Roberto Vecchioni ha un cuore che sanguina

E’ uscito il nuovo album di Roberto Vecchioni.
Si chiama “Rotary Club Malindi”.
E’ stato scritto in Africa, viene dopo una crisi esistenziale causata da un intervento chirurgico ed è il primo album realizzato da pensionato: dal 1° gennaio il professore è a carico dell’Inps.
Quindi nostro.
Quindi sarebbe il caso che – qualora volessimo comprare il cd – applicassero uno sconto a noi tutti lavoratori che versiamo contributi all’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale concorrendo a pagare la pensione a questo ex rivoluzionario di sinistra dal cuore grondante.
Come la pensi sul professore in pensione Roberto Vecchioni e sulla sua natura inconsapevolmente femminea e piagnona è scritto qui.
Sono andato a leggere però anche molte altre cose dette dal Nostro nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’album e fedelmente riportate dai giornali.
Dice Vecchioni: “Cinque mesi di star male, non far niente, guardare il soffitto e non rispondere al telefono. Sono andato a curarmi in Africa e mi ha rasserenato parecchio. Per questo, il disco non è sull’Africa ma su di me e quelli come me che sono tanti”.
Curarsi in Africa sulle rive dell’Oceano Indiano.
Devo dirlo a mio padre che, andato in pensione, ha comprato una bicicletta da corsa e mia madre gli ha pure fatto la ramanzina.
E ancora: “Dopo la mia crisi, che ho scoperto poi essere la classica depressione del sognatore di mezza età che scopre la dura realtà della vita, ho capito che la verità delle cose non sta nei massimi sistemi, dobbiamo cambiare rotta a partire dalle piccole cose, dalle persone a noi vicine, dai luoghi che rispecchiano la nostra anima”.
Depressione del sognatore di mezza età che scopre la dura realtà della vita (sic!).
Se avesse fatto il barista, in piedi tutto il giorno dietro il bancone, a casa con le caviglie gonfie, ci avrebbe messo molto di meno a scoprire questo mondo porco e schifoso e anche un poco cinico.
Vecchioni, adesso che non è più professore, può permettersi un po’ di realismo: ”Non sono più quel ‘lanciatore di coltelli’, avvelenato e arrabbiato con il mondo. Sono passato dalla metafisica di quel lavoro, al realismo di questo”.
Adesso “sono un canzonettista e un interista per istinto”.
Ma che cazzo vuol dire?
Eh?
Sfigato?
Basta con questi giochetti del sottotraccia, dell’autoschernirsi… interista per istinto. Ossignoredelcielo!
Un interista che ha inserito nell’album una struggente canzone per la moglie.
Scrive ancora La Stampa: ”Del fare opposizione, Vecchioni ha imparato ultimamente molto; sua moglie Daria Colombo è una autorevole esponente dei Girotondi. Le ha dedicato «L’uomo che vorrei», musicalmente poco sua, dove rende omaggio alla personalità ribelle di lei: «Come vorrei/spiegare a tutto il mondo quella donna che sei/Farli arrivare al fondo di quei sogni che hai/Che sono così grandi, così grandi/Che mi vergogno dei miei».
Parole toccanti per una pasionaria tutto cuore e clark ai piedi.
E poi c’è pure una canzone per la madre, e una della figlia per lui.
E lui l’ha inserita nelle tracce “absconditae”, quelle che sono alla fine del cd.
Manca la suocera, ma arriverà.
Insomma è un tripudio alla famiglia, alle donne di famiglia, coraggiose, tenere, baluardi eccetera.

Io affermo – ma mi piacerebbe essere smentito – che Roberto Vecchioni e quelli come lui sono furboni grossi grossi.
E adesso vado a sentire l’album.

(Visited 120 times, 1 visits today)

26 Comments

  1. In questi giorni, visto che alla radio si sente e risente Malindi, sono andato a ripescarmi i vecchi album che mi piacevano tanto: canzoni come Irene, Blue Notte, Luci a San Siro, Stranamore, Signor Giudice, Velazquez….
    Diciamo che mi piacerebbe che andare in pensione significasse smettere di lavorare (ma già da un po’).
    Ah: sempre meglio di Bennato, comunque.

