35 Comments

  1. E’ paradossale, sottostimate Calderoli credendo sia così stupido da inventarsi stupide soluzioni non pensando che possa essere abbastanza scaltro da impugnare temi che hanno già ‘funzionato’ in giro per il mondo. Se adesso dite che è una coglionata come farete a discuterne seriamente quando si tratterà di convincere il 50% (sparo a caso, ma fosse anche il 30%) della persone che la ‘sentono’ come soluzione? Esiste anche la possibilità di una scelta volontaria di inibizione temporanea farmacologica (che suona diverso sa castrazione chimica vero?). Calderoli non sarà un genio ma usa toni triviali a ragion veduta, i suoi oppositori mi sembrano più stupidi.

  2. la lega ci risolverà tutti i problemi del turismo…dopo tutto diferenziare il prodotto rende sempre…

    folklore allo stato puro…

    detto ciò…dubito che qualcuno firmi volontariamente per farsi sterilizzare o castrare…
    la legge del taglione?toriamo in dietro?
    mmmhhhh

  3. La vignetta è bellissima. Ma la cassa di risonanza che i giornali fanno alla Lega è curiosa. La Lega sta al governo da anni. Ed è la seconda volta. Governa comuni, provincie e regioni.
    Eppure fa questa politica del dentro-fuori, sparando ‘ste boiate a getto continuo, per eccitare le parti basse del proprio elettorato.
    Ma su nessun giornale si legge che se hanno quelle proposte, le potrebbero trasformare in legge. Dov’è il problema? Non hanno coraggio, ecco il punto.

  4. Fabrizio, la lega ha meno del quattro per cento, sa bene di poter spararare una cazzata al giorno, due quando si impegnano, senza che la cosa abbia la benchè minima possibilità di concretizzazione a livello legislativo. Il vero potere che hanno è quello di tenere per le palle l’alleanza di centrodestra. Questo potere, a quel che vedo, lo usano per ottenere silenziosi vantaggiucci non diversi da quelli della tanto vituperata Prima Repubblica.
    Tutto il resto sono favole che raccontano ai sempliciotti con camicia verde ed elmetto di Viki il vichingo che vanno a fare il picnic a Pontida.

  5. e se per esempio la castrazione chimica sostituisse l’incarcerazione? Tipo una scelta: castrazione chimica o 30 anni di prigione? (30 anni veri, non 2 anni e poi vigilata) Non so voi ma io sceglierei la castrazione. Il mito della virilità lo baratto volentieri con la libertà personale.

    Ma il problema, a mio avviso, non è tanto il dopo, ma il prima. Come prevenire, visto che tanto la condanna del gesto e la relativa incarcerazione non sono metodi efficaci per evitare il fattaccio?
    Sarò banale ma mi viene in mente un’unica soluzione: case chiuse come valvola di sfogo socialsessuale.

    Un’altra cosa che mi pare curiosa è la cassa di risonanza che sta avendo la faccenda.
    E’ sbagliato lo stupro o il problema è la criminalità di matrice straniera?
    A leggere i giornali e a sentire i telegiornali, il problema è l’immigrazione. Sembra quasi che se lo fa un italiano, beh, allora, pazienza.
    Della serie: in 15 giorni 3 stupri da gruppi di stranieri. Una media di uno ogni 5 giorni, circa 73 l’anno. Sono davvero solo attorno a 73 i casi di stupro in un anno in Italia? Ahimè mi sembra una cifra un po’ bassa.
    Ciao.

  6. Non sono proprio un leghista, anzi Dio me ne guardi, ma come ho sempre detto su molte questioni agisco in piena libertà di coscienza ora di sx ora di dx a seconda di come le mode del momento decidono di classificare alcuni valori…
    il fatto che Calderoli se ne esca con questa idea, che io condivido anche se aberrante (d’altronde è aberrante lo stupro per cui non vedo il problema…)la dice lunga sul fatto che come al solito l’italiano chiede giustizia e le istituzioni latitano a quel punto uscite tipo queste, manifestazioni di Besano etc.. sono sintomo di un malessere che, comunque la vediate, esiste.
    Ipocrisie a parte.
    Poi ognuno la pensi come vuole, od offra la propria figlia a qualche stupratore.

