Miserabile fallimento

Ricevo la segnalazione da un amico americano e la rilancio, tradotta al volo (l’originale è qui, ed è molto più lungo):

221.000: Numero di posti di lavoro/mese creati da quando gli incentivi fiscali di Bush hanno avuto effetto. Aveva promesso che sarebbero stati 306,000.

1.000: Numero di nuovi posti di lavoro creati in tutto il paese nel mese di Dicembre. Gli analisti prevedevano che sarebbero stati 130.000.


1°: L’amministrazione Bush sta per diventare la prima dal 1929 (Herbert Hoover) ad essere responsabile di una perdita complessiva di posti di lavoro durante tutto il suo mandato.

9 milioni: Lavoratori americani disoccupati a settembre 2003.

80%: Percentuale della forza lavoro Irakena adesso disoccupata.

55%: Percentuale della forza lavoro Irakena disoccupata prima della guerra.

43.6 milioni: Numero di americani senza assistenza sanitaria nel 2002.

130: Numero di paesi (su un totale di 191 riconosciuti dalle Nazioni Unite) con una presenza militare americana.

40%: Percentuale della spesa militare mondiale di competenza degli USA.

$10.9 milioni: ricchezza media dei 16 membri facenti originariamente parte del governo Bush.

88%: Percentuale dei cittadini americani che risparmieranno meno di $100 sulle tasse dovute nel 2006 come risultato dei tagli del 2003 nella tassazione dei capital gains e dei dividendi.

$42,000: Risparmio di imposta medio che i membri del governo Bush otterranno quest’anno a seguito dei tagli di cui sopra.

$42,228: Reddito della famigle mediano negli USA nel 2001.

$116,000: Risparmio fiscale annuale del Vice-Presidente Cheney.

44%: Percentuale degli americani che ritiene che il piano di sviluppo economico di Bush beneficierà principalmente i ricchi.

700: Numero di persone provenienti da tutto il mondo che gli USA detengono a Guantanamo Bay, Cuba.

1°: George W Bush è il primo presidente americano ad aver ignorato la Convenzione di Ginevra rifiutando l’accesso ai detenuti da parte degli ispettori internazionali.

+6%: Incremento percentuale nel numero di famiglie americane in condizioni di povertà dal 2001.

1951: Ultimo anno nel quale l’incremento trimestrale nella spesa militare americana è stato superiore a quello della primavera precedente.

54%: Percentuale degli americani che ritiene che Bush sia stato legittimamente eletto presidente

1°: Primo presidente a eseguire una condanna a morte a livello federale negli ultimi 40 anni. Le condanne a morte sono normalmente comminate dai singoli stati e non a livello federale.

9: Numero dei membri del comitato per la difesa di Bush che sono anche consiglieri di amministrazione o consulenti di imprese appaltatrici della difesa.

35: Numero di paesi ai quali è stata sospesa l’assistenza militare americana in quanto si sono rifiutati di firmare accordi per garantire l’immunità degli americani dai processi presso il Tribunale per i crimini internazionali.

$300 milioni: Ammontare tagliato al programma federale che eroga sussidi alle famiglie povere al fine di permettergli di pagare il riscaldamento delle loro case.

$1 miliardo: Ammontare di aiuti militari americani promessi ad Israele in Aprile 2003 per compensare le ricadute su Israele della guerra all’Irak.

58 milioni: Acri di terreno pubblico Bush resi disponibili per costruire strade, fare perforazioni, etc.

200: Numero di leggi a tutela della salute pubblica e dell’ambiente che Bush ha tentato di sminuire o indebolire.

29,000: Numero di combattenti americani – quasi un’intera divisione di un esercito – che sono stati uccisi, feriti o si sono ammalati e che, quindi, sono stati evacuati dall’Iraq secondo il Pentagono.

90%: Percentuale dei cittadini americani che hanno dichiarato di approvare il lavoro di George Bush come presidente al 26 settembre 2001.

53%: Percentuale dei cittadini americani che hanno dichiarato di approvare il lavoro di George Bush come presidente al 16 gennaio 2004.

(Visited 3 times, 1 visits today)

6 Comments

  1. Ma perché c’è sempre gente che confonde l’essere anti Bush con l’essere antiamericani (vedi primo commento)?
    Ho un po’ di amici in California e a New York, con tanto di cittadinanza, passaporto e cappello da baseball d’ordinanza, 100% americani, che caccerebbero volentieri a pedate nel culo GWB. Antiamericani anche loro?

  2. vengo definito spesso antiamericano….
    un po’ è come quando chiamano immigrati tutti quelli di colore (o peggio, “marocchini”), o “zingari” tutti quelli dell’est.
    generalizzare tanto per semplificare è una brutta bestia, ma è facile e dà risultati.
    ……..
    BRUTTA BESTIA L’IGNORANZA

Rispondi