Dove sta la differenza

The Hands to S. E. Asia“Blog uguale media. Ecco allora una rapida ed incompleta panoramica dei blog asiatici ed internazionali che stanno raccontando, ora dopo ora, ciò che accade dall’altra parte del mondo.”
Li raccoglie sapientemente per noi Giusec, mentre Gigi D’Alessio al TG1 si preoccupa delle borse rovinate e Pippo Inzaghi al TG5 confessa il suo imbarazzo per non essersi lavato per tre giorni.

(Visited 19 times, 1 visits today)

7 Comments

  1. La differenza è che la borsa di Gigi D’Alessio viene propinata a milioni di telespettatori. Mentre il blog di Giusec lo vediamo io, te e un signore di Bergamo.
    (Auguri a Giusec perché si aggreghi anche qualcuno dalla provincia di Como)

  2. Sk, e i monzesi-brianzoli dove li metti? Ho un fedele manipolo di lettori monzesi-brianzoli, io. ;-)

    Scherzi a parte, ieri, ho fatto una fatica della miseria ad aggregare i post asiatici. Oggi invece anche l’elite dei blogger statunitensi ne parla. Qui, ad esempio:

    – WorldChanging http://www.worldchanging.com/archives/001814.html

    – BoingBoing, qui
    http://www.boingboing.net/

    Credo che il disastro abbia segnato il punto di non ritorno:
    – blog: media affidabili, immediati, ricchi di informazioni, foto e dettagli
    – siti di news: lenti, in ritardo, con notizie cotte e stracotte (vedi il Tirreno che pubblicava l’intervista dell’imbecille calciatore di turno).

  3. Si però.
    Io Gigi D’alessio l’ho sentito accennare alla sue valige.
    Per carità poteva anche farne a meno, è vero, giusto, giustissimo.
    Però.
    Però è una reazione umana, non è che perchè sei famoso perchè fai canzoncine sollazza marroni, devi per forza essere anche un essere superiore alle umane reazioni.
    E poi presi così di sprovvista…certo un pallone di sprovvista è una cosa, uno pseudo giornalista all’improvviso è tutta un altra.

  4. Giusto. Il problema non sta infatti nel povero, caro, Gigi. Il problema risiede nel tizio che l’ha intervistato, non trovando di meglio da fare.

  5. appunto.
    una trasmissione patetica basata sulle interviste ai primi superstiti atterrati a Ciampino che ovviamente non avevano vissuto praticamente niente del disastro e ne sapevano meno di tutti noi.
    una trasmissione in cui si chiede al Prof Boschi (geofisico) come far fronte all’emergenza sanitaria in Asia.
    una trasmissione in cui si chiede a Gigi D’alessio “cos’hai provato”.
    Io ieri sera Giorgino lo avrei francamente mandato a fare l’asinello nel presepe.

  6. Ma Giorgino ultimamente non lo facciamo uscire dal presepe, ovvero raiuno, (dove in realtà interpreta il ciocco di tronco sotto l’ascia del taglialegna), tranne che per comprare il pane e il latte. I Dalessi e i Nzaghi fanno il loro lavoro, quello per cui li abbiamo messi lì dove stanno. Le trasMissine sul disastro sono uguali a tutte le altre: se ci servono, le mandiamo in onda. Se ci danneggiano, le stemperiamo. Come funzionario di struttura, penso che la natura abbia però una testa di cazzo di proporzioni ciclopiche: ha avuto a disposizione per mesi un’isola di “famosi” su cui secchiare onde a volontà e non l’ha fatto. Sarebbe stato il primo reality degno di essere visto. Vi segnalo solo una perla che non ho visto ancora emergere nei commenti: ieri sera, retequattro, prima serata. Sul nostro Canale-canile di servizio, abbiamo mandato il GRP, ovvero il Grande Rosicone Pugliese. Quello a cui non abbiamo dato le serate consacranti stile morandi-celentano-dalla-zero sulle reti di stato. Essendo un nano rancoroso (quasi come il Capo Supremo) e pericoloso (“Al” è un nomignolo che non ci si guadagna senza qualche merito, vedi Capone), lo abbiamo dovuto scodellare sul Canale-canile ad auto-incensarsi e a gorgheggiare come un ebefrenico le sue canzoni di merda, fra le quali ho trovato un capolavoro di stile e opportunità quella che dice:
    “Felicità /
    è una spiaggia di notte, l’onda che batte
    la felicità …”

  7. ieri sera su rete4 ci doveva anche essre il primo TG4 di Fede scampato al terremoto.
    Nostro Signore ci ha mandato per la santificazione della sua nascita, un terremoto di dimensioni “epocali ” e non si è portato via neanche Fede che era proprio lì.

    Qualcosa non va, è inutile far finta di niente.

Rispondi