Votatevi Vito Catozzo

Sono due settimane che continua la litania su Caruso e Vladimir Luxuria. Sul primo l’osservazione un suo senso ce l’ha: oggettivamente tra Caruso e Mastella ce ne corre e tenerli nella stessa coalizione è faticoso.
Ma Vladimir Luxuria che c’azzecca? L’obbiezione su Luxuria, a quanto pare, non è su quello che dice, ma su quello che è. Una cosa un po’ idiota in un sistema politico che non si dovrebbe porre troppi interrogativi sulla natura dei proprio candidati. Per buona parte della classe politica italiana, invece, Vladimir Luxuria non dovrebbe proprio poter entrare in parlamento ne oggi, ne mai. Un trans in parlamento? Giammai!
L’unico che abbia sentito il bisogno di dire qualcosa (e senza che nessuno glielo chiedesse per giunta) è stato Gasparri. No, dico, Maurizio Gasparri. Non sia mai, invece, che a sinistra si dica qualcosa. Chissà cosa potrebbero pensare i vicini di casa se ci si mette a difendere Vladimir Luxuria.

(Visited 6 times, 1 visits today)

10 Comments

  1. A me pare che (ad esempio nel post precedente) si siano sollevate più che altro questioni di opportunità elettorale, non altro. Io credo che la candidatura di Luxuria più che altro porti via voti.

    Poi su un trans in Parlamento in sé non c’è niente di male, molto meglio di buona parte della gente che già si siede alle Camere.

  2. Abborigeno, che portasse via voti e ” spaventasse ” il ” mitico ” elettorato moderato lo dicevano anche di Vendola.

  3. non lo so…mi auguro abbiate ragione voi.
    Io non voterò rifondazione, ma vedere Luxuria in Parlamento forse non mi dispiacerebbe poi tanto.

    Se ci sarà Caruso temo invece un eventuale Governo di centro-sinistra duri ancora meno del previsto. Uno che dice che “Rutelli e Fassino &co fanno bene a temerlo perché” lui è come “un virus che metterà in discussione i loro privilegi” non mi pare dovrebbe far parte di una coalizione ecco. Speriamo bene.

  4. Caruso dovrebbe essere in galera da mo’, con i suoi furti mascherati da espropri proletari (di apparecchi fax! che cazzo ci fa un proletario col fax? Chi ha un fax in casa, proletario o no?)

  5. Questo tizio sarà eccentrico, ma la questione è un’altra: ha qualcosa da dire? Quanto all’aspetto, se c’è chi vota Previti, che è un esponente del Cartello di Medellin fatto e sputato così, senza trucco, magari il signor Luxuria, nature, risulta un giovanotto carino. E, per giunta, INCENSURATO.

  6. Il problema di Luxuria è che continuiamo a discutere su quello che *è*, anziché su quello che ha da dire.
    Allora, se proprio vogliamo essere portatori di un discorso compiuto sull’uguaglianza tra persone, dovremmo candidarlo (più o meno come dovrebbe avvenire per tutti gli altri) per il contributo che Luxuria può portare al dibattito politico o ad un governo di centro-sinistra, e non *per il fatto* che ha qualche grammo di carne in più o in meno qui e là.

  7. Perfettamente d’accordo con Ivano…

    Luxuria come molti altri pagliacci (politicamente parlando, s’intende) vengano portati in parlamento solo per i voti che il loro nome può portare al partito… lo so, lo so che già lo sapete ma… CHE TRISTEZZA!

  8. luxuria l’ho sentito un paio di volte invitato da ferrara e a mediaset, sicuri che avrebbe fatto la figura del fenomeno da baraccone.
    non è stato così, è un politico coi fiocchi e nel senso migliore del termine.
    non credo lo rivedremo in tv ma spero lo rivedremo in parlamento

  9. che caruso sia un personaggio pericoloso è cosa risaputa. Invece luxuria (dovremmo imparare il suo nome?) è stata una piacevole scoperta. Politicamente intelligente, pacato e raffinato nel modo di parlare. Un comunista fatto bene. E non a caso viene dalla terra di Vendola.

Rispondi