l’umano dal suo panorama, trovare una cicca per terra è un po’ come trovare gli escrementi di capriolo durante una passeggiata in montagna: ci dice che qualcosa di vivo (tumore permettendo) è passato di lì.

  3. Ma …. un’altra domanda ?
    E gli spazzini ?
    Cioè … d’accordo che buttare la roba per terra (non solo le cicche) è da incivili maleducati.
    Ma leggendo l’articolo sembra di capire che lo sporco si deposita a strati. Ed allora ? e gli spazzini ?
    Certo non è colpa loro, ma una società pulita dovrebbe appunto pulire, invece si lascia depositare tutto.

  4. Sarà che non ci faccio troppo caso, sarà che abito nella zona sbagliata della Metropoli… ma dove cazzo sarebbero ‘sti cestini grigi ogni cinquanta metri? Proprio non riesco a visualizzarli mentalmente, non mi pare di averli mai visti.

    Ho invece perfettamente idea dei cestinetti verdi, nei quali però non è astuto buttar dentro sigarette o simili, pena ustioni di terzo grado per il poverino affacciato al balcone del primo piano…

  5. Se fate un giro dalle parti delle università c’è un vero e proprio strato di mozziconi davanti alle porte, o dove ci sono delle panchine..una vera schifezza!
    Per non parlare dei mozziconi in spiaggia!
    Sarà che ho l’olfatto potente, ma riesco a stanarli anche se sono mezzi sotterrati nella sabbia..

  6. Eh già.
    Proprio piena di problemi gravi questa metropoli.
    Quasi quasi si sta meglio a Napoli.
    Che là manco ci fanno caso alle cicche per terra.
    Chissà perchè?

  7. un altro demente che si permette di parlare di Napoli, senza capire un beato …..
    Benvenuto, raggio di sole!

  8. I mozziconi in spiaggia sono una schifezza, sono ormai più di 10 anni che ho comprato una scatolina di plastica trasparente con tappo a pressione (prezzo 1000 lire) che uso ed obbligo ad usare a tutti i miei parenti fumatori quando siamo insieme al mare. A fine giornata si svuota e si lava, ci vuole poco.

  9. Bravo, Vito.
    ci vuole poco, molto poco, a vivere ‘civilmente’.

    P.S.
    Ma ora costerebbe 50 centesimi? ;)

  10. mah i mega posacenere, in spazi pubblici, ce li ho in mente solo fuori da messaggerie in vittorio emanuele… potremmo trovarci a fumare tutti lì.

Rispondi