Sai tenere un segreto?

Roma. Le “residenze private e le loro pertinenze” del presidente del Consiglio, oltre a quelle di familiari e collaboratori del premier sono sottoposte a misure di sicurezza che impongono la “massima segretezza”. Viene pertanto disposta la “totale interdizione all’accesso” salvo autorizzazione dello stesso presidente del Consiglio. Lo stabiliscono due decreti del ministro dell’Interno trasmessi lo scorso 7 febbraio dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, al Comitato parlamentare di controllo sui servizi di sicurezza.
(Pab/Zn/Adnkronos) 18-FEB-0518:33

Chiedo, eh? La notizia cita “le residenze private […] del presidente del Consiglio” e, a quanto pare, non si tratta esclusivamente di Villa Certosa.
Quindi devo desumere che il segreto di stato sia da applicare anche su questa, quella di Arcore (la storia di Villa S. Martino dei Casati Stampa merita, ne parleremo più in là), così come appare su un peraltro utilissimo sito governativo.


Villa S. Martino

Arcore (MI)

Villa S. Martino

Arcore (MI) – dettaglio
(Visited 11 times, 1 visits today)

5 Comments

  1. Di fatto, si è creato uno Stato portatile, una specie di valigetta diplomatica extralarge. Dove rifugiarsi in caso di bisogno. Diritto d’asiloooooo…..

  2. Ho telefonato a Sophie Kinsella e abbiamo deciso di chiederti i diritti sul titolo di questo post. Anche se lei è arrivata dopo :D

    (Commenti a tono non ne faccio solo perché sono reduce dalla visione dello spettacolo di Luttazzi a teatro, e ho ancora la gastrite dopo due giorni.)

Rispondi