6 Comments

  1. vedo che l’impiccagione del puzzone ha acceso la miccia alla tua arte.
    l’affetto, tuttavia, è mal riposto: ebrei iracheni e dissidenti cubani sarebbero stati e sarebbero destinatari migliori.

  2. Ho letto di questa notizia giorni fa: l’aspetto più importante da valutare non solo sul Net a mio avviso è il controllo dei contenuti (non la censura).

  3. Accertata la superiorità dell’Occidente: il video di Saddam è l’esecuzione più cliccata del Web

    Saddam è stato condannato a morte. Io non potevo crederci: pensavo che alla fine del processo i suoi reati sarebbero finiti in prescrizione! Non mi ricordavo che è un bel po’ che Previti ha smesso l’attività di avvocato.
    Saddam ultimamente nel processo aveva un difensore d’ufficio. La corte aveva infatti rigettato le eccezioni del suo difensore precedente. E’ per questo che Taormina aveva abbandonato il processo.
    Secondo la linea difensiva di Taormina Saddam sarebbe stato impossibilitato a partecipare alla sua esecuzione, perché era contrario alla pena di morte.

    In effetti aveva ragione Taormina: i giudici di Saddam non erano proprio terzi: alcuni erano curdi, altri erano oppositori del regime baathista, altri Perry Mason travestito da George W. Bush.
    La più imparziale è sembrata la giuria popolare. E non è stato facile trovare gente comune irachena capace di giudicare il rais. Specie in quella fossa comune.

    Saddam se ne intendeva di pena di morte. Lo hanno ucciso dove lui stesso faceva le esecuzioni. Appena lo hanno portato nel posto, ha detto “Ah! Ora ho capito: Siete qui per l’annuncio! Bè, sul prezzo si puo’ trattare!”.
    In realtà hanno giustiziato subito Saddam non per la sentenza. Lo hanno ucciso subito perché si sono arrabbiati: “Ma come???Hai una stanza delle esecuzioni, senza sedia elettrica? Ma che figura di merda ci facciamo con tutto il mondo?!?!?”

    Avete visto il video dell’esecuzione? E’ orribile. E’ talmente orribile che Aurelio De Laurentis è andato su Al Jazira per dire che non è stato lui a produrlo.
    E inoltre, dopo averlo visto, alcuni deputati dell’Unione hanno chiesto che non venisse trasmesso in Rai. Perché l’impiccagione prenderebbe in giro i professori italiani quando arrivano alla fine del mese.

    Scene orrende: grazie al cielo molti telegiornali hanno trasmesso solo il momento in cui Saddam è morto. Le altre scene erano molto sfocate e avrebbero potuto turbare chi possiede un televisore al plasma.
    La Fox ha invece scelto di tutelare i minori. Si è visto solo John Wayne che sistemava il cappio. E alcune immagini di repertorio in cui Saddam stuprava sua figlia Pocahontas.

    L’esecuzione è avvenuta alle 4 della mattina: perché l’aereo di Bush ha fatto un po’ di ritardo. All’aereoporto lo avevano fermato perché si era già messo il passamontagna.
    Infatti Saddam è stato giustiziato da 4 tizi in passamontagna. Ce n’era uno con i denti verdi: Rumsfeld per non farsi riconoscere si era messo persino la dentiera mimetica.

    I quattro hanno detto a Saddam in arabo stretto:
    “You will pay bastard!”
    “Die bastard”
    “We’ll kill you bastard”
    “Uh?????”
    Già: lo so cosa state pensando: chissà quale di questi quattro era Bush!

    Bush ha detto: “E’ stato un atto di giustizia. Finalmente un video con una esecuzione Occidentale! Finora sul web si erano visti solo filmaker jihadisti”.
    A questo riguardo è stata affermata la superiorità dell’Occidente: il video di Saddam è l’esecuzione più cliccata del web.
    Dopo l’esecuzione di Saddam i video più cercati nel web sono Britney Spears che va a comprare Uranio nel Niger e Paris Hilton che si scopa Bin Laden. Bush ha sparso la voce che questi video esistono e la gente continua ad abboccare!

    Anche Berlusconi ha visto il video. Non gli è piaciuto: ha detto: “E’ stato un errore politico e storico”. In effetti PierSilvio ha sbagliato a metterglielo tra le cassette dei promo di Scherzi a Parte.
    Comunque Berlusconi ha detto che la decisione è stata presa “da un tribunale legittimo”. E ha colto l’occasione per chiedere il trasferimento dei suo processo a Bagdad.

    Cesa, invece, capogruppo Udc, ha detto che l’esecuzione conferma “le distanze tra il nostro sistema di valori e quello del mondo islamico”. Ha ragione: nel mondo islamico, per esempio, vietano ai cristiani di poter liberamente far parte di partiti che abbiano un alto numero di indagati per mafia.

    Dopo l’esecuzione di Saddam adesso gli iracheni hanno una nuova speranza: la speranza di molti “democratici occidentali”: finire in tv. Gli attentatori hanno infatti imparato la lezione: gireranno sempre dei filmati durante i loro attentati.

    http://www.bengodi.org/vicari

    http://www.giuda.it

Rispondi