La monnezza campana è un bene culturale!

Suvvia, possiamo pretendere che un popolo così simpatico e originale si occupi di un problema noioso come lo smaltimento dei propri rifiuti?
E ci pensate a come sarebbe monotona la Campania senza le suggestive cataste di sacchi di pattume squarciati sullo sfondo dei casermoni degradati? Con un decreto lampo, il ministro dei Beni Culturali Urbani risolve l’emergenza delle discariche del Sud: “I sacchi di spazzatura napoletani sono pittoreschi, allegri e fantasiosi, hanno un istintivo talento musicale e riscuotono grande successo negli immondezzai di tutto il mondo: sarebbe un delitto bruciarli”.
Chiuse tutte le discariche della Regione per non privare il pubblico di un’emozione estetica davvero mozzafiato, specie nella calura estiva. Allarme sui treni bloccati dalle proteste: dopo due giorni senz’acqua né toilettes, I passeggeri emanano miasmi più tossici di quelli prodotti da un inceneritore. Intanto la camorra promuove la raccolta differenziata dei rifiuti: ogni cittadino dovrà riporli in sei sacchetti di colore diverso, a seconda del clan che si occuperà di smaltirli abusivamente.

(Visited 14 times, 1 visits today)

20 Comments

  1. Alle recenti votazioni mi sembra siano stati riconfermati gli stessi partiti. Probabilimente ai campani va bene così.

  2. Guardate, o tutti: perchè io devo smaronarmi a fare la raccolta differenziata, dividendo plastica, carta, ferro, vetro e rifiuti organici; ed invece c’è chi butta via tutto assieme? Io lo faccio volentieri, anche da prima che fosse obbligatorio differenziare, perchè ci tengo a dove e come vivo.
    Ma allora perchè devo pagare io gli errori degli altri, la leggerezza di chi se ne frega?
    Chissà che affoghino nella loro spazzatura, allora.

  3. Sulle (presunte?) cattive abitudini e sui pessimi comportamenti “civici” dei popoli meridionali potremmo disquisire giorni interi. In questo caso, la popolazione non si è comportata diversamente dai tassisti di Milano. E se ognuno dovesse affogare nella propria spazzatura, la Lombardia sarebbe un’immensa discarica chimica. Chi ha prodotto i rifiuti che si vuole depositare “provvisoriamente” in Campania?

  4. La lombardia a dire il vero ha una capacità di smaltire i rifiuti superiore a quanti ne produce, e ne importa pure (frutta parecchi soldi). Si fa presto a dire che arrivano da nord…

  5. Mac, io le scuse le farebbe a tu moje. A scioperà a uffa so’ stati i tassisti de Milano, no quelli de Roma. Difennemo la romanità.