  7. Calderoli è quello che è (l’intera Lega, è quello che è), certe trivialità non mi stupiscono più di tanto. Del resto, al di sopra dei toni beceri, si tratta in effetti di una soluzione che altri Stati hanno praticato.
    Io, personalmente, sono contrario, per tutta una serie di motivi. Però, a mero titolo di provocazione, vorrei fare una piccola riflessione.
    Lo stupratore, il pedofilo, il “colpevole” di reati che a detta di Calderoli e altri meriterebbero la castrazione, è un soggetto che, di fatto, ha già dimostrato di essere pericoloso per l’integrità psico-fisica delle sue vittime. La tutela di questo diritto, ingiustamente leso, non merita forse un provvedimento adeguato? Non a titolo di “vendetta” del reato già commesso, ma quale “prevenzione” di ulteriori violazioni, terribili (inaccettabili, intollerabili) per i soggetti involontariamente coinvolti. In questo contesto, la castrazione (chimica o meno) sarebbe giustificata. O no?

  8. il Biani e i suoi ammiratori non sono diversi da Calderoli.

    3 crimisi orrendi, odiosi, e non uno capace di una parola di pietà per le vittime. Solo miserabile campagna elettorale per cavalcare la voglia di giustizia sommaria da un lato, un penoso gioco di parole per attaccare un avversario politico dall’altro.

    Quelle povere ragazze non hanno ancora finito di subire violenza, purtroppo.

  9. “Poi ognuno la pensi come vuole, od offra la propria figlia a qualche stupratore.”
    Balthazar, e questo che c’entra?!
    Aridaglie con la solita solfa! Se uno è contro qualcosa, per forza di cose è con l’altra parte.
    Ma oltre a bianco e a nero ci sono un’infinità di grigi eh!

    Senza parlare di castrazione chimica o meno (Calderoli ha detto chiaro e tondo che si potrebbe fare quella fisica, secondo lui), pensare alla certezza della pena no?

    Ti sei preso più di tot anni di carcere (5-7-10-15, quello che vuoi)? Bene, non ottieni libertà vigilata, ne permessi speciali a meno di malattia o lutto e anche in questo caso ci sarà sempre un poliziotto con te.

    Punto.

    Chi ha sbagliato, paga ugualmente, senza incorrere in provvedimenti da Antico Testamento.
    Vorrei vedere se un giorno per un errore giudiziaro qualcuno dei sostenitori di certi provvedimenti si ritrova vittima degli stessi come la prende.
    Immagino sarà felice come una pasqua no?

  10. OT: preoccupiamoci delle esternazioni del presidente del Senato featuring Camillo Ruini sulle unioni civili tra gay. E già cominciano a parlare della 194; hanno atteso una settimana per infrangere una promessa post-referendum.

  11. Un fascio viene accoltellato, perchè alla violenza si è risposto con la violenza.
    Chi scende in strada a protestare con gli skinheads?
    La Lega.
    Uno stupro. Chi propone i metodi mediovali?
    La Lega.
    Boicottate la Lega in qualsiasi modo: strappate i loro manifesti, imbrattate i loro gazebo, diffamate i loro politici, create scompiglio ai loro raduni. Sono uguali ai clandestini violenti, solo che hanno in più il pericoloso tarlo del potere.

    http://WWW.NOVATORE.IT

  12. Senza parlare di castrazione chimica o meno (Calderoli ha detto chiaro e tondo che si potrebbe fare quella fisica, secondo lui), pensare alla certezza della pena no?
    dice Simo.
    Sono d’accordo.
    Il problema è che chi và in giro con la scorta, e chi ha le auto blu tutto questo lo vive come qualcosa di lontano, di estraneo.
    Quante volte con i miei amici diciamo di dx, si sono affrontati discussioni su temi della legalità e della sicurezza, dell’immigrazione clandestina, cavalli di battaglia di una destra che non fa niente, se non demagogia in campagna elettorale (e lo riconosco anche nel Calderoli di queste settimane).
    Oggi Cofferati bacchetta i suoi “compagni” di sx per la loro inettitudine nel trovare le soluzioni ai problemi sopracitati.
    Certezza della pena, in Italia, ma quando mai…
    purtroppo non cambierà mai nulla.
    E mi spiace per i miei figli…

  13. In effetti è paradossale che un appello simile venga dal membro di un partito che aveva come slogan “La Lega ce l’ha duro”.

    Sono anche un po’ spaventato dalla “politica pesante” che Bossi ha promesso in un’intervista oggi. Chissà cosa tira fuori. Sicuramente qualcosa di orribile.

  14. Giulio, la violenza che proponi, che trovo di per sè inaccettabile, anche dal più gretto punto di vista utilitaristico mi sembra sia proprio la reazione peggiore: controproducente, alimenterebbe il circolo vizioso, li farebbe passare per vittime; poi, certi politici leghisti sono bravissimi a diffamarsi da soli.

