10 Buoni motivi per non recarsi a votare ai referendum del 12-13 giugno (Parzialmente abrogativi della legge 40 sulla procreazione assistita)

1) Siete contrari a ogni forma di procreazione assistita e credete ciecamente nella masturbazione. E sottolineo ciecamente.

2) Non vi interessate di problemi che non abbiano un’influenza diretta sui vostri tornei di calcio alla Playstation 2.

3) Margherita Hack vi ricorda terribilmente Maga Magò.

4) Siete convinti che Alzheimer e Parkinson siano i due terzini con cui il Milan conquistò il suo primo scudetto.

5) Ritenete che il concepimento cominci nel momento in cui lei ti chiede: “Scusa, sai che ore sono?”.

6) Temete che il congelamento di migliaia di embrioni vi renderà impossibile trovare ancora in circolazione il Calippo al gusto cola.

7) Vi piace l’idea di entrare a far parte di un club che comprenda, tra gli altri, Mastella, Andreotti, Gasparri, Martinazzoli, Buttiglione e Follini.

8) Da pochi mesi siete entrati a far parte di un gruppo criptonazista o qualcosa di peggiore.

9) Temete che una legge eccessivamente libertaria conceda a vostra madre la possibilità di abortire. Oggi, che avete 27 anni.

10) Trovate sensato che Camillo Ruini ci dia consigli sulla procreazione nonostante siano sessant’anni che rischia di fecondarsi una mano.

(Visited 17 times, 1 visits today)

22 Comments

  1. 10 Buoni motivi per non recarsi a votare ai referendum

    10 Buoni motivi per non recarsi a votare ai referendum del 12-13 giugno. L’ho copiato paro paro. Dice molto.

  2. detto da uno che ha contribuito alla raccolta delle firme per questi referendum, e che sta facendo campagna attiva per i Si’: questo post e’ stupido, ottuso, mancante dei requisiti minimi di rispetto per le posizioni altrui.
    mi vergogno per te, e mi preoccupo per come gente come te contribuisce a definire, per l’opinione pubblica, la gente che in questo referendum ci crede.
    a urlare il tuo disprezzo per chi non andra’ a votare quanti voti guadagneremo? io, fino all’ultimo, cerchero’ di convincere tutti quelli che posso che ci sono delle RAGIONI, non degli slogan, per andare a votare.

    come detto ieri:

    Neri, ritira le password a un po’ di questa gente per favore.
    un tempo su gnueconomy/macchianera si leggevano post di politica che potevano piacere o non piacere o fare incazzare, ma quasi mai delle banalita’ del genere.

  3. A proposito, per tre sì non vedo dubbi. Per quello sulla procreazione assitita invece proprio sì. Ora indipendentemente dal fatto che tutta la legge va rivista e dovrà passare per un’analisi seria e parlamentare ma io posso accettare la procreazione assistita solo a due condizioni ed un corollario:
    1. Che sia nota l’identita del donatore. Il diritto a poter giungere alla identità del prorpio padre o madre biologica è un diritto inalielabile di tutti.
    2. Che sia posto un limite alle fecondazioni possimili con i semi di un donatore. Per ovvie questioni legate alla condizione di eventuale inseminator.
    Corollario conseguente è che ogni donatore, per il ruolo che va a ricoprire, sia sottoposto a verifiche analoghe a quelle richieste dalle commissioni per l’adozione e l’affidamento.

    In condizioni differenti sono contrario. Mi dispiace ma questa è una delle poche volte in cui mi trovo a dissentire da Serra che in un suo intervento sulla rubrica L’amaca ha detto che era giunto alla conclusione che la vita è sempre benvenuta da qualunqe parti arrivi. La vita deve avere una qualità ed il diritto a poter conoscere le proprie origini è parte di questo diritto.

  4. ma se un bambino viene abbandonato e poi adottato da una famiglia non sa chi sono i suoi genitori, no?
    Ha perso un suo diritto alienabile quindi, ma se viene adottato riconoscerà un padre e una madre nella sua nuova famiglia.
    Credo che anche se non sei biologicamente figlio dei tuoi genitori comunque saranno sempre i tuoi genitori, no?
    Un padre o una madre non è quello che ti da vita, ma quello che ti cresce. L’amore che ogni giorno ricevi da tua madre e tuo padre è più importante dello spermatozoo o dell’ovulo dal quale sei nato?

  5. ventomare: normalmente giustifico anche le battute su pedofilia e genocidio, se almeno la vis comica ne giustifica l’esistenza.
    questo post, non essendo divertente (non per il tema trattato, ma forse per incapacita’ dell’autore di risultare divertente), non lo posso nemmeno salvare da quel punto di vista.

  6. date le motivazioni di chi promuove l’astensione, un po’ di sarcasmo è capibile, direi. Libera chiesa in libero stato, anche se alle volte ci si dimentica della seconda parte.

  7. Invece del 4° si io vedrei meglio una sana legge che renda possibili le adozioni delle migliaia di bambini che stanno in orfanotrofio.
    Dato che, con la fecondazione eterologa, il bambino non sarebbe cmq totalmente generato dalla coppia in questione io dico che a quel punto tanto vale adottarne uno e cosi’ garantirgli una vita degna e decente

  8. sottoscrivo in pieno quanto scrittoda Cyrgon.
    Io tutto questo accanimento a voler procreare ad ogni costo non l’ho mai capito…
    Se avete “Amore da dare” – altra espressione che della quale mi sfugge il significato- ci sono tanti bimbi che aspettano solo di essere adottati.

  9. Mi sto sbellicando dalle risate. Che modo divertente di sdrammatizzare un problema da niente.

  10. Anche recarsi a Beseno per vedere La Pazziata. Questo commento è patrocinato dall’aggregazione pazziati sparsi, tra cui Sphera, Zu, Rillo, Mike, Narsil, Fraps, Broono.

  11. X silvestro
    Ehm… sono addirittura un filo imbarazzato nel fartelo notare ma quello che scherza con la legge 40 e le ragioni del sì/no/astenersi è l’autore del post, non io.
    A me fa ridere il vostro dimenarvi contro gli astensionisti. E mi fa ridere perchè è patetico, non perchè spiritoso.

  12. a me fa ridere sopratutto il punto 7.
    poi non ha preso di mira la legge di per se,l’ironia è + su i votanti e sulla nostra società che sulla fecondazione assistita.

  13. non ci si stupisce mai girando in rete ,questo sito è come il manifesto non serve a nulla

  14. Finalmente un referendun che vale la pena ASTENERSI e mi astengo perchè poveri illusi non ho alcuna voglia di fare un piacere alle multinazionali del farmaco . Disabili e handicappati mi stanno simpatici ed anche tutti gli sfigati del mondo soprattutto i troppo vecchi ,i troppi malati , i troppo scalognati ,i perdenti ,i falliti e i disperati

Rispondi