  6. Stoccolma 25luglio 2004-Scoperte storiche Clamorose su Parapoti svelate dalla principessa Yasmin, pronipote di Federico II, Isabella d’Inghilterra, ma anche dell’imperatore Potior Augustus Valens e Di King Desiderio.
    La Principessa Ecoarcheologa Yasmin Hohenstaufen svela:”Parapoti e’ un sito archeologico legato al culto della Gens Potitia , custode dei segreti di Eracles Invictus!”
    Un modello di Ecosviluppo alternativo , non puo’ prescindere dalla rivalutazione del Palinsesto Ipogeo di Parapoti, ha dichiarato la Principessa Yasmin von Hohenstaufen Avril de Burey d’Anjou Puoti Putiatin , Presidente dell’Ucert -Unione Centro Energie Rinnovabili Trasnazionale , giornalista , Ambasciatrice ,gia’ Presidente del Reader’s Digest ,Docente di Ecoevolutionary Management Master alla Lega dell’Edera .”Certamente i rifiuti sono Feticcio e Relitto della civilta’dei Consumi , ma sotto quei sacchi e’ stata azzerata la memoria di migliaia di secoli di civilta’. La Principessa scienziato ed archeologa ha spiegato che la Mistica dl Tempio di Eracles Invictus rappresenta l’iniziazione al Sigillo della Sacra Scienza che culminava nei riti del Sol Invictus o di Venus Poti(Venere vincitrice). Pothos era infatti l’Eros, il Desiderio che e’il Vrill forza vitale .Alla Gens Potitia apparteneva il Rango di Defensor e Patricius Romanorum,Cesare Augusto, Costantino, lo stesso Patrizio alto Ufficiale San Giorgio , Potior Augustus Valens Imperator e King Poto , nipote di King Desiderio,Dinastia Potior , da cui i Despoti o Comander , ossia i Comneno o Poti , alias Puoti(Com-Coppa Eno- Vino, quindi Graal).I King Poti (Despoti di Costantinopoli-divenuti Principi Puoti o Putiatin di Costantinopoli ed Odessa ereditarono il culto di San Giorgio ed il Drago o San Michele o del serpente azzurrodi King Desiderio )Parapoti dunque era il cuore del culto dell’eredita’ di Costantino che trasmise i suoi Carismi ai Reges Potiores Comneno, ossia i Puoti Comneno, linea viva e vitale, attraverso il matrimonio di Costanzo e Gallia Placida ).Parapoti fu nucelo del culto dei basiliani , Imperatori Filosofi della Ciotola, ovvero Potiri, ovvero Coppa del Graal o Onfalos, centro di Energie elettromagnetiche.
    Un sito di escatologica valenza che sige una continuita’ dal Culto di Eracles Invictus a quello del Sol Invictus , attraverso Energie rinnovabili. Parapoti HA LA propria identita’CHE esige quindi un salto di qualita’ che non a tutti gli storici -archeologi o tutori di beni artistici ed ambientalisti dell’Ultima ora e’ consentito!” Occorre un Air Balak , ossia Aria Superiore e non…inquinata…”dal Convegno -Ucert
    http://www.federicostupormundi.it

  7. Per approfondimenti Dinastia Imperatores Potior
    http://www.federicostupormundi.it
    utenti.lycos.it/fridericus
    utenti.lycos.it/federicostupormundi
    King Poti
    Dinastia Principi Poti o Puoti
    Palazzo Principi Puoti -Curtis Ferramanu o Longobardorum di King Desiderio(Pothos)-Villa di Briano Caserta- Storia del Palazzo Poti(Puoti)del Principe Chirurgo Francesco Puoti , ove e’ nata la Principessa Yasmin Aprile di Burey d’Anjou Hohenstaufen Puoti, discendente dell’Imperatore Potior Valens e Potior (Comander o Comneno)di King Poti, nipote di King Desiderio, capostipite dei Principi Puoti -Putiatin di Costantinopoli-Odessa-Anamnesi di Parapoti, il tempio ad Eracles Invictus-

  8. Lunedì 28 Giugno 2004
    Ridens
    di Lia CeliLa monnezza campana è un bene culturale!
    Suvvia, possiamo pretendere che un popolo così simpatico e originale si occupi di un problema noioso come lo smaltimento dei propri rifiuti?
    E ci pensate a come sarebbe monotona la Campania senza le suggestive cataste di sacchi di pattume squarciati sullo sfondo dei casermoni degradati? Con un decreto lampo, il ministro dei Beni Culturali Urbani risolve l’emergenza delle discariche del Sud: “I sacchi di spazzatura napoletani sono pittoreschi, allegri e fantasiosi, hanno un istintivo talento musicale e riscuotono grande successo negli immondezzai di tutto il mondo: sarebbe un delitto bruciarli”.
    Chiuse tutte le discariche della Regione per non privare il pubblico di un’emozione estetica davvero mozzafiato, specie nella calura estiva. Allarme sui treni bloccati dalle proteste: dopo due giorni senz’acqua né toilettes, I passeggeri emanano miasmi più tossici di quelli prodotti da un inceneritore. Intanto la camorra promuove la raccolta differenziata dei rifiuti: ogni cittadino dovrà riporli in sei sacchetti di colore diverso, a seconda del clan che si occuperà di smaltirli abusivamente.

