13 Comments

  1. Io davvero non capisco a cosa possa servire il raggiungimento del quorum.
    Chi non va a votare dovrebbe ritenere il motivo del voto di poco conto e quindi lasciare la decisione alle persone che invece se ne interessano.
    Se non siete favorevoli potete sempre votare no, ma quindi in ogni caso votare.
    La faccenda diventerebbe sicuramente più seria.
    Buona notte.

  2. Concordo con GIGI…negli USA non eleggono il presidente con il 51%, ma molto meno. E se un molto meno può reggere le sorti del mondo…

  3. Concordo con tutti voi. O via il quorum, come nei paesi civili (Usa, Svizzera, etc) oppure basta referendum. Troppo spreco. Ci facciamo il culo per questi italioti che non lo meritano.

  4. Esistono due leggi, l’art 98 del Dpr. 30 marzo 1957 n°361 e successive modifiche Titolo VII, relativo alle elezioni alla Camera e al Senato e la legge del 25.5.1970 n. 352 che estende l’art. 98 ai referendum, che puniscono la propaganda astensionista se fatta da persone che ricoprono un incarico pubblico o da ministri di culto.
    La pena è la reclusione da 6 mesi a 3 anni.

  5. balthazar perche non denunci qualcuno se sei così convinto, è nel tuo diritto, il resto sono chiacchere. quando gli italioti votano a sinistra sono bravi, quando non lo fanno sono idioti, bella concezzione della democrazia. america, svizzera, francia e comagnia bella, ma perchè la costituzione dittatoriale italiana non prevede il referendum propositivo? perchè è da buttare nel cesso.

  6. Caro Vauro biani, la battuta “talebano tale figlio” è vecchia come il cucco,(dammi tempo e ti dirò con precisione dove l’hai frecata) vedo che continui a sostiturti a bucchi quando dai il meglio di te, cioè a copiare lo stile di massimo in maniera ormai spudorata.
    talebiani tale figlio di ‘ndrocchia.
    nick che ti cura

  7. Caro Jack non siamo stati chiamati a votare dx o sx ma per un referendum ma tu probabilmente sei andato al mare…ed io ho seguito le orme del tuo amico Fini che di sinistra non è !!!!
    saluti

  8. caro compagno (de che?)baltahzar l’astensione se predicata da fassino (vedi sull’art,18) è cosa buona e giusta, se predicata da un citadino italiano come ruini allora non è giusta. si perchè ruini ha tutti i diritti di un cittadino italiano, vedi quella carta riciclata della costituzione che all’art.7 ha reso democratici i fascistissimi patti lateranensi (ratificati dal compagno socialista craxi). come vedi il duce non era poi un così feroce dittatore. basta studiare un pò e non leggere solo le veline del regime demomassonicolobbystico. studiare, studiare,studiare.

Rispondi