Una campagna per “Stilos”

Stilos è un settimanale di informazione libraria e letteraria. E’ curato da Gianni Bonina ed esce, da qualche anno, come supplemento del martedì del quotidiano La Sicilia di Catania.
Un paio d’anni fa Stilos era a colori, come il resto del giornale. Poi è passato al bianco e nero su carta giallina. Un paio d’anni fa Stilos aveva otto o dodici pagine. Ultimamente ne ha spesso sei, talvolta quattro.
Il lavoro di Gianni Bonina a me sembra assai buono. Ho accettato di collaborare (gratuitamente) a Stilos, poco più di un anno fa, perché mi pareva una bella pubblicazione, e ci tirava un’aria fresca.
Se Stilos chiudesse, sarebbe davvero un peccato.
Domenico Cacopardo e Salvatore Ferlita hanno scritta una lettera aperta a Mario Ciancio Sanfilippo, editore e direttore del quotidiano La Sicilia. Se conoscete Stilos e avete piacere che continui le pubblicazioni con serenità e con un adeguato numero di pagine, vi invito a copiare la lettera aperta che riporto qui sotto e a spedirla all’indirizzo: segreteria@lasicilia.it, specificando nell’oggetto: “All’attenzione del direttore Mario Ciancio Sanfilippo”. Eventualmente potete rendere più visibile la vostra adesione depositando anche un “commento” qui sotto.
Nella continuazione di questo post trovate una lista di persone che hanno già sottoscritta la lettera di Cadopardo e Ferlita; nel mio diario terrò una lista aggiornata.

Al dottor Mario Ciancio Sanfilippo, Direttore ed editore de La Sicilia, Catania

L’ulteriore ridursi della foliazione di Stilos, il settimanale culturale de La Sicilia, ci induce a fare appello a lei che ne è l’editore per manifestarle lo sconcerto che la decisione provoca.
Infatti Stilos, al pari di Tuttolibri de La Stampa e del domenicale del Sole-24Ore, rappresenta uno dei pochi riferimenti per coloro che amano la cultura e vogliono conoscere i suoi sviluppi, le sue tendenze, le sue novità.
E Stilos è l’unico settimanale del genere nel Sud d’Italia e svolge il proprio compito avendo attenzione non al solo Sud o alla Sicilia, ma al paese e al panorama internazionale.
Insomma è uno dei pochi strumenti a disposizione di chi abbia interessi più ampi della semplice cronaca politica o nera.
Ora il ridursi della foliazione renderà ancora più difficile il lavoro di informazione e di documentazione, invitando i ‘clienti’ di Stilos a rivolgersi altrove, là dove l’inserto culturale non trova ridimensionamenti, ma sostegni e promozioni.
Le chiediamo, perciò, di intervenire perché Stilos sia subito restituito al suo normale formato, evitando che perda funzione e peso e, come sempre accade in questi casi, lettori.
Orgogliosamente La Sicilia deve continuare a sostenere il suo settimanale di cultura, come specifica e singolare espressione della permanente vivacità intellettuale di Catania e dell’isola in generale.


Domenico Cacopardo
Salvatore Ferlita
Andrea Carraro (scrittore, Roma)
Marcello D’Alessandra (insegnante, San Giuliano Milanese)
Nino De Vita (scrittore, Marsala)
Mario Fusco (Università di Parigi)
Daniela Marcheschi (Università di Perugia)
Massimo Sestili (insegnante e saggista, Perugia)
Giuseppe Traina (Università di Catania)
Dario Voltolini (scrittore, Torino)
Carmine Abate (scrittore, Bresenello)
Giovanni Maccari (critico letterario, Firenze)
Santo Piazzese (scrittore, Palermo)
Pietro Milone (saggista, Roma)
Lucio Klobas (scrittore, Bergamo)
Luigi Grazioli (scrittore e direttore di “Nuova Prosa”, Bergamo)
Domenico Scarpa (Università di Napoli “L’Orientale”).
Renato Nisticò (saggista, Pisa).
Mauro Mirci (blogger, Sicilia)
Tiziano Scarpa (narratore, critico, Milano)
Silvio Perrella (critico, Napoli)
Romano Luperini (docente di letteratura)
Cristina Bottegal (Padova),
Paola Borgonovo (redattrice editoriale, Milano)
Sara Marson (Napoli)
Marcello Fois (narratore, Bologna)
Annarita Briganti
Giuseppe Iannozzi (Kinglear)
Livio Romano (narratore, Nardò)
Pamela Canali (Roma)
Rossano Astremo (Vertigine)
Stefano Massari
Remo Bassini (giornalista, Vercelli)
Marco Candida (Tortona)
Roberto Tossani (business writer, Valdobbiadene, Tv)
Fabrizio Corselli (scrittore, saggista)