    TrackBack (0) | ore: 00:36TrackBack
    Indirizzo da utilizzare per il trackback di questo post:
    http://www.blognation.it/cgi-bin/mt/mt-tb.cgi/15267 [copia]

    Commenti
    beata ignoranza..

    Inviato da: Profeta , 28.06.04 00:55 – [x]
    Se sei capace, vieni a smaltirli tu, i rifiuti, genietta.

    Inviato da: L’anonimo lettore , 28.06.04 00:57 – [x]
    Alle recenti votazioni mi sembra siano stati riconfermati gli stessi partiti. Probabilimente ai campani va bene così.

    Inviato da: gianfilippo , 28.06.04 07:17 – [x]
    Gianfilippo, ma di che votazioni parli? Tzè.. ma statevi un po’ tutti zitti..

    Inviato da: Profeta , 28.06.04 08:36 – [x]
    profeta non sarò……..

    Inviato da: gianfilippo

  9. Lunedì 28 Giugno 2004
    Ridens
    di Lia CeliLa monnezza campana è un bene culturale!
    Suvvia, possiamo pretendere che un popolo così simpatico e originale si occupi di un problema noioso come lo smaltimento dei propri rifiuti?
    E ci pensate a come sarebbe monotona la Campania senza le suggestive cataste di sacchi di pattume squarciati sullo sfondo dei casermoni degradati? Con un decreto lampo, il ministro dei Beni Culturali Urbani risolve l’emergenza delle discariche del Sud: “I sacchi di spazzatura napoletani sono pittoreschi, allegri e fantasiosi, hanno un istintivo talento musicale e riscuotono grande successo negli immondezzai di tutto il mondo: sarebbe un delitto bruciarli”.
    Chiuse tutte le discariche della Regione per non privare il pubblico di un’emozione estetica davvero mozzafiato, specie nella calura estiva. Allarme sui treni bloccati dalle proteste: dopo due giorni senz’acqua né toilettes, I passeggeri emanano miasmi più tossici di quelli prodotti da un inceneritore. Intanto la camorra promuove la raccolta differenziata dei rifiuti: ogni cittadino dovrà riporli in sei sacchetti di colore diverso, a seconda del clan che si occuperà di smaltirli abusivamente.

    TrackBack (0) | ore: 00:36TrackBack
    Indirizzo da utilizzare per il trackback di questo post:
    http://www.blognation.it/cgi-bin/mt/mt-tb.cgi/15267 [copia]

    Commenti
    beata ignoranza..

    Inviato da: Profeta , 28.06.04 00:55 – [x]
    Se sei capace, vieni a smaltirli tu, i rifiuti, genietta.

    Inviato da: L’anonimo lettore , 28.06.04 00:57 – [x]
    Alle recenti votazioni mi sembra siano stati riconfermati gli stessi partiti. Probabilimente ai campani va bene così.

    Inviato da: gianfilippo , 28.06.04 07:17 – [x]
    Gianfilippo, ma di che votazioni parli? Tzè.. ma statevi un po’ tutti zitti..

    Inviato da: Profeta , 28.06.04 08:36 – [x]
    profeta non sarò……..

    Inviato da: gianfilippo

  10. Lunedì 28 Giugno 2004
    Ridens
    di Lia CeliLa monnezza campana è un bene culturale!
    Suvvia, possiamo pretendere che un popolo così simpatico e originale si occupi di un problema noioso come lo smaltimento dei propri rifiuti?
    E ci pensate a come sarebbe monotona la Campania senza le suggestive cataste di sacchi di pattume squarciati sullo sfondo dei casermoni degradati? Con un decreto lampo, il ministro dei Beni Culturali Urbani risolve l’emergenza delle discariche del Sud: “I sacchi di spazzatura napoletani sono pittoreschi, allegri e fantasiosi, hanno un istintivo talento musicale e riscuotono grande successo negli immondezzai di tutto il mondo: sarebbe un delitto bruciarli”.
    Chiuse tutte le discariche della Regione per non privare il pubblico di un’emozione estetica davvero mozzafiato, specie nella calura estiva. Allarme sui treni bloccati dalle proteste: dopo due giorni senz’acqua né toilettes, I passeggeri emanano miasmi più tossici di quelli prodotti da un inceneritore. Intanto la camorra promuove la raccolta differenziata dei rifiuti: ogni cittadino dovrà riporli in sei sacchetti di colore diverso, a seconda del clan che si occuperà di smaltirli abusivamente.

