Quant’è bella la primaria che il magone si porta via…

Bando alle ciance e in alto calici. Alla faccia del relativismo di sinistra, e di tutti i disfattismi autocompiaciuti, oggi è infatti una giornata da trionfo dell’assoluto. Avete visto che meraviglia la partecipazione alle primarie? Oltre quattro milioni di noi (e sottolineo il noi) si sono messi in coda, con la loro brava tessera elettorale e la voglia di dire “questa volta, un po’, scelgo anch’io”. Sì, lo so, molto molto molto meno esaltante è il risultato di questo gran votare, soprattutto dello Scalfarotto blog-sponsorizzato. Ma il segnale al berluscone (e a tutti i rutelli – bleah – del centrosinistra) dovrebbe essere arrivato. Non voglio indulgere a troppo ottimismo, in primo luogo sul piacione della Margherita, però resta oggi qui e ora da festeggiare una gran bella domenica. Non siete d’accordo anche voi?

(Visited 7 times, 1 visits today)

19 Comments

  1. io vi stimo molto, ma spiegatemi perchè avrei dovuto votare Scalfarotto?! Sul serio dico, non sul riempiamoci-la-bocca-di-bellissimi-ideali.
    Cmq un successone!!

  2. Per capirci: che messaggio sarebbe arrivato a(cito) “tutti i rutelli – bleah – del centrosinistra”? Che ha vinto Prodi (Prodi!)? Gli è arrivato forte e chiaro in faccia il messaggio che uno di loro è il prossimo leader della coalizione.
    E invece ai simpatici DS girotondisti che messaggio è arrivato? Forse quello che non sono in grado di presentare una (una sola) candidatura seria in 10 anni? Che sono schiavi della logica di Yalta (governare ma grazie ad un democristiano)? Bel messaggio.

    Quattro milioni di sinistri che vanno in maggioranza a votare uno non di sinistra. Che dite, Nanni Moretti la prossima volta avrà il coraggio di dire “Prodi (!) dì qualcosa di sinistra?”

  3. Io sto godendo come un riccio.
    Non conta chi ha vinto e con quanto scarto (anche se mi aspettavo qualche voto in più per Bertinotti)ma il plebiscito che ha avuto TUTTO il centrosinistra.

    4.300.000 persone che pagano per fare la fila per votare in una consultazione dall’esito scontato.
    E’ straordinario.

  4. Io sto godendo come un riccio.
    Non conta chi ha vinto e con quanto scarto (anche se mi aspettavo qualche voto in più per Bertinotti)ma il plebiscito che ha avuto TUTTO il centrosinistra.

    4.300.000 persone che pagano per fare la fila per votare in una consultazione dall’esito scontato.
    E’ straordinario.

  5. La prova della democrazia partecipativa, pure a pagamento, c’è stata, e qui si festeggia questo.

    contano molto i voti di uno che è andato a votare a pagamento un ex democristiano cattolico di centrosinistra, rispetto ai non voti di un cattolico che non è andato a votare e voterà Berlusconi.

  6. Partecipazione da pelle d’oca. Parecchi conoscenti hanno votato Prodi perché secondo loro il senso delle primarie era esprimere un leader col più largo seguito. Questo anche se avrebbero votato diversamente. Poi l’annoprossimo voteranno ancora Prodi perché bisogna battere Berlusconi. Domanda: ma quando l’elettore che vorrebbe votare diversamente potrà farlo senza sentirsi in colpa?

  7. Bello il titolo, peccato che finisca così:

    Chi vuol esser lieto sia,
    del doman non c’è certezza.

    Anzi no, una certezza c’è: Prodi
    Diobono. Scusate se non brindo.

  8. Molti hanno criticato queste elezioni perché si sostenva che Prodi fosse già il leader della coalizione di centro sinistra.

    Si perde di vista, invece, anche secondo me, l’enorme passo verso una democrazia più diretta che questo evento ha generato.

    Come si fa a non capire che un leader votato attraverso un istituto di democrazia diretta come il voto (l’istituto degli istituti della democrazia diretta) è un leader più forte, più libero, più democraticamente al servizio della nazione.

    Fa rilfettere, e non poco in verità, che questo passo di chiara espressione maggioritaria, perché un leader è una scelta sulla persona, venga fatta mentre si sta per approvare una legge elettroale che, aldilà di tutto, è l’espressione opposta.

    Forse questa è l’unica nota triste.

    Per il resto sono assolutamente d’accordo, con questo voto è rinata la speranza.

    Un saluto.

    Rob.

  9. La speranza ulteriore,
    è che adesso riescano anche a fare il partito dell’ Ulivo, a dispetto delle resistenze di Rutelli & co.
    Frattanto una bella festa, è pienamente meritata.

Rispondi