Fuori Caruso

Paolo Ferrero, della segreteria nazionale del Prc, intervistato da AprileOnLine, dice: “ La decisione di escludere Ferrando dalle liste deriva dalla constatazione semplice di un’incoerenza di fondo tra il ruolo di candidato e la linea del partito”. E ancora: “Il nostro problema non è la subalternità verso qualcuno, ma il profilo politico di Rifondazione comunista e l’efficacia della sua azione politica. Ferrando con le sue affermazioni ha negato entrambe queste cose”.
Chiedo: Francesco Caruso è coerente con “la linea del partito”? E concorre ad affermare – dunque non a negare, come fa Ferrando – “il profilo politico di Rifondazione comunista e l’efficacia della sua azione politica”?
Perché – lo ripeto – se Bertinotti non rimanda Caruso a casa l’epurazione di Ferrando è soltanto lotta interna a Rifondazione. Giusta per carità, ma lotta interna. Forse crede Bertinotti che da uno come Caruso possano venire per Rifondazione più benefici di quanti non siano i rischi per il centrosinistra?

(Visited 11 times, 1 visits today)

19 Comments

  1. L’aspetto curioso è che cinque anni fa Bertinotti trasformò il Partito della Rifondazione Comunista nella “rappresentanza parlamentare dei no-global”, cercando così di dare un nuovo scopo e allungare ancora un po’ la vita di Rifondazione. Oggi è il movimento no-global, che per sopravvivere ad una crisi irreversibile, si sta trasformando in Rifondazione Comunista. Caruso ha più bisogno di Bertinotti di quanto ne avesse bisogno Ferrando, e passate le elezioni dimostrerà una straordinaria disciplina di partito, a mio avviso.

  2. fuori Caruso è troppo poco. Caruso non conta un cazzo. Fuori Prodi.
    E D’Alema, Rutelli, Mastella, Fassino, Diliberto e Bertinotti. Allora sì che si comincia a ragionare

  3. Una volta mi sono trovato in mezzo ad uno degli espropri proletari di Caruso.
    Unico rammarico è che la legge sulla legittima difesa (anche della proprietà) sia stata emanata solo un anno dopo…

  4. Una volta mi sono trovato in mezzo ad uno degli espropri proletari di Caruso.
    Unico rammarico è che la legge sulla legittima difesa (anche della proprietà) sia stata emanata solo un anno dopo…

  5. Una volta mi sono trovato in mezzo ad uno degli espropri proletari di Caruso.
    Unico rammarico è che la legge sulla legittima difesa (anche della proprietà) sia stata emanata solo un anno dopo…

  6. Perfettamente d’accordo con il post.

    Caruso lo caccerei a pedate anche adesso. Tra lui e Ferrando non vedo differenza: gente che apre bocca e spara cazzate pseudo estremiste perché si può evidentemente permettere un secondo governo Berlusconi.

  7. Secondo me lo fanno perchè hanno bisogno di visibilità. I cretini che li voterebbero ci sono, pochi ma ci sono… e loro così sperano di raggiungerli mediaticamente.

  8. Ci vuole compattezza,in questo momento.
    E ci vuole fegato per rifiutare i voti che proverrebbero da ìi sostenitori di questi figuri.
    L’unico punto che mi sembra però indiscutibile è che di voti ne portano troppo pochi.
    Meglio i voti dei moderati che rischiamo di allontanare alleandoci con certi individui.

  9. Se i cretini che li voterebbero sono pochi, che bisogno c’è di cacciarli? Basta non votare per partiti che mettano in lista persone che considerate “disdicevoli” (criterio peraltro che dovrebbe essere la guida di ogni elettore). Non capisco che senso abbia chiedere epurazioni prima delle elezioni: basta votare altrove.

  10. Ha senso chiedere epurazioni, perché uno di sinistra vota cmq a sinistra, magari non Rifondazione. Ma un moderato indeciso (di sinistra o meno) a vedere Caruso magari sta anche a casa. E secondo me son più quelli ceh staranno a casa o voteranno a destra, che non quelli che saranno attratti dal voto da quel coglione di Caruso.

    A proposito, che dire di Vladimir Luxuria?? A me lascia molto perplesso…

  11. Si governa se prima si vincono le elezioni. E le elezioni si vincono – o si perdono – per somma di voti.
    I sacri princìpi vengono dopo. Se non vinci non governi e se non governi i princìpi che troveranno applicazione saranno quelli degli altri.
    E i Caruso, i Ferrando, i Luxuria (e, se pure per altre ragioni, anche gli ex PM di Mani Pulite) se da un lato ti portano 1.000 voti, dall’altro te ne portan via 100.000.
    E’ questa la realtà con la quale occorre fare i conti.

  12. @abboriggeno. Sei perplesso per Vladimir Luxuria in quanto trans, in quanto uomo, in quanto donna, in quanto di rifondazione?
    Io se votassi rifondazione voterei 1000 volte per Vladimir Luxuria piuttosto che quel sacco di idiozie che è Caruso.

  13. @Olminide: non a caso ho dato del coglione a Caruso e ho solo nutrito perplessità invece per Luxuria.
    Non so, il fatto che sia trans non ha nulla di male in sé, ma che sia da anni presente in tivù a fare il fenomeno da baraccone (certo, volutamente per provocare) mi fa pensare che pur essendo una persona che vuol difendere sacrosanti diritti possa più facilmente togliere voti alla coalizione, proprio per il principio sottolineato dal Contevico qui sopra.
    Però io ho espresso una domanda, proprio per sondare altre opinioni e magari arricchire la mia. Ecco tutto.

  14. O.T. Adesso qui sta pure nascendo la moda di scrivere post “post-datati” (vedi sopra), in modo che rimangano in cima più a lungo??
    Mi pare una cosa quantomeno ridicola.

  15. Abborigeno: lo fanno da un po’, quando c’è la radio: così il post rimane in cima fino a poco prima dell’inizio della trasmissione. Tendo a non vederci nulla di male ;-)

  16. [@Joe, per carità, non che questi sian problemi. Semplicemente mi aveva stupito vedere che un post (quello sotto la radio) rimaneva in cima anche dopo che venivano scritte altre cose più recenti, e mi pareva creasse solo confusione. Pensando che l’intento fosse solo quello di avere più visibilità mi è sembrata una cosa ridicola.]

  17. Questo Caruso figlio di papà, comunque e sempre “contro” per definizione fa veramente ridere…come il suo partito di appartenenza, del resto: ora che si è messo in “giacca e cravatta” ed è istituzionalizzato finge di biasimarlo non potendo condannarlo (per opportunismo, non perdere “L’aggancio” con il movimentismo) e perde quel poco di credibilità democratica che poteva avere un partito originato da un’ideologia totalitaria.
    Caruso naturalmente se ne guarda bene dal dimettersi da parlamentare, il “dio soldo” fa comodo anche a lui, lui che si sente fondamentale per le “lotte… ” qualunque esse siano (ma non doveva rimanere dentro un cpt a oltranza? C’è rimasto 30 ore!!! Che pagliaccio). Consiglio? ….ma vai a lavorare…! Ma veramente però!

Rispondi