    TrackBack (0) | ore: 00:36TrackBack
    Indirizzo da utilizzare per il trackback di questo post:
    http://www.blognation.it/cgi-bin/mt/mt-tb.cgi/15267 [copia]

    Commenti
    beata ignoranza..

    Inviato da: Profeta , 28.06.04 00:55 – [x]
    Se sei capace, vieni a smaltirli tu, i rifiuti, genietta.

    Inviato da: L’anonimo lettore , 28.06.04 00:57 – [x]
    Alle recenti votazioni mi sembra siano stati riconfermati gli stessi partiti. Probabilimente ai campani va bene così.

    Inviato da: gianfilippo , 28.06.04 07:17 – [x]
    Gianfilippo, ma di che votazioni parli? Tzè.. ma statevi un po’ tutti zitti..

    Inviato da: Profeta , 28.06.04 08:36 – [x]
    profeta non sarò……..

    Inviato da: gianfilippo

  11. Lunedì 28 Giugno 2004
    Ridens
    di Lia CeliLa monnezza campana è un bene culturale!
    Suvvia, possiamo pretendere che un popolo così simpatico e originale si occupi di un problema noioso come lo smaltimento dei propri rifiuti?
    E ci pensate a come sarebbe monotona la Campania senza le suggestive cataste di sacchi di pattume squarciati sullo sfondo dei casermoni degradati? Con un decreto lampo, il ministro dei Beni Culturali Urbani risolve l’emergenza delle discariche del Sud: “I sacchi di spazzatura napoletani sono pittoreschi, allegri e fantasiosi, hanno un istintivo talento musicale e riscuotono grande successo negli immondezzai di tutto il mondo: sarebbe un delitto bruciarli”.
    Chiuse tutte le discariche della Regione per non privare il pubblico di un’emozione estetica davvero mozzafiato, specie nella calura estiva. Allarme sui treni bloccati dalle proteste: dopo due giorni senz’acqua né toilettes, I passeggeri emanano miasmi più tossici di quelli prodotti da un inceneritore. Intanto la camorra promuove la raccolta differenziata dei rifiuti: ogni cittadino dovrà riporli in sei sacchetti di colore diverso, a seconda del clan che si occuperà di smaltirli abusivamente.

    TrackBack (0) | ore: 00:36TrackBack
    Indirizzo da utilizzare per il trackback di questo post:
    http://www.blognation.it/cgi-bin/mt/mt-tb.cgi/15267 [copia]

    Commenti
    beata ignoranza..

    Inviato da: Profeta , 28.06.04 00:55 – [x]
    Se sei capace, vieni a smaltirli tu, i rifiuti, genietta.

    Inviato da: L’anonimo lettore , 28.06.04 00:57 – [x]
    Alle recenti votazioni mi sembra siano stati riconfermati gli stessi partiti. Probabilimente ai campani va bene così.

    Inviato da: gianfilippo , 28.06.04 07:17 – [x]
    Gianfilippo, ma di che votazioni parli? Tzè.. ma statevi un po’ tutti zitti..

    Inviato da: Profeta , 28.06.04 08:36 – [x]
    profeta non sarò……..

    Inviato da: gianfilippo

  12. 1.Voi del nord non potete proprio parlare in quanto non sapete cosa c’è al sud; nn potete “sfottere” su questa situazione perchè coinvolge noi tutti….invece di accusarci aiutateci solo così se ne può uscire in qualche modo…..

    Da un ragazzo 14enne di Napoli

Rispondi