  2. mio padre diceva prima di parlare pensaci e quando ci hai pensato stai zitto.prima ascolta i cd (vecchi e nuovi) di Vecchioni poi,eventualmente ,parla.e lasciami stare il Professore.mabel

  3. Io sono uno di bocca buona e Vecchioni mi ha regalato emozioni come pochi altri. Nonostante questo l’ultimo singolo è indisponente tanto è brutto.

  4. Vecchioni…ha scritto delle belle canzoni, e altre invece sono brutte. Il resto mi interessa poco, e sicuramente certe conferenze stampa potrebbe evitarsele. Però non vedo perchè esercitare tanta acredine, per così poco.

  5. Una delle sue di un tempo diceva:


    E spararono al cantautore
    in una notte di gioventù,
    gli spararono per amore
    per non farlo cantare più
    gli spararono perché era bello
    ricordarselo com’era prima,
    alternativo, autoridotto,
    fuori dall’ottica del sistema.

  6. Però, effettivamente, se il CD lo ascoltaste prima di giudicarlo sarebbe meglio…
    Anche perchè vi perdereste tre o quatto gemme che ci sono dentro.
    Fidatevi.

  7. A me questo “Rotary Club Malindi” piace come quasi tutta la produzione di Vecchioni.

    Ora.. un conto è il Poeta e un conto è l’uomo… perchè si sa fin troppo bene che il dire ( o il cantare ) è una cosa e il fare poi ben altra cosa.
    Contraddizioni ? Ma certo ! L’uomo è fatto così !

    Diceva qualcuno che di personalità contraddittorie ne sapeva qualcosa che “il poeta è un tale fingitore che arriva a fingere che sia dolore il dolore che davvero sente”.

    Io apprezzo le parole delle canzoni di Vecchioni e le emozioni che ci sono dentro.
    Che poi ci siano nell’uomo Vecchioni aspetti quali politiche, incongruenze, furberie, tira e molla, prediche belle e razzolamenti brutti non mi interessa…

    Un appunto lo faccio al prezzo del Cd che mi pare essere di Euro 14. Personalmente lo avrei comprato se avesse avuto un prezzo più onesto diciamo 7 euro.. purtroppo sono stato costretto, come dire, a farmelo prestare.

    Saluti…

  8. A me questo “Rotary Club Malindi” piace come quasi tutta la produzione di Vecchioni.

    Ora.. un conto è il Poeta e un conto è l’uomo… perchè si sa fin troppo bene che il dire ( o il cantare ) è una cosa e il fare poi ben altra cosa.
    Contraddizioni ? Ma certo ! L’uomo è fatto così !

    Diceva qualcuno che di personalità contraddittorie ne sapeva qualcosa che “il poeta è un tale fingitore che arriva a fingere che sia dolore il dolore che davvero sente”.

    Io apprezzo le parole delle canzoni di Vecchioni e le emozioni che ci sono dentro.
    Che poi ci siano nell’uomo Vecchioni aspetti quali politiche, incongruenze, furberie, tira e molla, prediche belle e razzolamenti brutti non mi interessa…

    Un appunto lo faccio al prezzo del Cd che mi pare essere di Euro 14. Personalmente lo avrei comprato se avesse avuto un prezzo più onesto diciamo 7 euro.. purtroppo sono stato costretto, come dire, a farmelo prestare.

    Saluti…

  9. Questo disco non mi entusiasma: La canzone alla moglie mi ricorda Ferrante Aporti e le ritmiche ricordano molto il lanciatore di coltelli.
    Un pensiero: Non lasciamoci prendere dall’eccesso che caratterizza i politici di questo paese e cioè la mancanza di rispetto verso gli altri.Poi le contraddizioni restano tali. Ciao a tutti

  10. Questo disco non mi entusiasma: La canzone alla moglie mi ricorda Ferrante Aporti e le ritmiche ricordano molto il lanciatore di coltelli.
    Un pensiero: Non lasciamoci prendere dall’eccesso che caratterizza i politici di questo paese e cioè la mancanza di rispetto verso gli altri.Poi le contraddizioni restano tali. Ciao a tutti

  11. Vecchioni ha scritto tantissime canzoni nella sua carriera, c’è un po’ di ripetitività fisiologiche nelle melodie e anche nei temi, però 3 o 4 bei pezzi ci sono anche in questo nuovo lavoro, e bisognerebbe avere un pò di rispetto per questo cantautore che ha firmato tanti pezzi meravigliosi.