(Visited 21 times, 1 visits today)

16 Comments

  1. “Al dottor Mario Ciancio Sanfilippo, Direttore ed editore de La Sicilia, Catania”……. aggiungi anche ” e del resto dell’informazione nel Mezzogiorno” :-)

  2. Scrivo da alcuni anni su Stilos. Quando si dice: il quotidiano “La Sicilia”, in Italia (in Italia!) si pensa a Stilos, al supllemento letterario di Gianni Bonina. Sennò parleremmo di un giornale locale. Io non so perché gli fanno la guerra: secondo me è invidia. E sufficienza. Della serie: Noi ce ne fottiamo, basta che la gente legga lo sport! Boh. Mi sembrano pazzi. Uno gli fa un supplemento d’oro che fa immagine in tutta Italia, e questi si mettono a boicottare. E’ un peccato. Le cose bisognerebbe farle crescere, non mortificare. Io continuerò a scrivere su Stilos. Perché mi piace. Perché Bonina è bravo. Perché credo nelle cose belle e importanti che si fanno in Italia.
    Andrea Di Consoli

  3. E l’individuo folle che dice cose autorevoli che però non condivi, non si fa troppi problemi: sinceramente, qui la questione era Stilos e non chi é King Lear o Iannozzi. Non perdiamo di vista la sostanza per dar guardare alla forma.
    Se ti va leggemi su King, se non ti va non leggermi, anzi non leggerci. In fondo non si puo’ essere a tutti simpatici.

    Bye,

    Giuseppe Iannozzi

  4. E’ assurdo che gli editori non si rendano conto che non il non tutelare gli spazi informativi di settore come Stylos è un grave danno alla cultura e a chi ci lavora sia in maniera attiva che passiva!
    Sarebbe proprio il caso, di non continuare a macchiare il Sud, come la ‘pecora nera’ d’Italia anche per la qualità, la ricchezza, la pluralità d’informazione che tende (chissà come mai) anzichè ad aumentare, a sparire in maniera silente.
    Caro Direttore, s’impegni affinchè Stylos torni gioioso e ridente come un tempo oltre che a trovare i fondi per riconoscere ‘i meriti’ a chi vi lavora e sa fare il suo mestiere di informatore/collaboratore-giornalista/scrittore!!!
    Finiamola con gli OMICIDI INFORMATIVI E LETTERARI!!!
    Impegnamoci a riconoscere i meriti della qualità e della bravura di chi spende tempo, energie e slaute, non per i soldi (perchè al Sud non se ne vedono mai) ma per pura e mera PASSIONE oltre che per IDEALI!!!

    Saluti,
    Francesca Stefania Ferrara (giornalista)

  5. Se Stilos chiudesse, sarebbe un vero peccato. Ho collaborato diverse volte e lo trovo un magazine stimolante, attento ad una polifonia di voci e di orientamenti. Dopo il suo progressivo ridimensionamento, la sua sparizione potrebbe essere un ennesimo segno di appiattimento culturale.

    Simona Demontis (insegnante e saggista)

  6. Se Stilos chiudesse, sarebbe un vero peccato. Ho collaborato diverse volte e lo trovo un magazine stimolante, attento ad una polifonia di voci e di orientamenti. Dopo il suo progressivo ridimensionamento, la sua sparizione potrebbe essere un ennesimo segno di appiattimento culturale.

    Simona Demontis (insegnante e saggista)

  7. Se Stilos chiudesse, sarebbe un vero peccato. Ho collaborato diverse volte e lo trovo un magazine stimolante, attento ad una polifonia di voci e di orientamenti. Dopo il suo progressivo ridimensionamento, la sua sparizione potrebbe essere un ennesimo segno di appiattimento culturale.

    Simona Demontis (insegnante e saggista)

Rispondi