    Ultimo, affermi che:
    “il Biani e i suoi ammiratori non sono diversi da Calderoli. (ma lo pensi veramente?)
    3 crimini orrendi, odiosi, e non uno capace di una parola di pietà per le vittime.”

    Potrei banalmente e biecamente rispondere che non ho ancora letto alcuna tua parola di pietà per le vittime.
    Tralascio anche il fatto che i crimini non sono solo tre, ma molti di più, ma alcuni (soprattutto se compiuti da stranieri) hanno una visibilità enorme rispetto ai tanti che rimangono nelle brevi di cronaca locale (anhce quando straniere sono le vittime).
    Ma il punto è un altro: la pietà, la com-passione, la solidarietà con la vittima, l’indignazione ed il disprezzo per l’orrendo crimine, per fortuna, sono propri di chiunque, sono talmente ovvi che non c’è bisogno di ribadirli in apertura di ogni commento o prima di ogni vignetta.
    Poi c’è questa questione, su cui ironizzava Mauro: che abbiamo ministri per i quali, come ambito e tono delle affermazioni, parlamento e curva dello stadio pari sono.

  15. Dimenticavo, affermando che per fortuna non solo i succitati sentimenti appartengono a tutti: non era così scontato.
    Almeno stavolta non s’è ancora palesato quello che immancabilmente dice (lo diceva con la gonna, poi con la minigonna, figuriamoci oggi coi jeacns a vita bassa e le mutande in vista): “in fondo se l’è cercata, si sa, l’uomo è cacciatore..”

  16. Notizie Ansa,
    ovviamente non applicherei mai forma di violenza come botte o bombe (ci vogliono bombe che facciano cambiare testa alla gente, non che gliela facciano saltare) ma non sottovaluterei nemmeno il potere del boicottaggio, cioè una serie di azioni lasciate alla fantasia personale atte a screditare, anche con l’arma della goliardia, la Lega come partito. Deve essere chiaro che un partito profondamente incoerente, profittatore ed incapace come la Lega è totalmente nocivo, se non dal piano reale (forse non riuscirà a realizzare tutto quello che dice) almeno su quello della capacità di ragionare dei più indifesi, o che hanno molto da difendere.
    E se per caso tutti noi stiamo solo chiacchierando senza proprorre soluzioni, i politici (che d’altronde ci rappresentano egregiamente) stanno facendo la stessissima cosa.

    http://WWW.NOVATORE.IT

  17. Screditare la Lega.
    Mah!
    Fatti un giretto dalle mie parti (bergamo) e poi mi dici la fattibilità della cosa.
    Essere Leghisti da queste parti equivale ad essere crociati nel 1200: è una fede.

    Anche a far presente con fatti certe incongruenze, pacatamente, civilmente, per amor di discussione, ti si risponde che i vertici leghisti sanno quello che fanno.

  18. La castrazione chimica non è un’idea così malvagia purchè venga applicata a quegli spregevoli soggetti che commettono un certo tipo di reato ben consapevoli di cosa stanno facendo.
    Ci vantiamo della nostra cultura e della nostra civiltà quando ci fa comodo, ma non concediamo nessuna attenuante alla miseria umana di certe condizioni di vita.
    La superiorità culturale esiste dove esiste il senso di responsabilità per l’operato di chi riteniamo culturalmente inferiore, così se il mio cane morde qualcuno, ne sono responsabile io e se un immigrato buttato in un centro di raccolta come merce da stoccare, commette un reato, non posso invocare una pena che arginerà il caso ma non il problema.
    La forza della civiltà risiede nell’operato di tutta la comunità per questo se violentassero mia figlia e ne avessi la possibilità, ucciderei lo stupratore, ma l’istinto del singolo non può prevalere sul ragionamento di tanti.

  19. Se vogliamo sperimentare la castrazione su chi si macchia di reati di pedofilia e violenza sessuale, iniziamo dai preti. Avremo molte messe cantate alla Farinelli.

  20. Un pò più seriamente…
    Le uscite del troglodita Calderoli sono piuttosto significative in quanto escono dalla bocca di un partito che da anni ulula “che c’è l’ha duro” (osservazione femminile).

    Trovo sia ipocrita urlare in questo modo soltanto quando c’è di mezzo un extracomunitario… e quando saltano fuori degli “onesti” padri di famiglia italiani che violentano la moglie e i figli? Perché non ci sono le prime pagine dei giornali, perché non si sente Calderoli ululare?

    Non è l’orrendo crimine in sè che sconvolge tanto, ma solo il fatto che sia stato commesso da un’extracomunitario.

