Sento le voci

DIM: Vivere zenza gonfiniDopo anni che l’avevo, ho cambiato numero di telefono del cellulare. Sono tornato ad un numero storico che ho mantenuto – senza più usarlo – dai tempi in cui Clarence era solo un’idea. Anzi, forse da prima.
Ma non è questo l’importante (a parte il fatto che sì, chi aveva il mio vecchio numero può cancellarlo, chi è iscritto a Plaxo ha già ricevuto il nuovo e gli altri possono richiedermelo via mail).

No. Tutto questo serviva solo per introdurre la vera questione, e cioè che dopo anni di Vodafone volevo provare l’ebbrezza di tornare a Tim (so che con questa domanda inauguro una guerra santa tipo Mac contro PC, ma quale prende meglio dei due? Quale ha le migliori tariffe? E la migliore copertura? Con quale si naviga meglio in Gprs?).
Ebbene: dovevo cambiare tariffa. Compongo il 119 e una voce registrata mi accoglie con questa frase:

“Bbenvenudo nel servizzio cliendi Dim”

Biscardi. Cazzo. Aldo Biscardi.

Qualche tempo fa si disse che le voci Vip – geniale trovata del scior Mauriscio Costanscio – erano un esperimento. Una cosa temporanea, cioè. Lo stesso Costanzo si vide cassare nel giro di una settimana l’annuncio: “l’utencie gia lei chiamatcio è occupascio o non può rishpongiere”. La versione ufficiale fu che era tutto previsto: una settimana e poi stop. La verità è che arrivavano sputi fin dall’altra parte della cornetta.

Detto questo, Costanzo, Biscardi, Laurenti: la scelta delle voci è caduta proprio su quei personaggi che anche impegnandosi non riuscirebbero a pronunciare correttamente nemmeno il nome della compagnia telefonica. Che sono tre lettere, voglio dire.
E mica per niente poi la concorrenza schiera una rompicoglioni che organizza feste a tradimento per ogni minima stronzata (che, per dire, è estate: uno sarà anche libero di farsi i cazzi suoi in disparte, se ne ha voglia, no?) e che, all’ottantasettesimo ciak, il meglio che le è uscito è stato: “E’ l’estacie Vodafòn. Ed è tucia inciorno a tei”.
Uno si chiede: quando questi si stancheranno di rispondere, chi subentrerà? Silvio Muccino?

Ma la questione – ripeto – è: Biscardi. Cazzo. Aldo Biscardi.

(Visited 10 times, 1 visits today)

11 Comments

  1. La cosa è un po’ più grave. Sto inutilmente tentando da qualche giorno di parlare con un operatore del 119: ho imparato a memoria quello che potrei fare, ma di riuscire ad attivare l’invito alla prova gprs non se ne parla proprio. E chi ti da’ il benvenuto? Un cane. Di parlare con qualcuno non se ne parla proprio. Evidentemente si stanno abituando a trattare i cani come esseri umani e gli esseri umani come cani.

  2. Ed è indubbiamende. La veridà, la guale alguno può ignobilmende negare, in guesda drasmissione non ha paura di dirla. Ingessandemende. Un abblauso sbondaneo. Grazie.

  3. Segnalo l’ultim osso di plastica del cane Dim:
    acquisto l’offerta estiva, 10 euro per 100 minuti di chiamate ai tim e un bel po’ di messaggi gratis, il tutto da usare entro un mese.
    termino rapidamente i 100 minuti free per scoprire – e l’operadore non mi aveva avvisada!- che per un mese, cioe’per tutta la validita’ dell’offerta, paghero’ le chiamate ai tim a tariffa maggiorata.
    Indi, si riprendon tutti quei 100 minuti, e con gli interessi… e la chiamano offerta. ovviamente a mia mail di reclamo nessuna risposta, e io pago…

Rispondi