Bastard poppers reloaded

Musica sui blog? Sai la novità. Personalmente adotto da sempre la linea Frank Zappa: “Parlare di musica è come ballare di architettura.” A meno che non mi paghino per farlo. No, non trovo strano che nessuno lo faccia.

Tuttavia, come rappresentante al 50% dei blog musicofili italiani su Macchianera(l’altro 50% è Valido, ovviamente, che onora il titolo molto meglio di me)* non posso esimermi dal segnalarvi Loser : Re-Login, la compilation assemblata e promossa da (guardunpo’) Loser.

Loser : Re-Login non è la compilation del Festivalbar, perché gli indieblogger, quando fanno le cose, le fanno per bene. Parte dal concetto ormai noto di bastard pop, e spinge i confini di un genere già di per sé clandestino trasformandolo in bastard electro. Il risultato è un po’ Buddha Bar, un po’ dancefloor, e molto sofisticato.

Aggiungo l’ennesima nota personale dicendo che mi sono molto emozionata quando ho riconosciuto, fra i vari campionamenti, un brano degli Amari, miei conterranei e occasionali compagni di sbronze, nonché gruppo ben degno di scoperta.

Il tutto può essere scaricato dalla rete senza che il ministro Urbani vi mandi dietro la Finanza.

Andate e godetene tutti.

*Sono preparata all’eventualità che qualcun altro reclami una percentuale di rappresentanza: Valido e io rimaniamo i principali rappresentanti dei blog musicali su Macchianera, anche considerando il numero totale dei post… oddio, ho la Sindrome di Bondi.

(Visited 5 times, 1 visits today)

16 Comments

  1. CHe palle però sto bastard pop. Sarà anche che Smmerch in radio ci ha sfracannato i maroni con il SUO bastard Pop. Sarà.
    A me sembra una delle cose meno vitali attualmente sulla scena musicale..

    P.S. Giulia, tu che di queste cose ne sai, che mi dici della Chip Music (non sono ancora riuscito ad ascoltare niente ma l’idea di pezzi sintetizzati con un Gameboy é attraente e fa molto NerdChic)

  2. Se dobbiamo mandare degli mp3 a Gianluca, io comincerei con cose meno da palati allenati. Tipo Freelance Hellraisers, 2ManyDjs e altre cosette. So che l’Altro Rappresentante ha un database spettacolare a sua disposizione :D

  3. Minchia, il neri già ci propina musica di merda di suo (magnifico il suo remix di ieri sera della Locomotiva con gli accordi a cazzo)… vi prego, pietà :)

  4. ciao darkripper, mi permetto di rispondere io alla tua domanda su gameboy e musica. In linea di massima si tratta di una serie di musicisti che usano l’interfaccia e la scheda audio del gameboy per fare musica, questo tramite un apposito software sempre caricato sulla console portatile. Io stesso ho assistito ad una performance di questo genere dove suoni campionati in presa diretta venivano processati ed integrati lavorando con un gameboy, il tutto opera di un collettivo di musicisti elettronici americani (west coast).

  5. Giuliaaaa! Ma te sei la mia Giulia! Non lo sapevo che postavi anche te su Macchianera. Allora fai bene a tirartela. Però ti prego, dammi una chance, troviamoci una sera al Buddha Bar, vedrai che dopo, anche te, non potrai più fare a meno di me, e allora sì che avrai qualcosa di nuovo e di meraviglioso da scrivere sui post porcellosi di Proserpina. Per ora ti mando un languido bacio da appiccicare sulle labbra. Tuo per sempre, Vlad.

  6. Arroganza? Ma l’hai ascoltato, Repetto?
    Hai presente quale tortura auditiva rappresentino le sue canzoni?
    Sarà anche un bravo figliolo, non dico di no, ma quell’album è INASCOLTABILE. E basta.
    Sappiamo tutti benissimo che Macchiaradio lo programma solo per gusto del trash.
    È necessario il buonismo, in questi casi?

  7. scusa Giulia, rileggendo mi sono accorto di aver preso una cantonata, e che rispondevi a Darkripper e non a me.
    pensavo che stessi dicendo che siccome non amo (anzi, mi fanno alquanto onco) la musica da buddha bar, da dance floor e molto sofisticata, mi stessi dando del fan di Repetto :)

  8. Eh bòn. Adesso ci siamo capiti.
    Capirai che adesso me ne vado in giro a dare del “fan di Repetto” alla gente.
    Ci sarebbero gli estremi per una querela :D

Rispondi