Guia Soncini (si) scopre Selvaggia

Ieri Guia Soncini, il critico televisivo più à la page del momento (nulla di non meritato, in ogni caso), ha dedicato l’intera sua rubrica “La deficiente” sul Foglio a Selvaggia e al suo blog. Vuoi vedere che su TV Sette ci finisce per davvero? Clicca qui o sull’icona a lato per leggere l’articolo.

Avvertenza: Corre l’obbligo di specificare agli 87 che hanno cercato “Guia Soncini nuda”, che su questo sito non la troveranno. Né credo saranno mai accontentati nel corso di questa vita. E, dal momento che siamo, qui: il verbo “scoprire” (associato nel titolo di questo intervento a Selvaggia) è da intendersi in senso lato, nelle accezioni “scovare, trovare, rintracciare, portare alla luce, venire a conoscenza, accorgersi”

.

(Visited 75 times, 1 visits today)

8 Comments

  1. La signorina Soncini detesta l’intero genere umano e in ciò mi è estremamente simpatica. Che Ella abbia in qualche maniera elogiato un essere vivente del suo stesso sesso (la signorina Lucarelli) è fatto peraltro straordinario. Non punite lo sforzo della signorina Soncini o vi vengo a cercare uno a uno.

  2. Chi ha cercato “Guia Soncini nuda”, pur nella prosaicità della query, mostra di intendersi di torte e ciliegine, caro Gianluca. Lo posso affermare in tutta tranquillità stante che la signorina Soncini, al pari della sontuosa Lucarelli, esercita da tempo sul sottoscritto grande fascinazione. Vorrei anzi qui ricordare al signor Effe che Guia Soncini è forse la cosa più si avvicina a un Filippo Facci con le tette della Lucarelli rintracciabile nell’emisfero boreale. La mia assoluta ammirazione per l’Aldo Grasso del XXI sec. si sposa infatti al delirio dei sensi che mi ispirano le torride atmosfere sadomaso dei suoi racconti di shopping in Corso Como 10: come non desiderare di essere alfine trafitti dalle onuste grazie della Soncini calzante uno svettante paio di manolo? Roba da lasciarci le penne dopo solo una mezza puntata di ottoemezzo.

  3. Gent, Sig. Andrea, lei mi ha fatto davvero paura. Certe entità empiree, certi archetipi, dovrebbero rimanere inattingibili, là, nel mondo delle idee, e non mai appalesarsi tra i mortali, che sostener non possono la visione del Nume. Ora, lei mi dice della Soncini. Già al solo nominarla, sento rumor di folgore. Mia speme è che un Facci con le tette della Lucarelli esista solo nella mia fantasia malata. Parlar male di Guia non m’è lecito, Facci ne ha già lanciato anatema. Ma mi pare, dico PARE, e con il massimo rispetto, che la Lucarelli sia più curvilinea, e il Facci più cattivo. ZOT ! (fulmine dal cielo a colpir l’empio)

  4. Non mi esprimo sul fascino della Guia (sono donna etero) ma sul suo “stile” sì: è l’Asia Argento del giornalismo! :-) [Sbirciatevi “I love you Kirk”…]

  5. Guia aquila reale. Vola da sola. Lascia che gli altri si muovano in “branco” di qualsiasi specie, di qualsiasi colore.

Rispondi