5 Comments

  1. Ho conosciuto da poco il blog di Personalità Confusa. Ho letto i suoi post che ho trovato molto interessanti. Per il fatto che sia un uomo che scrive dicendo di essere una donna non ci trovo nulla di particolare. Puro divertimento. Come lui/lei ha detto tutto è iniziato come un gioco che poi è diventato piu’ grande di lui/lei. Non credeva di avere tanto successo. Ma il gioco è bello quando dura poco. Come la finzione. Mi ricorda Pirandello in “uno, nessuno, centomila”. Forse è la fine dei blog dell’anonimato.

Rispondi