L’Addio

Ho trascritto l’addio di Ferruccio De Bortoli al Corriere della Sera (che i link del Corriere sono ballerini e cambiano il giorno dopo). Non sono una lettrice sua ne del suo giornale: troppa pretesa neutralità per la mia sanguigna partigianeria. Ma le lezioni di dignità sono preziose sempre e soprattutto oggi e soprattutto qui.

(Visited 2 times, 1 visits today)

12 Comments

  1. La “dignità” di De Bortoli (?)

    Vorrei linkarlo ma non si riesce, il post di Gnueconomy, breve e commosso sull’editoriale di De Bortoli.Sinteticamente definisce il Corriere

  2. La “dignità” di De Bortoli (?)

    Vorrei linkarlo ma non si riesce, il post di Gnueconomy, breve e commovente, sull’editoriale di De Bortoli.Sinteticamente, definisce il Corriere

  3. cmq si dice che si sia fatto allontanare senza protesta perchè starebbe già oianificando la sua candidatura a sindaco di Milano… Se così fosse vero avrei preferito che tralasciasse le sue presonali ambizioni per proteggere – almeno il concetto – di libertà di espressione.

  4. ceh bello leggere gli scritti di una persona che non si fa forte delle ideologie politiche per colpire qualcuno o qualcosa…..

  5. Si, si, si. Tipografie clandestine è il nosto destino. Che tutti gli uomini(anche donne, vanno benissimo) “liberi” e “democratici” si uniscano a noi per difendere lalibertàdinformazione, minacciata pericolosamente dal Cav. Tutti in cantina a stampare l’Unità.

  6. Dal “ti corco con le mani” del cicciopanzuto al miracolo Rosselliano della ricrescita (altro che Cesare Ragazzi!), dal feltrismo prono e lobotomico ai camerati del Giornalaio. E resta tutto in famiglia. Che bel Panorama…

Rispondi