Aridatece Bellarmino

Non so come ci si sente a dire certe frasi. Che per fortuna stavolta sono anche registrate ad una radio; ma una certa cordata della chiesa cattolica proprio non ci vuole stare. Hanno perso con Galileo e continuano a perdere da 400 anni. Almeno fossero dell’Inter se ne farebbero una ragione.

Quello sulle cellule staminali embrionali è invece un ramo che contraddice i fondamentali diritti umani, perché si può essere buoni scienziati e contemporaneamente dei criminali.
(Rocco Buttiglione a Radio Radicale)
(Visited 14 times, 1 visits today)

10 Comments

  1. Certo che si può essere buoni scienziati e dei criminali al tempo stesso. Credi che l’umanità di una persona sia direttamente proporzionale alla sua intelligenza?

    Certo non sono d’accordo sul fatto che basti interessarsi di un certo campo di ricerca per diventare dei criminali, questo lo può dire solo che non capisce un accidenti di scienza. Ma allora la frase da mettere in neretto era quella precedente.

  2. È proprio quello il punto invece Ultimo. Se tu dici una frase del genere, ovvia e scontata, vuoi dire qualcos’altro.
    Se noi discutiamo di te come blogger e io alla fine di una frase dico: si può essere blogger e scemi, tu che pensi io voglia dire? (non è un’offesa, è un esempio!)

  3. sono d’accordo con te. Ma ripeto che trovo la prima la frase censurabile, non la seconda, che è vera.

  4. Procediamo gradatamente.
    Prima mettiamoci d’accordo su “Sò” che si scrive “so” e su “un offesa”, che si scrive “un’offesa”. Poi passiamo alle cose più complicate, come le cellule staminali.
    E basta con “la cordata cattolica” e “Galileo”: i cattolici (del cui insieme il succitato politico non è che un membro, non un manifesto o un organo di espressione) non parlano necessariamente in coro; nonostante la professione di fede, ognuno riesce, viva Dio, ad essere responsabile delle proprie parole.
    Senza offesa. Ma odio le generalizzazioni e i toni da crociata (da qualsiasi parte provengano), quando si trattano, perdendo un’opportunità, temi così delicati.
    Ciao.

  5. Procediamo gradatamente.
    Prima mettiamoci d’accordo su “Sò” che si scrive “so” e su “un offesa”, che si scrive “un’offesa”. Poi passiamo alle cose più complicate, come le cellule staminali.
    E basta con “la cordata cattolica” e “Galileo”. I cattolici (del cui insieme il succitato politico non è che un membro, non un manifesto o un organo di espressione) non parlano necessariamente in coro; nonostante la professione di fede, ognuno riesce, viva Dio, ad essere responsabile delle proprie parole.
    Senza offesa. Ma odio le generalizzazioni e i toni da crociata (da qualsiasi parte provengano), quando si trattano, perdendo un’opportunità, temi così delicati.
    Ciao.

  6. Carlo, corretti gli errori. L’ho scritto più volte. Non parli con uno che non vive in Italia da un sacco. Sorry.
    PS: ma cordata l’ho usato proprio perchè non volevo generalizzare! Cordata è un gruppo di persone che va insieme, non sono tutto il mondo.

  7. Fabrizio, spero non ti sia offeso per le correzioni, non volevo essere petulante :).
    Quel che mi preme, è che temi di questo tipo, specie a ridosso delle elezioni, siano trattati (se si decide di farlo) con serietà, resistendo alle pur seducenti lusinghe dell’ironia, spesso a rischio di sconfinare nella propaganda oltranzista (che, inutile a dirsi, è fatalmente controproducente).
    Ciao, Carlo.

  8. Dire che “si può essere buoni scienziati e contemporaneamente dei criminali” per giustificare la proibizione della ricerca scientifica in un particolare campo, se non fosse una fesseria e fosse possibile prenderlo alla lettera giustificherebbe la proibizione della ricerca in qualsiasi campo.
    Detto poi da una persona fondamentalmente ipocrita e ambigua come Buttiglione è veramente ridicolo.
    Buttiglione è la persona che trovava criticabile l’omosessualità dimenticando che il suo Signore e Padrone Silvio è in una posizione ben più criticabile dal’punto di vista della morale Cristiana di cui lui si erge difensore, forse molti suoi sostenitori sono cosi ignoranti da non sapere che una persona divorziata e risposata che ha anche fatto dei figli con la seconda moglie è automaticamente esclusa dai Sacramenti ( a meno che , come Silvio non paghi un prete di manica larga per andare a casa sua a dir messa ), mentre si puo essere omosessuale ed essere un grande rappresentante del cristianesimo piu profondamente vissuto come Giovanni Testori.

Rispondi