    Come sempre capita, le donne sono sempre quelle meno convinte da argomenti come la castrazione per punire la violenza. Loro, che per prime sono esposte a questi pericoli, sono anche le prime a sentire puzza di fregatura quando qualche politico strumentalizza questi problemi (reali) a scopi di marketing politico.

    Temo che le persone più troglodite (come Calderoli) non si agitino tanto per la sicurezza delle donne, ma al contrario per un profondo e atavico senso di “possesso” verso queste utlime, sempre più “oggetto” prima del maschio dominatore (che c’è l’ha duro) poi come politico in cerca di facili consensi e prime pagine.

    Anche il discorso sulla castrazione è tipicamente maschilista e fallocratico: è l’espressione massima del desiderio di controllo del (presunto) strumento del potere maschile sulla donna… Insomma: un argomento da “maschi”, una lotta per il dominio da galli nel pollaio, non da persone serie e civili.

  21. e uscito il mio nuovo blog in cui a puntate mettero il mio libro che ha come protagonista un ex giocatore di subbuteo erotomane e melissa p.
    il blog si chiama centocolpi.splinder.com

  22. Low Resolution: una capacità di analisi degna di un leghista. La castrazione chimica viene di solito proposta per la pedofilia (Calderoli non ha scelto il momento più opportuno per tirare fuori la cagata, ma si può capirlo, è leghista) e solo per estensione a tutto l’ambito sessuale. La violenza alle donne non è di solito associata ad una deviazione sessuale da inibirsi farmacologicamente.

  23. pure per la pedofilia…

    ci son casi di madri che stanno divorziando e accusano i mariti di pedofilia e violenza sui figli di 4-5anni perchè mentre facevan loro il bagnetto gli han passato la mano sul culo….

    è successo ad 1mio ex atleta..ha passato 4anni d’inferno ma per fortuna ne è uscito!

    e se l’avessero condannato alla castrazione anche se innocente?

    riflettere!

  24. Sono contrario alla castrazione chimica da parte dello Stato. Infatti sarei io in prima persona, con le mie manine, a voler castrare quella persona, senza nessuna autorizzazione da parte dello Stato. Non è civile, non è corretto, il giustizialismo fatto in casa è pericoloso etc etc. Non me ne frega un kazzo.
    Se fai violenza alla mia donna stai sicuro che, se non mi ammazzi prima, io ti taglio la palle. Sul come lascio alla vostra fantasia.

  25. tal giulio è davvero delirante, queste persone sono il seme della violenza altro che calderoli.
    si credono nel giusto e nella verità, gli altri o sono cretini o mascalzoni, dio è con loro.caro giulio purtroppo per te siamo in democrazia esiste un parlamento liberamente eletto, però puoi trasferirti in corea del nord se vuoi e in cina.

  26. hai fatto un salto,o meglio diciamo che fai degli slalom; sei passato dalle vignette alla Bucchi allo stile fritto misto Vauro-Altan. Quando avremo il piacere di conoscere il vero Biani, sempre che ce ne sia uno.
    nick

  27. Jack, ma che cazzo dici?
    Chi ha tirato in ballo la verità assoluta?
    Ecco il mio punto di vista basato sui FATTI reali: io dico che la Lega è un partito profittatore e incoerente, da quando esiste hanno detto praticamente tutto il contrario di tutto (a parte che gli extracomunitari sono essere inferiori, quello e rimasto sempre). Prima ringraziano l’euro, infamano il Berlusca e il tricolore…apri gli occhi e guarda adesso invece!
    Seme della violenza? Se è solo perchè ho incitato alla controinformazione incisiva ed aggressiva contro la Lega allora confermo.
    Ho già specificato che non intendevo la violenza contro le persone.
    Cina e Nord Corea? Vogliamo fare il puerile giochetto di Occidente VS Oriente? A parte che in Cina l’azione diretta che io sostengo e tu disapprovi sta già portando dei vantaggi per i lavoratori-schiavi senza necessariamente usare le bombe, ti propongo di andare a vivere negli USA dove gli stupri sono molto più numerosi che da noi e dove non hai l’assitenza medica e pochissime ferie all’anno.
    Forse ce n’è abbastanza di che indignarsi?
    Meglio prendersi del pazzo che del qualunquista…
    Un saluto a tutti i cittadini modello.

  28. I “N-Euro” riabbracciano il grande capo

    E’ tornato.

    E non ci mancava affatto.

    Tre giorni dopo la festa celebrata sul prato di Pontida, Umberto Bossi ha dichiarato di essere pronto per ricominciare a fare “politica pesante”.

    Sì, ha detto politica pesante, perché la politica d…

Rispondi