Quel che Hoffman pesta, Tony Renis raccoglie

Sanremo 2004Prosegue, inarrestabile, l’emorragia di spettatori dal Festival di Sanremo anche se, dopo il primo smacco contro “Elisa di Rivombrosa” e la sconfitta contro il “Grande Fratello”, ieri sera la compagnia di “Zelig” ha preferito non abusare del cadavere.
Insignificanti, nella serata di ieri, gli interventi dei comici: giovedì Dustin Hoffman, dicendo “cacca”, ha spiazzato l’organizzazione utilizzando in un solo colpo l’intero bonus di trasgressione previsto per cinque puntate.

Nel pomeriggio in sala stampa si era sparsa la voce che la “grande sorpresa” annunciata da Tony Renis si sarebbe materializzata nelle fattezze di un personaggio che ha fatto carriera a forza di raccomandazioni, con la zeppola e varie altre difficoltà di pronuncia. A pochi minuti dal lancio da parte delle agenzie che Maurizio Costanzo sarebbe stato della partita, l’organizzazione è stata costretta a precisare che trattavasi, invece, di Silvio Muccino.

Delusione per le performance di Paola Cortellesi, che si è cimentata prima in un coro alpino accompagnata dai Neri per caso e, nella serata successiva, in una finta canzone sanremese censurata degli anni ’50. Si nutre il sospetto che i testi glieli scriva, brutti apposta, Simona Ventura. E che, a questo punto, le scelga anche trucco e vestiti.

E’ andato a monte quello che avrebbe potuto rappresentare l’evento della serata: il bacio saffico tra Simona Ventura e Paola Cortellesi. Delle due, la comica era la meno convinta della necessità del gesto, e solo l’intervento di Stefano Bettarini ha convinto Paola a prestarsi alla gag. «Mi è sembrato doveroso consigliarla – ha dichiarato il calciatore –: non si sputa così sui soldi, quando c’è chi è costretto a farlo gratis».

L’organizzazione ha ufficialmente comunicato che i voti pervenuti e che hanno fino ad ora determinato la classifica sono stati cinquecentomila: il 60% riconducibile a numeri assegnati alla telefonia mobile, il rimanente a ex fidanzati di Elenoire Casalegno presenti a Sanremo.

A margine dei lustrini e delle paillettes, fa scalpore in sala stampa la love story dell’anno, che vede per protagonisti Selvaggia Lucarelli e Laerte Pappalardo. A giudicare dai commenti dei colleghi, la coppia sarebbe ritenuta male assortita. Secondo altri, invece, l’insolito accostamento richiamerebbe alla mente un misto tra Arthur Miller/Marilyn Monroe e Vittorio Cecchi Gori/Valeria Marini. Con Pappalardo jr. in entrambi i ruoli femminili.

Continuano le defezioni delle star, sorde al richiamo di Tony Renis. La notizia del giorno è che Winona Ryder, la cui presenza era stata data per certa, non parteciperà al festival: l’attrice, condannata per taccheggio, avrebbe riscontrato problemi a superare il metal detector all’ingresso del teatro Ariston. Secondo l’organizzazione, la giovane star si sarebbe “resa irreperibile”. Fonti bene informate riferiscono che quando il manager le ha comunicato che sarebbe dovuta apparire a Sanremo, l’attrice abbia commentato: «Ora però stanno esagerando: erano solo due vestiti. Non possono mandarmi in galera come tutti gli altri?».

(Visited 24 times, 1 visits today)

12 Comments

  1. Selvaggia Lucarelli e Laerte Pappalardo ??? Ma allora ci avevo visto giusto !
    Diverso tempo fa avevo visto parte di una puntata di “Casa Pappalardo”, il reduce dall’isola dei famosi aveva portato a cena in un ristorante la moglie, il figlio e la sua fidanzata… e mi sembrava proprio la bella Selvaggia ! Aspiterina…

    (arrivo tardi? )

  2. Per carità, stò Laerte sarà pure una persona dignitosa e non mi va di giudicarlo più di tanto. Però, l’ho sentito parlare alla tivvù più di una volta e non mi è sembrato proprio una cima. Insomma, un mezzo banalotto. E la Lucarelli si sta dimostrando per quella che è: una furbetta sopravvalutata.

  3. Io sono qui in sala stampa che commento il Festival con Roberto Cotroneo, dopo vado a cena con la famiglia Pappalardo, ieri ero in un salotto televisivo con Luzzatto Fegiz, prima parlavo al telefono con mia mamma che se ne sta a Civitavecchia davanti alla tv, prima chiacchieravo con Gnocchi in teatro, tra un po’ mi raggiunge mio fratello che nella vita vende vestiti e non ha mai letto un libro,i miei migliori amici sono il mio webmaster Claudio e Silvia che nella vita fa la segretaria, ho avuto fidanzati che lavorano in tv e altri che insegnano educazione fisica ai bambini.
    Sarò trasversale, che volete che vi dica. Il bello della mai vita in fondo è questo.
    E scusate, ma Vespa riuscirà pure a far cantare insieme Bossi ed Albano, io però riesco a far conversare amorevolmente Roberto Cotroneo e Laerte Pappalardo , qui in sala stampa.
    Mica cotica.

  4. La Canzone degli Alpini era troppo forte comeha detto http://lavipic.splinder.it:non faceva ridere ma che voce….
    Da segnalare la caduta di stile della Ventura stasera: un abito come quello non si porta con le spalline del reggiseno bene in vista e dire che è in Eurovisione e dovrebbe rappresentare la moda italiana…

  5. Selvy, tu sei intelligentissima e simpaticissima, non badare alla malechiacchiere.

  6. Selvy, Non badare alle malechiacchiere di questi invidioso, tu sei bellissima, seimpaticissima e intelligentissima.

  7. … e nessuno che spenda mezza parola per difendere il povero Silvio Muccino! Che con quella lisca fa tanta tenerezza.

  8. Ma quanti ci tiene la Selvaggia ad esibire le sue frequentazioni intellettual-giornalistiche (“ero lì con Cotroneo, chiacchieravo con Luzzatto fegiz, etc. etc.)! Però toglici una curiosità: ma di che cacchio potevano conversare amorevolmente Cotroneo e Laerte?

  9. no gianlu, non ci casco, parlare male dei pezzi (e dei testi) della Cortellesi solo per attirarmi qui a controbattere. No, non ci casco, non ora. Piuttosto che dire del giovine Cafiso, gloria del teen-jazz mandato alla ribalta venerdì? Io già ne scrissi, pure troppo.

Rispondi