  12. Non capisco xkè lo attaccate così tanto!!!!!!
    Il CD a mio parere è bello, l’idea della figlia è stata una buona trovata, la voce era un po’ incerta, ma poveretta era la sua prima volta!!!!! Non capisco proprio tutto questo accanirsi!!! La questione della pensione è una kazzata inventata al momento, anche mio nonno era in pensione,ma faceva l’elettricista e non ha mai fatto uno sconto su una lampadina a nessun contribuente!!! Ki la penza diversamente mi faccia sapere direttamente al mio indirizzo di posta skyking@jumpy.it

  13. Non capisco xkè lo attaccate così tanto!!!!!!
    Il CD a mio parere è bello, l’idea della figlia è stata una buona trovata, la voce era un po’ incerta, ma poveretta era la sua prima volta!!!!! Non capisco proprio tutto questo accanirsi!!! La questione della pensione è una kazzata inventata al momento, anche mio nonno era in pensione,ma faceva l’elettricista e non ha mai fatto uno sconto su una lampadina a nessun contribuente!!! Ki la penza diversamente mi faccia sapere direttamente al mio indirizzo di posta skyking@jumpy.it

  14. vecchioni, cazzo, vecchioni. ha scritto e cantato molte cose. tante di queste proprio “belle”, altre un po’ “inutili”, altre ancora “brutte”.
    Facciamo il punto: a me, fenomenicamente, questo vecchioni appare come uno stronzo retorico e ruffiano. ma non quando canta “velasquez”, “canzone per francesco”, “luci a san siro”, “love song” e tante altre. allora passino la sua retoricità e la sua ruffianeria costitutiva, quasi patologica.

    piediperterra

  15. Dubito che ascoltando la discografia completa del cantautore,chi ha scritto questo articolo possa capire qualcosa.
    Sfigato definirei piuttosto chi spara sulle persone senza conoscerle.
    Alice

  16. Dubito che ascoltando la discografia completa del cantautore,chi ha scritto l’articolo sia in grado di comprendere.
    Sfigato definirei chi spara sulle persone senza conoscerle.
    Alice

  17. Dubito che ascoltando la discografia completa del cantautore,chi ha scritto l’articolo sia in grado di comprendere.
    Sfigato definirei chi spara sulle persone senza conoscerle.
    Alice

  18. Dubito che ascoltando la discografia completa del cantautore,chi ha scritto l’articolo sia in grado di comprendere.
    Sfigato definirei chi spara sulle persone senza conoscerle.
    Alice

  19. Vecchioni avrà avuto una vita lavorativamente meno dura di altri, ma onore a lui che rispetto a tanti colleghi ha continuato con un lavoro normale, impegnativo e a stretto contatto con la realtà (e la letteratura) come fare il professore di liceo. Avrebbe potuto concedersi una vita tutta di ozi, e vacanze solosolo con i diritti di SAMARCANDA.

  20. mi dispiace molto,che tu non possa comprendere ciò che dice Roberto,anche io per pagarmi l’uni ho fatto il barista ma non c’è maI STATO UN SECONDO che non pensassi alle sue parole.Perchè non provi a sognare anche tu ogni tanto?perchè ti accanisci cosi tanto contro di lui,evidentemente se lo fai è perchè c’è una parte di te che è molto attirata dal suo pensiero no?credo che tu reagisca cosi a causa di motivi personali o perchè sei scontento della tua vita,ma credimi essa può migliorare leggendo le sue parole.Sei un po’ qualunquista nelle tue riflessioni e me ne dispiaccio,mi piacerebbe che anche tu provassi una volta tanto ad essere piu come dire “ragazzo sognatore”.Ciao e pensaci mi farebbe piacere

  21. Vecchioni è il più grande in assoluto!!! Mi fa sognare da 45 anni e chi ne parla dovrebbe prima informarsi doviziosamente ascoltando tutta la sua discografia, leggendo i suoi libri, ascoltando le sue lezioni……..e dopo ci si ritrova!!! Per il momento sei stato solo un superficiale qualunquista

Rispondi